Concerti Jazz

I concerti della scena jazz e classica...


I CONCERTI DI DICEMBRE
Sara Jane Morris & Antonio Forcione, Peter Cincotti, Ridillo, Sergio Caputo, le Sorelle Marinetti, Luca Jurman, Johnny O’Neal, Karima, Nick the Nightfly Orchestra e Angels in Harlem Gospel Choir
… E MOLTI ALTRI ANCORA

Per l’ultimo mese dell’anno, dicembre, il BLUE NOTE MILANO, unica sede europea dello storico jazz club di New York (Via Borsieri, 37), riconferma alcuni dei più attesi appuntamenti tradizionali: il gradito ritorno di uno dei cori gospel più importanti al mondo, serate all’insegna delle musiche natalizie, una serata in compagnia del pianista statunitense Peter Cincotti, il leggendario artista internazionale Johnny O’Neal e molto altro ancora! L’ultimo mese di programmazione del 2017 si aprirà con SARA JANE MORRIS & ANTONIO FORCIONE (1 e 2 dicembre), l’incontro tra due artisti dalle lunghe carriere che affondano le radici nell’eredità artistica di Janis Joplin, Tom Waits e Jimi Hendrix; MARILYN IN JAZZ un settetto di eccellenze del jazz italiano che crea un’atmosfera frizzante ma delicata in tributo alla diva del cinema (3 dicembre); il più giovane musicista della storia a raggiungere la vetta della classifica Jazz di Billboard PETER CINCOTTI (5 dicembre); PEPE RAGONESE & THE MIGHTY GROOVIN’ STUFF musicisti di provenienza jazzistica e non, che faranno vibrare il pubblico presentando il nuovo omonimo disco (6 dicembre); gli iTALIAN dIRE sTRAITS, la miglior tribute band dei Dire Straits (7 dicembre); il funk melodico e travolgente degli italianissimi RIDILLO (8 dicembre); SERGIO CAPUTO, che replica la presenza al Blue Note dopo il fulminante sold out di ottobre, questa volta allargando la formazione al quartetto (9 dicembre); il trio delle SORELLE MARINETTI, che accompagnano il pubblico nel loro mondo a suon di swing d’altri tempi e canzoni di Natale (10 dicembre); LUCA JURMAN che trascinerà il pubblico in un viaggio emozionale all’insegna del Soul (15 dicembre); JOHNNY O’NEAL, grande narratore jazz, swing, blues con una conoscenza enciclopedica della tradizione in scena con il suo TRIO (16 dicembre); KARIMA dal jazz al soul, al gospel, porterà sul palco uno show pieno di emozione e grande musica (17 dicembre); uno dei più talentuosi e giovani crooner italiani NAIM, ospite del Blue Note per uno spettacolo di musica e parole (20 dicembre) e il consueto appuntamento con NICK THE NIGHTFLY e la sua ORCHESTRA, che presenteranno un nuovo programma ricco classe e di swing (22 e 23 dicembre). Inoltre, per concludere in bellezza il 2017, l’immancabile appuntamento in compagnia dell’ANGELS IN HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei cori gospel più importanti al mondo (dal 26 al 31 dicembre). Come di consueto, in particolare, per la serata di Capodanno, è prevista la possibilità di partecipare al grande cenone dalle ore 19.30, o di unirsi alla serata alle ore 23.00 per brindare al nuovo anno, sempre accompagnati dalle note dell’Angels in Harlem Gospel Choir (per info: www.bluenotemilano.com). Questi tutti i concerti in programma per il mese di dicembre:

07 dicembre
iTALIAN dIRE sTRAITS
08 dicembre
RIDILLO
09 dicembre
SERGIO CAPUTO
10 dicembre
LE SORELLE MARINETTI IN “NATALE A TUTTO SWING”
15 dicembre
LUCA JURMAN
16 dicembre
JOHNNY O’ NEAL TRIO
17 dicembre
KARIMA – Christmas Time Is Here
20 dicembre
NAIM: A Crooner’s Night
22 dicembre
23 dicembre
NICK THE NIGHTFLY ORCHESTRA
26 dicembre
27 dicembre
28 dicembre
29 dicembre
30 dicembre
ANGELS IN HARLEM GOSPEL CHOIR
31 dicembre
CENONE E BRINDISI DI CAPODANNO CON ANGELS IN HARLEM GOSPEL CHOIR

È ancora in via di definizione la programmazione del mese di gennaio, ma si ripartirà in compagnia del grande FABRIZIO BOSSO QUARTET che presenterà al Blue Note il progetto discografico “Merry Christmas Baby” accompagnato dal suo quartetto e con la partecipazione straordinaria del cantante Walter Ricci (6 gennaio) e si proseguirà con: il ritorno sul palco del Blue Note della CDpM Europe Big band di Bergamo (7 gennaio); HAIKU TRIO feat. KURIYA, BATTINI DE BARREIRO, MALAMAN una formazione speciale che riunisce musicisti di diversa estrazione che si fondono creando uno stile unico, personale e di grande impatto sonoro (10 gennaio); uno dei più grandi artisti italiani EUGENIO FINARDI con l’inedito spettacolo “Finardimente” con cui il cantautore svelerà la sua verità dietro ogni forma di rappresentazioni artistica con un racconto sincero delle emozioni di intere generazioni e della sua musica (12 e 13 gennaio); il ritorno sul palco del Blue Note Milano della cantafiorista ROSALBA PICCINNI (16 gennaio); sarà poi la volta del FLY TRIO di MARK TURNER, LARRY GRANADIER e JEFF BALLARD che porterà il Blue Note sulle più alte vette del jazz moderno (17 gennaio); una miscela esplosiva di Soul, Funk, Jazz, Spy Movies, R’n’B, con il JAMES TAYLOR QUARTET, una delle band che ha definito il genere acid jazz (19 e 20 gennaio). Sono, inoltre, già sicure cinque serate in compagnia degli INCOGNITO, la band pioniera dell’Acid Jazz che in oltre 30 anni di carriera ha pubblicato 15 album in studio e ha visto alternarsi nel proprio organico decine e decine di musicisti e cantanti, sempre di altissimo valore (20, 23, 24, 25, 26 e 27 gennaio), la presenza dell’eclettico duo di ANAT COHEN e MARCELO GONCALVES (30 gennaio) e il mese si concluderà con un progetto d’eccezione che raccoglie alcuni dei migliori talenti del jazz internazionale: SCOTT COLLEY, BENJAMIN KOPPEL ed ENRICO PIERANUNZI (31 gennaio). 

Il BLUE NOTE MILANO, che ha aperto i battenti nel 2003, si estende su una superficie di 1000 metri quadrati con 300 posti a sedere su 3 diversi livelli. L’atmosfera è quella di un elegante jazz club, e da ogni posizione della platea e della balconata lo spettatore può ascoltare le esibizioni di artisti di fama internazionale con il massimo della qualità acustica. La struttura e le dimensioni del locale permettono a tutti di essere ad un passo dai musicisti e godersi appieno il concerto. Come vuole la tradizione ereditata dal leggendario club del Greenwich Village, una serata al Blue Note è anche l’occasione per poter vivere al meglio il binomio musica e cibo. Il servizio si effettua nella stessa sala dei concerti ed offre una cucina semplice ma raffinata, con specialità italiane ed internazionali, un’ampia selezione di vini italiani e francesi, più di 200 cocktail e liquori dal bar e quell’atmosfera speciale che solo il contatto ravvicinato con i grandi artisti, tipico del jazz club, può creare. Ogni sera, salvo lo spettacolo unico della domenica ed eventuali variazioni di calendario tempestivamente segnalate sul sito internet (www.bluenotemilano.com), al Blue Note Milano si tengono due spettacoli (dal martedì al giovedì con inizio alle ore 21.00 e alle ore 23.00 mentre il venerdì e il sabato alle ore 21.00 e alle ore 23.30). I biglietti per i concerti al Blue Note si possono acquistare collegandosi al sito internet www.bluenotemilano.com, o al sito www.vivaticket.it; chiamando l’infoline del Blue Note 02 69016888, oppure direttamente presso il box office del locale. L’orario dell’infoline e del Box Office (aperti dal 4 settembre in via Borsieri, 37) è il seguente: Martedì-Sabato dalle 14.00 alle 22.00. Radio Monte Carlo è la radio ufficiale di Blue Note Milano. Una volta a settimana Nick the Nightfly, storico dj e conduttore di Monte Carlo Nights, nonché direttore artistico del Blue Note, conduce a partire dalle ore 22.00 la sua trasmissione Monte Carlo Nights da un’apposita postazione all’interno del jazz club milanese.
                            
_____________________________________________________________________________

Una stagione da trenta e lode allo 
Zingarò Jazz Club di Faenza

Mercoledì 27 settembre 2017, con il concerto del duo The Godivas, ha preso il via la nuova stagione di concerti dello Zingarò Jazz Club di Faenza. Come di consueto, i concerti sono tutti ad ingresso libero e si terranno di mercoledì, con inizio alle 22, nella splendida sala al numero 11 di Via Campidori. Una stagione di trenta appuntamenti con un filo narrativo in grado di affiancare espressioni più canoniche e formazioni maggiormente rivolte alla sperimentazione: un risultato conseguito grazie alla varietà stilistica delle scelte di Michele Francesconi, direttore artistico della rassegna. Saranno presenti, oltre ai concerti, anche diversi incontri con i protagonisti del panorama jazzistico nazionale: una peculiarità ormai caratteristica che rende lo Zingarò Jazz Club una realtà conosciuta ed apprezzata su tutto il territorio italiano. 

Gli appuntamenti di dicembre

Il programma di dicembre dello Zingarò Jazz Club di Faenza prevede due appuntamenti. Come di consueto, i concerti sono tutti ad ingresso libero e si terranno di mercoledì, con inizio alle 22, nella splendida sala al numero 11 di Via Campidori. Mercoledì 6 dicembre, lo Zingarò Jazz Club ospita un doppio appuntamento, con la presentazione di Storie di Jazz, il libro di Enrico Bettinello, e il concerto dello Schtop-In Trio. Sin dal suo apparire in libreria, Storie di jazz si è rivelato un volume ideale per aprire le porte di questa straordinaria musica a appassionati vecchi e nuovi. Enrico Bettinello presenta il libro allo Zingarò Jazz Club e conduce gli spettattori in un intrigante viaggio attraverso la vita e la musica di decine di jazzisti famosi e meno famosi, spaziando attraverso i decenni e gli stili. Nella seconda parte della serata, lo Schtop-In Trio si proietta nell'arte dell'interplay e dell'improvvisazione. Anche se Alessandro Fabbri, Franco Nesti e Jacopo Martini si conoscono da molti anni ed hanno collaborato in numerose formazioni, non si sono però mai misurati nel formato sobrio del trio. Invenzioni originali e arrangiamenti su composizioni di autori apparentemente lontani tra loro coabitano in un repertorio pensato per emozionare e sorprendere.Jumble nasce dalle tante ispirazioni musicali di Massimo Valentini: i ritmi del Sud America e quelli dell'Est Europa, musica del folklore argentino, ispirazione al periodo barocco e sonorità Manouche. Mercoledì 13 dicembre, quindi, il pubblico appassionato e competente dello Zingarò Jazz Club sarà avvolto dalla musica di Jumble: la formazione si immerge in suoni lontani tra loro geograficamente e culturalmente per mescolare stili ed epoche in una visione del tutto personale.

Mercoledì 6 Dicembre 2017
Enrico Bettinello. Storie di jazz
Presentazione libro 
Schtop-In Trio
Alessandro Fabbri. batteria; Franco Nesti. contrabbasso; Jacopo Martini. chitarra

Mercoledì 13 Dicembre 2017
Massimo Valentini Jumble Music
Massimo Valentini. sax soprano, sax baritono, voce; Andres Eduardo Langer. pianoforte;
Paolo Sorci. chitarre; Filippo Macchiarelli. basso fretless; Gianluca Nanni. batteria

Mercoledì 10 Gennaio 2018
New Magazine
Basilio Dalmonte. tastiere; Danile Corraro. sassofoni; Mirko Guerra. chitarra; Niko Rivola. basso elettrico; Fabio Sartoni. batteria 

Mercoledì 17 Gennaio 2018
Jano 
Emiliano D'Auria. piano, elettronica; Alessia Martegiani. voce; Gianluca Caporale. sassofoni; Maurizio Rolli. basso elettrico; Alex Paolini. batteria

Mercoledì 24 Gennaio 2018
Stefano Coppari New Quartet
Stefano Coppari. chitarra; Nico Tangherlini. pianoforte; Lorenzo Scipioni. contrabbasso;
Jacopo Ausili. batteria

Mercoledì 31 Gennaio 2018
Double Tower Stompers
Debora Bettoli. voce; Andrea Ferrario. sax tenore, sax soprano; Salvatore Vaccaro. trombone; Daniele Dall'Omo. chitarra; Luca Dalpozzo. contrabbasso; Dario Mazzucco. batteria

Mercoledì 7 Febbraio 2018
Sara Jane Ghiotti Group 
(apertura Fiato al Brasile 2018)
Sara Jane Ghiotti. voce; Andrea Taravelli. basso; Simone Migani. pianoforte ;Pasquale Montuori. batteria

Lunedì 12 Febbraio 2018
Chiusura Fiato al Brasile 2018

Mercoledì 14 Febbraio 2018
Helga Plankensteiner "Schubert In Love" 
(Progetto sovvenzionato dalla Provincia Autonoma di Bolzano)
Helga Plankensteiner. sax baritono, voce; Matthias Schriefl. tromba; Gerhard Gschlössl. trombone; Michael Lösch. organo Hammond, pianoforte; Enrico Terragnoli. chitarra, banjo;
Nelide Bandello. batteria 

Mercoledì 21 Febbraio 2018
Jazz Inc.
Alessandro Fariselli. sax tenore; Giacomo Uncini. tromba; Massimiliano Rocchetta. pianoforte; Mauro Mussoni. contrabbasso; Fabio Nobile. batteria

Mercoledì 28 Febbraio 2018
Il Quinto Elemento 
Irene Giuliani, Mya Fracassini, Elisa Mini, Paola Rovai, Stefania Scarinzi. voce

Mercoledì 7 Marzo 2018 
Michele Francesconi Seasons 
Michele Francesconi. pianoforte; Giulio Corini. contrabbasso; Luca Colussi. batteria

Mercoledì 14 Marzo 2018
Quai Des Brumes
Federico Benedetti. clarinetto; Tolga During. chitarra; Roberto Bartoli. contrabbasso

Mercoledì 21 Marzo 2018
Vai Mo' (Tributo a Pino Daniele)
Nello De Leo. chitarra, voce; Alessandro Lapia. basso; Vincenzo Fabbri. tastiere; Roberto "Granito" Morsiani. batteria

Mercoledì 28 Marzo 2018
Secondo
Claudio Zappi. clarinetto; Alessandro Petrillo. chitarra; Milko Merloni. contrabbasso;
Enrico Guerzoni. violoncello

Mercoledì 4 Aprile 2018
Giacomo Toni Trio
Giacomo Toni. voce; Roberto Villa. contrabbasso; Marco Frattini. batteria

Mercoledì 11 Aprile 2018
Allievi Scuola Sarti

Giovedì 17 Maggio 2018
Luca Bragalini presentazione Ellington Sinfonico
con Michele Francesconi al pianoforte, Paolo Ghetti al contrabbasso e Bernardo Guerra alla batteria

Zingarò Jazz Club, Via Campidori, 11. Faenza (RA) Tel: +39.0546.21560
Direzione Artistica: Michele Francesconi
_________________________________________________________________________________

Paolo Fresu ospite della Verdi Jazz Orchestra di Pino Jodice nel Concerto di Natale per OSF
Il 20 dicembre al Teatro Dal Verme tributo a Miles Davis, in programma i brani dell’album capolavoro Kind of Blue


Quest’anno il tradizionale Concerto di Natale a sostegno di Opera San Francesco per i Poveri si celebrerà sulle note jazz di Miles Davis suonate da un ensemble d’eccezione: i venti elementi dell’Orchestra Jazz del Conservatorio G. Verdi di Milano guidati dal Maestro Pino Jodice e il trombettista di fama internazionale Paolo Fresu, ospite dell’orchestra come solista. L’appuntamento è per mercoledì 20 dicembre alle ore 20.30 al Teatro Dal Verme di Milano (via S. Giovanni sul Muro 2). La serata si intitola Tribute to Miles e proporrà l’intero album capolavoro Kind of Blue, tra i dischi di jazz più noti e amati di tutti i tempi. Gli arrangiamenti curati da Pino Jodice sono una rielaborazione per big band dei brani dell’opera, nella loro sequenza originale e completa. Accanto all’esecuzione dei cinque pezzi che compongono questa pietra miliare della musica – So What, Freddie Freeloader, Blue in green, All blues, Flamenco Sketches –  la Verdi Jazz Orchestra e il poliedrico Fresu interpreteranno alcuni brani della sfera più intima e sperimentale di Davis, come Tutu, What it is. Ci sarà inoltre un omaggio a Fresu da parte di Pino Jodice con una sua composizione dedicata alla Sardegna (terra nativa del trombettista) e un arrangiamento del suo brano Inno alla vita. L’intero ricavato del concerto, inserito all’interno della stagione 2017/18 di Serate Musicali, andrà a sostegno del quotidiano impegno di OSF a favore di chi è povero ed emarginato.
_________________________________________________________________________________

Cristiano Arcelli porta al Signorino Jazz Club di Viterbo il nuovo album "Almost Romantic"
VENERDI 8 DICEMBRE ORE 21.30

"Vorrei poter descrivere con la musica degli spazi aperti, freschi e luminosi" 
Cristiano Arcelli

Il tour invernale di Cristiano Arcelli dedicato al nuovo album "Almost Romantic" (prodotto da Encore Jazz) continua venerdì 8 dicembre al Signorino Jazz Club di Viterbo. Insieme all'acclamato sassofonista, saliranno sul palco alle ore 21.30 il contrabbassista Stefano Senni, il batterista Bernardo Guerra e il pianista Simone Graziano. Cristiano Arcelli è uno dei musicisti di punta del jazz italiano. Negli anni, ha collaborato con Enrico Rava, Joe Chambers, Paolo Damiani, Cristina Zavalloni, Dafins Prieto, Paul McCandless, Cyro Baptista, Danilo Rea, Gabriele Mirabassi, Nguyên Lê, Pietro Tonolo e Stefano Battaglia. Le prossime date del tour: il 9 febbraio a Siena al locale Un Tubo Jazz, il 16 febbraio al Teatro Comunale di Gradara per Fano Jazz e il 30 marzo a Perugia al Ricomincio da Tre. L'album “Almost Romantic", uscito la scorsa primavera e prodotto da Encore Jazz, rappresenta una tappa fondamentale nel percorso di Cristiano Arcelli. Accanto a lui ci sono i suoi consueti compagni di viaggio, Bernardo Guerra alla batteria e Stefano Senni al contrabbasso, ma stavolta il trio si apre per accogliere due nuovi musicisti, Simone Grazian al piano e Massimiliano Canneto al violino. Arcelli ha spiegato questa scelta: "Mi piaceva l’idea di avere un gruppo con più suoni: Simone Graziano è un musicista che stimo molto, penso che sia uno dei più originali musicisti di jazz in Italia e il violinista Massimiliano Canneto, che proviene dal mondo classico, hanno dato al suono del gruppo una gamma più vasta di armonici arricchendo la dinamica e il colore della musica”. Nell'album possiamo ascoltare questi grandi talenti suonare in diverse formazioni, dal trio col sassofonio affiancato dalla sezione ritmica al quartetto col piano, fino al quintetto col violino. Arcelli lascia che sia la musica stessa a indirizzare il processo compositivo: "Non penso mai ai titoli dei brani, non scrivo a soggetto, lascio che il pezzo trovi da solo il suo nome una volta finito, mi sembra che così facendo il processo di scrittura sia spontaneo”. Raffinato compositore, Cristiano Arcelli ha scritto per l’Italian Jazz Orchestra, l’Orchestra Bruno Maderna e la Bangkok Symphony Orchestra. Ha inciso 7 album a suo nome: Almost Romantic (Encore Jazz 2017), Solaris (Encore Jazz 2015), Brooks (Auand 2013), Urban Take (Radar – Egea 2009), Bestiario (Radar – Egea 2006), Ricercando (Wide Sound 2002) e Di Terra (Wide Sound 2001). Suoi sono gli arrangiamenti di "Pane e tempesta" e "Il museo dell’innocenza" (Paolo Damiani), "La donna di cristallo" (Cristina Zavalloni), "Radar Band plays Nino Rota" e "Da Istanbul a Napoli" (Cartagena Music Festival), "Diario del ritorno" (Corciano Festival) e "Sera d’autunno" (Trento Jazz). Si è esibito in grandi palchi internazionali come Umbria Jazz, Torino Jazz Festival, Jazz at Lincoln Center (NY), Cartagena Music Festival, Casa del Jazz, European Jazz Expo, Maison de la culture de Grenoble, New Morning (Paris), Saalfelden Jazz Festival, Beijing Internationl Jazz Festival, Amiens, Teatro Regio (Torino), Auditorium Parco della Musica.
________________________________________________________________________________

Al Di Meola 
Tour 2018

02.03.2018 Verden, Germany
04.03.2018 Helsingor, Denmark
06.03.2018 Bern, Switzerland
07.03.2018 Geneva, Switzerland
09.03.2018 Basel, Switzerland
10.03.2018 Zurich, Switzerland
11.03.2018 Baden-Baden, Germany
14.03.2018 Bergheim, Germany
15.03.2018 Gummersbach, Germany
16.03.2018 Nürnberg, Germany
_______________________________________________________________________________

Potagonista della rassegna "Sabato in concerto Jazz" di Loreto Aprutino, Luca di Luzio con il suo Blue(s) Room Trio

Sabato 9 dicembre alle ore 18 per la rassegna "Sabato in concerto Jazz" organizzata dall'Associazione Archivi Sonori presso la Sala Polivalente Farias di Loreto Aprutino (Pescara), il chitarrista e compositore Luca di Luzio sarà protagonista di un live a ingresso libero con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio.Guidato dal chitarrista pugliese, musicista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile, il trio è una energica formazione che da anni si è consolidata sulla scena musicale italiana, completandosi con l'hammondista Sam Gambarini e con il batterista Max Ferri. Il repertorio trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da artisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff, alternando brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader. Luca di Luzio suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funk, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui Marco Tamburini, Max Ionata, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA.

INFO E CONTATTI
Sala Polivalente Farias, via dei Mille 4 - Loreto Aprutino (Pescara)
Ingresso libero
________________________________________________________________________________

Pericopes + 1
Legacy Tour

Pericopes+1 è il collaudato trio transatlantico formato dal sassofonista Emiliano Vernizzi, il pianista Alessandro Sgobbio e il batterista newyorkese Nick Wight. Progetto a vocazione internazionale, Pericopes+1 ha al suo attivo un’intensa attivitàlive  — cento concerti negli ultimi due anni tra US e Europa, con partecipazioni a importanti festival quali ShapeShifter Lab (NYC), Chris’ Jazz Cafe (Philadelphia), Sunside (Parigi), Jazz Club de Grenoble (Francia), Gateshead Jazz Festival(Newcastle), The Jazz Bar (Edinburgo), Jazz & Wine of Peace Festival (Cormons), Masada Jazz Club (Milano), Jazz Dock on 5 Festival (Praga), Stockwerk Jazz —Jazznacht Festival (Graz), solo per citarne alcuni. La musica di Legacy nasce e si sviluppa on the road, a stretto contatto con l’attivitàconcertistica del trio. Le composizioni, tutte originali, combinano elementi jazz e sonorità post-rock e elettriche— una formula che ha suscitato l’interesse di Marco Valente e dell’etichetta Auand Records, da sempre attenta ai nuovi percorsi del jazz made in Italy. I Pericopes+1 saranno in tour a dicembre per presentare il nuovo album Legacy uscito per l’etichetta Auand Records.Altri tour promozionali previsti per l’uscita di Legacy saranno a marzo e aprile 2018. Emiliano Vernizzi • Saxofoni |  Alessandro Sgobbio • Pianoforte | Nick Wight • Batteria

Dec 6 – Villach (Au) – Kulturforum Villach
Dec 7 – Treviso – Binario 1
Dec 8 – Gorizia – Il Carso In Corso
Dec 9 – Deggendorf (De) – Cafe Holler
Dec 10 – Landshut (De) – Schwarzer Hahn
Dec 12 – Parma – Parmajazz Frontiere Festival
Dec 13 – Vicenza – Panic Jazz Club
Dec 14 – Fano – Fano Jazz Club
Dec 15 – Varese – 67 Jazz Club
Dec 19 – Torino – The Mad Dog
_________________________________________________________________________________

Marco Testoni presenta Art-Jazz Experience al Macro di Roma per Musei in Musica 2017
Con lui sul palco Simone Salza al sax e la mobile art di Andrea Bigiarini e degli iPhoneografi del New Era Museum

Il 9 dicembre prossimo, a partire dalle 20.30, il Macro Testaccio ospiterà, all’interno delle iniziative di Musei in musica 2017, Art-Jazz Experience: jazztronica, musica per immagini e fotografia contemporanea saranno i cardini artistici di questo appuntamento che mostrerà al pubblico la forza della contaminazione delle arti. Una performance visionaria di musica e arti visuali all’insegna della Mobile Art che vedrà Marco Testoni, handpan e live electronics, supportato da Simone Salza (sax soprano, Ewi e clarinetto) interagire con “l’uomo comune” descritto dalle fotografie del sorprendente universo iconografico dell’iphoneografo Andrea Bigiarini e degli artisti del NEM - New Era Museum.  L’evento, prodotto da Keysound in collaborazione con ICONIA Lab con la direzione artistica di Mariangela Matarozzo, è un moderno happening, nato da un’idea del musicista Marco Testoni e del fotografo Andrea Bigiarini, concepito attraverso l’interplay tra la musica e le nuove arti visuali realizzate con supporti digitali mobili quali smartphone e tablet. Una nuova forma d’arte popolare capace di esprimere una poetica emozionale attraverso l’utilizzo dei nuovi ma ormai comuni linguaggi digitali con i quali gli spettatori sono accompagnati verso una fruizione senza frontiere e con una moltitudine di sguardi e prospettive sonore. Durante il concerto, eseguito con un particolarissimo set di handpan e live electronics, si rinnoverà la collaborazione artistica di Testoni con il sassofonista Simone Salza, con il quale già condivide l’esperienza con il gruppo Pollock Project, e con il fotografo Andrea Bigiarini del New Era Museum con cui ha iniziato da tempo una serie di progetti di musica visuale all’interno di eventi dedicati alla iPhoneografia come The Unexpected Happening presentato nel 2016 all’Auditorium Parco della Musica di Roma e nel 2017 Equinox Experience all’Auditorium S. Stefano al Ponte di Firenze. La performance prevede un concerto, la proiezione di scatti realizzati dai fotografi della scena internazionale della Mobile Art selezionati da Andrea Bigiarini ed un photoshooting estemporaneo aperto al pubblico, all’interno del padiglione del Macro, con la partecipazione di fotografi del NEM quali tra gli altri William Nessuno, Marco Di Battista e lo stesso Bigiarini. Una texture che, secondo un format collaudato, sarà focalizzata sull’uomo dei nostri giorni, l’uomo comune nella sua unicità e originalità. Una performance che vuole riproporre in chiave contemporanea l’azione dell’artista americano Andy Warhol che per anni, all’interno di club e gallerie d’arte di New York, ha immortalato artisti e personaggi che diverranno delle icone della cultura degli anni ’70 e ’80. Così come vuole proseguire l’esperienza ed i primi esempi di interazione fra musica underground e arti visuali portati avanti negli anni sessanta con Le Stelle di Mario Schifano durante alcuni concerti al Piper di Roma.
_________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________

Brubeck was Right
Lucrezio de Seta Trio
European Tour
Dal 4 al 16 dicembre in Italia, Germania, Belgio

Un disco originale e dinamico caratterizzato da una forte intensità emozionale, che alterna brani originali poetici e passionali a rielaborazioni moderne dei più grandi standard della tradizione jazzistica. Questa la vera essenza di “Brubeck was Right!” secondo lavoro da leader di Lucrezio de Seta uscito per l’etichetta Headache Production (www.headacheproduction.com). Dal 4 al 16 dicembre 2017 il batterista romano sarà impegnato in un tour europeo che toccherà Italia, Germania e Belgio con una formazione completata da Ettore Carucci al pianoforte e Lorenzo Feliciati al basso. Brubeck was right è un progetto fresco, coinvolgente, caratterizzato da un sound originale che strizza l’occhio tanto alla tradizione quanto ai più moderni dettami estetici del jazz moderno. Il chiaro riferimento alla storica figura di Dave Brubeck, infatti, pur non venendo mai citato attraverso le sue celebri composizioni, è alla base di questo trio che reinterpreta famosi standard ed elabora composizioni originali (tutte a firma di Carucci) esplorando metriche dispari e ricercando una pronuncia originale ed immediata. Una formazione ricca di groove, dunque, in cui la batteria di Lucrezio de Seta, divisa tra tempi irregolari e pronunce swingate, trova la corretta vena interpretativa per rielaborare grandi classici del jazz. A fare il resto ci pensano il pianismo moderno di Ettore Carucci, caratterizzato da una grande padronanza del fraseggio e del comping mai banale, e il basso di Lorenzo Feliciati, perfetto nell’esecuzione e azzeccato nello stile asciutto e diretto. Brubeck was Right! è un progetto innovativo, dalla forte vena creativa che partendo dalla tipica formazione in trio acustico si evolve senza timidezze reverenziali di stampo stilistico, dando vita ad arrangiamenti moderni e composizioni originali che ben si collocano nel panorama jazzistico più attuale.

Tour
4 dicembre – Rodaviva / Cava dei Tirreni
5 dicembre – Casa del Jazz / Roma
6 dicembre – Bugatti Jazz Club / Terni
7 dicembre – Il Gesto / Perugia
8 dicembre – Osteria del Quinto / Cremona
9 dicembre – Teatro della Società / Mombaruzzo
10 dicembre – Unisono Concert Hall / Feltre
11 dicembre - Mille e Una Nota / Alba
12 dicembre – Cantina Garibaldi / Cavriago (RE)
13 dicembre – Senseble Teather/ Augusta
14 dicembre – Blue Fabrik / Dresda
15 dicembre – B-Flat / Berlino
16 dicembre – Sounds Jazz Club / Bruxelles
_________________________________________________________________________________


SPIRIT DE MILAN
Il programma di DICEMBRE del locale meneghino dal sapore vintage 
Il 2 dicembre NORMA MILLER festeggia sul palco 98 anni!
31 dicembre il CAPODANNO swing!

Proseguono i concerti e gli eventi dello SPIRIT DE MILAN, lo spazio a Milano dal sapore vintage, nato nella gloriosa struttura delle Cristallerie Fratelli Livellara (via Bovisasca, 59), la “cattedrale” dove ballare, bere, mangiare e ridere! Un luogo in cui si incontrano la cultura swing, la passione per la bellezza e la tradizione, in cui si celebrano i grandi della tradizione, alla riscoperta del fascino di Milano e della “milanesità”. Questi gli appuntamenti del mese di dicembre confermati:

Venerdì 1 dicembre la serata Bandiera Gialla con la band di giovani musicisti Re - Beat che ripercorre la beat generation, da Gianni Morandi a Caterina Caselli passando dai Beach Boys fino alle colonne sonore di Pulp Fiction e Pretty Woman.
Sabato 2 dicembre torna allo Spirit de Milan NORMA MILLER! La regina dello swing festeggia i 98 anni sul palco con un concerto esplosivo!
Domenica 3 dicembre Spirit in Blues con i Blues Ghetto, quartetto caratterizzato dai suoni scarni e caustici di forte impatto emotivo, che presenta allo Spirit il primo album “Donw in the Ghetto".
Martedì 5 dicembre: TACCHI, DADI E DATTERI con Franco Visentin e amici.
Mercoledì 6 dicembre: CRISTAL/MILONGA AL AIRE LIBRE con il Tango Trio En Vivo.
Venerdì 8 dicembre: BANDIERA GIALLA con i Funky Town: la potenza del soul vecchio stile, la libertà del funk, in un sound avvolgente.
Sabato 9 dicembre: HOLY SWING NIGHT con The Blind Rats, band che propone un repertorio di brani degli anni 30 e 40, composta da pianoforte, ukulele, tromba e contrabbasso.
Domenica 10 dicembre: Vasco Bolasco, giovane artista che con il suo pianoforte mette in scena un dialogo fra spiritualità e ragione che si esprime in musica.
Martedì 12 dicembre: il ritmo dei MAHBUHBAH.
Giovedì 14 dicembre: BARBERA & CHAMPAGNE con la popular folk band di sei elementi Ciapa No, il loro repertorio spazia dalla tradizione popolare d’osteria alla canzone d’autore, dai ritmi folk ai canti della Resistenza e delle lotte operaie.
Venerdì 15 dicembre: BANDIERA GIALLA il sound impetuoso, dinamico, magnetico e assolutamente hawaitaliano degli YOUKOOLAYLAY.
Domenica 17 dicembre: SPIRIT IN BLUES con i Limido Brothers.
Mercoledì 20 dicembre: Rock Files live! di LifeGate.
Giovedì 21 dicembre: BARBERA & CHAMPAGNE con i The Cadregas, progetto che nasce dalla voglia di provare a ricreare le atmosfere della vecchie trattorie milanesi proponendo i canti della tradizione lombarda.
Venerdì 22 dicembre: BANDIERA GIALLA con la band Mary & The Quants che spazia dal beat e pop italiano ai classici R&B e soul della Motown fino alla musica british.
Sabato 23 dicembre: HOLY SWING NIGHT con i migliori swingmen della Hot Crystal Rhythmakers.
Mercoledì 27 dicembre: CRISTAL/MILONGA AL AIRE LIBRE.
Giovedì 28 dicembre: BARBERA & CHAMPAGNE con il duo Senza biro, formato da Nadir Scartabelli e Antonio Curedda, protagonisti per una serata omaggio al cantautore milanese Enzo Jannacci che sdoganò presso il grande pubblico (anche quello bene) “i scarp del tennis”, con un monologo cantato tanto reale quanto grottesco.
Venerdì 29 dicembre: BANDIERA GIALLA con i Dance Angels e il loro repertorio dance degli anni ‘70 e ’80.
Domenica 31 dicembre: Capodanno 2018! Pensato per ballare lindy hop, shag e balboa fino all’alba, rigorosamente con musica dal vivo e con una battaglia tra band! Si inizia alle 20.30 con un aperitivo di benvenuto, per poi cenare sulle note del dj Fabio Rutigliano e prepararsi all’arrivo della mezzanotte con i Chicago Stompers Swingtet sul palco. Il nuovo anno comincerà con una battaglia a ritmo swing tra Jumping Jive e Chicago Stompers (info e costi: http://spiritdemilan.it/new-years-swing-night_2018/).

Oltre all’ottima musica dal vivo, alle risate e al ballo, allo SPIRIT DE MILAN vengono accontentati anche gli amanti della buona tavola: dall’orario dell’aperitivo a notte fonda, è possibile gustare il meglio dei piatti della cucina milanese “della nonna” circondati dall’atmosfera sincera da “vecchia Milano”. Dal martedì alla domenica, infatti, allo SPIRIT DE MILAN si alternano 6 serate tutte all’insegna della buona musica - sempre rigorosamente dal vivo - e del divertimento, mentre tanti ospiti raccontano i segreti della Milano nascosta e dimenticata: si comincia il martedì con il cabaret della serata “TACCHI, DADI E DATTERI”; mercoledì è dedicato agli amanti del tango con la serata “CRISTAL/MILONGA AL AIRE LIBRE”; il giovedì è la volta dell’appuntamento milanese “BARBERA & CHAMPAGNE”, alla riscoperta della Milano in bianco e nero fissate nelle istantanee; venerdì spazio al meglio della musica anni 60/70/80, italiana e non solo con la serata “BANDIERA GIALLA”; sabato l’atmosfera cambia con la “HOLY SWING NIGHT”, che conferma lo Spirit de Milan come punto di riferimento in Italia della comunità swing internazionale; domenica, infine, via libera al jazz, al blues e all’improvvisazione con “SPIRIT IN BLUES” o “JAZZ ‘N’ SPIRIT”. Oltre all’ottima musica dal vivo, alle risate e al ballo, allo SPIRIT DE MILAN vengono accontentati anche gli amanti della buona tavola: dall’orario dell’aperitivo a notte fonda, è possibile gustare il meglio dei piatti della cucina milanese “della nonna” circondati dall’atmosfera sincera da “vecchia Milano”. Allo scoccare del secondo anno di attività Spirit de Milan apre le porte a partner che vogliano contribuire attivamente al progetto, consentendo una crescita della qualità nei prodotti e nella realizzazione degli eventi. Il Birrificio Angelo Poretti è stato il primo con cui Spirit de Milan abbia stipulato un accordo annuale: due brand che dialogano nella condivisione di valori, concetti chiave e sogni. Spirit de Milan è un’associazione di promozione sociale; la tessera annuale non obbligatoria (valida fino al 31 dicembre) prevede un contributo di 15 euro e consente di avere riduzioni sulle serate a pagamento, oltre a dare la possibilità di partecipare ad eventi organizzati ad hoc per i soci. Le porte aprono alle 19.30, i concerti iniziano intorno alle 22.00, se non specificate eccezioni. Tutti i sabati l’ingresso per i tesserati è di 5€ entro le 21.30/10€ consumazione compresa; per i non tesserati è di 7€ entro le 21.30/15€ consumazione compresa. Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e già ideatrice del festival SWING’N’MILAN. Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°. 

Per info e dettagli sugli eventi http://spiritdemilan.com/