Contests

Concorsi e premi della scena folk, world e cantautorale in Italia...

PREMIO ANDREA PARODI
IN SCADENZA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODI, L'UNICO CONCORSO ITALIANO DI WORLD MUSIC
PUBBLICATO UN INEDITO DI PARODI ,“SOGNO”, NEL NUOVO ALBUM DI GIGI MARRAS

Scade fra pochi giorni, il 31 maggio, il bando del “Premio Andrea Parodi”, l'unico concorso italiano di world music, organizzato dall'omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda. Le finali, quest'anno, sono in programma dall’8 al 10 novembre a Cagliari al Teatro Auditorium Comunale. La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d'autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l'altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Proprio in questi giorni è stato reso pubblico un suo brano inedito, “Sogno”. Compare nel nuovo album di Gigi Marras, “Quando sarò più giovane”, ed è cantato dalla splendida voce di Parodi, che lo aveva scritto insieme a Marras e a Francesco Sotgiu. Il Parodi è l'unico concorso italiano di world music, organizzato a Cagliari dall'omonima Fondazione ed in programma dall’8 al 10 novembre, con la direzione artistica di Elena Ledda. Il vincitore avrà l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2018dell'“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA), del Mei di Faenza, dello stesso Premio Parodi e in vari altri eventi in tutta Italia che saranno man mano annunciati. Importanti occasioni per proporre la propria musica. Oltre a questo, avrà diritto a una somma in denaro erogata a copertura di tutti i costi di master class, eventuale acquisto o noleggio di strumenti musicali, corsi e quant’altro il vincitore sceglierà per la propria crescita artistica e musicale, per un importo massimo di 2.500 euro. Al vincitore del premio della critica andrà invece la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi. Il bando è consultabile all’indirizzo www.premioandreaparodi.it/archivio/documenti/bando_2018.pdf. Le domande di iscrizione, che è come sempre gratuita ed aperta ad artisti di tutto il mondo, dovranno essere inviate entro e non oltre il 31 maggio 2018, tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ). Dovranno contenere: 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare); testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani; curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo); Il Premio intende valorizzare le nuove tendenze nell’ambito della musica dei popoli o “world music”, ovvero artisti che mescolano la cosiddetta musica folk o etnica con suoni e modelli stilistici di diversa provenienza. Tra tutte le iscrizioni la Commissione artistica istituita dalla Fondazione selezionerà, in maniera anonima, da otto a dodici finalisti; i finalisti si esibiranno a Cagliari al festival “Premio Andrea Parodi” 2018, davanti a una Giuria Tecnica (addetti ai lavori, autori, musicisti, poeti, scrittori e cantautori) e a una Giuria Critica (giornalisti). Entrambe le giurie, come negli scorsi anni, saranno composte da autorevoli esponenti del settore. La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d'autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l'altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Le precedenti edizioni sono state vinte: nel 2017 da Daniela Pes (Sardegna), nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia). È possibile sostenere la Fondazione Andrea Parodi attraverso la destinazione del 5x1000 e attraverso contribuzioni in denaro. Sul sito della Fondazione si possono trovare tutte le informazioni.

Per visionare il bando e avere maggiori informazioni:
_________________________________________________________________________________

Ethnos Festival
presenta
Ethnos Gener/Azioni
Il contest musicale etno/folk dedicato ai giovani artisti
Realizzato con il sostegno del MIBACT e di SIAE Nell’ambito del progetto “Sillumina”


La XXIII edizione di Ethnos, festival internazionale di musica etnica ideato e organizzato da Gigi Di Luca e La Bazzarra, in programma a settembre a San Giorgio a Cremano (Napoli) e nei comuni del vesuviano, apre le sue porte alle nuove realtà della musica etnica, folk e di ricerca con il progetto Ethnos Gener/Azioni, nuova sezione del festival dedicata ai giovani artisti under 35. Grazie al contributo della SIAE - progetto Sillumina, infatti, Ethnos allarga ulteriormente i suoi confini, accogliendo nuovi stili e forme sonore che abbiano alla base un legame con la matrice etnica e popolare. “Gener/Azioni è l’opportunità per artisti e gruppi, che portano avanti progetti musicali improntati alla ricerca, alla sperimentazione e alla contaminazione, di affacciarsi su un palco prestigioso, esibendosi accanto a grandi nomi della world music internazionale nel corso della prossima edizione del festival Ethnos. Una volontà precisa di dare più spazio ai nuovi linguaggi creativi che si confrontano e dialogano tra loro e che già dal prossimo anno sarà estesa anche alla danza, al teatro e alle altre forme artistiche e creative giovanili”, spiega il direttore artistico, Gigi Di Luca. Il vincitore del concorso, oltre a esibirsi dal vivo, riceverà una somma di denaro erogata a copertura delle spese di produzione di un video-clip professionale o incisione di un disco o altra attività che lo stesso sceglierà per promuovere il proprio progetto. Tale premio sarà erogato nella misura massima di 1000 euro. Bando e regolamento: www.festivalethnos.it. La domanda di partecipazione alle pre-selezioni dovrà essere effettuata online attraverso l’apposito form d’iscrizione presente sul sito del festival (www.festivalethnos.it) entro e non oltre il 30 giugno 2018. Al momento dell’iscrizione online, dovrà essere inviato il seguente materiale: breve curriculum artistico del concorrente, 2 foto formato jpeg, 3 brani appartenenti al repertorio del concorrente, secondo una delle seguenti modalità: link a video di esibizioni live di buona qualità o videoclip ufficiali dei brani prescelti; link spotify o altro sito di streaming musicale. Un’apposita commissione formata dalla direzione artistica del festival, da giornalisti di settore e da musicisti, visionerà il materiale pervenuto e selezionerà fino ad un massimo di 4 artisti/gruppi che prenderanno parte alla fase live del concorso. Le esibizioni dei finalisti si svolgeranno nell’ambito della XXIII edizione del festival Ethnos, in un’unica serata (data da definire tra il 10 e il 30 settembre), presso l’arena di Villa Vannucchi – San Giorgio a Cremano (Na). Ogni concorrente si esibirà in un concerto per un massimo di 20 minuti. Al termine della serata la giuria tecnica designerà il vincitore del concorso, che avrà l’opportunità di esibirsi dal vivo nella serata conclusiva di Ethnos 2018.


Per informazioni: generazioni@festivalethnos.it - Tel. 081 8823978
_________________________________________________________________________________

LI UCCI FESTIVAL
Ritorna il Contest dedicato al Folk & alla World Music
Patrocinato da IT-Folk e MEI-meeting etichette indipendenti Media Partner: BlogFoolk


La scadenza per per partecipare al Premio Folk & World è fissata per il 16 Giugno 2018.

PREMIO NAZIONALE FOLK NUOVE GENERAZIONI (sono candidabili Artisti Singoli o Gruppi Musicali la cui età media non superi i 35 anni)
PREMI SPECIALI E SEGNALAZIONI EXTRA (Sono candidabili Artisti Singoli o Gruppi Musicali di tutte le età)

Il regolamento
_________________________________________________________________________________

IN PALIO UNA RESIDENZA MUSICALE IN PORTOGALLO
Il Contest Sete Sóis Sete Luas - Castello d’Oro premia i giovani musicisti toscani

Per il quarto anno consecutivo il Comune di Pontedera e la Pro Loco di Montecastello indicono il concorso musicale, organizzato dal Festival Sete Sóis Sete Luas, che premierà il musicista più talentuoso  con una residenza artistica in Portogallo insieme a musicisti provenienti da altri paesi del Mediterraneo aderenti alla rete culturale Sete Sóis Sete Luas. Un’opportunità di crescita professionale e umana che vedrà protagonista a inizio agosto il vincitore dell’edizione 2017, Lorenzo Niccolini. Gli interessati potranno inviare le loro candidature per mail a info@7sois.org entro il 22 giugno. Tra le candidature arrivate saranno selezionati tre finalisti che si esibiranno sul palco di Piazza Malaspina a Montecastello domenica 8 luglio di fronte a un pubblico curioso e a una giuria di esperti, che decreterà il vincitore 2018. Potranno iscriversi tutti i musicisti toscani che abbiano un  progetto musicale legato al Mediterraneo e al mondo lusofono. Le scorse edizioni del Premio Sete Sóis Sete Luas sono state vinte da: Cecco e Cipo, Viviana Marino e i Menestrelli di Banafratta,  Iacopo Tognarelli e Riego e Lorenzo Niccolini. Alcuni di questi artisti sii esibiranno quest’anno sul palco principale del Festival Sete Sóis Sete Luas, che si svolgerà a Pontedera dal 13 al 25 luglio toccando diverse location, in apertura ai concerti dei gruppi internazionali.
Per info: tel. 0587.731532, info@7sois.org
_________________________________________________________________________________

AL VIA IL BANDO PER IL 14° PREMIO BIANCA D'APONTE
L'UNICO CONCORSO ITALIANO PER SOLE CANTAUTRICI
ISCRIZIONE GRATUITA

Il variegato mondo della canzone d'autore al femminile sarà ancora il protagonista del Premio Bianca d'Aponte - Città di Aversa, l'unico concorso italiano dedicato esclusivamente alle cantautrici. La manifestazione lancia ora il bando per la 14° edizione, le cui finali sono in programma ad Aversa (CE) il 26 e il 27 ottobre 2018. La partecipazione è gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 28 aprile 2018. Le dieci finaliste saranno selezionate dal Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole rilievo nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice del premio assoluto sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della critica “Fausto Mesolella” la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. Nei due giorni del Premio le esibizioni delle finaliste si alterneranno a quelle di alcuni dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Negli anni scorsi hanno infatti calcato il palco del Teatro Cimarosa di Aversa, fra gli altri, Mario Venuti, Fausto Cigliano, Tricarico, Enzo Avitabile, Mauro Giovanardi, Raiz, Avion Travel, Musica Nuda, Erica Mou e, in veste di madrine, Paola Turci, Irene Grandi, Rossana Casale, Ginevra di Marco, Cristina Donà, Nada, Elena Ledda, Petra Magoni, Rachele Bastreghi, Andrea Mirò, Mariella Nava, Brunella Selo, Fausta Vetere. Nelle passate edizioni il premio assoluto è andato a Veronica Marchi e Germana Grano (ex aequo, 2005), Chiara Morucci (2006), Mama’s Gan (2007), Erica Boschiero (2008), Momo (2009), Laura Campisi (2010), Claudia Angelucci (2011), Charlotte Ferradini (2012), Federica Abbate (2013), Elisa Rossi (2014), Irene Ghiotto (2015), Sighanda (2016), Federica Morrone (2017). Il premio della critica, dallo scorso anno ribattezzato “Premio Fausto Mesolella” in omaggio allo storico direttore artistico della manifestazione, è stato invece attribuito a Marilena Anzini (2005), Ivana Cecoli (2006), Giorgia Del Mese (2007), Silvia Caracristi (2008), Momo e Giorgia Del Mese (ex aequo, 2009), Paola Rossato (2010), Rebi Rivale (2011), Cassandra Raffaele e Paola Rossato (ex aequo, 2012), Rebi Rivale (2013), Elsa Martin (2014), Helena Hellwig (2015), Agnese Valle (2016), Fede ‘N’ Marlen (2017). Il bando completo e la scheda di partecipazione al concorso sono disponibili su: www.premiobiancadaponte.it o www.sonounisola.it

FERRUCCIO SPINETTI NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DEL PREMIO BIANCA D’APONTE
LE FINALI AD AVERSA IL 26 E IL 27 OTTOBRE

È Ferruccio Spinetti il nuovo direttore artistico del Premio Bianca d’Aponte, il contest italiano riservato alla canzone d’autrice. Una successione - dopo la prematura scomparsa di Fausto Mesolella un anno fa - che appare quasi naturale vista la stretta collaborazione artistica fra i due artisti negli Avion Travel e non solo, oltre che per la fraterna amicizia. L’annuncio è stato dato ieri sera a Napoli al teatro Piccolo Bellini nella serata finale del “Premio Bianca d’Aponte in tour”, un trittico di serate (le prime due a Milano e Roma) curato da Enrico Deregibus e Daniela Esposito allo scopo di presentare il nuovo bando e illustrare le finalità artistiche del Premio d’Aponte. Tutto questo in vista della finale del concorso, che si terrà, come sempre ad Aversa, il 26 e il 27 ottobre 2018 e vedrà come madrina di questa edizione Simona Molinari. Ferruccio Spinetti, contrabbassista e compositore, è negli Avion Travel dal 1990. Ha fatto parte del quintetto di Stefano Bollani “I Visionari” e del “Nada trio” con Nada e Mesolella. Nel 2003 fonda con Petra Magoni un duo per solo contrabbasso e voce che dà vita a “Musica Nuda”, un progetto che ha grandi riscontri di pubblico in Italia e all’estero. Nel 2010 come produttore artistico e contrabbassista da vita al cd “InventaRio” (etichetta My Favorite Records) con la partecipazione di artisti italiani e brasiliani quali Pacifico, Dadi Carvalho, Marisa Monte ed Ivan Lins. Il cd è uscito anche in Giappone ed è stato scelto come uno tra i migliori cd di world music prodotti nel 2010. Il bando e la scheda di partecipazione del Premio Bianca d’Aponte sono disponibili su: www.premiobiancadaponte.it. La partecipazione è gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 28 aprile 2018. Le dieci finaliste saranno selezionate dal Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole rilievo nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice del premio assoluto sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della critica “Fausto Mesolella” la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica.

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it o info@sonounisola.it
_________________________________________________________________________________

MANCANO APPENA 7 GIORNI ALLE 
TARGHE TENCO 2018 
I VINCITORI PARTECIPERANNO ALLA 42ESIMA EDIZIONE DEL PREMIO TENCO 
18, 19 e 20 OTTOBRE  AL TEATRO ARISTON DI SANREMO

Roma, 25 maggio 2018 – Mancano appena 7 giorni all’inizio dell’edizione 2018 delle Targhe Tenco, il più prestigioso riconoscimento d’Italia di cui vengono insignite le migliori produzioni discografiche italiane sul terreno della canzone d'autore.  Le votazioni prenderanno il via il prossimo venerdì 1° giugno e vedranno all’opera la giuria formata da oltre 200 esperti di musica e giornalisti musicali delle più importanti testate italiane nominati dal Club Tenco ad esprimere le proprie preferenze. Le scelte avverranno in due turni: tre titoli per ogni categoria nel primo (dal 1° al 15 giugno), uno solo nel ballottaggio tra i 5 titoli meglio piazzati alla prima votazione (dal 20 al 27 giugno).  Gli artisti avranno, quindi, a disposizione ancora 6 giorni per potersi candidare.  L'annuncio dei vincitori sarà diffuso entro il mese di Luglio 2018. LE NOVITA’ DEL 2018- Tra le novità di quest’anno, l'entrata in funzione di una nuova piattaforma completamente informatizzata collegata al sito del Club Tenco e realizzata per consentire ad artisti e produttori di proporre in autonomia le proprie candidature: sino ad oggi sono state caricate sulla piattaforma 364 candidature, sinonimo della grande attualità e del prestigio dell’ambito riconoscimento.  L'arco temporale della pubblicazione dei dischi presi in considerazione, spazia questa volta dal 1° Giugno 2017al 31 Maggio 2018, ed è stato esteso rispetto allo scorso anno. Inoltre, è stata introdotta - accanto alle cinque categorie tradizionali (migliore album, album in dialetto, opera prima, interprete e canzone singola) in cui il premio è articolato - una SESTA CATEGORIA, riservata agli ALBUM A PROGETTO realizzati con l'intervento di più artisti.  La giuria stessa potrà accedere a un'area dedicata e ascoltare direttamente i brani candidati all'assegnazione delle Targhe, ma sarà comunque libera di votare tutti i dischi validi a norma di Regolamento (non solo quelli proposti tramite autocandidature): la piattaforma adottata dal Club Tenco è stata studiata soprattutto per agevolare la partecipazione all'iniziativa di produzioni indipendenti, che non dispongono di sostegno promozionale che ne consenta larga diffusione. Sul sito stesso - come sempre - saranno visibili sia il Regolamento, sia i nomi dei giurati chiamati a votare. I vincitori delle Targhe Tenco 2018 parteciperanno alla prossima edizione della Rassegna della Canzone d'Autore, organizzata a Sanremo dal Club Tenco il prossimo 18, 19 e 20 ottobre 2018 presso il Teatro Ariston.  Ricordiamo qui i vincitori della scorsa edizione: (album dell'anno) "Il grande freddo", Claudio Lolli; (album in dialetto) "Canti, ballate e ipocondrie d'ammore" Canio Loguercio e Alessandro D'Alessandro; (opera prima) "Creature selvagge", Lastanzadigreta; (interprete) "La Rubia canta la Negra", Ginevra Di Marco; (canzone) "La verità", Brunori Sas.

 _________________________________________________________________________________

TORNA IL PREMIO " CIAMPI - CITTA' DI LIVORNO”
PUBBLICATO IL BANDO DI CONCORSO 2018

La canzone d'autore torna protagonista a Livorno con la pubblicazione del bando di concorso dell'edizione 2018 del Premio "Piero Ciampi-Città di Livorno" la rassegna dedicata al poeta e musicista scomparso prematuramente nel 1980. Una manifestazione, giunta alla sua ventiquattresima edizione, che negli anni ha portato la città ad essere un punto di riferimento importante per quanto riguarda la scena musicale nazionale. Da Livorno infatti, grazie al Premio Ciampi, hanno iniziato la carriera molti artisti come Bandabardò, La Crus, Brunori sas, Offlaga Disco Pax, Debora Petrina, Gatti Mezzi, Letti Sfatti mentre tanti altri nomi illustri, a partire da Fabrizio De André e Luciano Ligabue, con la loro presenza in qualità di ospiti hanno riconosciuto alla manifestazione un ruolo di primo piano.  Possono partecipare al concorso singoli artisti o gruppi musicali che presentino due brani originali entro la data del 30 luglio 2018. Facoltativamente sarà possibile presentare anche una propria versione di un brano di Piero Ciampi che sarà giudicato separatamente dalla Giuria. Anche quest'anno saranno ammessi a partecipare artisti stranieri che potranno presentare una propria versione di un brano di Piero Ciampi cantata nella propria lingua. La Giuria provvederà, quindi, secondo un proprio calendario dei lavori, alla selezione dei vincitori 2018, che saranno premiati in occasione delle serate finali della manifestazione in programma nel mese di dicembre.  Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi a: Associazione Premio Ciampi, c/o Arci Livorno, Via S.Omobono 1b, 57100 Livorno; tel. 0586/892984. Il bando è reperibile anche sul sito internet: www.premiociampi.it Il Premio Ciampi è organizzato dall'associazione culturale Premio Ciampi con il contributo di: Regione Toscana, Comune di Livorno, Fondazione Livorno, Fondazione Teatro Goldoni, Arci Livorno.
________________________________________________________________________________

Sono aperte le iscrizioni a “GENOVA PER VOI” (talent per autori di canzoni) e “PROFESSIONE AUTORE” (concorso artistico per autori televisivi)

ATID, con il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, del Comune di Varazze e del Comune di Genova, presenta la sesta edizione di Genova per Voi, talent per autori di canzoni, e la seconda edizione di Professione Autore, concorso artistico per autori televisivi. I premi saranno rispettivamente un contratto editoriale con Universal Music Publishing Ricordi e una collaborazione temporanea all’interno del Gruppo Mediaset. La Direzione Artistica è di Gian Piero Alloisio, la Direzione Organizzativa è di Franco Zanetti.  “Fra le molte peculiarità di Genova per Voi delle quali andiamo, crediamo giustamente, orgogliosi” – dichiarano Alloisio e Zanetti – “c’è quella di mettere direttamente in contatto il vincitore con il mondo della professione che desidera intraprendere, offrendogli l’opportunità di fare pratica all’interno di un’azienda importante. La collaborazione con un’azienda di produzione televisiva, RTI / Mediaset, che è leader nel proprio settore così come Universal Music Publishing è leader nel settore delle edizioni musicali, certifica che Genova per Voi – Professione Autore è una realtà importante e consolidata del mondo dell’industria dello spettacolo, e guarda con ottimismo e fiducia al futuro”. L’iscrizione a entrambe le iniziative è gratuita, così come lo sarà – vitto e alloggio compresi – la partecipazione dei finalisti ai seminari di perfezionamento. Tutti i finalisti, indipendentemente dall’età, beneficeranno dell’iscrizione gratuita per un anno a SIAE.

GENOVA PER VOI
Genova per Voi, talent per autori di canzoni, è prodotto da ATID con il sostegno di SIAE, Comune di Varazze, Comune di Genova e in collaborazione con Universal Music Publishing Ricordi.

Le precedenti edizioni hanno scoperto grandi talenti come Federica Abbate, autrice di “hit” come “Roma-Bangkok” (Baby K feat Giusy Ferreri), “Nessun grado di separazione” (Francesca Michielin), “21 grammi” (Fedez), “Il diario degli errori (Michele Bravi). Non da meno è il varazzino Emanuele Dabbono che ha scritto, con e per Tiziano Ferro, hit come “Incanto”, “Il Conforto”, “Valore Assoluto” e “Lento/Veloce”.Come Federica Abbate, anche Emanuele Dabbono ha collaborato alle successive edizioni di Genova per Voi, e sarà uno dei tutor che seguiranno i finalisti durante la settimana del laboratorio che avrà luogo a Varazze (SV). Fra gli altri tutor delle scorse edizioni: Franco Fasano, Claudio Guidetti, Carlo Marrale, Oscar Prudente, Diego Mancino, Massimo Morini, Vittorio De Scalzi, Mario Cianchi, Alessandro Raina, Valeria Vaglio, Zibba. Tra i finalisti delle scorse edizioni di Genova per Voi da segnalare anche Vincenza Casati (autrice nel 2016 per gli Stadio e per Irene Fornaciari), Michael Tenisci (autore con Tiziano Ferro, nel 2016, per Alessandra Amoroso), Lelio Morra (autore con Federica Abbate, nel 2014, per Deborah Iurato). Una menzione particolare per Willie Peyote, rapper e cantautore torinese, vincitore della prima edizione di Genova per Voi e ormai considerato una delle figure di spicco della scena rap/cantautorale italiana (è recente la sua partecipazione al Concertone del Primo Maggio 2018).

Le iscrizioni a “Genova per voi” si chiudono il 13 luglio 2018.
Per maggiori info: talentgenovapervoi@gmail.com

PROFESSIONE AUTORE

L’intuizione di allargare agli autori televisivi il format di Genova per Voi è stata condivisa da SIAE, che per vocazione sostiene le iniziative dedicate alla promozione della creatività autoriale, e da Lorenzo Beccati, autore televisivo e scrittore. Reti Televisive Italiane S.p.A. ha accettato di offrire al vincitore una collaborazione temporanea all’interno del Gruppo Mediaset.Il vincitore della prima edizione, Giuseppe Bellasalma, ha collaborato con Mediaset per tre mesi, presso la sede romana dell’azienda. Professione Autore cerca nuovi autori di format televisivi, di testi per le trasmissioni di intrattenimento, di soggetti di serie e pilot di fiction. I tutor che seguiranno i finalisti saranno tutti autori televisivi e scrittori professionisti.

Le iscrizioni a “Professione Autore” si chiudono il 31 luglio 2018. 
Per maggiori info: professioneautore@gmail.com

Entrambi i regolamenti sono pubblicati sul sito www.genovapervoi.net
_________________________________________________________________________________

La XXIX edizione di Musicultura festival dall’ 11 al 17 giugno a Macerata
Serate finali il 14, 15 e 17 giugno all’Arena Sferisterio

GLI 8 VINCITORI DI MUSICULTURA 2018
Marco Greco, Nemo, Daniela Pes, Pollio, Francesco Rainero, Rakele, Davide Zilli e ZoniDuo

Malika Ayane al festival il 17 giugno

Tra gli ospiti di Musicultura 2018: 
Procol Harum, Lo Stato Sociale, Willy Peyote, Brunori Sas, Sergio Cammariere, Ron Padgett, Adriana Asti, Gianni Amelio, Giampiero Mughini, Dori Ghezzi, Giordano Meacci, Francesca Serafini, Alberto Radius, Enzo Gentile, Mark Harris, Mimmo Locasciulli, Cinzia Leone, Cristina Donadio, Mirkoeilcane…

Riflettori puntati su Musicultura Festival 2018, in programma dall’11 al 17 giugno a Macerata con media partner Rai Radio 1, per conoscere i vincitori della XXIX edizione del prestigioso concorso della canzone popolare e d’autore italiana. Sono partiti in 811, un numero d’iscrizioni da record, in otto arrivano ora sul podio finale al termine di una dura e lunga selezione iniziata nell’autunno dello scorso anno. Ecco i loro nomi ed i titoli delle rispettive canzoni:  Marco Greco (Roma) Abbiamo vinto noi, Nemo (Rovigo) Ancora, Daniela Pes (Tempio Pausania - OT) Ca milla dia dì, Pollio (Settimo Milanese – MI) Generico, Francesco Rainero (Firenze) Generazione, Rakele (Campagnano di Roma - RM) La forma del tuo abbraccio, Davide Zilli (Parma) Coinquilini, ZoniDuo (Valsamoggia - BO) Sam 4 President.  Due di loro - Pollio e Rakele - entrano di diritto nella rosa dei vincitori al termine di una votazione online che ha coinvolto oltre 47.000 utenti Facebook. La scelta del vincitore spettante a Musicultura è ricaduta su Davide Zilli. Il Comitato Artistico di Garanzia del concorso ha indicato Daniela Pes, Francesco Rainero, ZoniDuo, Rakele e Pollio.  Essendo sia Rakele che Pollio risultati vincitori anche della votazione social, a completare l’ottetto dei vincitori sono Nemo e Marco Greco (i primi nella graduatoria degli esclusi dalla cinquina selezionata dal Comitato). Il Comitato Artistico di Garanzia del concorso, primi firmatari del quale furono nel 1990 Giorgio Caproni e Fabrizio De André, è in questa XXIX edizione composto da Vasco Rossi, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Paolo Benvegnù, Brunori Sas, Luca Carboni, Alessandro Carrera, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Giorgia, Alessandro Mannarino, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Ron,  Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Giovanni Veronesi, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione.
Gli otto artisti vincitori del concorso propongono stili diversissimi tra loro, ma c’è un tratto comune nelle loro canzoni: nessuna di esse nasce a tavolino, tutte vanno incontro sinceramente alla sensibilità di chi le ascolta.   Sarà Radio 1 Rai, dal 2001 media partner di Musicultura, ad ospitare per prima domani 31 maggio gli otto giovani artisti, per un concerto in anteprima nazionale dalla Sala A di via Asiago in Roma condotto da Gianmaurizio Foderaro e John Vignola. Il concerto andrà poi in onda su Radio 1 venerdì 8 giugno, a partire dalle 21.  Da martedì 12 a venerdì 15 giugno  Rai Radio 1 trasmetterà inoltre in diretta dal Festival Musicultura a Macerata  con John Vignola in “Fuori gioco”.
 Intanto il cast di Musicultura 2018 si arricchisce di una nuova stella, quella di Malika Ayane, che per la prima volta prende parte alla manifestazione. Il suo nome si aggiunge alla lista degli ospiti già confermati del festival, tra i quali i Procol Harum, Lo Stato Sociale, Willy Peyote, Brunori Sas e Sergio Cammariere, Ron Padgett, Adriana Asti, Gianni Amelio, Giampiero Mughini, Dori Ghezzi, Giordano Meacci, Francesca Serafini, Alberto Radius, Enzo Gentile, Mark Harris, Cinzia Leone, Cristina Donadio, Mimmo Locasciulli, Mirkoeilcane.  Malika Ayane salirà per la prima volta sul palco di Musicultura, domenica 17 giugno, per proporre una testimonianza artistica inedita, che si prefigura come una suggestiva sorpresa per il pubblico e per gli addetti ai lavori.  Nelle serate finali di spettacolo del Festival, in programma il 14, 15 e 17 giugno, all’Arena Sferisterio di Macerata, gli otto vincitori di Musicultura si esibiranno insieme ai big della musica italiana ed internazionale. Al vincitore assoluto, scelto dal pubblico dell’Arena Sferisterio, andranno i 20 mila euro del Premio UBI Banca. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti su Musicultura Festival 2018 sono disponibili su www.musicultura.it .

I VINCITORI DI MUSICULTURA 2018
Marco Greco - Abbiamo vinto noi
Nemo - Ancora
Daniela Pes – Ca milla dia dì
Pollio - Generico
Francesco Rainero - Generazione
Rakele – La forma del tuo abbraccio
Davide Zilli - Coinquilini
ZoniDuo – Sam 4 president

I PREMI DEL CONCORSO
PREMIO UBIBANCA (20.000 euro)
Al vincitore assoluto eletto dal pubblico dell’Arena Sferisterio durante le tre serate di spettacolo
PREMIO NUOVO IMAIE 15.000 euro)
Per la realizzazione di una tournée

Ed inoltre i seguenti riconoscimenti (per un valore complessivo di 9.000 euro):
PREMIO della CRITICA
PREMIO SIAE per la migliore musica
PREMIO UNIMARCHE per il miglior testo
PREMIO ANTONELLO IEFFI per la migliore interpretazione
_________________________________________________________________________________

Le semifinali del Premio Poggio Bustone ai Forward Studios di Grottaferrata: una tradizione che è una sicurezza

Esistono tradizioni che diventano sicurezze: e così come consuetudine appuntamento ai celeberrimi Forward Studios  di Grottaferrata per ascoltare i semifinalisti dell’edizione 2018 del Premio Poggio Bustone: arrivano da Milano, Roma, Verona, Matera, L’Aquila, Torino, Napoli, Macerata… Da tutta Italia, insomma, e non solo. Sono tutti giovani cantautori con tanti sogni in tasca e molta musica in gola e fra le mani. Ad ascoltarli, assieme ad un ingegnere del suono del calibro di Luciano Torani, i membri dell’Associazione Musicale Poggio Bustone. “Non è stato facile scegliere fra tutte le proposte arrivate nei mesi scorsi al Premio - spiega il direttore artistico Maria Luisa Lafiandra - una rosa di artisti. Diciamo che ci siamo fatti prendere la mano, erano tutti molto interessanti!!! Sabato avremo da ascoltare oltre venti proposte. Una bella scommessa!”. Prossimo appuntamento il 31 agosto all’interno di Cuore piccante a Rieti per le finali 2018.

Semifinalisti 2018

1 - Massimo Comencini - La sala d'aspetto - (Torri del Benaco - VR) 
2 - Massimo De Simone - L'altalena -  (Roma)
3 - Stefano Bruno - Ho cercato il tuo nome- (Milano) 
4 - Ross Julian - Piazza Mazzini (Rieti)
5 - Josef Kazimierz Slazyk/Don Giuseppe - Fiocco di neve (Cracovia)
6 - Marco Africani - Little cobra (Teramo)
7 - Gallina Matteo - Tutto esplode - (Avezzano -L'Aquila)
8- Clavio Nazemi - La terra trema- (Roma)
9 - Matteo Di Fabio /Alveromanzia -Non è uguale - Civita D'Antino (AQ) 
10 - Walter Piva - Flussi d'incoscienza (Gela) 
11 - Roberto Pezzini - Come soli - (Gubbio) 
12 - Angelo Iannelli - Conserva i sogni - (Nettuno - Roma)
13 - Angelo Cicchetti - Tutto se ne va - (Matera) 
14 - Ilaria De Amicis DEI LARA - Corri - (L'Aquila) 
15 - Manu manu - Sotto la crosta - (Torino) 
16 - Edoardo Borghini - Il tempo, il fuoco e il vento (Livorno) 
17 - Ida Orefice - Vado (Roma) 
18 - Francesco Mercurio - Continuare a camminare (San'Antonio Abate- Napoli)
19 - Angelo Lazzaro Gargiulo - Un attimo di noi  (San'Antonio Abate- Napoli)
20 - La forma delle nuvole - Indifferente - (Barzago -Lc) 
21 - Marta De Lluvia - Gomitoli di vento - (Recanati - MC) 
_________________________________________________________________________________

PREMIO LUNEZIA 2018
IL MONDO DANTESCO ENTRA NELLA VALUTAZIONE DELL'ARTE-CANZONE
LA SEZIONE "MUSICARE I POETI" DEDICATA ALLA DIVINA COMMEDIA

Per la ventitresima edizione, che si svolgerà a La Spezia e ad Aulla, il Premio Lunezia, avvalendosi della neo partern-ship con il "Comitato Lunigiana Dantesco 2021", patrocinato dalla "Società Dantesca Italiana", dedicherà la sezione "Musicare i Poeti" ad un passo dell'inferno della Divina Commedia, V 129-138. Inoltre, per la prima volta, il mondo dantesco si esprimerà sulle opere musicali dei Big che saranno premiati al Premio Lunezia 2018. La categoria "Nuove Proposte" ha anche la sezione Band, Cantautori e Autori di Testo e recentemente ha ottenuto il Patrocinio del Ministero della Cultura.


Si aggiunge il premio “Lunezia on Air” per le Nuove Proposte del celebre concorso che giunge alla 23^ edizione
C’è tempo ancora fino al 18 giugno per iscriversi al Premio Lunezia Nuove Proposte, esclusivamente seguendo la procedura online attraverso il sito. Le sezioni sono quattro: Sezione Band, Sezione Cantautori/Autori Solisti, Sezione Autori Di Testi, Sezione Musicare I Poeti. Grazie alla partnership con l’agenzia di comunicazione musicale L’AltopArlAnte, uno dei finalisti potrà aggiudicarsi il premio “Lunezia on Air” per la promozione di un singolo che prevede una diffusione capillare del brano sulle radio italiane, con le pubblicazioni on line del comunicato sull’uscita del singolo stesso. I finalisti del Premio Lunezia Nuove Proposte 2018 saranno promossi inoltre da Radio Rai, mentre una nuova collaborazione è nata con la Warner Chappell, avviata al fine di potenziare la sezione Nuove Proposte della storica manifestazione tosco-ligure. Parteciperanno alle serate anche addetti ai lavori, promoter e discografici che svolgeranno una funzione di talent scouting.
_________________________________________________________________________________

Ultime settimane per iscriversi al Biella Festival Music Video
Il patrocinio di Agis e Anec Piemonte e Valle d’Aosta aprono le porte a nuove prospettive per la diffusione di questa nuova arte del futuro

2018: il Biella Festival festeggia i vent’anni della propria ricca carriera con una serie fitta di iniziative. Fra queste un nuovo spazio al Biella Festival Music Video intorno al quale da tempo si stanno focalizzando nuovi interessi e nuove energie. “Da tempo - ricorda il Direttore Artistico Giorgio Pezzana - siamo convinti che il futuro della canzone sia in rapporto con l’audiovisuale: i dischi di oggi e di domani viaggiano inequivocabilemente sempre più su Youtube.” In questa linea si colloca il patrocinio dell’Anec Piemonte e Valle d’Aosta: “La realtà attuale vive di fatto un assurdo paradosso - spiega Arrigo Tomelleri Presidente Anec Piemonte e Valle d’Aosta e vicepresidente sezione cinema Agis Piemonte e Valle d’Aosta -: il mondo si sta muovendo sempre di più verso Youtube e, più in generale verso i supporti mobili, le nuove generazioni consumano sempre più musica online, eppure le sale cinematografiche non lasciano spazio a questa forma d’arte. Per questo abbiamo deciso di partire intanto dal Piemonte e dalla Valle d’Aosta, per poi muoverci nel resto d’Italia, e proporre in apertura alle proiezioni cinematografiche i migliori video del Biella Festival.” Rinnovata anche la partnership con Colonne Sonore e con Cinecorriere. Intanto appuntamento ad ottobre, quindi, sul palco del Teatro Sociale per il Biella Festival, che tornerà per l’occasione ad ospitare il Biella Festival e sul quale saliranno i protagonisti delle passate edizioni. E al Biella Jazz Club per la nuova edizione del Biella Festival Music Video.
_________________________________________________________________________________

IN SCADENZA IL BANDO DEL ‘PREMIO AMNESTY EMERGENTI’ DI 
VOCI PER LA LIBERTÀ
PRIMI SEMIFINALISTE SONO LE MUJERES CREANDO, VINCITRICI DEL PREMIO WEB SOCIAL 2018

Ancora pochi giorni per iscriversi al “Premio Amnesty International Italia”, sezione Emergenti. Scade infatti il 30 aprile il bando di concorso del Premio, organizzato come sempre nell’ambito del festival Voci per la libertà, che quest'anno si svolgerà dal 19 al 22 luglio a Rosolina mare (Rovigo). Il 20 e 21 luglio si svolgeranno dal vivo le semifinali del concorso con otto artisti, il 22 la finale con cinque di loro. Possono partecipare tutti gli artisti che abbiano un brano legato al tema dei diritti umani, in qualsiasi lingua o dialetto. Le informazioni sul concorso, i premi, le modalità di iscrizione e il bando completo sono disponibili all’indirizzo www.vociperlaliberta.it/festival/premio-amnesty-emergenti. Uno degli otto semifinalisti è già noto. Sono le napoletane Mujeres Creando, che, con il brano “E je parlo ‘e te”, hanno ottenuto il Premio Web Social 2018 in virtù dei voti raccolti sul sito e sulla pagina Facebook di Voci per la libertà. Grazie a ciò si aggiudicano, oltre all'accesso diretto alle semifinali, un pacchetto promozionale offerto dal Mei  La band partenopea ha prevalso sugli altri 53 artisti che si erano iscritti al concorso entro il 10 marzo, artisti che sono comunque ancora in lizza per partecipare alle semifinali del 20 e 21 luglio. Fra tutte le iscrizioni arrivate entro il 30 aprile sarà inoltre assegnato il Premio under 35, che consentirà anch’esso al migliore giovane di accedere alle semifinali del concorso. L'Associazione Voci per la libertà sceglierà poi altre sei proposte, che si batteranno assieme al Premio Web Social e al Premio Under 35 nelle semifinali a Rosolina mare. Qui una giuria prestigiosa di addetti ai lavori assegnerà il Premio Amnesty International Italia Emergenti. In occasione della finale del 22 luglio sullo stesso palco salirà anche Brunori Sas, in qualità di vincitore del Premio Amnesty International Italia sezione “Big”, con la sua “L’uomo nero”. Big ed emergenti uniti nell’intento di promuovere i diritti umani e le campagne di Amnesty International attraverso la musica. Le Mujeres Creando sono una band interamente femminile formata da: Assia Fiorillo (voce), Igea Montemurro (violino), Giordana Curati (fisarmonica), Anna Claudia Postiglione (chitarre), Marisa Castaldo (batteria e percussioni). Nasce nel 2010 in formazione di trio. Il nome è mutuato dal collettivo femminista sudamericano e in italiano significa “Donne che creano”; il riferimento alla creatività, al grande potenziale delle donne quando si uniscono per un obiettivo comune, insieme al carattere mediterraneo della lingua spagnola sembrano cogliere in pieno l’impronta artistica e concettuale che si vuole dare al progetto. Il 26 gennaio 2018 la band ha presentato il primo disco dal titolo “Le stelle sono rare”.

A breve sarà comunicato il calendario completo della manifestazione, che durerà tutta l’estate.
Per concorso, info e aggiornamenti: www.vociperlaliberta.it
_________________________________________________________________________________

A FLAVIO GIURATO IL 'PREMIO GIORGIO LO CASCIO' 2018
NONA EDIZIONE

È Flavio Giurato il vincitore del "Premio Giorgio Lo Cascio" 2018, il riconoscimento nato nel 2005 a Sant’Andrea Apostolo dello Ionio (Catanzaro), assegnato a cantautori di valore fuori dai circuiti mainstream e diretto da Enrico Deregibus. La premiazione si terrà in estate a Sant’Andrea Apostolo dello Ionio in occasione di un concerto di Giurato. La data verrà annunciata prossimamente. La manifestazione intende ricordare Giorgio Lo Cascio, storico cantautore romano scomparso nel 2001. Con lui Francesco De Gregori all'inizio della carriera aveva formato il duo “Francesco e Giorgio” e successivamente, anche con Antonello Venditti e Ernesto Bassignano, “I giovani del Folk” (i “quattro ragazzi con la chitarra e un pianoforte sulle spalle” di “Notte prima degli esami” di Venditti). Flavio Giurato è, come recita la sua scheda biografica, “il segreto meglio custodito della musica italiana”. Artista di culto per addetti ai lavori e appassionati, è autore di tre album meravigliosi tra il 1978 e il 1984: Per futili motivi, Il tuffatore e Marco Polo. In particolare “Il tuffatore” lo fa conoscere al pubblico più attento di quegli anni. I videoclip estratti dall’album saranno parte fondante del programma Mr. Fantasy condotto da Carlo Massarini. Dopo un lungo periodo di pausa nel nuovo secolo è tornato all’attività. Nel 2004 la casa editrice No Reply, decide di pubblicare “Il tuffatore. Racconti e opinioni su Flavio Giurato” un libro di racconti ispirati alle canzoni dei primi tre dischi del cantautore. Con l’occasione, a vent’anni di distanza da “Marco Polo” e in allegato al libro, esce un disco live, il primo e l’unico della sua carriera. Nel 2007 arriva un nuovo disco di inediti, “Il manuale del cantautore”. Negli ultimi anni la sua attività si intensifica, sia per quanto riguarda i concerti che i dischi: nel 2015 esce “La scomparsa di Majorana”, nel 2017 “Le promesse del mondo”, dischi assai considerati dalla critica. Il Premio Lo Cascio è organizzato dall'Associazione Primavera Andreolese con il patrocinio della Regione Calabria e dell'amministrazione comunale di Sant’Andrea Apostolo dello Ionio. La direzione artistica è di Enrico Deregibus, autore fra l'altro della biografia di Francesco De Gregori “Mi puoi leggere fino a tardi”. Negli anni precedenti il riconoscimento era andato a Max Manfredi (2005), Pino Marino (2006), Rudy Marra (2007), Sulutumana (2008), Carlo Fava (2009), Susanna Parigi (2010), Marco Ongaro (2011), Luca Gemma (2017). Il Premio è stato assegnato da una ampia e prestigiosa giuria coordinata da Deregibus e comprendente: Roberta Balzotti (Tgr Rai), Marcello Barillà (Obiettivo Calabria), Stefano Bartolotta (Indie-roccia.it), Alberto Bazzurro (Musica jazz), Maurizio Becker (Classic rock), Mario Bonanno (Mescalina), Andrea Caponeri (Radio Orvieto web), Roberto Caselli (Jam-TV), Massimiliano Castellani (Avvenire), Stefano Crippa (Manifesto), Enrico de Angelis (storico della canzone), Paola De Simone (Radio in Blu), Salvatore Esposito (Blogfoolk), Claudio Fabretti (Ondarock), Leonardo Follieri (Jam-TV), Ambrosia J. S. Imbornone (Rockerilla), Annino La Posta (saggista), Elisabetta Malantrucco (Rai), Michele Neri (Vinile), Bruno Palermo (CrotoneNews.com), Francesco Paracchini (L’isola che non c’era), Fausto Pellegrini (Rainews), Andrea Podestà (Nuova scuola genovese), Giordano Sangiorgi (Mei), Paolo Talanca (Fatto quotidiano), Gianluca Veltri (Mucchio selvaggio), Gianni Zuretti (Buscadero).

IL PREMIO E GIORGIO LO CASCIO
Dagli anni Settanta S. Andrea Ionio ha ospitato spesso cantautori italiani che, pur non avendo un grande successo commerciale, hanno fatto la storia della musica di qualità. L’istituzione, nel 2005, di un premio dedicato alla canzone d’autore rappresenta un’ulteriore tappa di questo percorso e l’idea di intitolare il riconoscimento a Giorgio Lo Cascio nasce dal fatto che nel 1977 proprio S. Andrea ospitò un concerto dell’artista romano scomparso nel 2001. Gli organizzatori di quello spettacolo conservano un bellissimo ricordo di quell’evento e per questo hanno voluto ricordare un artista sottovalutato. Giorgio Lo Cascio, prematuramente scomparso a soli 48 anni nel 2001, nei primi anni '70 fu tra i promotori della cosiddetta “scuola romana”, che si riconosceva nel Folkstudio di Trastevere. Lui, Antonello Venditti, Francesco De Gregori ed Ernesto Bassignano danno vita ad un quartetto, “I giovani del Folk”. Erano legati, i quattro (“quattro ragazzi con la chitarra ed un pianoforte sulle spalle” come canta Venditti in “Notte prima degli esami”) dallo stesso amore per il folk, la canzone d’autore, la poesie e la politica. Giorgio artisticamente era il figlio di Cohen, Francesco di Dylan, Antonello di Elton ed Ernesto di Tenco. Le loro prime canzoni erano piene di rabbia, vino, donne, funerali immaginari, aquiloni, soldati, treni e sogni di libertà. Dopo le prime apparizioni al Folkstudio, Lo Cascio insieme a De Gregori (di cui era fraterno amico) diede vita ad un duo, Francesco e Giorgio, assimilabile per alcuni versi a quello di Simon & Garfunkel. Lo Cascio è però stato un'artista dotato di una personalità autonoma. I suoi testi ci mostrano una vena intimista, quieta, fatta di piccoli sentimenti che proprio dalla semplicità traggono la loro profondità; il tutto espresso attraverso una musica acustica, arpeggiata, che non disdegna però di arricchirsi tramite gli apporti del moog, del flauto, del pianoforte, delle percussioni. Durante gli anni '70 ha avuto una produzione da cantautore politico, meritevole di essere riscoperta. Insieme a Venditti e De Gregori, firmò un contratto discografico per la IT. Mentre Venditti e De Gregori prepararono “Theorius Campus”, il loro esordio discografico, lui incise “La mia donna”, disco un po’ acerbo, molto acustico, poco competitivo rispetto ai brani dei vari cantautori che stavano venendo a galla e di scarsissimo successo. Riemerse nel 1976, grazie all’etichetta Divergo. Il disco prodotto, “Il poeta urbano”, album politico molto bello, assai personale, faticò però a farsi strada. Limitati furono anche i concerti tenuti da Lo Cascio, che l’anno dopo incise (sempre con la Divergo) un nuovo album, “Cento anni ancora”. Anche questo disco non ebbe fortuna, nonostante i brani fossero assai validi. Dopo un nuovo singolo, “Cosa c'è che non va”, sigla del programma tv "Tra scuola e lavoro", sparì dalle scene. Molti anni dopo, partecipò ad un gruppo estemporaneo, denominato U.A.F.F., messo in piedi da vari cantautori allo scopo di fornire un supporto economico al "Folkstudio" in difficoltà. Uscì poi un suo nuovo disco, “Il vaso di Pandora”, con Stefano Iannucci. Lo Cascio è stato ospite del Premio Tenco nel 1975, 1978 e 1983.

Per info: E-mail: primaveraandreolese@libero.it Tel 333.2487068
_________________________________________________________________________________

A EUGENIO FINARDI IL 1° PREMIO PASCOLI ALLA CARRIERA
L’8 AGOSTO A SAN MAURO PASCOLI IN ROMAGNA CON LA FINALE DEL CONTEST PER EMERGENTI E OSPITE SPECIALE IL CANTAUTORE FILIPPO NIGRO

Sarà Filippo Nigro l'ospite speciale del neonato Premio Pascoli in Musica. Il cantautore emergente romano, che ha all'attivo tre dischi, ha musicato due poesie del poeta romagnolo, "Fides" e "Le monache di Sogliano", con grande cura e attenzione così da meritare il palco della prima edizione del festival. Ospite centrale sarà Eugenio Finardi che riceverà un premio alla carriera per i suoi 40 anni di carriera indipendente, costellata da tantissimi testi entrati a far parte delle "antologie poetiche di vita quotidiana" di almeno due generazioni. La consegna avverrà l’8 agosto in Romagna a San Mauro Pascoli nella Villa Torlonia Parco Poesia Pascoli, quando il cantautore e rocker terrà un incontro con il giornalista Enrico Deregibus e si esibirà in un live acustico esclusivo per la serata. Porterà in scena infatti uno stralcio dello spettacolo “Finardimente in due” con il chitarrista Giuvazza, con il quale ha già realizzato due album. Durante la serata si terrà anche la finale del concorso per emergenti intitolato al poeta romagnolo. A sfidarsi saranno sette giovani artisti emergenti provenienti da tutta Italia: Gianluca Di Santo di Como, Forse Giorgio di Roma, Elisa Genghini di Rimini, Federico Pizzicannella di Marino di Roma, Salamone di Palermo, Giacomo Scudellari di Ravenna, Rita Zingariello di Gravina di Puglia. I finalisti, oltre a proporre un loro brano inedito, presenteranno anche un brano su poesie o su tematiche pascoliane che eseguiranno per la prima volta dal vivo in quella occasione. Gianluca Di Santo presenterà l’inedito “Colline solitarie” e metterà Pascoli in musica con “La mia sera”, mentre Forse Giorgio ci farà ascoltare il brano rap “Non aver paura di avere paura” e un inedito ispirato a una poesia di Pascoli sul tema della gioventù. Elisa Genghini si presenterà con il brano “Sebastian” e la poesia in musica “L'aratro”, mentre Federico Pizzicannella porterà sul palco il brano “Relle” e un brano inedito sulle tematiche pascoliane del fanciullino e del ritorno a casa intitolato "Andare lontano". Salamone proporrà “Sandali” e “La Civetta” di Pascoli, mentre Giacomo Scudellari parteciperà con “Come un igloo” mentre per Pascoli presenterà un inedito che immagina il poeta scrivere una lettera a una misteriosa dirimpettaia conosciuta a Messina, lettera sui temi dell'amore, del ritorno al nido, della natura e della morte del padre. Rita Zingariello canterà invece “Il bacio della terra” e metterà in musica la poesia “Patria”. Una serata sospesa tra la canzone d'autore giovanile e la grande poesia che ha fatto la storia della letteratura. Un incontro magico, unico nel panorama italiano, che non mancherà di suscitare grandi sorprese. Chi vincerà il contest sarà ospite al MEI - Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (che si terra' dal 28 al 30 settembre a Faenza), nella serata del Premio dei Premi di sabato 29 settembre. Il bando del Premio Pascoli ha visto circa 100 iscritti da tutta Italia, ridotti nella fase di selezione dalla giuria coordinata da Giordano Sangiorgi a 14 artisti segnalati, da cui sono stati scelti i 7 finalisti. Gli altri segnalati sono: Anna Luppi, Luca Masperone, Igor Pitturi, Cristina Russo, Solmeriggio, Giulia Ventisette e Andrea Zoli. Il concorso intende valorizzare la nuova e significativa scena di cantautori e cantautrici presenti in Italia e tenere viva la memoria di Giovanni Pascoli tra i giovani autori di testi e musiche della nuova canzone italiana. L'iniziativa nasce da una idea del Mei - Meeting delle Etichette Indipendenti (che tornerà a Faenza per la sua nuova edizione dal 28 al 30 settembre prossimo), coordinato da Giordano Sangiorgi, in collaborazione con il Comune di San Mauro Pascoli guidato dalla sindaca Luciana Garbuglia e con l'associazione culturale Sammauroindustria presieduta da Miro Gori, noto storico romagnolo.

Per informazioni: 0546.646012 / 349.4461825 - mei@materialimusicali.it - www.meiweb.it
_________________________________________________________________________________

PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI 2018
Il prestigioso concorso dei Conservatori di Musica Italiani rinnova la dedica della sezione POP ROCK a PINO DANIELE
Finale del Premio a Milano 27 Giugno, Sala Verdi - ingresso libero 
L'ENTE NO PROFIT "PINO DANIELE TRUST ONLUS" ASSEGNERA' PREMI SPECIALI AD ARTISTI BIG DELLA MUSICA POP ROCK! PREMI IN STRUMENTI MUSICALI AI GIOVANI ALLIEVI DEI CONSERVATORI E BORSE DI STUDIO AI VINCITORI.

Il “PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI” è un concorso promosso ogni anno dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca "Direzione Generale per lo studente, lo sviluppo e l'internazionalizzazione della formazione superiore". Anche quest’anno grazie all'intesa tra MIUR \ AFAM e PINO DANIELE TRUST ONLUS, la sezione POP ROCK è dedicata al musicista PINO DANIELE e si svolgerà a Milano il 27 Giugno - Ingresso Gratuito -  nella prestigiosa SALA VERDI dello storico Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. I candidati provenienti dai conservatori Italiani presenteranno 2 composizioni pop-rock originali ed 1 arrangiamento di un brano di Pino Daniele; PINO DANIELE TRUST ONLUS assegnerà premi in strumenti musicali e borse di studio ai vincitori: al vincitore assoluto del Premio Pop Rock sarà assegnata 1 borsa  di studio in collaborazione con FIAT, ed un concerto presso il Conservatorio di Milano all'interno della stagione "I Suoni del Conservatorio; al miglior riarrangiamento di un brano di Pino Daniele sarà assegnata un’altra borsa di studio in collaborazione con Redrose Production, ed un concerto presso il Conservatorio di Milano all'interno della stagione "I Suoni del Conservatorio; Inoltre tra tutti i candidati che avranno partecipato alla prova Semifinale ed alla prova Finale, saranno assegnati premi in strumenti musicali offerti dal Pino Daniele Trust Onlus in collaborazione con Mogar Music distributore italiano dei marchi Ibanez, Zoom e IK Multimedia dalla ValMusic distributore dei marchi Salvator Cortez, La Bella Strings, Pasha, X-Drum e da Aramini Strumenti Musicali distributore del marchio GRBass. Miglior Cantante Interprete | Miglior Chitarrista | Miglior Bassista| Miglior Pianista | Miglior Batterista | Premio Speciale della Critica ed altri riconoscimenti.“…si tratta del giusto tributo che l'intera comunità musicale italiana vuole riservare a Pino Daniele per tenere viva la sua memoria nei giovani…non riesco a pensare ad modo migliore che ricordarlo con un premio a lui dedicato per i giovani musicisti”. (Maria Letizia Melina, Direttore generale del MIUR responsabile per la produzione artistica dei conservatori) "ora che il Pop Rock è finalmente uno dei corsi di diploma in Conservatorio, intensificheremo l'impegno del Pino Daniele Trust Onlus nei confronti dei giovani talenti, testimoniando lo straordinario percorso artistico di Pino Daniele e del suo sistema di valori, fortificando il concetto che lo studio, la ricerca e la disciplina sono nutrimento per il talento; valori da sempre sostenuti da mio Padre; Questa nuova edizione del Premio Pop Rock sarà anche l'occasione per consegnare dei riconoscimenti alla carriera,  infatti il palco della sala Verdi vedrà la partecipazione di ospiti straordinari, riferimenti nella la storia della musica italiana che si sono distinti per coerenza artistica e credibilità". (Alex Daniele, Presidente del Pino Daniele Trust Onlus). L’appuntamento per il concorso della sezione POP ROCK è presso la prestigiosa Sala Verdi della sede del Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di MILANO (via Conservatorio 12 - Ingresso gratuito) il 26 giugno per la semifinale e il 27 giugno per il gran finale con Special Guest. Presenti in qualità di membri della commissione rappresentanti della: Warner Music; Warner Chappell Music Italiana; Redrose Music production; La Direzione Artistica è affidata a Fabrizio Bianco, Docente di Composizione e responsabile dei Corsi Pop Rock al Conservatorio G.Verdi di Milano.


_________________________________________________________________________________

IL PREMIO OSCAR NICOLA PIOVANI 
AL PREMIO JAZZ NICOLA ARIGLIANO
Il concorso rientra nel programma della rassegna "Città della musica" che si terrà venerdì 22 e sabato 23 giugno a Squinzano, in provincia di Lecce

C'è tempo sino al 15 maggio per partecipare al Premio Jazz Nicola Arigliano che rientra nella variegata programmazione della rassegna “Città della musica”. Venerdì 22 e sabato 23 giugno a Squinzano, in provincia di Lecce, torna  infatti la manifestazione organizzata dal Comune di Squinzano con la direzione artistica di Pino Lagalle dell’agenzia Ribalta e realizzata in collaborazione con altri partner pubblici e privati. La rassegna - che si concluderà con l’assegnazione del Premio Vigna d’Argento, realizzato dal maestro Ugo Malecore, scomparso nel 2013 all'età di 92 anni - vuole celebrare Squinzano come città della musica che nel corso del novecento ha visto crescere e affermarsi la grande tradizione bandistica (rappresentata soprattutto nel periodo diretto dai fratelli Ernesto e Gennaro Abbate) e il grande jazz con il concittadino Nicola Arigliano. Nelle precedenti edizioni "Città della musica" ha ospitato, tra gli altri, Stefano Bollani, Enrico Rava, Peppe Vessicchio, Albano, Christian Meyer, Enrico Capuano,  Raffaele Casarano, Nandu Popu, Alessandro Quarta.  I finalisti del Premio Jazz Nicola Arigliano si esibiranno venerdì 22 giugno in Piazza San Nicola prima dello spettacolo "La musica è pericolosa" del pianista, compositore e Premio Oscar, Nicola Piovani che sarà affiancato sul palco da Marina Cesari (sax - clarinetto), Pasquale Filastò (violoncello - chitarra), Ivan Gambini (batteria -percussioni), Marco Loddo (contrabbasso), Rossano Baldini (tastiere - fisarmonica). "La musica è pericolosa – Concertato" è un racconto musicale, narrato dagli strumenti che agiscono in scena. A scandire le stazioni di questo  viaggio musicale in libertà, Nicola Piovani racconta al pubblico il senso di questi frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, di Fellini, di Magni, di registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione, cantanti strumentisti, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. Nel racconto teatrale la parola arriva dove la musica non può arrivare, ma, soprattutto, la musica la fa da padrona là dove la parola non sa e non può arrivare. I video di scena integrano il racconto con immagini di film, di spettacoli e, soprattutto, immagini che artisti come Luzzati e Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani. Tutte le informazioni e il regolamento sul sito www.cittadellamusicasquinzano.it