Concerti World e Trad

I concerti della scena world, e trad ...

Associazione Culturale e Artistica Folkestra & Folkoro con il patrocinio della Città di Torino
presentano

“FOLKESTRA NIGHT 2017” 
Folkestra&Folkoro feat Gigi Biolcati: One Man Orchestra
Riccardo Tesi: Una vita a Bottoni
Sabato 8 aprile
Teatro Agnelli, Via Paolo Sarpi, 111 - Torino


La stagione artistica 2016/2017 ha visto i musicisti di Folkestra&Folkoro impegnati in una nuova produzione musicale realizzata quest’anno con la collaborazione del percussionista e cantante piemontese Gigi Biolcati. E’ così nato One Man Orchestra, spettacolo unico in cui composizioni originali per one-man- band vengono orchestrate per l’ensemble Folkestra&Folkoro. E’ proprio questa estensione da uno a orchestra e coro a dare nuova vita alle canzoni di Da Spunda, disco d’esordio dell’artista, i cui testi narrano il tentativo di trasformare le difficoltà della vita in opportunità per migliorarsi e rinnovarsi. Lo spettacolo alterna alcuni arrangiamenti di melodie tradizionali vercellesi alle composizioni di Biolcati, arricchite di nuovi significati grazie alle sapienti orchestrazioni di Filippo Ansaldi, Nicolò Bottasso e Marta Caldara. La serata sarà aperta con la presentazione del libro “Una vita a bottoni” di Neri Pollastri, con la partecipazione del protagonista, noto musicista e compositore toscano Riccardo Tesi.

Programma
h. 20.45 Apertura Teatro.
h. 21,30 Riccardo Tesi: Una vita a bottoni (presenta il giornalista Jacopo Tomatis) Concerto di Folkestra&Folkoro, feat Gigi Biolcati: One-Man-Orchestra

Biglietti di ingresso: Interi Euro 10,00; Soci Arci Euro 8,00; gratuito per i ragazzi fino a 12 anni, potranno essere acquistati direttamente alla cassa del Teatro la sera dell’evento. Per ulteriori informazioni, e le prenotazioni, consultare il sito internet dell’Associazione: www.folkestra.it

Folkestra&Folkoro” è un ensemble orchestrale e corale legato alla musica tradizionale che si presenta come realtà unica nel panorama nazionale. Alla base del progetto c’è la volontà di mettere le musiche della tradizione nelle mani di giovani e coraggiosi compositori immersi nella cultura del nostro tempo: il risultato è una musica che non ha paura di incontrare linguaggi apparentemente distanti ma ne è anzi una naturale sintesi. Folkestra, l’ensemble strumentale, prende forma nel 2009 come sviluppo di un progetto formativo di musica tradizionale d’insieme, sotto la direzione di Simone e Nicolò Bottasso. Nel 2012 grazie alla collaborazione con Pietro Numico, direttore di coro e pianista, nasce Folkoro, ensemble vocale femminile di quindici elementi. L’insieme delle due realtà costituisce Folkestra&Folkoro di oltre quaranta elementi, comprendenti un coro femminile, archi (violini, ghironde), fiati (sassofoni, flauti, clarinetto, fagotto, cornamusa), mantici (organetti e fisarmoniche) e ritmica (arpa, tastiere, chitarre, bassi, percussioni). Nel 2014 è stata costituita l’Associazione Culturale e Artistica Folkestra & Folkoro con lo scopo di supportare l’attività dell’orchestra e organizzare iniziative volte allo sviluppo e alla promozione della musica, della cultura e delle tradizioni popolari. Folkestra&Folkoro ha collaborato con illustri artisti legati alla musica tradizionale ed alla world music tra cui: Riccardo Tesi, Elena Ledda, Norbert Pignol, Accordzeam, Naragonia. L’ensemble ha preso parte a importanti festival sia in Italia che all’estero, tra i quali: Etétrad Festival, Aosta - 2012; Enfo Folk, Vigo (Spagna) - 2012; Trad ‘In Festival, Embrun (Francia) - 2013; 19° Festival di Musica Popolare, Forlimpopoli - 2013; Porto Franco Maison Musique, Rivoli - 2013; Pop Sagra Urbana, Genova - 2014; Gran Bal Trad, Vialfrè - 2014; Folkest International Folk Festival, Spilimbergo - 2015; Eté Trad Festival, Gressan - 2015; Le Son Continu, La Chatre (Francia) - 2016; Teatro Toselli, Cuneo - 2016. 
Compositore di fama internazionale e strumentista dallo stile inconfondibile, Riccardo Tesi è da oltre quarant’anni uno dei maggiori organettsiti al mondo. E’ stato tra i pionieri della riscoperta dell’organetto diatonico e ne ha rivoluzionato il linguaggio. Dopo esordi decisamente folk, la sua musica si è spostata dalla tradizione toscana alle altre regioni italiane e valicando le Alpi si è confrontata con la cultura popolare basca, bretone, inglese, ma anche con il jazz e la canzone d’autore. Numerose sono le sue collaborazioni: da Caterina Bueno a metà degli anni Settanta, si apre progressivamente sulla scena musicale nazionale e internazionale, con i nomi più prestigiosi dell’ambito world (Elena Ledda, Daniele Sepe, Patrick Vaillant, John Kirkpatrick, Justin Valì, Marc Perrone, Kepa Junkera), del jazz (Gabriele Mirabassi, Gianluigi Trovesi, Maria Pia De Vito, Pietro Leveratto), del rock (Piero Pelù, PGR, Skiantos) e della grande canzone d’autore, da Fabrizio De André a Ivano Fossati, da Cristina Donà a Gian Maria Testa. Spicca nel 1992 la fondazione di Banditaliana che ha all’attivo la pubblicazione di numerosi album.
Gigi Biolcati batterista, percussionista, compositore, fonda nel suo drumming sonorità e groove ispirati sia dalla tradizione batteristica che da quella delle percussioni etniche, in cui traspare l’aspetto tribale del ritmo contaminato da sonorità tecno-post-industriali. Cajon, tabla, djembe, kalimba, chincaglierie, voce, body percussion, scatole sonore a fessura e a corde, cassetti di legno suonati a piedi nudi con una tecnica che ricorda passi di flamenco e tip-tap, sono gli ingredienti che creano interessanti e variopinte poliritmie. Allievo del Maestro Enrico Lucchini ha collaborato con Cristiano De Andrè, Aida Cooper, Maurizio Martinotti, Alboran Trio, Park Stickney, Roberto Amadè, Evening Star, YouLook Trio. Nel 2010 inizia la collaborazione con Riccardo Tesi e Banditaliana e dal 2014 fa parte del “Nuovo Bella ciao” con Riccardo Tesi, Lucilla Galeazzi, Elena Ledda, Ginevra Di Marco, Alessio Lega e Andrea Salvadori. Nel 2015, per il suo cinquantesimo compleanno, si regala il piacere di realizzare l’album in solo Da Spunda.
_____________________________________________________________________________





LA MACINA
Domenica 2 Aprile 2017 ore 18
presenta
il cd book con dvd
La Macina. Nel vivo di una lunga storia.
Libreria Rinascita, Ascoli Picino, Piazza Roma
Introduce Pier Paolo Piccioni
Ingresso Libero
____________________________________________________________________________


Sabato 1 aprile, ore 18, Cenacolo palladiano, Isola di San Giorgio maggiore, si terrà il concerto dell'Ensemble Bîrûn edizione 2017 diretto dal m.o Kudsi Erguner. Il concerto è intitolato "Musica delle corti: da Herat a Istanbul" ed è dedicato alla circolazione di saperi musicali sull'asse Herat/Istanbul tra XV e XVII secolo, con un grande spazio alle composizioni del geniale 'abd ul-Qâdir Marâghî (Maragheh, 1360?- Herat, 1435). Dopo il concerto verrà presentato il nuovo CD book di Bîrûn registrato nell'edizione precedente (2016) e intitolato: I compositori greci del maqâm ottomano/Greek Composers of the Ottoman Maqâm, collana Intersezioni Musicali, Nota Edizioni, Udine, 2017.
_____________________________________________________________________________

FOLKCLUB
XXIX STAGIONE
Dal 6 ottobre al FolkClub di Torino un anno di grande musica

La ventottesima stagione del FolkClub si è conclusa lo scorso maggio con un bilancio in positivo: ottimi numeri per un pubblico che continua a frequentare il piccolo grande locale per la musica dal vivo in città con la certezza di trovare grande qualità musicale, ricerca rigorosa e continue sorprese. I mesi fra la fine di maggio e l’esordio della ventinovesima stagione – il 6 ottobre con la straordinaria voce di Jacqui McShee, voce dei mitici Pentangle – sono stati un percorso non facile fra le incertezze economiche inevitabili in questi tempi critici e la voglia di continuare ad essere spazio per la musica di qualità a Torino. Il 6 ottobre, per gli appassionati e per gli amanti della cultura a Torino, il FolkClub si presenterà dopo un restyling che ha permesso di ampliare lo spazio della cassa e dell’ingresso, che ha migliorato l’acustica del palco e dotato la sala di un nuovo impianto elettrico e di camerini molto più comodi per gli artisti. Rimane quella dello scorso anno la politica di tesseramento: la tessera, che rimane vitalizia per tutti, è confermata a 10 € con una consumazione inclusa, ed è confermata la riduzione, introdotta lo scorso anno, del 50% per gli under 30 anche per la tessera, 5 € con consumazione inclusa, così come si conferma anche nel 2016-2017 lo sconto del del 50% del biglietto di ingresso per gli Under 30 (FolkClub è l’unica realtà in Torino a portare avanti un’iniziativa di questo tipo, da ormai 12 anni e senza alcun contributo esterno nel merito), iniziativa che lo scorso anno ha subito una vera e propria impennata passando dal 13% dell’anno precedente al 18% di utilizzi.
I CONCERTI DI OTTOBRE sono un concentrato dei mondi musicali che la programmazione di Paolo Lucà e Davide Valfrè propongono con passione e cura: dopo 17 anni ritorna al FolkClub la mitica voce dei Pentangle, Premio Tenco 2015, Jacqui McShee, vero e proprio punto di riferimento del folk revival inglese e internazionale, sia con i Pentagle che con la formazione con cui sarà in Via Perrone, i Take Three (giovedì 6 ottobre). Sabato 7 sarà la volta della grande musica d’autore con la presentazione del nuovo album di Michele Gazich, La Via del Sale. Nel primo mese di programmazione, poi, c’è già spazio per uno dei concerti imperdibili della stagione, un momento di esaltazione per l’eccezionale incontro fra due pazzi geniali, entrambi di casa al FolkClub, il mostro mitologico BOBOCEPHUS plasmato da Bocephus King e Bobo Rondelli (venerdì 14). Non finisce la festa il giorno dopo, sabato 15 ottobre, quando palco e microfoni saranno di UMAMI, l’ensemble di musica latina di Miguel Acosta, che festeggia i trent’anni di attività. Sono di casa al FolkClub anche i Birkin Tree, la miglior irish band italiana: ecco allora che Michel Balatti, l’ottimo flautista della banda, non poteva che scegliere il FolkClub, il 27 ottobre, per presentare il suo primo album solista. Il mese si conclude poi con la prima tappa della fondamentale rassegna nella rassegna RadioLondra che propone Liane Carroll, pianista e cantante dall’energia travolgente che fece registrare un entusiasta sold out nel 2013 (venerdì 28). Grandissima qualità e varietà delle proposte artistiche sono le caratteristiche dell’intera programmazione del Club: anticipata dal concerto di Liane Carroll l’ottava edizione di RadioLondra, con la consulenza artistica di Enzo Zirilli, porterà in scena grandi nomi del JAZZ INGLESE come Ian Shaw vocalist dalle moltissime collaborazioni fra le quali quella con David Bowie (14 gennaio) e Jason Rebello per anni pianista di Sting (11 marzo). Il jazz non sarà solo quello di RadioLondra perché con grandi nomi come Mauro Ottolini (in trio il 3 febbraio) e il duo Soupstar di Gianluca Petrella e Giovanni Guidi (4 marzo) il FolkClub arricchisce la sua collezione de “i migliori jazzisti italiani”.
Ritornano nel 2016-2017 le Buscadero Nights (alle settima edizione) con i migliori SONGWRITER E TALENTI DELLA SCENA AMERICANA che dopo l’esordio di stagione con Bobocephus, il concerto di Bocephus King e Bobo Rondelli, propongono gli incontri in musica con Carrie Rodriguez folksinger e violinista già al fianco di John Prine e Lucinda Williams (25 novembre) e la già attesissima serata con il songwriter James McMurtry (24 febbraio).
Non può mancare la MUSICA POPOLARE ITALIANA con i suoi grandi personaggi: Peppe Voltarelli – recentissimo vincitore della Targa Tenco 2016 per l’interprete - canta Otello Profazio (19 novembre), Filippo Gambetta vincitore del Premio Nazionale per la Musica Popolare Città di Loano (28 gennaio), e il grande Cisco accompagnato dai vecchi sodali nei Modena City Ramblers Cottica e Rubbiani, che si presentano come “I Dinosauri” (18 febbraio).
Il GRANDE FOLK INTERNAZIONALE apre la stagione con Jacqui McShee, ma seguiranno altri grandi personaggi come Custodio Castelo, miglior interprete della chitarra portoghese oggi in circolazione (21 gennaio), o Mick O’Brien, straordinario suonatore irlandese di Uillean pipes (4 febbraio).
A grande richiesta dopo il successo dell’anno scorso, ritorna Alessio Lega con le sue serie di concerti-lezione dedicati alla storia della canzone italiana, quest’anno il titolo è “Vinili” e nelle 5 serate, accompagnato dal fido Guido Baldoni, eseguirà integralmente 10 vinili storici, da De André a Gaetano, da Dalla a Guccini, da De Gregori a Bertoli (13 gennaio, 10 febbraio, 10 marzo, 7 aprile, 5 maggio). La CANZONE D’AUTORE non si esaurisce con il ciclo di Lega: l’ottima cantautrice genovese Giua (19 gennaio), il tesoro nascosto della canzone d’autore italiana Flavio Giurato, per la prima volta a Torino (27 gennaio) e soprattutto la grande serata di omaggio a Gianmaria Testa del 17 dicembre.
La nuova stagione consolida con una partnership formale la stretta relazione di amicizia fra il FolkClub e Il Giornale della Musica, che ne diventa media partner ufficiale.
FolkClub riparte dunque forte di un grande consenso a parte di pubblico e critica, confermando con orgoglio la sua posizione di realtà unica e straordinaria sul territorio nazionale e di primissimo piano a livello internazionale, con un cartellone – presto quello completo! - di fama internazionale così come ricco di nuovi talenti. Uno spazio speciale e unico, luogo di eventi cult per la peculiarità della sua storia, dei suoi spazi e delle sue proposte, con produzioni speciali, ad hoc.
_____________________________________________________________________________

RICCARDO TESI
CONCERTI/PRESENTAZIONE “Una vita a bottoni”

Continuano le presentazioni in tutta Italia di “Una vita a bottoni”, la biografia (libro + cd) di Riccardo Tesi, scritta da Neri Pollastri ed edita dalla casa editrice Squilibri.  Gli appuntamenti prevedono l’esibizione all’organetto di Tesi e la partecipazione di ospiti eccezionali, come Maurizio Geri. Di seguito il calendario, con i dettagli. “Una vita a bottoni” di Neri Pollastri è il racconto della carriera di Riccardo Tesi, compositore di fama internazionale e strumentista dallo stile inconfondibile, tra i pionieri della riscoperta dell’organetto diatonico in Italia, strumento popolare del quale ha rivoluzionato il linguaggio e ampliato il vocabolario al di là della tradizione.

28 Marzo – BOLOGNA - Cantina Bentivoglio
ore 21.30, intervista a cura di Gianni Gherardi (La Repubblica)
Ospiti speciali: BANDITALIANA, Carlo Maver, Cristiano Arcelli e Silvia Testoni.
Ingresso, con prenotazione al tavolo obbligatoria, 15 euro (coperto incluso).

7 aprile – SAINT-VINCENT (AOSTA) - Biblioteca Comunale
ore 20.30, presenta Gaetano Lo Presti

8 Aprile - TORINO - Teatro Agnelli per la Folkestra Night 2017
Ore 21.00, introduce Jacopo Tomatis.
A seguire concerto di Folkestra&Folkoro feat. Gigi Biolcati
Ingresso: 10 euro - Soci Arci: 8 euro

21 Aprile - CAVRIGLIA (AREZZO) - Teatro Comunale per la rassegna Materiali in scena
Ore 21.30, presentazione del libro con Neri Pollasti. L’appuntamento prevede l’esibizione in duo di Riccardo Tesi e Maurizio Geri.
Ingresso: 10 euro – Soci coop: 7 euro
___________________________________________________________________________

Dopo Canada e Stati Uniti Peppe Voltarelli fa sold out in Argentina 
Con un concerto a Colonia del Sacramento sabato 21 gennaio si conclude in Uruguay il tour di Peppe Voltarelli in America per presentare il suo album "Voltarelli canta Profazio"

Dopo aver toccato il Canada francofono e gli Stati Uniti con spettacoli a Montreal, New York, Boston, Filadelfia, San Diego e Los Angeles il cantante calabrese arriva in Argentina con due concerti sold out al Cafè Vinilo, uno dei più prestigiosi Jazz Club della capitale. In piena estate, infatti, con temperature torride al di sopra dei 35 gradi il pubblico di Buenos Aires ha affollato i due show di Voltarelli alla sua sesta visita nel paese latinoamericano. La critica ha accolto Peppe calabrese in maniera unanime con entusiasmo: la musica gli arrangiamenti la voce profonda e l'ironia dell'artista di Cosenza sono molto amati in Argentina.  Con "Voltarelli canta Profazio" Targa Tenco 2016 come miglior album interprete Peppe Voltarelli è stato ospite a Canal Siete e Telefe suonando dal vivo in diretta e visitando più di trenta trasmissioni radiofoniche. "Sono felice di  riportare in Argentina la musica Italiana delle radici il dialetto e l'impegno civile e sono onorato di avere i miei dischi pubblicati da una casa discografica argentina importante come Los Anos Luz" dichiara "Il pubblico ai mie concerti è misto ci sono molti amici argentini appassionati della mia musica ma anche oriundi italiani che attraverso le mie canzoni riscoprono la lingua italiana e le storie dei loro nonni". "Molto più di un album di cover, canta Voltarelli Profazio è  un progetto che riflette sulla cultura calabrese attraverso un libro con poesie e saggi firmati da autori del sud italiano." scrive Claudio Pombinho sul supplemento Radar del quotidiano Pagina/12. Mauro Apicella de La Nacion, autorevole quotidiano argentino, definisce Voltarelli "..artista da esportazione che mescola il Castillano con il Cocoliche, la lingua degli immigrati italiani venuti in Argentina all'inizio del XX secolo." "La modernità, la mafia e politica, i paesaggi, la fame, l'amore, sud e nord, la migrazione, la religione Voltarelli ci ricorda, con le sue versioni impeccabili, le canzoni di Otello Profazio." Nicola Russo, Veintitres Magazine.

Dopo il viaggio in America, ecco i prossimi appuntamenti live di Peppe Voltarelli:

23 marzo - Arci Ohibò (Milano)
2 aprile - Tinta Roja Barnasants Festival (Barcellona)
_______________________________________________________________________________

Redi Hasa e Maria Mazzotta presentano l'album "Ura" a Felline (Le)
Venerdì 31 marzo il duo sarà in concerto a Felline in occasione della rassegna "Settima Spring Fest"

Venerdì 31 marzo il duo Hasa-Mazzotta sarà protagonista di un suggestivo concerto per la presentazione dell'album "Ura" presso il "Settima Più" di Felline (Le) in occasione della rassegna musicale "Settima Spring Fest". Nel concerto del duo formato dal violoncellista albanese Redi Hasa e dalla cantante salentina Maria Mazzotta, colori, sapori, profumi, luci e ombre dell’esistenza umana vengono trasformati in suono che coinvolge e in storia che ammalia, in emozione. 
Sperimentazione e improvvisazione sono strumenti dosati con saggezza per sentire l’appartenenza di un brano e imprimervi la propria personalità. I primi incontri musicali tra Redi Hasa e Maria Mazzotta avvengono nel 2005 quando, suonando per puro divertimento, cominciano a capire che tra di loro c’è grande affinità musicale. Di nota in nota trascorrono lunghe serate in compagnia di musiche tradizionali e libere improvvisazioni.
 Il puro piacere dell’ascolto reciproco diventa, man mano, un appuntamento costante e ad ogni incontro entrambi portano nuovi brani e nuovi arrangiamenti, quasi a stupirsi l’un l’altro delle grandi potenzialità della loro musica. E’ così che, nel 2010, cominciano a credere seriamente in un progetto di ricerca che leghi le potenti note del violoncello alla leggerezza della voce, passando attraverso le tradizioni delle loro terre e di quelle che incontrano nei numerosi viaggi. Vibrazioni che si snodano dalla pancia di un violoncello, frequenze liberate che sostengono e si fondono con la voce; note sapienti che prendono corpo dal ventre, che giocano con le simmetrie e con le dissonanze. Fondamenta del repertorio sono le storie del sud Italia e dei Balcani, delle genti della Vecchia Europa e dei migranti di ogni tempo e luogo che Maria e Redi interpretano e ripropongono secondo il proprio sentire.
 Dalla collaborazione musicale tra i due scaturiscono forti emozioni che li nutrono e li ispirano al contempo.
_____________________________________________________________________________

Il duo Lumi in concerto al Tangram di Santeramo
Giovedì 6 aprile il duo formato da Irene Lungo e Francesco Migliaccio sarà in concerto per presentare il nuovo repertorio

Giovedì 6 aprile il duo Lumi formato dalla cantante Irene Lungo e dal fisarmonicista Francesco Migliaccio, sarà protagonista di un suggestivo concerto presso il "Tangram" di Santeramo in Colle (Ba) in occasione della rassegna dedicata alla musica live. L’armonia che fa da sfondo all’incontro di una voce con il mantice di una fisarmonica in un respiro profondo ed univoco il cui soffio evoca suoni, profumi e colori del Mediterraneo. Questa l’atmosfera prodotta dal duo composto da Irene Lungo e Francesco Migliaccio che si rincontrano dopo anni per percorrere insieme in questo nuovo progetto un viaggio sonoro in cui l’eco dei balcani si intreccia con le melodie portoghesi e greche per culminare nelle armonie e nelle ritmiche tipiche del Sud Italia. Irene Lungo, voce del progetto , esordisce all’età di 17 anni  con il maestro Beppe Barra e poco dopo entra a far parte come  solista, della band di Eugenio Bennato. Nel 2001 nasce una collaborazione duratura con il maestro Adnan Hozic, in seguito alla quale approfondisce il repertorio dei paesi dei Balcani rivestendo il ruolo di  cantante solista nelle band Opa Cupa, Giro di Banda e Balkanja. Contemporaneamente entra a far parte della compagnia di teatro-musica di David Riondino con il quale collabora fino al 2003 quando entra nel Gruppo operaio di Pomigliano d’Arco “E’ Zezi”. Negli stessi anni viene ingaggiata dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare (NCCP) diretta dal maestro De Simone e intrattiene collaborazioni  con il maestro Enzo Avitabile.
______________________________________________________________________________

L’ORAGE
Concerti

21.04.17
Pavia - Spazio Musica
25.04.17
Corneliano d’Alba (CU) - Cinema Vekkio
03.06.17
Champoluc (AO) - Parco Villy
16.06.17
St. Marcel (AO) - Prosciuttiamo
23.06.17
Sparone (TO) - Coppa Rock 2017

HUGOLINI DJ SET 
con la straordinaria partecipazione di Erriquez (Bandabardò)

01.04.2017
Casa del Popolo Settignano, Firenze
_____________________________________________________________________________

Franco Morone 
Concerts and Workshops 2017
www.francomorone.com

April
5  concert h. 20:00 
Fromme Helene Wien A   
7  concert h. 20:00 
Cultino Spielbank Bad Reichenhall D
8  concert h 20:00 
Schütte-Keller Bühl / Baden D 
From 10 to 13 Workshop h. 11:00 Hotel Kruezli Sedrun Ch 
21 concert h. 20:00 
Guitarena Spittal A
22 concert h. 20:00 
Ev. Ref. Kirche Gleichen Sattenhausen D
23 concert h. 16:00 
Kultur im Esel Deichstr. 11 Einbeck D 
24 concert h. 20:00 
Kastell Wolfsburg D 
28 concert h. 20:00 
Tommy’s Workshop Viersen D
29 concert h. 20:00 
Kastell Goch D
_______________________________________________________________________________


La répétition
West Africa free sessions
Manifatture Knos, Lecce
29 Marzo - ore 10.00

La musica è da sempre prezioso scrigno della cultura dei popoli, messaggera universale della storia delle genti provenienti da tutto il mondo. La condivisione del tempo e dello spazio che ruota intorno al momento musicale ha dato vita a incontri e scambi fertili, da sempre. Oggi è più che mai possibile intendere e pensare che questo scambio avvenga fra due culture apparentemente e geograficamente molto distanti : quella della Terra di Puglia e quella del West Africa (Burkina Faso, Mail, Senegal, Costa d'Avorio). Il Salento, da sempre terra di confine dove numerose culture si sono vicendevolmente fecondate, ritorna ad essere territorio di indagine alla scoperta dei tratti comuni fra i popoli che oggi lo abitano. Il momento musicale in Africa viene ancora oggi vissuto come un attimo collettivo, liberatorio e pubblico, quasi indispensabile nella vita giornaliera, una necessaria evasione dalla frenesia e dall'esasperazione della quotidianità.  "La Répétition" tenta di ricreare la stessa situazione, cerca di risvegliare l'amore per la musica intesa come dono dell'uomo all'uomo e permette a chiunque ne abbia la voglia di condividersi, mescolarsi e sperimentarsi nella dimensione della musica e della danza con un appuntamento bi-settimanale che si terrà alle Manifatture Knòs a partire da Mercoledì 29 Marzo. Il progetto prevede la partecipazione di alcuni musicisti salentini (Claudio Prima, Giovanni Martella) e africani (Somie Murigu, Meissa Ndiaje, Tukrè). Alle session, totalmente libere e gratuite, potranno partecipare tutti coloro che intendono condividere la propria musica, in un percorso di ricerca centrato sulle radici della cultura Westafricana. Il progetto è in coproduzione con le Manifatture Knos di Lecce.

Per partecipare scrivere una mail a claudioprima@tin.it

INFO
________________________________________________________________________________

Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli
presenta
ENTROTERRE FOLK CLUB
Sala Aramini Via Ghinozzi, 3 Forlimpopoli
PROGRAMMA GENNAIO/APRILE 2017

02 APRILE 2017 Ore 17:00 
THE FREEHANDS HAND PAN PROJECT
Ingresso: 8€ intero 6€ ridotto

INFO: 338 3473990
Ingresso Interi: euro 8 Ridotti: euro 6
________________________________________________________________________________

NOALTER
presentano
MATERIALE RESISTENTE

Da un lato del palco i NOALTER reinterpretano e ridanno vita ad una serie di canzoni scritte nel corso degli ultimi settant'anni sui temi della Resistenza, dell'antifascismo e dell'antimilitarismo; Sull'altro lato due attori danno vita ad un uomo ed una donna di oggi che si immedesimano  nell'uomo e nella donna del 1943 e raccontano cosa li spinse ad aderire alla lotta partigiana... L'inizio di MATERIALE RESISTENTE è affidato alle parole Epiche ed Eterne di Primo Levi per continuare con le canzoni scritte da grandi Artisti come Francesco Guccini, i Gang, i CSI e tanti altri. MATERIALE RESISTENTE non è un disco e non è un concerto; MATERIALE RESISTENTE è Memoria. La Memoria è Futuro.

NOALTER: NICHOLAS BALTEO voce e chitarre; ALICE PONDRELLI basso e voce; SAM PUNKRAZIO batteria, campionamenti.

VOCI PARTIGIANE: VANIA GRILLO e NICOLA DE BIASE

Questi gli appuntamenti:
22.04.2017 – CIRCOLINO ULTIMA THULE – Scarpizzolo (BS)
23.04.2017 – CIRCOLO ARCI – Persichello (CR)
_______________________________________________________________________________

CORDE OBLIQUE
Parte da Napoli il nuovo tour dei Corde Oblique


31 Marzo - Le Mura, Roma
08 Aprile - Caos Teatro, Villaricca (Na)
27 Maggio - Lodz (Polonia)
05 Giugno Schauspielhaus, Leipzig (Germania)

Il 24 Marzo la band  capitanata dal Maestro Riccardo Prencipe inizierà un mini tour con un live set completo presso il Lanificio 25 per poi passare per Roma e concludere il tour in Polonia e Germania. Corde Oblique è un gruppo musicale Ethereal folk progressive italiano fondato nel 2005 e diretto dal musicista Riccardo Prencipe (chitarrista-autore dei testi-compositore). I brani composti dall’ensemble sono tematicamente connessi al patrimonio storico artistico italiano. Hanno in totale cinque album all’attivo, mentre due album erano stati pubblicati precedentemente come progetto Lupercalia, distribuiti in Europa e nel mondo da case discografiche francesi, italiane, portoghesi, inglesi e russe. I Corde Oblique presenteranno il loro ultimo lavoro discografico dal titolo I Maestri del Colore edito dalla label russa InfiniteFog Production. Il gruppo partenopeo ha pubblicato il suo sesto album dal titolo "I maestri del colore" edito dall'etichetta discografica russa Infinite Fog.  La band Progressive Ethereal Folk italiana dopo un lungo tour in Cina torna ad esibirsi dal vivo per presentare I Maestri del Colore sesto album con eccezionali collaborazioni in studio, tra i tanti Irfan, Ashram, Micrologus, Quartetto Savinio, Synaulia/Aktuala, Sineterra.  L'album contiene 13 tracce inedite, prodotte e arrangiate dalla mente del progetto, Riccardo Prencipe, tra cui una cover di "Amara terra mia" di Domenico Modugno e una rivisitazione di un canto medievale spagnolo del XIII secolo.
Oltre 50 minuti di raffinato Progressive-Folk-Ethereal.
____________________________________________________________________________

LINO CANNAVACCIUOLO
PRESENTA "INSIGHT"
MARTEDI 28 MARZO 2017 ORE 18,00 
presso LA FELTRINELLI LIBRI & MUSICA di via Santa Caterina a Chiaia, 23 NAPOLI
DOPO LA PREVIEW SU FANPAGE.IT GUARDA IL VIDEOCLIP DEL SINGOLO "LIGHT"
https://youtu.be/7VOJKYwfl90

DOPO SETTE ANNI DAL SUO ULTIMO LAVORO DISCOGRAFICO DA SOLISTA IL COMPOSITORE PARTENOPEO PUBBLICA UN NUOVO ALBUM DAL TITOLO "INSIGHT"

Insight vuole essere una nuova frontiera ed uno stimolo per i coreografi di tutto il mondo. Lino Cannavacciuolo è un Musicista eclettico e travolgente, dalla tecnica personalissima, in grado di accostare alla sua estrazione classica, e alle sue indiscusse doti compositive, una sperimentazione dei suoni sempre raffinata e discreta, frutto di una continua ricerca di nuovi linguaggi musicali e di contaminazioni. La sua musica è un'esplosione di suoni e colori del Mediterraneo che passano attraverso vibranti virtuosismi, note ipnotiche e potenti, e una presenza scenica capace di travolgere il pubblico lasciandolo senza fiato fin dalle prime note. Lino Cannavacciuolo è l’unico artista al mondo ad aver pubblicato un album per la prestigiosa collana Buddha Bar (http://www.allmusic.com/album/buddha-bar-presents-segesta-mw0000695886) e, grazie anche alla sua storica collaborazione con Peppe Barra, è diventato uno degli autori di brani “iconici” che hanno raggiunto questo status i disparati ambienti musicali. Arrangiatore, produttore e compositore di numerose Colonne Sonore per il Cinema e la TV. Ha iniziato la sua carriera al fianco di Roberto De Simone e collaborato con i più grandi artisti contemporanei come Pino Daniele, Claudio Baglioni, Adriano Celentano e Edoardo Bennato, ma anche con Tony Levin, Tullio De Piscopo, Gigi De Rienzo, James Senese, Eugenio Bennato, Alfio Antico, Solis String Quartet, Antonio Infantino, Daniele Sepe, Don Moye, Joe Amoruso, Enzo Avitabile, Fratelli Mancuso, Lina Sastri, Toni Esposito, Alan Wurzburger, John Giblin, Jenny Sorrenti, Gabin Debir, Patrizio Trampetti, Dennis Bovell.
_____________________________________________________________________________

“OI DIPNOI - BASTRIKA”
ALLA SCOPERTA DEI NUOVI ORIZZONTI DEL FOLK SICILIANO CON IL TRIO OI DIPNOI CHE IN APRILE RAPPRESENTERA’ L’ITALIA IN AUSTRALIA.

“Oi Dipnoi è un trio siciliano che ha raccolto in “Bastrika” un panorama sonoro molto rarefatto e, a primo impatto, sfuggevole. Costruito su incastri timbrici e armonici originali, orientato da pochi strumenti che si rincorrono e si sovrappongono in modo spesso inaspettato, e fondato su una scrittura che riflette una buona dose di estemporaneità. Tutto questo piano piano si amalgama con equilibrio, pur dentro variabili anche consistenti che, nell’insieme, producono un flusso sonoro differenziato e sperimentato soprattutto nelle elaborazioni melodiche dei tre strumenti principali: organetto, basso e percussioni”. Così li recensisce la celebe rivista italiana specializzata “Blogfoolk”. Nel maggio 2013 per la prima gli Oi Dipnoi, Valerio Cairone (organetto e zampogna), Marco Carnemolla (basso) e Mario Gulisano (percussioni e voce) si sono incontrati con l’idea di formare un trio acustico di ispirazione folk. Sulla base delle composizioni originali di Valerio, acuto e ispirato sperimentatore di nuove sonorità ai confini della musica popolare ma con il gusto per la melodia mediterranea, si innestano così le strutture ritmiche del bassista e del percussionista dei già navigati Nakaira, attivi a livello internazionale da quasi vent’anni, che consolidano le strutture armoniche tessute da organetto e zampogna, aggiungendo vigore e contrappunto alle musiche, ma conferendovi originalità, freschezza e respiro. Ed è proprio questo“respiro” al centro dell’espressività del progetto, già, perché l’organetto diatonico, antenato della moderna fisarmonica nonché  strumento principale nella musica degli Oi Dipnoi, respira veramente: attraverso il mantice pompa aria nelle ance che emettono un suono veramente unico. Con l’organetto intere etnie hanno scritto e continuano a creare musica popolare per danza in tutta Europa, sud Italia compreso. Ad esso si unisce la zampogna, di cui Valerio è un indiscusso maestro, avendone ereditato la tradizione del suo paese d’origine, Maletto, situato a mille metri sull’Etna in provincia di Catania. È con queste intenzioni che il trio si propone con successo nei primi festival nazionali, riscuotendo immediatamente unanimi consensi di pubblico e critica. Il repertorio così consolidato grazie ad un live brillante e variegato, è pronto adesso per essere registrato. E siamo così all’estate 2014, quando il produttore ungherese del festival Babel Sound, in cui gli Oi Dipnoi sono capitati quasi per caso durante la tournée nell’Est, li nota e propone loro di trasferirsi per un po’ sul lago Balaton, dove egli possiede un piccolo studio e un’etichetta discografica attiva in campo internazionale, che intende produrre il loro primo disco in studio! Proprio così,da non credere … Sembra una storia d’altri tempi, è vero, ma è la pura realtà. I ragazzi non se lo fanno ripetere due volte e appena scatta l’autunno partono subito. Il luogo è incantevole, immerso nel silenzio delle nebbie del bosco e diventa il clima ideale, fra paprika, gulash di seitan (i tre sono anche vegani, bontà loro) e fiumi di palinka (celebre grappa artigianale ungherese), dove nasce “Bastrika” (dal sanscrito, appunto “respiro”). Quindici tracce intrise di pathos e atmosfere tinteggiate di folk, modernità, jazz, progressive e melodia, alle quali collaborano anche i celebri fratelli Gryllus, fondatori del più famoso ed importante gruppo folk ungherese, i Kalàka, che partecipano agli arrangiamenti con grande intuito e musicalità, arricchendo di colore e preziosismi diversi brani del lavoro. Seguono ulteriori apparizioni a festival e rassegne e il ritorno quasi ogni anno in Ungheria, dove sono ormai ospiti fissi. Il disco viene presentato anche al Womex, prestigioso meeting annuale internazionale della world music, a cui sono presenti tutti gli operatori mondiali di settore, e ciò frutta importanti collaborazioni di rete. Nel frattempo il trio consolida il proprio nome anche in Sicilia, dove partecipa al festival I-Art, ove propone la produzione originale “Etnafjord” insieme al quartetto vocale femminile svedese Kraja. Saranno quattro fortunate tappe in altrettante incantevoli location dell’isola, in cui i sette musicisti sul palco danno ampio saggio delle enormi potenzialità e duttilità della musica popolare, combinando elementi di folk e modernità con il canto tradizionale svedese e siciliano. Sulle ali del successo ottenuto dal disco e dell’entusiasmo che suscita il loro spettacolo dal vivo, gli Oi Dipnoi hanno concluso lo scorso novembre la tournée internazionale che li ha portati finoin India. Una intensa settimana di produzione in cui il trio si è cimentato nella collaborazione con cinque fantastici musicisti bengalesi, creando musica originale e nuove interessantissime contaminazioni. I luoghi hanno da sempre costituito fonte inesauribile di ispirazione per gli artisti, e l’India non è da meno. In particolare Calcutta, capitale dello stato del West Bengal, popolata da quasi 14 milioni di persone, bagnata dal fiume Gange, immersa nel fragore del traffico intenso, con i suoi onnipresenti clacson, gli autobus stracarichi di frettolosi passeggeri, l’aria fumosa di umidità e satura di smog, gli odori intensi e i sapori fortemente speziati…. Tutto questo fa da contrasto con l’entroterra rurale, luogo immerso nella calma e nella serenità, nella più ancestrale semplicità,ricco di una spiritualità millenaria. L’india che si porta dietro il peso della propria civiltà, una storia eterna di un viaggio dell’uomo dentro l’uomo, alla ricerca del sé, seguendo le rotte di un itinerario intriso di note, ma anche di percorso interiore, laddove ci porterà probabilmente la prossima musica degli Oi Dipnoi, quella che deve ancora essere ispirata, metabolizzata, scritta e registrata. Li seguiremo lungo la strada che li porterà il prossimo aprile fino in Australia, dove saranno impegnati in una lunga tournée che li vedrà protagonisti nei più prestigiosi festival del Paese, come il 52esimo National Folk Festival di Canberra, il 25esimo Fairbridge Folk Festival di Perth o il Piers Festival di Melbourne, toccando quindi tutte le città principali. La tournée è prodotta dall’Associazione Darshan, attiva in Sicilia da quasi 20 anni nel folk e world, con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali e degli Istituti di Cultura di Sydney e Melbourne. Per l’occasione il fortunato CD “Bastrika”, uscito inizialmente su etichetta NarRatorRecords solo in Ungheria, verrà ristampato e distribuito nel 2017 in tutta Europa e Australia da Planet. È la Sicilia che fa parlare di sé, che rappresenta la nostra Penisola nel mondo, e che più ci piace raccontare.

__________________________________________________________________________

L’Associazione Culturale di Promozione Sociale Fermento Etnico
presenta

Sabato 29 Aprile 2017 ore 21,15
una grande serata da ballo, in collaborazione con Folk.In.Fo., sulle esilaranti note della giovanissima:
ORQUESTRINA TRAMA
che arriva direttamente dai Pirenei
Sala Polivalente del Quartiere 5, Via 23 Settembre, 124 – Rimini, Zona Celle – Scala C (Sopra alla Coop!) Coordinate GPS: 44.068594, 12.54879 

Sabato 27 Maggio 2017
TUTTI IN FOLK 3 
EVENTO UMANITARIO E BENEFICO In FAVORE DEI BAMBINI DELLA SIRIA 
Un grande concerto a ballo in nome della solidarietà con ben dieci gruppi che si alterneranno per far ballare il pubblico dal pomeriggio alla sera tardi. 
________________________________________________________________________________

FELMAY
I concerti

COMPAGNIA SACCO DI CERIANA
02 Giugno 2017
"Denmark Festival of Voice”, Perth - Australia 
03 Giugno 2017
"Denmark Festival of Voice”, Perth - Australia 
04 Giugno 2017
"Denmark Festival of Voice”, Perth - Australia 

BIRKIN TREE
02 Giugno 2017 - h:15.00 con Caitlin Nic Gabhann
Festival Lo Spirito del Pianeta, Polo Fieristico, Chiuduno (BG) 
02 Giugno 2017 - h:21.45 con Caitlin Nic Gabhann
Festival Lo Spirito del Pianeta, Polo Fieristico, Chiuduno (BG) 
04 Dicembre 2017 - h:21.00
Cinema Teatro Don Natale Leone, Albisola Superiore (SV)

I LIGURIANI
25 Marzo 2017 - h:21.00
Piccolo Teatro del Baraccano, Bologna 
30 Marzo 2017 - h:20.00
Krems an der Donau, Austria 
15 Giugno 2017
Folk Akademie, Burg Fusterneck (Germania) 
16 Giugno 2017
Folk Akademie, Burg Fusterneck (Germania) 
17 Giugno 2017
Folk Akademie, Burg Fusterneck (Germania) 
18 Giugno 2017
Folk Akademie, Burg Fusterneck (Germania) 
11 Luglio 2017 - h:20.00
Witzheldener Sommer Serenaden, Evangelische Kirche, Witzhelden (Germania) 
18 Agosto 2017 - h:20.00
Kulturnacht Loeffingen, Loeffingen (Germania) 

QUINTETTO NIGRA
17 Settembre 2017
"Folkermesse Festival"
Casale Monferrato (AL)
______________________________________________________________________________

FAMIGLIA SANGINETO
i concerti

01 Aprile 19:00
EnsembleSangineto
"Edinburgh International Harp Festival”, Merchiston Castle - 294 Colinton Rd - Edinburgh (UK)
_______________________________________________________________________________

GABRIELLA LUCIA GRASSO
TOUR

29 marzo - Napoli Teatro Augusteo
30 marzo - Bari Teatro Petruzzelli
31 marzo - Lecce Teatro Politeama Greco
11 aprile - Palermo Teatro Biondo
12 - 13 aprile - Agrigento Teatro Pirandello
14 aprile Messina - Auditorium Palacultura Antonello
______________________________________________________________________________

HELIKONIA
presenta

Domenica 02 Aprile 2017 Ore 21,00
Auditorium Parco della Musica, Teatro Studio G. Borgna
MISHMASH
Mescolanza di suoni del mediterraneo con mediorente e paesi dell’Est

Il quartetto “Mishmash” (termine mobile che in varie lingue racchiude diversi significati legati al concetto di “mescolanza”), propone una versione molto originale e affascinante del complesso di suoni che abitano il Mediterraneo, il mondo medio-orientale, i paesi dell’Est. Di cultura e tradizioni diverse, la sua musica trova gli spunti principali nel repertorio klezmer, nelle romanze sefardite, nei brani tradizionali di musica persiana e medio-orientale, nei brani originali e d’autore ispirati da queste stesse culture musicali, con scelte di arrangiamento e di esecuzione che ricreano quel sapore “vagabondo” che da sempre caratterizza questi repertori. 
Con  Helikonia a soli € 16 (anzichè 20) Importante: la riduzione si ottiene effettuando la prenotazione via mail a: helikonia@tiscali.it oppure via sms al 392.7937717 specificando nome e numero partecipanti.
______________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________

LUFTIG
Erdring Tour

9 APRILE H 21:30 
CATANIA, TEATRO SANGIORGI, MINI SET LIVE IN "CATANIA RISUONA"
4 MAGGIO H 10:00 
ACI CASTELLO (CT), CASTELLO DI ACI
18 MAGGIO H 21:00
PALERMO, CANTIERI CULTURALI ALLA ZISA​  
18 GIUGNO H 18:30 
S.VENERA DI MASCALI (CT), BAGOL'AREA
_____________________________________________________________________________

Dopo lo storico e acclamato tour mondiale con Gilberto Gil
CAETANO VELOSO
TORNA LIVE A GRANDE RICHIESTA IN VESTE SOLISTA NELLA LEGGENDARIA VERSIONE VOCE E CHITARRA IN ITALIA PER DUE CONCERTI IMPERDIBILI
7 maggio - Padova
9 maggio - Roma
Special guest TERESA CRISTINA

CAETANO VELOSO, dopo lo storico e acclamato tour mondiale con Gilberto Gil “Caetano&Gil - Two Friends, a Century of Music”, torna ad esibirsi in veste solista portando in tutto il mondo i suoi grandi successi nella leggendaria versione acustica voce e chitarra. Un tour imperdibile, che celebra più di cinquant’anni di carriera dell’ambasciatore della musica e della cultura brasiliana e arriva anche in Italia per due date: il 7 maggio al Gran Teatro Geox di Padova e il 9 maggio al Teatro Sistina di Roma. Le prevendite per le date di Padova e Roma sono disponibili sul circuito Ticketone. I concerti sono prodotti e organizzati da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU. Aprirà i concerti la cantante brasiliana Teresa Cristina presentando il nuovo album “Teresa Canta Cartola”, prodotto dallo stesso Veloso che è rimasto ammaliato dalla sua voce e dalla sua eleganza ed ha deciso di intitolare questo suo nuovo tour #CaetanoApresentaTeresa. Ogni concerto inizierà con la sambista Teresa che canterà il repertorio di Cartola per aprire al grande cantautore che interpreterà i suoi brani celebri in una versione acustica ricca di pathos, come notoriamente avviene nei suoi live. Caetano Veloso è uno dei più popolari e autorevoli cantautori sudamericani. Tra i fondatori del Tropicalismo, ha saputo coniugare la tradizione musicale del Brasile con le sonorità pop e rock, rendendo la sua musica un fenomeno planetario. Attraversando la storia del Brasile, Caetano Veloso ha dato voce ad una cultura e ha più di una generazione, vincendo importanti riconoscimenti tra cui nove “Latin Grammy Award”, due “Grammy Award” e il “Latin Recording Academy Person of the Year”. Con più di cinquanta album all’attivo, vanta importanti collaborazioni anche in ambito cinematografico tra cui “Parla con lei” di Pedro Almodóvar, “Frida” di Julie Taymor e “Eros” di Michelangelo Antonioni. L’ultima volta che Caetano Veloso si è esibito in Italia è stata in occasione dello storico tour con Gilberto Gil “Caetano&Gil - Two Friends, a Century of Music”, che ha celebrato i rispettivi 50 anni di carriera (e di amicizia) dei due giganti della musica brasiliana, stelle della musica mondiale. Proprio Veloso e Gil hanno avuto l’onore di aprire in mondovisione le Olimpiadi 2016 a Rio De Janeiro.
____________________________________________________________________________

GLITTERBEAT ON TOUR

Aziza Brahim
31.03.2017 – ES – Barcelona

Baba Zula
29.03.2017 – BG – Sofia – Mixtape
31.03.2017 – TR – Istanbul – Kadikoy Sahne
21.04.2017 – B – Brussels – Bozar Electronic & Art Festival
27.04.2017 – UK – London – Under the Bridge
28.04.2017 – B – Genk – C-mine

Bargou 08
31.03.2017 – FR – Paris – Banlieues Bleues
04.04.2017 – AT – Innsbruck – Treibhaus
05.04.2017 – BE – Brussels – AB
06.04.2017 – NL – Groningen – Vera
07.04.2017 – BE – Diksmuide – 4AD
08.04.2017 – DK – Copenhagen – Global
26.05.2017 – SI – Ljubljana - Druga Godba

Bassekou Kouyate & Ngoni Ba
21.03.2017 – FR – Portes-les-Valence – Train Theatre
23.03.2017 – CH – Lausanne – Le Romandie
24.03.2017 – FR – Bischheim – La Salle Du Cercle
25.03.2017 – CH – Biel – Le Singe
26.03.2017 – DE – Berlin – HAU Hebber am Ufer
23.03.2017 – LT – Kaunas – Renginiu Oaze
29.03.2017 – LT – Vilnius – LOFTAS
31.03.2017 – FR – Paris – 100% Afriques (La Villette)
04.04.1207 – DE – Köln – Club Bahnhof Ehrenfeld
05.04.2017 – AT – Dornbirn – Spielboden
06.04.2017 – AT – Innsbruck – Treibhaus
07.04.2017 – BE – Eeklo – N9
07.06.2017 – GB – Gibraltar – Gibraltar World Music Festival

Gaye Su Akyol
22.03.2017 – TR – Istanbul – Zorlu Center, Studio
19.04.2017 – NL – Groningen – Vera
21.04.2017 – B – Brussels – Balkan Trafik
22.04.2017 – NL – Den Haag – Korzo
23.04.2017 – NL – Rotterdam – Forum
03.05.2017 – TR – Istanbul – Zorlu Center, Studio
05.05.2017 – ES – Madrid – Mantra Festival
07.05.2017 – CH – Bern – Beeflat
26.05.2017 – SI – Ljubljana – Druga Godba
27.05.2017 – CH – St. Gallen – Palace

Joshua Abrams & Natural Information Society
26.04.2017 – CH – Stans – Stanser Musitage
28.04.2017 – IT – Padua – Centro D'Arte
30.04.2017 – AT – Ulrichsberg – Kaleidophon
03.05.2017 – PT – Lisboa – Teatro Maria Matos
04.05.2017 – PT – Guarda – Teatro Municipal da Guarda
05.05.2017 – PT – Coimbra – Salão Brazil
06.05.2017 – PT – Braga – GNRation

King Ayisoba
27.03.2017 – NL – Tilburg – Paradox
28.03.2017 – FR – Lille – Ferblanterie
29.03.2017 – UK – Bristol – Colston Hall Lantern
30.03.2017 – UK – London – CAFE OTO
01.04.2017 – UK – Glasgow – Platform Theatre
02.04.2017 – UK – Bradford – Fuse
03.04.2017 – UK – Brighton – Komedia
04.04.2017 – FR – Paris – La Marbrerie
05.04.2017 – B – Brussels – BRDCST (Glitterbeat night)
06.04.2017 – NL – Amsterdam – DOEK
07.04.2017 – NL – Utrecht – EKKO
08.04.2017 – NL – Rotterdam – Grounds
09.04.2017 – B – Antwerpen – Het Bos
10.04.2017 – DE – Berlin – ACUD
12.04.2017 – DE – Hamburg – Westwerk
13.04.2017 – DE – Leipzig – NATO
14.04.2017 – A – Vienna – FLUC
15.04.2017 – A – Ottensheim – Gasthof zur Post
24.05.2017 – H – Budapest – A38
25.05.2017 – SI – Piran – Druga Godba Festival
26.05.2017 – HR – Zagreb – Mockvara
27.05.2017 – RS – Beograd – TBA
28.05.2017 – MK – Skopje – Offest
29.05.2017 – BG – Sofia – Mixtape 5
30.05.2017 – RO – Bucharest – CONTROL CLUB
31.05.2017 – RO – Bucharest – Control Club
16.06.2017 – CH – Sonnenberg Kriens / Luzern – B-Sides Festival
24.06.2017 – B – Ottignies-Louvain-la-Neuve – Nuit Africane

Laraaji
22.06.2017 – IT – Milan – Terraforma Festival
23.06.2017 – IT – Milan – Terraforma Festival

Noura Mint Seymali
31.03.2017 – FR – Aubervilliers – Banlieues Bleues
31.05.2017 – DE – Hamburg
01.06.2017 – NO – Bergen – Natjazz
03.06.2017 – PL – Wroclaw – NFM Narodowe
06.06.2017 – NL – Rotterdam – Bird
08.06.2017 – SE – Göteborg – Clandestino
10.06.2017 – BE – Ghent – Vooruit

Orkesta Mendoza
21.04.2017 – UK – London – Rich Mix
22.04.2017 – UK – Leeds – Belgrave Music Hall
23.04.2017 – UK – Manchester – Band On The Wall
24.04.2017 – UK – Gateshead – Sage Two
25.04.2017 – UK – Brighton – Komedia
26.04.2017 – UK – Cambridge – Cambridge Corn Exchange
27.04.2017 – FR – Dunkerque – 4 Ecluses
28.04.2017 – CH – Stans – Stanser Musiktage
29.04.2017 – CH – Glarus – Güterschuppen
12.05.2017 – ES – Caceres – WOMAD Caceres
17.05.2017 – FR – Lyon – Epicerie Moderne
19.05.2017 – BE – Liège – Grignoux
20.05.2017 – BE – Gullegem – Kokopelli Festival
21.05.2017 – BE – Brussels – Ancienne Belgique club

Samba Touré
28.04.2017 – NL – The Hague – Pip
29.04-2017 – NL – Rotterdam – Grounds
30.04.2017 – NL – Hoofddorp – Duycker
03.05.2017 – DK – Odense – Dexter
04.05.2017 – DK – Aalborg – Huset
05.05.2017 – DK – Føllenslev – Gimle
06.05.2017 – SW – Malmø – Viktoriateatern
08.05.2017 – DK – København – Tivoli
11.05.2017 – AT – Bleiburg – Altes Brauhaus
12.05.2017 – AT – Steyr – Akku
14.05.2017 – AT – Innsbruck – Treibhaus
18.05.2017 – AT – Salzburg – Oval
19.05.2017 – AT – Dornbirn – Spielboden

Tamikrest
07.04.2017 – DK – Kopenhagen – Global CPH
08.04.2017 – DE – Osnabrück – Lagerhalle
13.04.2017 – FR – Paris – Pan Piper
15.04.2017 – CH – St. Gallen – Palace
16.04.2017 – A – Wels – Schl8hof
18.04.2017 – CH – Zürich – Moods
19.04.2017 – CH – Bern – bee-flat
20.04.2017 – NL – Nijmegen – Doornroosje
21.04.2017 – BE – Roeselare – De Spil
22.04.2017 – BE – Eupen – Alter Schlachthof
23.04.2017 – NL – Rotterdam – Grounds
24.04.2017 – DE – Heidelberg – Karlstorbahnhof
25.04.2017 – DE – Cologne – Yuca
26.04.2017 – DE – Koblenz – Café Hahn
27.04.2017 – DE – Hamburg – Kampnagel
28.04.2017 – DE – Berlin – Lido
29.04.2017 – ES – Huesca – Centro Cultural Manuel Benito Moliner (antiguo Matadero)
30.04.2017 – ES – Valencia – Ram Club de Rambleta
01.05.2017 – ES – Barcelona – Bikini
03.05.2017 – DE – Schorndorf – Manufaktur
04.05.2017 – DE – Wiesbaden – Schlachthof
05.05.2017 – BE – Genk – C-Mine
06.05.2017 – BE – Brüssel – Botanique
08.05.2017 – UK – London – Nell's Jazz and Blues
09.05.2017 – UK – London – Cafe OTO
___________________________________________________________________________

DAYMÉ AROCENA 
CUBAFONÍA
concerti

20 aprile BOLOGNA - Bravo Caffé
21 aprile ROMA -  Auditorium Parco della Musica, Teatro Studio
22 aprile MILANO - Biko Club
_____________________________________________________________________________

“MeetiX: incontri sulle musiche del mondo” al Teatro Sala Uno di Roma 
a cura di Associazione Culturale Tourbilion

Lunedì 27 marzo 2017 
Luisa Cottifogli “Rumì”

Luisa Cottifogli ripropone lo spettacolo "Rumì", nomination al Premio Tenco 2006 (secondo tra i cinque migliori album di musica etnica) e Premio Imola in Musica 2006. "Rumì" è un evento multimediale, un concerto immerso in suggestive video-installazioni e antichi racconti, che unisce magicamente suoni contemporanei e parole di un mondo passato; esalta il contenuto espressivo della melodia popolare ma ne restituisce lo spirito con uno stile moderno, fresco e luminoso, e segna in qualche modo l’assimilazione di sonorità estranee alla tradizione con sfondi di ideazione pop, fusion, jazz, etnici, elettronici e contemporanei, eleganti e sofisticati, che variano e mutano nell’assoluto dominio della fantasia.“È Rumì d'Santa Mareja”- come lo chiamava la gente - è un personaggio realmente esistito nel 1800 sulle strade della bassa romagnola. LUISA COTTIFOGLI è un’artista della voce… voce significa per lei cantare, suonare, recitare, improvvisare, scoprire suoni e viaggiare nelle diverse culture. Un curriculum che pochi musicisti italiani possono vantare: diploma di canto al Conservatorio G.B. Martini di Bologna e di recitazione all’Accademia Antoniana di Arte Drammatica, collaborazioni con Ivano Fossati, Teresa De Sio, Lucio Dalla, Giovanna Marini, The Chieftains, Andrea Parodi, Riccardo Tesi, vocalist per 5 anni del gruppo Quintorigo col quale incide vari lavori discografici. Il suo bagaglio artistico si è arricchito con lo studio e la sperimentazione di approcci diversi alla vocalità, dalla musica antica al jazz, dall'opera contemporanea alle musiche tradizionali del mondo e in particolare a quella indiana, che ha potuto conoscere da vicino grazie ad una borsa di studio. Il suo ultimo progetto discografico "Come un albero d’inverno" (in uscita per Visage Music e prodotto assieme a Gabriele Bombardini), nel quale predominano le voci, è dedicato al Nord, alle montagne e metaforicamente alla dura vita dell’essere umano.

Teatro Sala Uno
Piazza di Porta San Giovanni, 10 - 00185 Roma
Info e Prenotazioni +39 06 86606211 (dalle 13:00) oppure telefonando al 335-8410833
_____________________________________________________________________________

LORENA MCKENNIT
Tour Europeo primavera 2017
A TRIO PERFORMANCE 

Dopo tre recenti tour di grande successo in Canada e Stati Uniti, Loreena McKennitt, autentica icona della musica celtica, annuncia un nuovo tour in trio in 20 città in europee, dal prossimo mese di marzo. I concerti di Loreena, sempre molto apprezzati dal pubblico, racconteranno di musica e storie ispirate dai viaggi esotici della McKennitt alla ricerca delle gesta degli antichi Celti passando per Cina e Mongolia fino ad arrivare al centro della Turchia e dell'Irlanda.  Del tutto particolari gli arricchimenti per l’occasione comprendenti intrecci di mistiche poesie irlandesi di Yeats e scrittori classici come Shakespeare e Tennyson, nonché il materiale estratto dal suo album di maggior successo del 2012 “Troubadours on the Rhine”, nominato ai Grammy e registrato in Germania. Insieme a Loreena troviamo due dei suoi collaboratori musicali di lunga data, il chitarrista Brian Hughes e la violoncellista Caroline Lavelle. Pur essendo solita esibirsi con una band al completo nei suoi tour mondiali, per questo nuovo ciclo di concerti Loreena ha scelto un approccio più intimo per meglio esporre le sue personali e stimolanti storie e per meglio entrare in sintonia con il pubblico. "E 'difficile credere che siano passati cinque anni dall'ultima volta che abbiamo suonato in Europa – sembra sia trascorso un lungo periodo di tempo" dice la McKennitt. "Ci ha sempre entusiasmato suonare fuori dai nostri confini, particolarmente in primavera. Sono davvero impaziente di intraprendere questa nuova avventura e di condividerla con il trio, proprio per via della sua intimità intrinseca. E naturalmente è sempre un piacere incontrare nuove persone e rivedere tutti quelli con cui abbiamo stretto legami nelle occasioni precedenti”. La miscela celtica ed eclettica di McKennitt con sfumature pop, folk e world music le ha permesso di vendere oltre 14 milioni di album in tutto il mondo. Le sue registrazioni hanno raggiunto i livelli di oro, platino e multi-platino in 15 paesi di quattro continenti. E' stata due volte nominata per un Grammy Award e ha vinto due Juno Awards (i Grammy Canadesi), così come un premio alla carriera istituito da Billboard International.  Ha tenuto concerti in alcuni dei luoghi più suggestivi di tutto il mondo, dalla Carnegie Hall al famoso Palazzo Alhambra di Granada, esibendosi per i reali di Spagna, Sua Maestà la Regina Elisabetta II e numerosi capi di stato. Loreena McKennitt  si anche è distinta ed è tuttora impegnata in diverse iniziative filantropiche,  tra le quali  The Cook-Rees Memorial Fund for Water Search and Safety, Falstaff Family Centre,  ed è stata nominata Colonnello Onorario delle Forze aeree Canadesi. Nel 2004 è stata nominata Membro dell’Ordine di Canada e  nel 2013 Cavaliere dell’Ordine Nazionale delle Arti e delle Lettere della Repubblica Francese. 

Queste le date del tour:
23 marzo 2017 
Teatro Politeama Rossetti – Trieste
24 marzo 2017 
Gran Teatro Geox – Padova
26 marzo 2017 
Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica - Roma, 
27 marzo 2017 
Teatro Obihall - Firenze 
28 marzo 2017 
Teatro della Luna di Assago . Milano  

I membri del fanclub potranno acquistare i biglietti in presale su Ticketone a partire dalle ore 10 di mercoledì 28 settembre, mentre le regolari prevendite saranno attive sullo stesso circuito dalle ore 10 di venerdì 30 settembre. 
_______________________________________________________________________________

IDAN RAICHEL 
PIANO SONGS EUROPE AND USA TOUR


Molto conosciuto e amato a livello internazionale come leader del collettivo Idan Raichel Project, dopo 30 concerti sold out con il suo gruppo, ha deciso di prendersi del tempo da dedicare a se stesso e presentarsi al suo pubblico in solo, per condividere in modo intimo e naturale, le sue melodie e la storia di un viaggio artistico lungo quasi 15 anni. Idan, solo sul palco, canterà e suonerà il pianoforte acustico, il piano elettrico, le percussioni, il drum pad & looper e anche qualche strumento giocattolo delle sue due figlie piccole.  Nel corso degli anni, Idan ha collaborato con pop star americane come India.Arie, Dave Matthews e Alicia Keys, senza parlare dei tanti artisti molto conosciuti nei loro paesi: la portoghese Ana Moura, il francese Patrick Bruel, Ornella Vanoni in Italia, Andreas Scholl in Germania, e il maliano Vieux Farka Touré, giusto per nominarne alcuni. Il musicista di Tel Aviv vanta anche una collaborazione importante con altri due grandi artisti del nostro Paese: dietro ad “Amami Amami”, nuovo singolo di Mina e Celentano, c’è la sua firma in qualità di compositore.

Idan Raichel - Ma'agalim (Circles) -  עידן רייכל - מעגלים
Idan Raichel - Ma'agalim (Circles), il brano che ha ispirato "Amami Amami" Nel 2003, Idan Raichel è stato catapultato dall’anonimato alla fama quando il suo brano "Bo'ee," ha sfondato in radio con la sua incantevole miscela di voci etiopi e la seduzione del global pop. Praticamente nell’arco di una notte, l’Idan Raichel Project, progetto nato dalla collaborazione di più di 95 musicisti provenienti da differenti background culturali, è diventato simbolo di quella musica capace di unire le persone e le sue ambiziose collaborazioni interculturali hanno cambiato la scena della musica pop israeliana, offrendo “un’affascinante vetrina per quella parte di Israele giovane, tollerante e multietnica, formatasi al di fuori del pensiero dominante” (Boston Globe). A partire dall’uscita del primo album a livello internazionale con Cumbancha nell’autunno del 2006 The Idan Raichel Project è diventato ambasciatore globale di un mondo diverso, nel quale le collaborazioni artistiche rompono le barriere tra persone di diversa estrazione e credo.  Il Billboard Magazine ha definito l'album dell’Idan Raichel Project “Una delle più affascinanti opere emerse nella world music quest’anno… tour de force multietnico.” Il New York Times lo ha inserito tra le migliori uscite dell’anno, e tutti i media dal Perù al Portogallo sono stati unanimi nel loro elogio. L’album ha ricevuto anche la nomination come “Best World Music Album of the Year” dai BBC Radio 3 Award for World Music.

USA
Apr 25 Englewood, NJ Bergen Performing Arts Center
Apr 26 Vienna, VA The Barns at Wolf Trap
Apr 29 Boston, MA Berklee Performance Center
May 4  San Francisco, CA The Regency Ballroom
May 6  Los Angeles, CA The Luckman Fine Arts Complex
________________________________________________________________________

THE HELIOCENTRICS
(UK- SOUNDWAY RECORDS)
presentano dal vivo in anteprima il nuovo album A WORLD OF MASKS

The Heliocentrics, lo straordinario combo inglese capitanato da Malcom Catto, torna a suonare in Italia ad aprile e presenta in anteprima assoluta i brani del nuovo album A World of Masks, il loro quarto, previsto in uscita a maggio 2017 per la Soundway Records. Sarà l’occasione per far ascoltare al proprio pubblico il nuovo disco prima ancora dell'uscita e anche per questo, ma non solo, si annunciano come tre concerti memorabili. Opening act per tutti e tre i concerti BLUE LAB BEATS, duo londinese formato dal producer NK OK e del multistrumentista Mr DM che ha da poco pubblicato il loro esordio con l'EP ‘Blue Skies’: https://soundcloud.com/blue-lab-beats

6 APRILE BOLOGNA, Locomotiv Club
7 APRILE ROMA, Auditorium Parco della Musica
8 APRILE MILANO, Biko Club
Opening act: BLUE LAB BEATS
_______________________________________________________________________

OMAR SOSA & SECKOU KEITA
Transparent Water Tour

March 25, 2017
Calais, France, Le Channel

Orchestre Symphonique de Bretagne
shows include an opening segment by Omar Sosa-Seckou Keita Trio

March 30, 2017
Liffre, France, Le Centre Culturel
March 31, 2017
Muzillac, France, Le Vieux Couvent
April 1, 2017
Ploermel, France, Ploermel Centre Culturel
April 2, 2017
Saint-Martin-des-Champs, France, Le Roudour
April 4, 2017
Guidel, France, L’Estran
April 6, 2017
Rennes, France, Théâtre National de Bretagne
April 7, 2017
Rennes, France, Théâtre National de Bretagne
April 8, 2017
Ploudalmzeau, France, L'Acardie
 _______________________________________________________________________

DJ CLICK
Paris pour toujours ! Paris forever !
¡ París para siempre !

01/04/17
Bourgoin Jallieu (FR) @ Les Abattoirs - Festival Electrochoc 12 (Dj set)

07/04/17
Paris (FR) @ La Colonie - Le tour du monde en 80 beats (Dj set)

21/04/17
Paris (FR) @ Petit Bain - Révolte (Dj set)

26/04/17
Paris (FR) @ Rosa Bonheur sur Seine - Sevillanas (Dj set)

28/04/17
Paris (FR) @ Les Nautes (Dj set)