Contests

Concorsi e premi della scena folk, world e cantautorale in Italia...

AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODI
L'UNICO CONCORSO ITALIANO DI WORLD MUSIC
ANCORA ON LINE IL BANDO DI CONCORSO DELLA 10A EDIZIONE

E' l'unico concorso italiano di world music. Il “Premio Andrea Parodi”, organizzato a Cagliari dall'omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda, giunge quest'anno alla decima edizione. Lo staff è già al lavoro: il bando è on-line e numerose sono le iscrizioni già pervenute, mentre si punta ad intensificare i rapporti del festival con l'estero. In questa direzione va la presenza al Babel Med Music di Marsiglia, una delle più importanti fiere dedicate alla musiche del mondo, in programma dal 16 al 18 marzo. Il Premio Parodi sarà presente all'interno dello stand Italian World Beat, n. 110. Inoltre, a luglio sarà la volta di una trasferta nella Repubblica Ceca per il festival Colours of Ostrava. Ricordiamo che il concorso è gratuito ed aperto ad artisti di tutto il mondo. Le domande di iscrizione al concorso dovranno essere inviate entro e non oltre il 31 maggio 2017, tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ).Dovranno contenere: 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare); testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani; curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo). Il concorso intende valorizzare le nuove tendenze nell’ambito della musica dei popoli o “world music”, ovvero artisti che mescolano la cosiddetta musica folk o etnica con suoni e modelli stilistici di diversa provenienza. La Commissione artistica istituita dalla Fondazione selezionerà, in maniera anonima, da otto a dodici finalisti; i finalisti si esibiranno a Cagliari al festival “Premio Andrea Parodi” 2017, davanti a una Giuria Tecnica (addetti ai lavori, autori, musicisti, poeti, scrittori e cantautori) e a una Giuria Critica (giornalisti). Entrambe le giurie, come negli scorsi anni, saranno composte da autorevoli esponenti del settore. Il premio consiste in una somma in denaro erogata a copertura di tutti i costi di master class, eventuale acquisto o noleggio di strumenti musicali, corsi e quant’altro il vincitore sceglierà per la propria crescita artistica e musicale, per un importo massimo di 2.500 euro. Un ulteriore premio è la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi. Inoltre, verrà offerta al vincitore l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2017 del Premio Andrea Parodi, dell“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA) e in altri eventi che saranno man mano annunciati. La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d'autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l'altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Le precedenti edizioni sono state vinte nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia). I Pupi di Surfaro, vincitori del “Premio Andrea Parodi” 2016. È possibile sostenere la Fondazione Andrea Parodi attraverso la destinazione del 5x1000 e attraverso contribuzioni in denaro. Sul sito della Fondazione si possono trovare tutte le informazioni.

Per visionare il bando e avere maggiori informazioni:
________________________________________________________________________________

MUSICULTURA 2017
XXVIII  Ed. Festival  della  Canzone Popolare e d’Autore
Aperte le iscrizioni alla XXVIII edizione del concorso
MUSICULTURA a caccia di artisti capaci di rinnovare il piccolo miracolo di una canzone
Primo premio assoluto di 20.000 euro

Aperto il bando per partecipare alla XXVIII Edizione di Musicultura, il Festival della canzone popolare e d’autore che ricerca, promuove, premia la qualità e l’originalità artistica indipendentemente dai vincoli di genere. Ecco come Joan Baez, una delle più alte figure del folk mondiale, ospite di Musicultura, ha esortato chi aspira a scrivere e cantare nuove significative pagine del gran libro della canzone: “Suonate nei locali, suonate dove c’è un microfono aperto, parlate con gli altri musicisti, fate progetti insieme, cantate insieme, state attivi!”  Per iscriversi c’è tempo fino al 4 novembre, occorre essere autori o coautori dei brani di cui si è interpreti ed avere compiuto 18 anni.  Il vincitore assoluto si aggiudicherà   20.000 euro; saranno assegnati anche altri riconoscimenti, come i premi per la migliore musica, la migliore interpretazione ed il miglior testo del valore di 2.000 euro ciascuno e la targa della critica del valore di 3.000 euro. In ventotto anni di storia il concorso di Musicultura ha esplorato, fotografato, influenzato l’evolversi di quella canzone italiana che si confronta a viso aperto con la vita, che accende sensazioni e pensieri assenti nella ritualità dei format e nella successione di prodotti seriali. “La biodiversità è sempre garanzia di ricchezza, noi la coltiviamo nell’ambito della canzone, - afferma il direttore artistico di Musicultura Piero Cesanelli - lo facciamo con trasparenza, passione, curiosità”. Tra gli artisti portati alla ribalta dal concorso figurano: Simone Cristicchi,  Mannarino, Pacifico, Gian Maria Testa, Chiara Dello Iacovo, Renzo Rubino, Erica Mou, Momo, Flo, Amalia Gré, Giovanni Block, Povia, Paolo Simoni, Orage… e tanti altri che hanno trovato ruoli e soddisfazioni nella” bottega artigianale della canzone”,  ad esempio come autori di testi: Giuseppe Anastasi, Oliviero Malaspina, Fabio Ilacqua… L’iter del concorso prevede una lunga e articolata selezione.  Fra tutti i partecipanti - oltre settecentocinquanta nella scorsa edizione - Musicultura selezionerà una rosa di circa sessanta proposte che convocherà a Macerata per sostenere un’audizione live, nei mesi di gennaio/febbraio 2017, tutti gli esclusi riceveranno una accurata  scheda di commento. Sedici  saranno i finalisti, che verranno presentati il 1 Aprile 2017 in un concerto al Teatro Persiani di Recanati. Parallelamente, i brani finalisti entreranno a far parte del CD compilation della XXVIII edizione di Musicultura e saranno presi in consegna e programmati da Rai Radio 1. L’ulteriore selezione coinvolgerà il popolo di Facebook che incoronerà  due degli otto vincitori,  Musicultura  ne indicherà uno e il prestigioso Comitato Artistico di Garanzia  a suo insindacabile giudizio ne nominerà cinque, di cui tra i membri annovera: Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli,Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Giorgia, Dacia Maraini, Lo Stato Sociale, Mariella Nava, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione, Stefano Zecchi… Gli otto vincitori, assieme ad ospiti di spicco del panorama musicale nazionale ed internazionale, saranno protagonisti delle tre serate conclusive del festival, in programma nel mese di giugno 2017 all’Arena Sferisterio di Macerata, dove il voto del pubblico deciderà l’assegnazione del primo premio assoluto di 20.000 euro. Il regolamento del concorso e la domanda di partecipazione sono disponibili su  www.musicultura.it 
___________________________________________________________________________

PROSEGUE IL BANDO PER IL 13° PREMIO BIANCA D'APONTE
L'UNICO CONCORSO PER SOLE CANTAUTRICI
IL 5 MARZO A BARCELLONA IL TERZO 'BIANCA D'APONTE INTERNATIONAL'


C'è un concorso dedicato esclusivamente a cantautrici: è il Premio Bianca d'Aponte - Città di Aversa, il cui bando per la 13° edizione è disponibile su: www.premiobiancadaponte.it o www.sonounisola.it. insieme alla scheda di partecipazione. Le finali sono in programma ad Aversa (CE) il 27 e il 28 ottobre 2017, come sempre con la direzione artistica di Fausto Mesolella.Il Premio è dedicato a Bianca d'Aponte, cantautrice campana scomparsa nel 2003 a soli 23 anni, che sarà fra poco omaggiata a Barcellona per il terzo anno con una serata, il “Bianca d'Aponte International”, organizzata da Cose di Amilcare, emanazione spagnola del Club Tenco. L'appuntamento, a ingresso libero, è previsto il 5 marzo al Centre Artesà Tradicionarius e sarà presentato da Steven Forti. Salirà sul palco lo stesso Mesolella, insieme a molti artisti che, come ormai tradizione, canteranno in diverse lingue le canzoni di Bianca d’Aponte e i testi di poetesse e scrittrici di diverse nazionalità. Si alterneranno: Alessio Arena, Dinatatak, Carlo Doneddu, Enric Hernàez, Joan Isaac, Marta y Micó, Olden, Ulrich Sandner, Wayne Scott. Con loro ci sarà anche la vincitrice del Premio d'Aponte 2016: Sighanda. Per la nuova edizione del Premio, la cui partecipazione è gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 29 aprile 2017. Le dieci finaliste saranno selezionate dal Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole importanza nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della Critica la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti speciali andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. È attiva anche la sezione “Musica della poesia”, riservata ad artiste che vorranno musicare e interpretare in canzone una poesia, a propria scelta, di Emily Dickinson. Possono partecipare alla sezione anche le cantautrici che si iscriveranno al concorso principale. Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it o info@sonounisola.it
__________________________________________________________________________


L’ARTISTA CHE NON C’ERA 2017

Parte la 14ª edizione del concorso. Iscrizioni aperte dal 27 febbraio al 26 aprile.
La finale al CPM di Milano venerdì 30 giugno 2017.

Riparte L’Artista che non c’era, storico concorso organizzato e promosso da L’Isola che non c’era, arrivato alla sua quattordicesima edizione. Due le sezioni: la “Generale” (brani cantati, in italiano, in dialetto o in lingua straniera) e “Strumentale”, per i compositori di sola musica. La formula è quella consueta, con l'ascolto di tutti gli iscritti da parte della Redazione della testata L'Isola che sceglierà, in una prima fase, 50 artisti/gruppi (40 per la sezione generale e 10 per la sezione strumentale). I 50 selezionati, oltre che dalla redazione, verranno ascoltati e valutati anche dall’insieme dei collaboratori e corrispondenti operativi in tutta Italia, portando a 25 i nomi degli artisti/gruppi che accederanno alla fase successiva (20 + 5). L’ultima delicata fase di selezione vedrà al fianco dei redattori e collaboratori de L'Isola una giuria esterna, formata da una trentina di addetti ai lavori. Dopo qualche settimana usciranno così i 12 nomi (10+2) che accedono alla giornata finale dell'edizione 2017 prevista per venerdì 30 giugno. La finale vera e propria vedrà in gara solo i 10 della sezione generale, in quanto i 2 artisti/gruppi della sezione strumentale saranno di fatto già vincitori partecipando alla serata finale quindi come ospiti. La giornata della finale, che si disputerà al CPM di Milano,si è ormai affermata come un momento di alto valore musicale e culturale, certamente per la qualità delle proposte giunte al live finale in questi ultimi tredici anni ma anche per essere diventata una festa, un momento di incontro tra gli artisti, i collaboratori e redattori dell’Isola, lo staff del CPM e i tanti addetti ai lavori che compongono ogni anno la Giuria. Un gruppo di persone diverse per formazione e gusto che condivideranno con i Finalisti momenti di ascolto e di confronto, in uno scambio di esperienze che porterà un arricchimento reciproco. Il concorso L’Artista che non c’era è una delle iniziative più significative de L’Isola che non c’era, realtà editoriale che l'anno scorso ha celebrato il suo ventennale). Un lavoro sulla musica italiana che per quindici anni ha visto editare anche una rivista cartacea (qui a fianco il n. 1, del novembre ’96e che oggi continua a informare e promuovere gli artisti italiani -indipendentemente dalla lingua usata per esprimersi e dal genere scelto per farlo - attraverso il sito Internet (www.lisolachenoncera.it). Un impegno quotidiano che ha come scopo principale la valorizzazione della nostra cultura musicale con recensioni di dischi e di libri musicali, interviste, report di concerti, approfondimenti, news, il tutto gestito da una redazione con sede a Milano e a Roma, a cui si affiancano una manciata di corrispondenti dalle principali città e un nutrito gruppo di collaboratori sparsi su tutto il territorio nazionale. Nato nel 2004, L’Artista che non c’era si rinnova dunque come appuntamento imperdibile per autori emergenti, ma anche per chi ha già alle spalle alcuni album e che non ha ancora avuto la sua occasione per farsi conoscere ad un pubblico più vasto. Nello scorrere i nomi degli iscritti delle scorse edizioni risulta difficile identificare un preciso “genere musicale” che ha prevalso sugli altri; molti gli artisti e i gruppi che hanno proposto rock/blues, così come molti sono quelli che arrivano dal folk, folk/rock fino al dialettale, a cui si aggiungono proposte di pop molto curato nei testi e nei suoni, anche se ad avere ampio spazioè certamente la canzone d’autore, più nello specifico la “nuova” canzone d’autore che raccoglie la sfida più ambita, quella di portare un segno di novità in un genere che negli ultimi anni ha saputo contaminarsi e reinventarsi.  Si precisa che i due artisti in finale per la sezione strumentale entreranno automaticamente nel prestigioso progetto CO2, (http://www.co2musicaincarcere.it/), l’iniziativa del CPM di Franco Mussida che, in collaborazione con Siae e Ministero della Giustizia, ha lo scopo di educare all’ascolto e dare sostegno all’interno delle carceri italiane. Sul fronte delle partnership, L’Artista che non c’era consolida quella con il CPM, uno dei centri di eccellenza per la musica in Italia (http://www.centroprofessionemusica.it) e quella con il Nuovo Imaie (http://nuovoimaie.it/).

Eecco alcuni dei punti salienti di questa nuova edizione targata 2017:

- le fasi di ascolto e di selezione per tutti gli iscritti verranno gestite da un gruppo di lavoro formato da redattori, corrispondenti e collaboratori de L’ISOLA. Inoltre, nelle fasi finali, a questo gruppo di ascolto verrà affiancata una qualificata giuria di addetti ai lavori esterna alla rivista, tra cui produttori, gestori di locali, fonici, editori musicali, management, dj, uffici stampa, giornalisti di carta stampata e web, agenzie di booking, autori, distributori digitali e tradizionali, arrangiatori, artisti e tutte quelle figure che andranno a coprire il più possibile la filiera “musica”;
- Alla finale live, che si disputerà il 30 giugno al CPM di Milano, saranno chiamati 12 (dodici) finalisti (10 per la categoria “generale” + 2 per la “strumentale”). Il vincitore del concorso sarà uno soltanto, ma i brani dei 2 finalisti della sezione “strumentale” entreranno di diritto nell’audioteca del progetto CO2 (http://www.co2musicaincarcere.it/), l’iniziativa del CPM di Franco Mussida che, in collaborazione con Siae e Ministero della Giustizia, ha lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane.
- Al vincitore de L’Artista che non c’era 2016 verranno organizzati 2 concerti, uno su Milano ed uno su Roma (con rimborso forfettario complessivo di Euro 1.000). Le due date saranno da concordarsi con il vincitore stesso e da utilizzarsi entro 12 mesi. Altri bonus sono già inseriti nel Regolamento ma verranno aggiornati periodicamente, aggiungendo sempre nuove possibilità di promozione per vincitore, finalisti e semi-finalisti.
- è possibile iscriversi con brani editi o inediti e tutta la procedura di iscrizione avviene via web, con l'invio dei brani in MP3 utilizzando   esclusivamente l’indirizzo lisolachenoncera@gmail.com
- Tutti e 12 i finalisti avranno a disposizione uno spazio pubblicitario sul sito de L’Isola (banner centrale in homepage) per la durata di 3 settimane, da utilizzarsi entro 12 mesi dalla finale.
- Per tutti e 25 i semi-finalisti sono previste schede di presentazione e altre iniziative volte a valorizzare e a far conoscere ogni singolo progetto artistico. L’Isola che non c’era si riserva, direttamente o in collaborazione con i partner del concorso, di promuovere artisti/gruppi che riterrà meritevoli, indipendentemente dalla posizione raggiunta nelle fasi finali.

__________________________________________________________________________

PREMIO AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA: “BALLATA TRISTE” DI NADA MIGLIOR BRANO SUI DIRITTI UMANI DEL 2016 
SUL PALCO DI VOCI PER LA LIBERTÀ IL 23 LUGLIO, LA DENUNCIA SUL FEMMINICIDIO

“Ballata triste” di Nada è la canzone vincitrice per il 2017 del Premio Amnesty International Italia, indetto nel 2003 da Amnesty International e dall’associazione culturale Voci per la Libertà per premiare il migliore brano sui diritti umani pubblicato nel corso dell’anno precedente, in questo caso un brano sul femminicidio.

La premiazione avrà luogo a Rosolina Mare (Rovigo) domenica 23 luglio, nel corso della serata finale della 20a edizione di Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty, festival che si terrà dal 20 al 23 luglio e ospiterà anche lo storico concorso dedicato agli emergenti, il cui bando rimane aperto fino al 22 aprile sul sito www.vociperlaliberta.it. Nada ha dichiarato: “Non sono molto abituata a ricevere premi e le volte che mi è capitato ho sempre cercato di non esserci ma il premio di Amnesty International mi fa davvero felice, soprattutto per questa mia canzone così tremendamente attuale. Da donna cerco di intuire, ma non trovo niente da capire in quello che succede troppo spesso alle donne, che purtroppo, e quasi sempre tra le mura domestiche, vengono distrutte da chi dice di amarle. “Ballata Triste” racconta di una giornata apparentemente normale che finisce in tragedia. L’ho scritta un giorno di getto dopo avere sentito per l’ennesima volta l’orrenda storia di un femminicidio. All’inizio non sapevo se registrarla, mi faceva male, ma poi ho pensato che anche in una canzone si possono raccontare sentimenti di ribellione verso situazioni così drammatiche, con la speranza che una voce fra le tante possa suscitare un po’ più di attenzione. Spero che nel futuro prossimo ci si possa comprendere e capire, che l’amore prevalga sulle incompatibilità, e se non l’amore almeno il rispetto. Come fare? Sono convinta che ci dobbiamo educare fin da bambini a superare nella vita le difficoltà del vivere insieme, e imparare che se finisce un amore si deve riuscire ad avere riguardo per l’altro e per il dolore.”. Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia, ha affermato: "Le statistiche sulla violenza contro le donne sono sconvolgenti. Ma sono numeri ai quali, dopo lo stupore iniziale, si finisce col fare poco caso, a cui si finisce per assuefarsi. Per questo è importante parlare di persone, raccontare le loro storie, ognuno facendo uso dei propri mezzi espressivi, canzoni comprese. Canzoni profondamente sentite, che arrivano al cuore, che fanno capire quale sia il problema assai meglio delle statistiche. Canzoni come ‘Ballata triste’ di Nada, alla quale siamo grati per avere, con la sua sensibilità, dato un importante contributo nel far conoscere una realtà che dovremo, prima o poi, attraverso il nostro impegno giorno per giorno, riuscire a cancellare per sempre”. Nelle scorse edizioni il premio è stato assegnato a “Il mio nemico” di Daniele Silvestri, “Pane e coraggio” di Ivano Fossati, “Ebano” dei Modena City Ramblers, “Rwanda” di Paola Turci, “Occhiali rotti” di Samuele Bersani, “Canenero” dei Subsonica, “Lettere di soldati” di Vinicio Capossela, “Mio zio” di Carmen Consoli, “Genova brucia” di Simone Cristicchi, “Non è un film” di Fiorella Mannoia e Frankie HI-NRG, “Gerardo Nuvola ‘e povere” di Enzo Avitabile e Francesco Guccini, “Atto di forza” di Francesco e Max Gazzé e “Scendi giù” di Mannarino, “Pronti a salpare” di Edoardo Bennato. A scegliere il brano vincitore tra le 10 nomination è stata una giuria di esperti formata da: Alessandro Besselva Averame (Rumore), Ambrosia Jole Silvia Imbornone (Rockerilla), Andrea Laffranchi (Corriere della sera), Antonio Marchesi (Amnesty International), Carlo Mandelli (Ansa), Eleonora Avolio (Radio libera tutti), Elisa Orlandotti (Funny Vegan), Enrico de Angelis (storico della canzone), Fabrizio Galassi (Premio Italiano Videoclip Indipendente), Fausto Pellegrini (Rai news 24), Federica Palladini (elle.it), Federico Guglielmi (AudioReview, Blow Up), Francesca Cheyenne (RTL 102.5), Gianluca Polverari (Radio città aperta, Rockerilla), Gianmaurizio Foderaro (Direzione Radio Rai), Gianni Rufini (Amnesty International), Gianni Sibilla (Rockol), Giò Alajmo (giornalista), Giordano Sangiorgi (Mei), Giulia Caterina Trucano (Rolling Stone), Giuseppe Antonelli (Radio 3), John Vignola (Radio 1), Marco Cavalieri (Radiorock.to TRS 102.3), Michele Lionello (Voci per la Libertà), Paolo Pasi (Tg3), Renzo Stefanel (Rockit), Riccardo Noury (Amnesty International), Roberta Balzotti (Rai), Savino Zaba (Rai 1 Radio 2), Timisoara Pinto (Radio1 King Kong), Tiziana Barillà (Left), Valeria Rusconi (Repubblica Espresso), Valerio Corzani (Radio 3), Enrico Deregibus (free lance).

Per concorso, info e aggiornamenti:  www.vociperlaliberta.it
__________________________________________________________________________

Al via le adesioni al Concorso musicale “La Musica è Lavoro” a cura del Mei e della Cisl Romagna
Finale giovedì 13 aprile all’Almagia’ di Ravenna con Wanda e la Metallurgica Vigano’ e tanti altri ospiti

“La Musica è Lavoro” è lo slogan da sempre utilizzato dalle principali manifestazione e kermesse dedicate al comparto musicale nel suo insieme così come ha sottolineato l’ultima indagine sulla creatività in Italia, segnalando che tutto il settore creativo, compresa la musica, rappresenta il 3,1% del PIL. In Italia la musica permette infatti di dare occupazione, grazie alla sua ricca filiera, a circa 500 mila addetti con oltre 10 mila tra artisti e band che ogni giorno lavorano all’innovazione in questo campo, oltre a migliaia e migliaia di piccole e medie aziende. Inoltre la musica ha da sempre accompagnato con le sue colonne sonore tutte le battaglie per il lavoro e l’occupazione organizzate dal mondo sindacale, con canzoni storiche arrivate alla fama internazionale e tante altre che sono state capaci di raccontare episodi legati al mondo del lavoro, da quelli belli fino a quelli tragici. Ad un anno dalla scomparsa di Antonio Cinosi, segretario della Cisl della Romagna e per quasi trent’anni valido dirigente della Fisascat di Ravenna, la Cisl della Romagna, assieme a Fisascat Nazionale, Comune di Ravenna e Radio FlyWeb, hanno pensato di ricordarlo organizzando con il Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, la storica kermesse faentina giunta con grande successo alla sua ventesima edizione, per il giovedì 13 Aprile prossimo, una serata all’insegna della musica, sua grande passione. È stato quindi deciso di indire un bando, “La Musica è Lavoro”, dove si invitano singoli artisti e band emergenti ad inviare una loro canzone sul tema del lavoro entro e non oltre il prossimo 18 marzo. Gli artisti interessati a partecipare dovranno inviare una email con nome dell’artista, titolo del brano, autori, indirizzo postale completo, contatto telefonico ed indirizzo di posta elettronica (e altre note eventuali), allegando il brano originale nel formato preferito (mp3, wetransfer, soundcloud, youtube e/o altro) con copia del testo in pdf o word, entro sabato 18 marzo 2017 all’indirizzo mail:mei@materialimusicali.it. Tra tutti i brani pervenuti una giuria tecnica coordinata dal MEI, assieme alla Cisl Romagna, al Comune di Ravenna, Radio FlyWeb e altri partner, sceglierà il vincitore e/o i finalisti che troveranno spazio all’interno della serata di Giovedì 13 aprile all’Almagià di Ravenna, con ospiti Wanda e la Metallurgica Viganò e altre personalità in via di definizione gia’ vincitori dei contest sui temi del lavoro come le band Nuju e Gattamolesta e i cantautori Andrea Gianessi e Giuseppe Bonomo. Il vincitore assoluto della serata si esibira’ alla prima edizione del Nuovo Mei di Faenza che si terra’ nella citta’ manfreda e nei comuni limitrofi dal 29 settembre al 1° ottobre prossimi. Si tratta dell’unica iniziativa musicale in Italia dedicata al lavoro. Un modo per sensibilizzare e permettere ai giovani  di esprimersi, con un linguaggio diverso, sulle tematiche del lavoro che il sindacato vive quotidianamente.

Contatti per adesioni, informazioni e iscrizioni a:
Casa della Musica di Faenza
Via San  Slivestro 136
48018 Faenza
Tel. 0546.646012
E-mail: mei@materialimusicali.it
Sito: www.meiweb.it
___________________________________________________________________________


ONLINE IL BANDO PER PARTECIPARE AL PREMIO POGGIO BUSTONE 2017

E’ online il bando per partecipare alla tredicesima edizione del Premio Poggio Bustone. Tredici anni di impegno assiduo e costante sul fronte della musica d’autore di qualità. La scadenza per presentare la documentazione, direttamente online (www.premiopoggiobustone.it), è il 31 dicembre 2016: entro questa data ciascun artista o band dovrà sottoporre alla commissione fino ad un massimo di due brani. Le migliori proposte avranno accesso alle semifinali che, come oramai tradizione da anni, avranno luogo presso i Forward Studios di Grottaferrata, uno straordinario centro di creatività, fra realtà professionali e tecniche più interessanti nel panorama italiano ed europeo nell’ambito della registrazione musicale. Le finali del Premio si svolgeranno, come tradizione, entro la prima decade di settembre. Ricordiamo che ai primi classificati andrà una giornata di registrazione presso i Forward Studios, ai secondi sei mesi di promozione offerti da 4Arts Spettacolo e Lavoro sul portale. Come per le edizioni precedenti la Fondazione Varrone metterà a disposizione una borsa di studio di mille euro da investire nella promozione del vincitore della migliore Personalità artistica. Fra i principali obiettivi di questo appuntamento con la nuova creatività, la valorizzazione delle capacità di artisti, singoli o band, meritevoli per le loro qualità musicali, artistiche, letterarie ed interpretative. Ricordiamo che il Premio è realizzato in collaborazione con il Comune di Poggio Bustone – Assessorato Sport Cultura e Turismo con il patrocinio della Regione Lazio, Provincia di Rieti, Comune di Rieti, 5a Comunità Montana Montepiano Reatino, Camera di Commercio di Rieti e della Riserva dei Laghi Lungo e Ripasottile, con la partecipazione della
 Fondazione Varrone di Rieti.
_______________________________________________________________________________

Biella Festival si rinnovano le due Sezioni
La 19° edizione della rassegna riservata ai cantautori
La 2° edizione del concorso riservato ai videoclip musicali

E’ online il bando dell’edizione 2017 di Biella Festival che per il secondo anno consecutivo si presenta con due Sezioni. La prima  è rappresentata dal tradizionale Biella Festival Autori e Cantautori che approda alla 19° edizione riservato alla canzone d’autore emergente indipendente. Per tutti è possibile l’iscrizione entro il 31 maggio 2017 con un brano rigorosamente inedito. La seconda, dopo il buon esito della passata edizione, è rappresentata dalla 2a edizione di Biella Festival Music Video, con la prestigiosa partnership dello storico Cinecorriere e con il portale Colonne Sonore, destinata ai registi e ai musicisti che abbiano realizzato nel 2016 un videoclip musicale. Anche in questo caso la scadenza è prevista per il 31 maggio 2017. Bandi e informazioni per le iscrizioni sul sito www.biellafestival.com oppure sul profilo Facebook di Biella Festival. Anche quest’anno Biella Festival raddoppia ed anticipa di una settimana il proprio svolgimento, previsto per le serate del 13 e 14 ottobre 2017, nella prestigiosa sede del Biella Jazz Club. La prima serata sarà riservata alla seconda edizione della rassegna Biella Festival Music Video che prevede l’invio del materiale filmato da cui saranno individuati i 10 videoclip musicali finalisti che saranno presentati a Biella. Il video che verrà premiato al Biella Festival Music Video godrà di una campagna di promozione in collaborazione con Cinecorriere. Sono in atto, infine, trattative di collaborazione con un festival dell’audiovisivo di respiro europeo e internazionale. La seconda serata, quella del 14 ottobre, sarà invece interamente dedicata alla 19° edizione di Biella Festival Autori e Cantautori. I brani che approderanno alla finale, individuati dalla Commissione d’ascolto coordinata dal direttore artistico di Biella Festival, Giorgio Pezzana, saranno dodici. L’artista vincitore, oltre alla tradizionale targa, riceverà in premio la possibilità di ottenere un finanziamento sino a 2.500 euro per realizzare un videoclip promozionale del brano inedito presentato al festival. Anche quest’anno è prevista la premiazione del miglior testo tra i dodici che approderanno alla finale. A sceglierlo sarà il Premio nazionale di poesia e prosa Guido Gozzano di Terzo/Acqui Terme, partner di Biella Festival ormai da una quindicina di anni. Biella Festival Autori e Cantautori, con il progetto “Una finestra sul mondo”, ha assunto sin dal 2009 una dimensione internazionali: alcuni artisti stranieri emergenti di area indipendente saranno chiamati a Biella per interpretare, in lingua italiana, una delle tre canzoni vincitrici della passata edizione, oltre ad un brano tratto dal loro repertorio, in lingua originale. Nel corso delle serate sarà assegnato anche il premio musicamag.com che per il secondo anno consegnerà il riconoscimento al brano-video considerato più meritevole tra quelli recensiti dalla rivista “Un’altra Music@” (www.musicamag.com) nell’arco temporale compreso tra l’ottobre 2016 ed il settembre 2017. Il vincitore di questo premio sarà invitato come ospite a Biella Festival ove sarà proiettato il suo video e sarà chiamata ad interpretare la canzone in esso contenuta. Biella Festival è un progetto realizzato dall’Associazione Artistica AnniVerdi con il sostegno della Regione Piemonte, della Provincia e della Città di Biella, dell’ ATL di Biella, della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, della Fondazione Fila Museum e della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.
_________________________________________________________________________


Aperte le iscrizioni per l’International Blues Challenge 2018

Si sono ufficialmente aperte le iscrizioni per le selezioni 2017 all’Intenational Blues Challenge (IBC) che si terrà all’inizio del prossimo anno a Memphis, Tennessee. Come ormai consuetudine Deltablues Rovigo, in collaborazione col Rootsway Festival e il magazine trimestrale Il Blues, organizzano l’annuale gara di selezione – come previsto e caldamente consigliato dall’organo organizzativo, The Blues Foundation – al fine di determinare quale sarà il rappresentante italiano che avrà il diritto di partecipare al grandissimo evento che si terrà nei famosi locali lungo Beale Street di Memphis, la via del Blues per eccellenza, e all’Orpheum Theatre della celebre città americana adagiata sulla riva destra del maestoso Mississippi River. La competizione non può essere considerata per "principianti" e i suoi obiettivi dichiarati sono quelli di ricercare la miglior Blues Band emergente e/o il miglior duo/solista Blues emergente, sia negli USA che a livello internazionale. Non a caso l’International Blues Challenge è ritenuto il più importante evento di questo tipo a livello mondiale. L’iscrizione alle selezioni IBC 2017 è sottoposta ad una quota di iscrizione fissata in € 10,00 per i solo/duo, e di € 20,00 per le formazioni da 3 elementi in su.

Per maggiori informazioni e per scaricare regolamento e band form CLICCA QUI

Il materiale dovrà essere inviato entro e non oltre il 14 maggio 2017
_________________________________________________________________________


È PARTITO IL 4° ROUND DI SONGS OF THE FUTURE
L'esperimento che SIMULA IL MERCATO DISCOGRAFICO

Dopo il 1° round che ha visto vincere IL SINFONICO E L'IMPROBABILE ORCHESTRA, il 2° round, che vede passare i THE SEAGULLS, e il 3° round,che ha visto la vittoria di DIEGO SWAN, è tempo del 4° round. Della durata di due mesi, il round finirà l'8 aprile e decreterà il 4° finalista che verrà a Roma a suonare dal vivo. Ecco i 20 artisti in gara per questo secondo turno, che potrete scoprire andando su www.songsofthefuture.eu e loggandovi via facebook: Fioramante, Blowers on fire, Harry Budini, Nik Valente, Plumbago, Nameless, Dubmaster Conte, CSSR BAND, INSONNI, Breda Anancy, The Furies, SFK, FUXIMILE, MinaSeven aka Magdala, Paolo Brosio, The Konspirators, The Masons, Funkyou, LES FLEURS DES MALADIVES, Giacomo Verde. VOTARE È SEMPLICISSIMO E NON COSTA NIENTE! Accedi al sito e loggati via Facebook, poi scegli i 4 artisti che preferisci e portali a Roma per farli diventare "Artist of the Future"! Cosa ti convincerà a sbloccare il loro brano? Le loro parole, il loro look o il tipo di musica che fanno? Sei tu a scegliere!

SONGS OF THE FUTURE
Songs Of the FuTure è un contest online completamente gratuito che SIMULA IL MERCATO DISCOGRAFICO: le band che supereranno le preselezioni potranno modificare il proprio spazio personale come meglio credono (attraverso una serie di strumenti messi a disposizione dalla piattaforma) per proporre agli utenti un proprio brano nel migliore dei modi a loro possibili. Saranno gli utenti a decidere quale sarà la canzone migliore tramite un budget virtuale con cui “acquistare” (ovviamente senza alcun costo da parte degli utenti) le canzoni preferite che gli verrà fornito una volta entrati nella piattaforma di Songs Of the FuTure. Lo scopo del contest è vedere chi riesce ad emergere nel “mercato virtuale” di Songs Of the FuTure grazie alle proprie capacità comunicative e il proprio talento musicale. I vincitori di ogni round (chi avrà ricevuto più accessi al donload/streaming del brano in gara) saranno i 5 finalisti che si esibiranno per la finale dal vivo a Roma(una volta concluso il contest online), davanti a una Giuria di Qualità che decreterà chi è il vincitore del titolo di Artist of the future. Per i finalisti, moltissimi premi in palio forniti dai nostri partner (come il MEI di Faenza, la Rete dei Festival e molti altri). La particolarità del contest è dalla collaborazione con i Dipartimenti di Informatica e di Comunicazione e Ricerca sociale di Sapienza - Università di Roma: Songs Of the FuTure diventa allora al contempo una possibilità per le giovani band di farsi conoscere in un mercato nuovo, una simulazione del mondo della discografia e una indagine sulle possibilità della rete, tramite la ricerca scientifica certificata dall'Università. Per ogni altra informazione, potete andare sul sito www.songsofthefuture.eu oppure inviare una mail a info@songsofthefuture.eu
____________________________________________________________________________


CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO 2017
Anche quest'anno giovani artisti emergenti saliranno sul palco di Piazza San Giovanni a Roma con


1M EUROPE
rivolto ad artisti emergenti internazionali

Torna il Concerto del Primo Maggio a Roma, uno degli eventi più attesi del panorama musicale italiano e, anche quest’anno, ci sarà la possibilità per giovani artisti italiani e internazionali di salire sul palco di Piazza San Giovanni attraverso due contest: 1M NEXT, dedicato alle giovani promesse italiane, e la new entry di quest’anno 1M EUROPE, rivolto ad artisti emergenti del panorama internazionale! 1M EUROPE è, infatti, un contest internazionale che sarà esteso a 5 paesi Europei e a 8 live venues di prestigio. I paesi interessati sono Inghilterra, Spagna, Germania, Francia e Olanda e le location in cui si terranno le selezioni dal vivo sono: Londra - Cargo, The Borderline, Surya, The Oslo; Parigi - Backstage; Barcellona – Razzmatazz; Berlino - The Greenhouse; Amsterdam - The Waterhole. Le band europee potranno iscriversi al contest sul sito www.primomaggio.net/1meurope. Una giuria tecnica selezionerà le migliori 30 band per ogni venue che verranno inserite su www.primomaggio.net/1meurope per poter essere votate online.  Le 10 band più votate accederanno alle esibizioni dal vivo nelle 8 prestigiose live venues dell’1M Europe 2017. In Spagna, Germania, Francia e Olanda verranno quindi organizzate quattro tappe live, una tappa per ognuna delle nazioni. Le 4 band che risulteranno vincitrici delle 4 tappe nazionali, si esibiranno poi a Roma a fine aprile per la grande finale che vedrà la band vincitrice accedere al palco del Concertone di Piazza San Giovanni. In UK, invece, verrà realizzato un vero e proprio contest nel contest che coinvolgerà 5 città inglesi con la finalissima si terrà a Londra. La band vincitrice in UK accederà direttamente al palco del Primo Maggio di Roma. A giudicare tutte le band che parteciperanno alle esibizioni live dell’1M Europe ci sarà una giuria tecnica: tre giurati presenti sul posto e due giurati collegati in diretta live streaming. Inoltre, anche il pubblico in sala potrà esprimere la sua preferenza attraverso una scheda voto. Alla fine di ogni serata, verrà proclamato un vincitore.


1M NEXT
il contest dedicato a giovani artisti italiani
ECCO I 110 ARTISTI EMERGENTI CHE ACCEDONO ALLE SELEZIONI FINALI
3 DI LORO SALIRANNO SUL PALCO DI PIAZZA SAN GIOVANNI A ROMA

AL VIA LUNEDÌ 20 MARZO LE VOTAZIONI
(GIURIA DI QUALITÀ + GIURIA POPOLARE)

Torna il Concerto del Primo Maggio a Roma, uno degli eventi più attesi del panorama musicale italiano e, anche quest’anno, ci sarà la possibilità per giovani artisti italiani di salire sul palco di Piazza San Giovanni attraverso, 1M NEXT, il contest dedicato alle giovani promesse italiane! 1M NEXT porterà 3 nuovi artisti sul palco del Concertone di piazza San Giovanni. A partire da lunedì 20 marzo al 5 aprile il pubblico potrà manifestare la propria preferenza votando il video dell’Artista preferito, al link www.primomaggio.net/1mnext. Il voto del pubblico della rete sarà sommato a quello di una giuria di qualità composta da addetti ai lavori di provata fama e competenza. La valutazione finale del singolo Artista sarà stabilita sommando, in quota ponderata, il voto del web con quello della Giuria di Qualità. La Giuria popolare web inciderà per il 30% della valutazione finale e la Giuria di Qualità avrà invece peso pari al 70%.
Il contest è organizzato da iCompany e Ruvido Produzioni, le due società che, a partire dall’edizione 2015, organizzano il Concerto del Primo Maggio di Roma promosso come sempre da CGIL, CISL e UIL.

1MNEXT 2017 – La Giuria di qualità
Massimo Bonelli, Silvia Boschero, Massimo Cotto, Lele Marchitelli, Davide Poliani

1MNEXT 2017 – I 110 selezionati
60 Frame, Addio Proust!, Agosta, Amarcord, Andrea Cerrato, Antonio Langone, Audio Magazine, Bif, Black Beat Movement, Bosco, Brilla, Cagliostro e l'Alchimia, Cecco e Cipo, Cicciuzzi, Cortex, cristina russo neosoul combo, Damasco, Damash, Damiano Mulino, DeltaWaves, Diecicento35, Doc Brown, Doro Gjat, Droning Maud, Earthset, Electric Circus, Etimo, ExtraDry, Galoni, Hazan, I Beddi Musicanti Di Sicilia, I Giardini di Chernobyl, I Misteri del Sonno, i Profugy, I Santi Bevitori, Il Branco, Il Grande Capo, Il sogno della Crisalide, Incomprensibile Fc, Ivan Granatino, La Governante, La Scala Shepard, Lady Madness, Lapingra, Lastanzadigreta, Le Fasi, Le Furie, Le Maschere, Le Strade del Mediterraneo, Livio Livrea, Lo yeti, Lorenzo Di Deo, Lorenzo Summa, Lovespoon, Luca D'Aversa, Luca Loizzi & la Folk 'n Roll Band, Marat, Marco Ancona, Maripensa, Massimo Francescon Band, Matteo Passante e la Malorchestra, Mexico86, Mik, Misga, Mistura Louca, Molla, Monica Pinto, Moody, Mud, Nadiè, Neon Ma, Never Trust, Neveralone, Nudi, Out Of Place Artifacts, Parranda Groove Factory, Pasquale Demis Posadinu, Poveroalbert, Puntinespansione, Pupi di Surfaro, Random Clockwork, Raniss, Renanera, Rocky Horror, Salamone, Serena Abrami, Sha'Dong, Sica, Simone Fornasari, Simone Gamberi, So Does Your Mother, Stanis, Suntiago, Symo, Tamuna, Tartaglia Aneuro, The Bankrobber, The Bubbles, The Flyers, The General Brothers, The Panicles, The Sick Dogs, TheRivati, Twee, Twist Contest, Vhsupernova, VillaZuk, Visioni di Cody, Zebra Fink, Zein.

Ulteriori informazioni su www.primomaggio.net/1mnext

___________________________________________________________________________

AL VIA IL CONCORSO PER IL PREMIO BINDI 2017
ZIBBA NUOVO DIRETTORE ARTISTICO

Sono aperte le iscrizioni alla tredicesima edizione del Premio Bindi di Santa Margherita Ligure (GE), uno dei più prestigiosi concorsi e festival italiani dedicati alla canzone d’autore, intitolato a Umberto Bindi, indimenticato cantautore genovese. Da quest'anno la direzione artistica è affidata a Zibba, uno dei più stimati cantautori e autori italiani, già vincitore del Bindi nel 2011. "Sono davvero onorato – dichiara - di essere stato scelto come nuovo direttore artistico. Sono molto legato a questo Premio, e felice di ereditare il ruolo da uno dei miei miti, Giorgio Calabrese, al quale proprio in collaborazione con il Bindi dedicammo un disco nel 2013. Cercherò di fare il mio meglio per portare novità e allo stesso tempo rispettare la grande tradizione del Premio. Farò di tutto affinché la mia presenza possa davvero servire a qualcosa." Il concorso è riservato a singoli o band che compongano le proprie canzoni. Non ci sono preclusioni per il tipo di proposte artistiche, da quelle stilisticamente più tradizionali a quelle più innovative. Fra tutti gli iscritti, una commissione selezionerà dieci artisti che si esibiranno nella finale dell’8 luglio 2017 a Santa Margherita Ligure, di fronte ad una prestigiosa giuria composta da musicisti, giornalisti e addetti ai lavori. Caratteristica del Premio Bindi è quella di non premiare una singola canzone ma l'artista nel suo complesso, dal momento che tutti i finalisti avranno modo di eseguire ben quattro canzoni, tre proprie e una cover. Il 1° classificato riceverà una targa di riconoscimento e una borsa di studio. Ma molti altri sono i premi in palio. L’iscrizione è gratuita. La domanda deve essere spedita entro e non oltre il 1° maggio 2017 esclusivamente tramite il sito www.premiobindi.com nell’apposita sezione. Sul sito è disponibile anche il bando completo del concorso con il dettaglio dei vari premi. Il concorso è indetto dal Comune di Santa Margherita Ligure con il patrocinio della Regione Liguria. Le scorse edizioni del Premio sono state vinte da artisti che si sono spesso poi affermati nel mondo della musica: Lomè (2005), Federico Sirianni (2006), Chiara Morucci (2007), Paola Angeli (2008), Piji (2009), Roberto Amadè (2010), Zibba (2011), Fabrizio Casalino (2012), Equ (2013), Cristina Nico (2014), Gabriella Martinelli (2015), Mirko e il cane (2016).
Per maggiori informazioni:
Associazione Culturale Le Muse Novae – Tel 0185-311603 – www.premiobindi.com -
__________________________________________________________________________

PREMIO PIERANGELO BERTOLI
Dopo il successo della quarta edizione, che ha visto la cantautrice MEZZANIA aggiudicarsi il PREMIO NUOVI CANTAUTORI
A GRANDE RICHIESTA OGGI APRONO LE ISCRIZIONI PER LA SEZIONE NUOVI CANTAUTORI 2017!

I direttori artistici Alberto Bertoli e Riccardo Benini sono già a lavoro sulla 5^ edizione del PREMIO PIERANGELO BERTOLI, dopo il successo dell’ultima edizione al Teatro Storchi di Modena che ha registrato un grande entusiasmo da parte del pubblico per un teatro tutto esaurito! Oggi, giovedì 1 dicembre, viene infatti diffuso il Bando di Concorso - sezione Nuovi Cantautori che dà il via alle iscrizioni per il 2017.

Possono iscriversi al Premio Pierangelo Bertoli - sezione Nuovi Cantautori tutti coloro che presentano un proprio brano inedito in lingua italiana o in dialetto (in cui siano almeno coautori della parte testuale), senza limite di età. Il termine di iscrizione è il 30 marzo 2017 http://www.bertolifansclub.org/. Per ulteriori informazioni: indirizzo mail premiobertoli@bertolifansclub.org -  sito web www.bertolifansclub.org. Tra tutte le iscrizioni pervenute, la Direzione Artistica del Premio sceglierà gli Artisti che saranno invitati alle Preselezioni dal vivo, che si terranno in tutta Italia, dove dovranno eseguire 2 brani da loro composti, compreso il brano iscritto al Premio.  Solo 8 cantautori accederanno alla serata finale del Premio! Il vincitore della sezione Nuovi Cantautori sarà decretato durante la serata finale dalla Commissione Artistica formata da personalità di spicco della cultura musicale e letteraria italiana. Il Premio consiste in un riconoscimento in denaro pari a €. 3.000,00, oltre alla partecipazione in qualità di ospite a manifestazioni di prestigio collaterali che si svolgeranno in Italia nel 2018 e a programmi televisivi. L’edizione 2016 del Premio Pierangelo Bertoli è stata vinta nella sezione Nuovi Cantautori da MEZZANIA, foggiana trapiantata a Bologna, con il brano “I Poeti”. Sono stati assegnati anche il Premio UNEMIA/ACEP a Noemi De Simone e la Targa Bertoli Fans Club a Tonia Cestari. Inoltre, la collaborazione con il MEI Meeting Etichette Indipendenti, dà ancora più visibilità a tutti gli 8 finalisti e alla loro musica permettendogli di esibirsi durante l’annuale ritrovo a Faenza (RA). Ogni anno, il Premio Pierangelo Bertoli riconosce anche il valore di 4 cantautori big della musica italiana e li invita ad esibirsi sul palco della serata finale. In questa edizione 2016 ENRICO RUGGERI ha ricevuto il Premio Pierangelo Bertoli, dedicato ad un cantautore italiano che abbia una lunga comprovata carriera di successo con almeno 15 album all’attivo, assegnato negli anni precedenti a Stadio, Luca Carboni e Eugenio Finardi. Il cantautore ha raccontato la propria carriera intervistato da Dario Salvatori, ricordando ironicamente di aver scritto più di trenta album e quindi di meritare ben due Premi! È stato omaggiato con un’opera dello scultore Dario Brugioni, noto per aver realizzato sulla casa natale di Pierangelo Bertoli il suo bassorilievo figurativo, che raffigura la copertina del disco “A muso duro". Il cantautore laghée DAVIDE VAN DE SFROOS ha ritirato il Premio Pierangelo Bertoli “Italia d’oro” per la sua capacità di descrivere la situazione politico-sociale contemporanea e prospettica, LUCA BARBAROSSA ha ricevuto il Premio Pierangelo Bertoli “A muso duro” per essersi distinto nelle sue opere sui temi dell’anticonformismo e dell’indipendenza intellettuale e ERMAL META il Premio Pierangelo Bertoli “Per dirti t’amo” dedicato alla sua capacità di trattare il tema dell’amore anche sul piano universale. La 5^ edizione del Premio PIERANGELO BERTOLI è indetta dalla ASSOCIAZIONE CULTURALE MONTECRISTO, dal COMUNE DI MODENA, COMUNE DI SASSUOLO, con la collaborazione di ARCI NAZIONALE CIRCUITO MUSICALE, ARCI REAL, ARCI MODENA e con il pieno appoggio della famiglia Bertoli. Il valore artistico di Pierangelo Bertoli è stato talmente elevato da motivare la nascita di questo concorso che intende premiare i Cantautori che, come ha fatto Pierangelo, siano capaci di arrivare al cuore della gente, attraverso i contenuti dei loro testi in primis, l'impegno sociale e il non uniformarsi alle tendenze di pensiero e di moda attuali.
____________________________________________________________________________

Premio Zonta in collaborazione con Lilith Festival

Mentre le organizzatrici sono al lavoro per dare vita alla settima edizione del Lilith Festival, che andrà in scena tra Piazza Matteotti e Piazza De Ferrari nei giorni 23, 24 e 25 giugno 2017 e che promette alcune sorprendenti novità, comunichiamo l’adesione, il sostegno e la collaborazione con Zonta Club Genova II che ha deciso di indire un concorso dedicato al mondo della musica d’autrice. Zonta Premia la Canzone d’Autrice, questo il nome del contest, nasce infatti per sostenere la presenza femminile nel panorama della canzone d’autore italiana. L’iscrizione è gratuita ed in palio vi è la produzione artistica ed esecutiva di un singolo e di un videoclip del brano vincitore, che verrà presentato dal vivo e premiato durante il prossimo Lilith Festival. Ci sarà tempo per iscriversi da oggi sino al 30 aprile 2017 con le modalità di cui al Regolamento ed alla Domanda di iscrizione reperibile su www.zontagenova2.org e su www.lilithassociazioneculturale.it
____________________________________________________________________________

AREZZO WAVE LOVE FESTIVAL
No future without music!

Torna Arezzo Wave Band 2017, il più grande concorso di musica live per i nuovi talenti italiani con più di 2.000 band iscritte, più di 400 concerti in oltre 100 serate in tutte le regioni italiane e 20 finali regionali.

ISCRIZIONI APERTE FINO AL 28 febbraio 2017

L’edizione 2017 di Arezzo Wave, la cui finale si svolgerà per la prima volta a Milano il 23 e 24 giugno, è realizzata in collaborazione con Doc Servizi, la cooperativa leader in Europa per servizi integrati al mondo dello spettacolo, dell’arte e della cultura, punto di riferimento per 6.000 soci professionisti. In palio tournée in Italia (con KeepOn Live) e all’estero (Europavox, Exit Festival ed Eurosonic con Italian Music Office), compilation (con Freecom) e videoclip (con La Tana del Bianconiglio). Inoltre numerosi premi in denaro e supporto artistico alle band offerti da Doc Servizi, e ai gruppi musicali studenteschi, grazie a Siae e Skuola.net. Novità dell’edizione 2017: Arezzo Wave Music School: il contest rivolto a band giovanili under 35. Torna il 23 e il 24 giugno 2017 l’Arezzo Wave Love Festival, da oltre 30 anni brand di ricerca di nuovi talenti musicali riconosciuto a livello nazionale e internazionale. Le iscrizioni all’edizione 2017, per la prima volta a Milano (inserire location), saranno aperte fino al 28 febbraio secondo la consueta formula: iscrizione GRATUITA per le band tramite il sito www.arezzowave.com, selezioni regionali da marzo fino al 7 maggio. L'iniziativa quest'anno si avvale dell'apporto determinante di DOC SERVIZI, cooperativa leader in Europa per servizi integrati al mondo dello spettacolo, della cultura e dell’arte, punto di riferimento per 6.000 soci professionisti. Doc Servizi organizzerà la finale di Milano, a partire dalla Festa della Musica del 21 giugno. Doc Servizi, con KeeepOn Live e Freecom, metterà a disposizione dei gruppi assistenza, servizi, comunicazione e premi vari in denaro, tournée e produzioni discografiche.  Skuola.net, il sito leader degli studenti italiani con più di 4 milioni di contatti unici mensili, è l'altro nuovo amico di Arezzo Wave. Da questa collaborazione nasce infatti una nuova sezione del concorso, Arezzo Wave Music School, rivolto a tutte le band giovanili under 35 con al loro interno almeno un componente che frequenta le scuole medie superiori italiane. Skuola.net, il portale di riferimento della scuola italiana, metterà in palio la diffusione di un contenuto video all'interno della propria community (4 milioni di utenti). Nel caso in cui il gruppo vincitore del contest non disponga di materiale video, sarà ospitato in una puntata della videochat settimanale “la Skuola | Tv”, in onda sul sito e su Facebook di Skuola.net. Altri partner fedeli di questo progetto sono Smemoranda e la Società Italiana degli Autori ed Editori, che offrirà 1.000 € alla migliore proposta tra le band studentesche.  Tutti i dettagli e il form di iscrizione gratuita si trovano sul sito www.arezzowave.com 
_____________________________________________________________________________

Tra web e discografia, formazione e live
BIM Music Network
Le aziende per la musica emergente
Presidente di giuria MOGOL

MOGOL, Dodi Battaglia (Pooh), Silvia Mezzanotte (Matia Bazar), Loris Ceroni, vincitore del Latin Grammy, Max Tagliata, fisarmonicista di Biagio Antonacci, Paolo Cevoli, Gene Gnocchi, Gianluca Impastato... che si uniscono a 3 milioni di click, per centinaia di brani: sono questi i nomi e i numeri che hanno fatto di BIM Music Network la grande vetrina per musica emergente del web, la prima in Italia in cui le aziende scelgono di dare voce ai nuovi talenti, e che per il 2017 decide di darsi più che mai "corpo" organizzando date live di ascolto e selezione in molte località italiane, tra web, discografia e... live. Fare di necessità virtù: se tra i grandi ostacoli della scena musicale italiana il web sembra additato come uno dei maggiori mali, come sfruttare la rete non perdendosi nell'offerta, bensì valorizzando le proposte? Questo è l'interrogativo che si sono posti alcuni addetti ai lavori, che hanno deciso di creare BIM Music Network, che con i suoi 3 milioni di click, oggi è il più “numeroso” festival italiano che fa incontrare la rete con il mercato musicale.  A dare vita all'iniziativa sono BIM Imprese Confcommercio Bellaria Igea Marina con la direzione artistica di Monia Angeli, in collaborazione col Comune di Bellaria Igea Marina (RN)  e Fondazione Verdeblu: una sorta di "cordata" tra aziende, istituzioni e artisti per dare visibilità alle giovanissime leve italiane della canzone (con categoria editi e inediti), con una giuria presieduta da MOGOL, in compagnia di "giganti" della musica del calibro di Dodi Battaglia e Silvia Mezzanotte. Perché un Web-Contest? Parallelamente alle date live, in cui ogni artista può presentare il suo progetto, BIM Music Network vive sul portale www.bimmusic.it dove ogni artista - con il supporto delle aziende coinvolte - ha una pagina dedicata con video e musica, punto di riferimento per gli addetti ai lavori, come dimostrato lo scorso anno, quando diversi artisti sono stati notati da grandi produzioni e portati all'attenzione di media e operatori del settore (tre fra tutti: Lo Strego, chiamato da Mediaset per Amici, Le Test-Harde su MTV e MEI, e Giorgia Verona dalla Rai per Standing Ovation). Tutto con un obiettivo: arrivare alla formazione musicale con una full immersion nel mondo della musica, della voce, della performance e dello show business nella splendida cornice della città Bellaria Igea Marina e partecipare così alla finalissima nazionale del 19 luglio 2017, contendersi i premi in palio e incontrare personalmente Mogol per un pomeriggio di approfondimento sul proprio progetto musicale. BIM Music Network  è una produzione Bim Imprese Confcommercio Bellaria Igea Marina con la direzione artistica di Monia Angeli, in collaborazione col Comune di Bellaria Igea Marina (RN) e Fondazione Verdeblu
Infoline: 0541 344732
_______________________________________________________________________________

PREMIO LELIO LUTTAZZI


Si aprono oggi venerdì 10 marzo le iscrizioni per la seconda edizione del Premio Lelio Luttazzi, organizzato dalla Fondazione Lelio Luttazzi in collaborazione con Isola degli Artisti. Rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, il talent per Giovani Pianisti Jazz e Cantautori dedicato al 're dello swing italiano' si svolgerà principalmente attraverso tre fasi: l'iscrizione e invio di inediti entro il prossimo 10 maggio, una performance live a maggio e la partecipazione a un evento nazionale dedicato al Maestro, tra giugno e luglio. Il regolamento è sul sito www.fondazionelelioluttazzi.com. Ricordare il grande musicista e scoprire nuovi artisti è la Mission della Fondazione dedicata al Maestro. Fondazione che nasce per volontà di Rossana Luttazzi, moglie dell'indimenticabile compositore e Presidente della Fondazione, per sostenere con inesauribile energia numerose iniziative dall'alto valore sociale. Dischi, concerti, libri, film e collaborazioni con festival e Istituzioni testimoniano la modernità dell'eclettismo culturale di Lelio Luttazzi. Come la mostra 'Lelioswing 50 anni di storia italiana a ritmo di swing’, che celebra il genio dell'artista e showman triestino attraverso mezzo secolo di storia nazionale, realizzata a Roma nel 2014 ai Mercati di Traiano - Museo dei Fori lmperiali. Il Premio Lelio Luttazzi ha avuto i Patrocini di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mibact, Comune di Roma Assessorato alla Crescita Culturale, Comune di Trieste e il Sostegno di SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori, Fondazione CRTrieste, Isola degli Artisti.
_______________________________________________________________________________

In cerca di nuova musica: il Concorso Walter Ferrato

L’Ensemble Nuove Musiche corona la propria vocazione alla ricerca della nuova creatività in musica dando vita ad un concorso di composizione internazionale, presidente di giuria Stefano Gervasoni, compositore italiano di fama internazionale. Il bando è aperto a compositori di tutto il mondo e riservato a brani per strumento solo, duo o trio. Abbiamo pensato ad un’iniziativa che ci permettesse di incontrare creatività inedite, spunti musicali magari impensati. E, perché no, per portare a Savona lo stimolo prezioso di tante e diverse scuole musicali da tutto il Mondo. Così hanno spiegato l’iniziativa i responsabili dell’Ensemble Nuove Musiche, una formazione che ha fatto della ricerca sulla contemporaneità la propria cifra stilistica. Il concerto sarà ospitato all’interno della V edizione del Festival Internazionale di Musica di Savona, nel giugno del 2017. Al primo classificato verrà inoltre offerto un contributo di 1000,00 euro. Sono ammesse tutte le possibili formazioni che utilizzino come strumenti flauto, violoncello e pianoforte. Per quest’ultimo, è ammessa anche una blanda preparazione. Per ulteriori informazioni consultare il sito. La scadenza per l’invio dei materiali e per l’iscrizione è il 15 aprile 2017.
________________________________________________________________________________

I musicisti del futuro in concorso con Gewa e Cremona Musica

"Gewa Young Contest" per violinisti, violisti e violoncellisti dai 6 ai 14 anni
Dal 13 maggio al 1° ottobre cinque selezioni regionali in tutta Italia e finale nazionale nella patria di Stradivari e Monteverdi

Gewa Music in collaborazione con Cremona Musica organizza un inedito concorso per talenti in erba degli strumenti ad arco, strutturato su cinque selezioni regionali e una finale nazionale: il “Gewa Young Contest” è riservato ai violinisti, violisti e violocellisti fra i 6 e 14 anni e mette in palio non solo un montepremi di 1.000 euro, ma anche l'opportunità di esibirsi con l’Orchestra D’Archi Arrigoni. SELEZIONI IN TUTTO LO STIVALE. Lo speciale tour di Gewa Music – azienda tedesca leader nel settore degli strumenti musicali acustici meccanici – su e giù per lo Stivale partirà da Reggio Calabria il weekend del 13 e 14 maggio (info su www.bomu.it) per poi attraversare lo Stretto e fare sosta a Rocca di Capri Leone, in provincia di Messina, il fine settimana successivo, il 20 e 21 Maggio (www.pentamusa.com). Terza tappa in Sardegna, precisamente al teatro Verdi di Sassari, sabato 27 e domenica 28 maggio (www.3mmusica.it), prima del trasferimento a Castrezzato, nel Bresciano, nelle giornate del 9 e 10 giugno (www.cavallimusica.com). L'ultimo atto delle fasi regionali è fissato per il 24-25 giugno a Roma (www.chromaviolini.it). FINALE NELLA CAPITALE DELLA MUSICA. I vincitori di ogni categoria in ciascuna delle selezioni si qualificheranno per la finalissima che si terrà il 30 settembre e il 1° ottobre a Cremona – patria di Stradivari e Amati, di Monteverdi e Ponchielli – all'interno della 30esima edizione di Cremona Musica, la manifestazione dedicata agli strumenti musicali d'alto artigianato con un denso programma di eventi culturali fra concerti con prestigiosi musicisti, workshop e masterclass con esperti del settore. Ed è proprio sul palco allestito nella capitale della liuteria che il vincitore suonare con l’Orchestra D’Archi Arrigoni. VISIBILITA’ E FORMAZIONE. Gewa Music e Cremona Musica hanno unito le forze con l'obiettivo di valorizzare le nuove leve degli strumenti ad arco offrendo ai giovani musicisti un'occasione formativa qualificante all'interno di contesti altamente professionali, sia per la fama e la competenza dei giurati chiamati a valutare i concorrenti in ogni data, sia per il pregio dei palcoscenici appositamente selezionati. Il “Gewa Young Contest”, dunque, rappresenta, da un lato un confronto professionale e, dall'altro, un'esperienza indimenticabile.
______________________________________________________________________________

#titoisback
Caterina e Francesco vincono la finale del concorso canoro per bambini “Una voce per Tito”
A fine mese l’avvio del tour del primo spettacolo originale dedicato alla vita dell’usignolo leccese. 32 repliche e oltre 16 mila prenotazioni.

#titoisback. Nuovi talenti alla ribalta nel nome di Tito Schipa. 
CONCORSO “UNA VOCE PER TITO”
Francesco Ferdinando Lomonaco, 8 anni, del IV Circolo didattico "Sigismondo Castromediano" di Lecce, con l'interpretazione del brano originale "io sono Tito", e Caterina Palmieri, 9 anni, dell’Istituto "Filippo Smaldone" sempre del capoluogo salentino, con l'interpretazione del brano originale "Ninna nanna", sono i due vincitori del concorso canoro per bambini e ragazzi dal titolo “Una voce per Tito”, la cui finale si è svolta lo scorso lunedì, 6 marzo, sul palco del Teatro Paisiello di Lecce.
DISCO, SPETTACOLO, LIBRO
I vincitori, uno per l’interpretazione maschile e l’altro per quella femminile, parteciperanno all’incisione del disco “Canta con Tito” che conterrà le musiche dello spettacolo musicale originale che debutterà a fine marzo, ideato dai musicisti fratelli leccesi Francesco e Matteo Spedicato, ispirato alla vita di Tito Schipa e tratto dal libro favola “Tito - Il cantante piccoletto”, scritto dagli stessi Spedicato, con le illustrazioni di Piero Schirinzi e la traduzione in inglese di Laura Clifton Byrne. 
ASSOCIAZIONE “ORPHEO”
Concorso, disco, spettacolo e libro sono solo alcune delle attività prodotte dall’Associazione leccese “Orpheo per l’alba di domani” per far conoscere alle nuove generazioni la figura di Tito Schipa e, più in generale, per la promozione del bel canto e della tradizione musicale italiana.
PROGETTO “STREGATI DALLA MUSICA”: SCHIPA SUPERHERO
Dallo scorso ottobre l’associazione “Orpheo” è entrata in oltre 50 scuole delle provincie di Lecce e Brindisi aderenti al progetto “Stregati dalla musica” che, sempre a cura degli Spedicato, proprio partendo dal libro, ha conquistato migliaia di studenti approfondendo la storia di Schipa, presentandolo per la prima volta simpatico e moderno proprio come lui in effetti era, accattivante come i più blasonati supereroi di oggi, raccontandone semplicemente le caratteristiche che lo hanno reso, poi, il leccese più celebre al mondo. Si tratta di un vero e proprio percorso didattico per bambini e ragazzi, dalla scuola dell’infanzia fino alle prime classi delle superiori, da svolgere in classe, per concludersi, poi, con lo spettacolo musicale che debutterà a breve e che sarà assolutamente interattivo con il pubblico - la platea di giovani sarà partecipe, mettendo in pratica ciò che è stato preparato in classe, non solo celebri arie di Schipa ma anche, ad esempio, materiale di scena hand made. 
ORPHEO ENSEMBLE
Lo spettacolo, che avrà tra l’altro musiche originali firmate da Matteo Spedicato e da Eliseo Castrignanò, sarà portato in scena grazie ad una formazione di nuovi giovani talenti. L’associazione Orpheo, infatti, nelle ultime settimane ha selezionato tramite bando 19 musicisti under 33, tutti pugliesi, per la maggior parte salentini, per la sua “Orpheo Ensemble”, con la direzione musicale affidata al M° Castrignanò. Il cast si completa con quattro giovani cantanti e tre attori. La regia dello spettacolo sarà del M° Giovanni Guarino.
SPETTACOLO SOLD OUT
Lo spettacolo musicale “Tito - Il cantante piccoletto” è già sold out per tutte e trentadue le repliche programmate nei diversi teatri del Salento fino ad aprile, con avvio il  28 marzo dal  Cine-Teatro "Fratelli Lumière" di Carmiano per poi passare il giorno successivo al Politeama Greco di Lecce. Oltre 16mila le prenotazioni già effettuate a copertura totale dei posti disponibili. #titoisback