Concerti Jazz

I concerti della scena jazz e classica...


I concerti di FEBBRAIO
Matthew Lee, Jason Marsalis, Martha High & the Soul Cookers, The Three Ladies of Blues, Ray Gelato & The Giants, Claudio Fasoli Samadhi Quintet, Billy Cobham, Lionel Loueke Trio e molti altri ancora…
…e a MARZO si continua con
Paolo Fresu, Tony Levin Stick Men, Steve Kuhn Trio, Joshua Redman, Didier Lockwood, Martha Reeves & The Vandellas, Michael Landau, Toquinho, Scott Henderson …e molti altri

Grandi serate in programma per il mese di febbraio al Blue Note di Milano (Via Borsieri, 37), l’unica sede europea dello storico jazz club di New York. Il locale di punta della scena milanese ospiterà diversi artisti italiani ed internazionali pronti a coinvolgere il pubblico in concerti imperdibili, tra jazz, swing, soul e pop e rinnoverà il consueto appuntamento durante la settimana di San Valentino con RAY GELATO & THE GIANTS! Di seguito tutti gli imperdibili appuntamenti del mese di febbraio! Si comincia con il grande quintetto vocale degli ALTI & BASSI, per uno spettacolo che è un mix di intrattenimento, musica, cultura e una punta di ironia (1 febbraio); MATTHEW LEE, il virtuoso del piano che torna a sound di rock’n’roll dopo i sold out delle scorse stagioni (2 febbraio); I BIG ONE, la migliore Tribute Band europea per l’esecuzione integrale della musica dei Pink Floyd e in particolare per le versioni live dei migliori concerti della band inglese (3 febbraio); GIOVANNI GIORGI, PIETRO TONOLO e GIANCARLO BIANCHETTI feat. PANCHO RAGONESE con “ElectroMonk”, un racconto acustico in cui le composizioni di Thelonious Monk sono utilizzate come trampolino creativo dalla band che offre in repertorio anche materiale originale (4 febbraio); JASON MARSALIS, uno dei fenomeni del jazz più interessanti sulla scena musicale internazionale. Le composizioni originali che Marsalis presenta con la sua band spaziano da sincopati blues a temi dal suono più classico, a brani dal sapore post-bop con particolari sezioni contrappuntistiche, oltre a riarrangiamenti di pietre miliari della tradizione jazz (6 febbraio); MISS MARTHA HIGH, una delle cantanti più ricercate della musica nera, che all’età di 72 anni è considerata “la Diva del Soul-Funk planetario” per la sua voce potente, raffinata e avvolgente , accompagnata sul palco dai SOUL COOKERS (7 febbraio); uno dei più stimati sassofonisti della nuova generazione, DAYNA STEPHENS, merito di un bellissimo suono “middleweight” che riecheggia tanto i musicisti pre-bop quanto Hank Mobley, e di uno stile compositivo misurato e stimolante (8 febbraio); THE THREE LADIES OF BLUES con il loro tributo alle cantanti storiche della Black Music come Bessie Smith, Billie Holiday ed Ella Fitzgerald (9 e 10 febbraio); l’omaggio alla musica italiana e francese del formidabile quartetto di Roberto Gatto, Fabio Zeppetella, Emmanuel Bex e Geraldine Laurent in CHANSONS! (11 febbraio); l’immancabile appuntamento con RAY GELATO & THE GIANTS (13, 14, 15 16 e 17 febbraio); l’eclettica formazione di CLAUDIO FASOLI, che presenta l’ultimo lavoro discografico (18 febbraio); uno dei talenti riconosciuti e più richiesti, vincitore del Grammy Award, WAYNE ESCOFFERY, sassofonista americano d’adozione e inglese di nascita, che sarà sul palco del Blue Note con il suo quartetto (20 febbraio); il ritorno del grande batterista panamense BILLY COBHAM che presenta per la prima volta il suo Crosswinds Project (22, 23 e 24 febbraio); il compositore, produttore, arrangiatore e tastierista jazz, JASON MILES che al Blue Note presenterà il progetto “Kind Of New” ispirato alle Cellar Door Sessions del 1970 di Miles Davis: sarà un viaggio nel futuro del jazz attraverso improvvisazione e fusione di suoni elettronici e acustici (25 febbraio); la chitarra jazz moderna e contaminata dalle melodie e i ritmi africani del beninese LIONEL LOUEKE (27 febbraio) e per chiudere il mese la formazione musicale “TIMELIN3” composta da Maxx Furian, Federico Malaman, Alberto Bonacasa e Marco Scipione che propone un repertorio di brani originali in cui si evidenziano le diversità ritmiche, armoniche e melodiche che hanno influenzato nel tempo questo affascinante percorso musicale del jazz. Questi tutti i concerti (con relativi orari) in programma per il mese di gennaio:

02 febbraio ore 21.00/23.30
MATTHEW LEE
03 febbraio ore 21.00/23.30
BIG ONE
04 febbraio ore 21.00
GIORGI, TONOLO, BIANCHETTI ft. RAGONESE con “ELECTROMONK”
06 febbraio ore 21.00
JASON MARSALIS
07 febbraio ore 21.00/23.00
MARTHA HIGH & THE SOUL COOKERS
08 febbraio ore 21.00
DAYNA STEPHENS GROUP
09 febbraio ore 21.00/23.30
10 febbraio ore 21.00/23.30
THE THREE LADIES OF BLUES
11 febbraio ore 21.00
GATTO – ZEPPETELLA – BEX – LAURENT IN “CHANSONS!”
13 febbraio ore 21.00/23.00
14 febbraio ore 21.00/23.00
15 febbraio ore 21.00/23.00
16 febbraio ore 21.00/23.30
17 febbraio ore 21.00/23.30
RAY GELATO & THE GIANTS
18 febbraio ore 21.00
CLAUDIO FASOLI SAMADHI QUINTET 
20 febbraio ore 21.00/23.00
WAYNE ESCOFFERY QUARTET 
22 febbraio ore 21.00/23.00
23 febbraio ore 21.00/23.30
24 febbraio ore 21.00/23.30
BILLY COBHAM’S CROSSWINDS PROJECT
25 febbraio ore 21.00
JASON MILES “KIND OF NEW” ft. THEO CROKER
27 febbraio ore 21.00
LIONEL LOUEKE TRIO
28 febbraio ore 21.00
TIMELIN3 feat. FURIAN – MALAMAN – BONACASA – SCIPIONE

A marzo, sono già molti i grandi nomi confermati nella programmazione del locale, tra questi si parte con il grande PAOLO FRESU insieme al suo “Devil Quartet” con cui presenterà live il loro ultimo album Carpe Diem (1 e 2 marzo), e per una serata unica, il 3 marzo, il trombettista si esibirà sullo stesso palco con due delle sue formazioni storiche e più note: il Quintet e il Devil Quartet; STICK MEN, la grand band progressive rock, in cui militano Tony Levin e Pat Mastelotto, da oltre trent’anni il cuore pulsante della ritmica dei King Crimson (4 marzo); STEVE KUHN, gigante assoluto nel panorama jazz internazionale di tutti i tempi con oltre cinquant’anni di carriera e un tocco straordinariamente lirico e avvolgente (6 febbraio); JOSHUA REDMAN, tra i sassofonisti più originali e interessanti attivi sulla scena jazz internazionale, insieme al Reis-Demuth-Wiltgen Trio, una delle più interessanti formazioni jazz emerse nella scena europea (7 marzo); Il giovane artista partenopeo WALTER RICCI, protagonista non solo come cantante ma anche come pianista, insieme a Michele Bianchi, musicista versatile ed elegante alle chitarre, Daniele Sorrentino al basso, garanzia di classe e solidità, e l’inossidabile Lorenzo Tucci alla batteria (11 marzo); la leggenda del soul e del rythm’n’blues, MARTHA REEVES con la sua band al completo, The Vandellas with Full Band (14 e 15 marzo); uno dei più grandi chitarristi al mondo, MICHAEL LANDAU: artista solista strumentale, turnista di fama mondiale, maestro di session di registrazioni e “chitarrista dei chitarristi”.  Tra le collaborazioni Miles Davis, Michael Jackson, B.B. King, Joni Mitchell, Pink Floyd, Seal e James Taylor, per citarne solo alcuni (16 marzo); l’eclettico batterista MARK GUILIANA, alla guida del suo quartetto jazz (18 marzo). Il grande chitarrista e cantante brasiliano TOQUINHO che ha pubblicato decine di dischi, molti con Vinícius de Moraes e Ornella Vanoni, che egli considera come una delle migliori cantanti del mondo. La sua fama in Italia arriva nel 1969 con il disco “La vita, amico, è l’arte”. Toquinho si dedica costantemente alla valorizzazione della bossa nova tenendo concerti in tutto il mondo (24 marzo); il chitarrista statunitense SCOTT HENDERSON che iniziò a calcare le scene musicali nel sud della Florida suonando brani dei Led Zeppelin fino a James Brown. Durante la sua carriera è arrivato ai vertici della scena musicale jazz-rock e a collaborazioni con artisti del calibro di Chick Corea, il violinista Jean-Luc Ponty, con i Weather Report ed i Tribal Tech, Victor Wooten, e Steve Smith (28 marzo).

BLUE NOTE SCOMMETTE SU BLUE NOTE OFF
Presentato il progetto che ha l’obiettivo di portare il jazz dello storico locale di via Borsieri in location inusuali. Primo fra tutti il Sisal Wincity di Piazza Diaz Milano.

È stato presentato questa mattina presso il Sisal Wincity di Piazza Diaz la prima parte del programma di Blue Note Off, il nuovo brand di Blue Note Milano (parte di Casta Diva Group) che ha come obiettivo portare il jazz in location unconventional. Una bella iniziativa quella di Blue Note Milano che, con Blue Note Off, vuole offrire al grande pubblico l’opportunità di ascoltare artisti di fama internazionale e giovani talenti in vari luoghi della città. Una grande opportunità anche per tutte quelle aziende e location interessate ad aprire le porte ai propri stakeholder e ai cittadini e che Sisal Wincity ha subito colto. Il programma di Blue Note Off parte infatti da Sisal Wincity di Piazza Diaz che ospiterà ben 14 concerti a partire dal 5 febbraio e che vede protagonisti, tra i primi: Ragonese Bros, Naim, “Lands Project” Decorato e Costantini, Pat Rich, Lady Dillinger seguiti da molti altri. “Blue Note Off si inserisce chiaramente nel solco già tracciato dalle prime due edizioni di JAZZMI”, affermano Andrea De Micheli e Luca Oddo, rispettivamente Amministratore Delegato e Presidente di Casta Diva Group, società di comunicazione che gestisce il Blue Note. “Con il festival di novembre abbiamo portato il jazz in banca, nei teatri, in biblioteca e nelle librerie. Con Blue Note Off ci auguriamo che questa tendenza possa durare tutto l’anno, diventando una piacevole colonna sonora delle serate tra le vie della città e ringraziamo Sisal Wincity per aver creduto fin da subito nel progetto e averlo reso immediatamente fruibile ai milanesi”. “Sono entusiasta di partecipare a questa iniziativa del Blue Note, da sempre una delle più importanti e riconosciute vetrine dei più noti artisti musicali, che ha deciso con Blue Note Off di varcare i confini del tempio del Jazz per rendere la musica accessibile anche in location polifunzionali e versatili come il Sisal Wincity di Piazza Diaz a Milano che nel corso degli ultimi anni ha stretto varie ed importanti partnership: Harlem Globetrotters Italian Tour, Milano City Marathon, Milano Film Festival, Interni – Salone Internazionale del Mobile”, ha sottolineato Francesco Durante – AD Sisal Entertainment. “Spirito di aggregazione, intrattenimento e socializzazione sono da sempre i tratti distintivi di Sisal Wincity ed anche per questo abbiamo accolto per primi e con entusiasmo l’opportunità di rendere disponibile la musica ad un pubblico allargato e di offrire l’ingresso gratuito agli eventi in programma. “La partnership con il Blue Note Off, che ringrazio” - prosegue Durante - “rappresenta per noi un ulteriore passo a sostegno del progetto strategico di Sisal Wincity finalizzato con questa collaborazione ad offrire ai milanesi uno spazio dove la dimensione del gioco sposa l’intrattenimento e la socializzazione e dove, oltre alla musica e ad una ristorazione di qualità, sempre più continueranno ad esserci manifestazioni e spettacoli di grande interesse per assicurare momenti di divertimento unici nel loro genere”.

Il BLUE NOTE MILANO, che ha aperto i battenti nel 2003, si estende su una superficie di 1000 metri quadrati con 300 posti a sedere su 3 diversi livelli. L’atmosfera è quella di un elegante jazz club, e da ogni posizione della platea e della balconata lo spettatore può ascoltare le esibizioni di artisti di fama internazionale con il massimo della qualità acustica. La struttura e le dimensioni del locale permettono a tutti di essere ad un passo dai musicisti e godersi appieno il concerto. Come vuole la tradizione ereditata dal leggendario club del Greenwich Village, una serata al Blue Note è anche l’occasione per poter vivere al meglio il binomio musica e cibo. Il servizio si effettua nella stessa sala dei concerti ed offre una cucina semplice ma raffinata, con specialità italiane ed internazionali, un’ampia selezione di vini italiani e francesi, più di 200 cocktail e liquori dal bar e quell’atmosfera speciale che solo il contatto ravvicinato con i grandi artisti, tipico del jazz club, può creare. Ogni sera, salvo lo spettacolo unico della domenica ed eventuali variazioni di calendario tempestivamente segnalate sul sito internet (www.bluenotemilano.com), al Blue Note Milano si tengono due spettacoli (dal martedì al giovedì con inizio alle ore 21.00 e alle ore 23.00 mentre il venerdì e il sabato alle ore 21.00 e alle ore 23.30). I biglietti per i concerti al Blue Note si possono acquistare collegandosi al sito internet www.bluenotemilano.com, o al sito www.vivaticket.it; chiamando l’infoline del Blue Note 02 69016888, oppure direttamente presso il box office del locale. L’orario dell’infoline e del Box Office (aperti dal 4 settembre in via Borsieri, 37) è il seguente: Martedì-Sabato dalle 14.00 alle 22.00. Radio Monte Carlo è la radio ufficiale di Blue Note Milano. Una volta a settimana Nick the Nightfly, storico dj e conduttore di Monte Carlo Nights, nonché direttore artistico del Blue Note, conduce a partire dalle ore 22.00 la sua trasmissione Monte Carlo Nights da un’apposita postazione all’interno del jazz club milanese.

_____________________________________________________________________________

Una stagione da trenta e lode allo 
Zingarò Jazz Club di Faenza

Mercoledì 27 settembre 2017, con il concerto del duo The Godivas, ha preso il via la nuova stagione di concerti dello Zingarò Jazz Club di Faenza. Come di consueto, i concerti sono tutti ad ingresso libero e si terranno di mercoledì, con inizio alle 22, nella splendida sala al numero 11 di Via Campidori. Una stagione di trenta appuntamenti con un filo narrativo in grado di affiancare espressioni più canoniche e formazioni maggiormente rivolte alla sperimentazione: un risultato conseguito grazie alla varietà stilistica delle scelte di Michele Francesconi, direttore artistico della rassegna. Saranno presenti, oltre ai concerti, anche diversi incontri con i protagonisti del panorama jazzistico nazionale: una peculiarità ormai caratteristica che rende lo Zingarò Jazz Club una realtà conosciuta ed apprezzata su tutto il territorio italiano. 

Gli appuntamenti del mese di febbraio
Quattro appuntamenti al mercoledì e la ormai tradizionale chiusura della settimana di Fiato al Brasile: questo il menù dello Zingarò Jazz Club di Faenza per il mese di febbraio. Come di consueto, i concerti sono tutti ad ingresso libero e si terranno di mercoledì, con inizio alle 22, nella splendida sala al numero 11 di Via Campidori.  Sara Jane Ghiotti (mercoledì 7 febbraio) affronta in questo suo nuovo progetto tre grandi compositori - Edu Lobo, Milton Nascimento e Guinga - per un vero viaggio nella musica Popolare Brasiliana, dallo Choro, alla bossa nova, al Samba. Ne risulta un suono jazzistico che non snatura l'anima popolare del progetto e ne rivela la chiave della contaminazione, vero cuore vibrante di questa musica. Lunedì 12 febbraio è in programma il tradizionale concerto di chiusura di Fiato al Brasile. Plankton (mercoledì 14 febbraio) è il sestetto internazionale guidato dalla sassofonista e cantante altoatesina Helga Plankensteiner e si muove sul crinale tra tradizione e modernità. Il nuovo progetto della formazione - sovvenzionato dalla Provincia Autonoma di Bolzano - presenta una collezione di Lieder di Schubert in arrangiamenti sorprendenti. Jazz Inc. (mercoledì 21 febbraio) è un ensemble eclettico e versatile, il suo linguaggio spazia dall'hard-bop jazz al soul-jazz. Nei loro concerti e nel disco da poco pubblicato, la formazione riprende con energia e vitalità tutto il senso del blues e la forza espressiva che contraddistingue le atmosfere e i brani del genere. Il Quinto Elemento (mercoledì 28 febbraio) è un quintetto vocale a cappella formato da cinque soliste toscane provenienti da mondi musicali diversi. Voci che si fondono, senza altri strumenti o artifici per intepretare brani di diversa provenienza, sia stilistica che geografica: un ventaglio stilistico ampio che il quintetto affronta con misurata personalità.

Mercoledì 21 Febbraio 2018
Jazz Inc.
Alessandro Fariselli. sax tenore; Giacomo Uncini. tromba; Massimiliano Rocchetta. pianoforte; Mauro Mussoni. contrabbasso; Fabio Nobile. batteria

Mercoledì 28 Febbraio 2018
Il Quinto Elemento 
Irene Giuliani, Mya Fracassini, Elisa Mini, Paola Rovai, Stefania Scarinzi. voce

Mercoledì 7 Marzo 2018 
Michele Francesconi Seasons 
Michele Francesconi. pianoforte; Giulio Corini. contrabbasso; Luca Colussi. batteria

Mercoledì 14 Marzo 2018
Quai Des Brumes
Federico Benedetti. clarinetto; Tolga During. chitarra; Roberto Bartoli. contrabbasso

Mercoledì 21 Marzo 2018
Vai Mo' (Tributo a Pino Daniele)
Nello De Leo. chitarra, voce; Alessandro Lapia. basso; Vincenzo Fabbri. tastiere; Roberto "Granito" Morsiani. batteria

Mercoledì 28 Marzo 2018
Secondo
Claudio Zappi. clarinetto; Alessandro Petrillo. chitarra; Milko Merloni. contrabbasso;
Enrico Guerzoni. violoncello

Mercoledì 4 Aprile 2018
Giacomo Toni Trio
Giacomo Toni. voce; Roberto Villa. contrabbasso; Marco Frattini. batteria

Mercoledì 11 Aprile 2018
Allievi Scuola Sarti

Giovedì 17 Maggio 2018
Luca Bragalini presentazione Ellington Sinfonico
con Michele Francesconi al pianoforte, Paolo Ghetti al contrabbasso e Bernardo Guerra alla batteria

Zingarò Jazz Club, Via Campidori, 11. Faenza (RA) Tel: +39.0546.21560
Direzione Artistica: Michele Francesconi
_________________________________________________________________________________

"Moresche ed altre invenzioni": 
esce il nuovo album di Maria De Vito con il suo Ensemble Burnogualà,
presentato live all'Auditorium Parco della Musica

Un album inedito e totalmente innovativo nel panorama musicale italiano e internazionale: il 3 marzo 2018 sarà presentato all'Auditorium Parco della Musica “Moresche ed altre invenzioni” (edito da Parco della Musica Records) di Maria Pia De Vito insieme alle 20 voci del suo Ensemble Burnogualà, accompagnate da pianoforte, contrabbasso, kora, organetto, balafon, zampogna. Sarà presentato sabato 3 marzo al Teatro Studio “Gianni Borgna” dell'Auditorium Parco della Musica di Roma “Moresche ed altre invenzioni”, il nuovo album di Maria Pia De Vito insieme al suo Ensemble Burnogualà, edito da Parco della Musica Records. Dopo un lungo lavoro di ricerca creativa compiuto attorno alle “Moresche” del compositore fiammingo Orlando di Lasso (XVI sec.) e le performance in prestigiosi Festival e in luoghi non convenzionali - è divenuto virale il video della spettacolare performance nel mare di Ventotene durante il Festival “Rumori nell’Isola” 2015 - Maria Pia De Vito e l'Ensemble giungono finalmente a questo lavoro discografico con un materiale inedito e totalmente innovativo nel panorama musicale italiano e internazionale, arricchito dalla presenza di molti ospiti speciali: il chitarrista Ralph Towner, la pianista Rita Marcotulli, Alessandro D'Alessandro all'organetto, Giuseppe Spedino Moffa alla zampogna e Massimo Carrano alle percussioni. Sul palco del 3 marzo le 20 voci della formazione saranno accompagnate dal pianista Lorenzo Apicella, dal contrabbassista Dario Piccioni, dal percussionista Arnaldo Vacca, da Ousmane Coulibaly alla kora e al balafon e da alcuni ospiti del disco. Durante i live, la bellezza dell'impasto sonoro ottenuto, la creatività e la raffinatezza della proposta musicale, si spingono sempre oltre le attese dello spettatore. Del resto, la sperimentazione sul canto e sulla voce di Maria Pia De Vito, cantante e compositrice pluripremiata a livello internazionale, da sempre abbraccia diversi campi d'azione. Direttore artistico della Sezione Jazz del Ravello Festival, ma anche docente di canto in diversi Conservatori e College italiani, la De Vito definisce l'Ensemble Burnogualà, da lei fondato e diretto, una “comunità di ricercatori” con cui condivide gran parte della sua indagine creativa. Il risultato è un materiale di grande ricchezza ritmica e contrappuntistica, con interludi, spazi e panorami sonori in cui l’Africa, la Napoli rinascimentale e l’improvvisazione si mescolano e si incontrano nella contemporaneità. Nel repertorio sfavillano cicli carnevaleschi i cui protagonisti sono schiavi e liberti africani ritratti in serenate, corteggiamenti, danze, bisticci, in un linguaggio che mescola sapientemente frammenti di dialetto napoletano comicamente storpiato, parole e frasi in Kanuri (la lingua parlata nell’area Nilo-Sahariana nell’impero del Bornu, attuale nord-est della Nigeria), insieme ad imitazioni di strumenti e versi di animali a cui si aggiungono ispirati momenti di improvvisazione vocale. Il raggio d'azione dell'Ensemble Burnogualà va dalla polifonia del tardo Rinascimento (Orlando di Lasso, Willaert, Velardiniello) ad autori contemporanei quali Vince Mendoza, Miles Davis, Joe Zawinul, Diederik Wiessels, fino agli autori brasiliani, per una pratica della voce e dell’improvvisazione di derivazione jazzistica applicata a materiale della più diversa origine storica e geografica. Un lavoro collettivo di approfondimento e studio delle fonti, ma con un piede nella contemporaneità grazie all'inclusione di brani originali firmati da compositori di grande spessore. Nella formazione vocale: Valentina Rossi, Vittoria D’Angelo, Ilaria Gampietri, Oona Rea, Mary De Leo, Francesca Fusco, Marta Colombo, Lucia Mossa, Laura Sciocchetti, Elisabetta D’aiuto, Margherita Rampelli, Elena Paparusso, Danilo Cucurullo, Daniele Giannetti, Tommaso Gatto, Stefano Minder, Paolo Caiti, Flavio Spampinato, Gianfranco Aghedu, Marco Lizzani, Sebastiano Forti, Fabio Grasso. La carriera di Maria Pia De Vito è densa di importanti riconoscimenti, collaborazioni e incontri musicali: John Taylor, Ralph Towner, Chico Buarque, Guinga, Rita Marcotulli, Ernst Rejiseger, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Norma Winstone, Steve Swallow, Gianluigi Trovesi, Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Paolo Fresu, Paolo Damiani, Cameron Brown, Ramamani Ramanujan, David Linx, Diederik Wissels, Area, Joe Zawinul, Michael Brecker, Peter Erskine, Kenny Wheeler, Miroslav Vitous, Nguyen-Le, Uri Caine, Dave Liebman, Billy Hart, Eliot Ziegmund, Steve Turre, Maria Joao, Monica Salmaso, Art Ensemble of Chicago. Da anni è in testa alle classifiche del JAZZIT AWARD tra le cantanti italiane. Il Burnogualà – Large Vocal Ensemble, è una comunità di cantanti e ricercatori fondata e diretta da Maria Pia De Vito. In Italia è stato protagonista di diversi festival e manifestazioni tra cui: Ravello Festival 2016, Festival “Una striscia di terra feconda” al Castello di Palombara Sabina, il Festival “Percorsi Jazz Santa Cecilia” 2012, 2013 e 2014, Museo MAXXI di Roma, la manifestazione “Il ponte della musica” 2014, le Terme di Diocleziano nel 2014, la Notte dei Musei di Roma 2016. Ha inoltre partecipato come ospite all’album di Rita Marcotulli “A Pino” dedicato a Pino Daniele (La Repubblica/L’Espresso, 2016) e all’album “core-coração” di Maria Pia De Vito feat. Chico Buarque (Jando Music/ Via Veneto Jazz, 2017).
_________________________________________________________________________________

Art & Lab Lu Mbroia
Laboratorio Urbano Giovanile Agorà, Via Mazzini, 44 Corigliano D’Otranto
presenta

MUTO MUSICALE
“Muto Musicale” è una rassegna di 4 appuntamenti, realizzata dalla cooperativa Passo Uno in collaborazione con l’associazione Lu ‘Mbroia art&lab e la cooperativa Kama, che avrà luogo tra febbraio e marzo 2018 presso il Nuovo Cinema Elio di Calimera (Le). Un’iniziativa che identifica la nuova gestione dello spazio, che alla programmazione tradizionale affianca eventi che coniugano il cinema alla musica, alle arti visive, al teatro. In “Muto Musicale” alcune delle opere fondamentali del cinema delle origini saranno sonorizzate dal vivo da musicisti del panorama nazionale e internazionale.  Una sperimentazione unica, in cui le scene fissate nell’immaginario comune da quasi un secolo ispirano un flusso musicale irripetibile, fatto di contaminazioni, avanguardia e allo stesso tempo valorizzazione del passato. Il cinema come esperienza totalizzante, collettiva e intima insieme.   Due proiezioni al mese, il venerdì sera.

09 Febbraio
Il Monello (1921, Charlie Chaplin)
Concerto di Emanuele Coluccia e Rocco Nigro

23 Febbraio 
Il Gabinetto Del Dottor Caligari (1920, Robert Wiene)
Concerto di Valerio Daniele e Giorgio Distante

09 Marzo
L’uomo Con La Macchina Da Presa (1929, Dziga Vertov)
Concerto di Admir Shkurtaj

23 Marzo
Omaggio a George Méliès
Concerto di Giorgia Santoro e Adolfo La Volpe

Per informazioni: 3381200398/3383651843 lumbroia@massimodonno.it
Spettacolo+buffet : 10 euro, dalle ore 20:00
_________________________________________________________________________________

HELIKONIA
presenta

DANIELE DI BONAVENTURA 
"Bandoneon"
Lunedi 19 Febbraio ore 21:00 
Auditorium Parco della Musica,Teatro Studio Gianni Borgna, Roma

Daniele di Bonaventura, originario delle Marche, uno dei migliori e più creativi bandoneonisti al mondo. La sua musica è una mescolanza meravigliosamente seria e al contempo straordinariamente giocosa di musica classica (composizione, struttura) e di jazz (improvvisazione e libertà) e fa riferimento in particolar modo alle tradizioni melodiche mediterranee e al genere musicale sudamericano. Anche nelle sue esibizioni da solista esegue e improvvisa pezzi che nascono dalla sua “patria musicale”, la cui ispirazione spazia dai compositori del barocco ai classici della canzone popolare, per approdare al suo ultimo repertorio, e creano un suo specifico mondo musicale incredibilmente variegato e nel contempo inconfondibile, dove il bandoneon sa trasformarsi, come per gioco, in un’armonica a bocca o nell’organo di una Chiesa. Nasce una corrente dinamica di melodie superbe, capaci di incantare l’ascoltatore. Ospiti: Connie Valentini e Domenico Mastro
ATTENZIONE! Posto unico 15€ Biglietti disponibili con scelta posti diretta su TicketOne : http://bit.ly/2EaFsi8 Helikonia superpromo : Posto unico 12€ (anziché 15) La riduzione si ottiene effettuando la prenotazione attraverso: email : helikonia@tiscali.it sms/whatsapp : 3927937717 (specificando sempre nel messaggio un cognome di riferimento, il numero dei partecipanti e LISTA HELIKONIA). Importante: La prenotazione non da diritto a scelta posti effettuabile solo attraverso acquisto diretto dei biglietti a prezzo pieno sul sito http://www.ticketone.it/
_________________________________________________________________________________


STEVE GADD BAND
Giovedì 12 aprile 2018 ore 21,00
Multisala Showville, Via Giannini, 9, 70125 Bari BA
Steve Gadd, autentica leggenda della batteria, dal vivo con la sua band allo Showville di Bari il 12 aprile. I biglietti sono in prevendita.

Arriva a Bari uno dei più grandi batteristi di tutti i tempi! Il leggendario Steve Gadd si esibirà nel teatro Showville di Bari giovedì 12 aprile accompagnato dalla sua band:  Michael Landau alla chitarra, lo storico trombettista di Frank Zappa Walt Fowler, Jimmy Johnson al basso e Kevin Haysa al Pianoforte/ Tastiere. I biglietti sono disponibili sul circuito Bookingshow.it Steve Gadd è un artista che ha elevato gli standard tecnici contemporanea della batteria, su disco e nelle esibizioni live. Probabilmente non esiste batterista al giorno d’oggi che non sia stato influenzato dallo stile di Steve Gadd, delineato in tracce fondamentali come "Aja"," Fifty Ways to Leave Your Lover" and "Nite Sprite”. Dopo le sue centinaia collaborazioni con artisti di fama internazione del tenore di Paul McCartney, Eric Clapton, Frank Sinatra, James Taylor, Paul Simon, Ray Charles, Barbra Streisand & Barry Gibb, Peter Gabriel - solo per citarne alcuni - Steve Gadd ha pubblicato nel 2017 l’album "Way Back Home” ottenendo la nomination ai Grammy Awards 2017 come ‘miglior album strumentale’. La formazione proporrà un repertorio di composizioni in originale e qualche raro standard tra jazz rock, funky, jazz e ritmiche latineggianti, ma con lo stile groove che caratterizza da sempre la celebre batteria di Steve Gadd, con il suo senso del tempo metronomico e la sua battuta ritmica secca e pulita. 

PREVENDITA ONLINE e presso tutti i punti vendita del circuito Bookingshow.it Infoline: 393 9639865
_________________________________________________________________________________

Al Di Meola 
Tour 2018

02.03.2018 Verden, Germany
04.03.2018 Helsingor, Denmark
06.03.2018 Bern, Switzerland
07.03.2018 Geneva, Switzerland
09.03.2018 Basel, Switzerland
10.03.2018 Zurich, Switzerland
11.03.2018 Baden-Baden, Germany
14.03.2018 Bergheim, Germany
15.03.2018 Gummersbach, Germany
16.03.2018 Nürnberg, Germany
_______________________________________________________________________________

OMAR SOSA
Tour

Jan 20, 2018
Angoulême, FRANCE, Jazz à Saint-Saturnin
Duo with Paolo Fresu

Jan 23, 2018
Courbevoie, FRANCE, Espace Carpeaux
Duo with Paolo Fresu

Jan 27, 2018
Elancourt, FRANCE, Le Prisme
Duo with Paolo Fresu

Jan 28, 2018
Cesena, ITALY, Teatro Alessandro Bonci
Duo with Paolo Fresu

Jan 30, 2018
Rouen, FRANCE, L'Étincelle
Transparent Water Trio

Feb 2, 2018
Terni, ITALY, Auditorium Gazzoli
Duo with Gustavo Ovalles

Feb 3, 2018
Firenze, ITALY, Sala Vanni
Solo Piano

Feb 4, 2018
Barletta, ITALY, Teatro Curci
Duo with Paolo Fresu

Feb 8, 2018
Clermont Ferrand, FRANCE, La Cooperative de MMai
Quarteto AfroCubano

Feb 9, 2018
Villejuif, FRANCE, Theatre Romain Rolland
Creole Spirits

U.S.A. TOUR
March 2018
Transparent Water
Seckou Keita, kora, Gustavo Ovalles, percussion

March 9 & 10
Yoshi's, Oakland, CA

March 12
Kuumbwa Jazz Center, Santa Cruz, CA

March 14
The Cedar Center, Minneapolis, MN

March 15
Old Town School Folk Music, Chicao, IL

March 17
Global Cuba Fest, Miami, FL

March 18
AMP by Strathmore, North Bethesda, MD

March 20
ArtsCenter, Carroboro, NC

March 22
Roulette, Brooklyn, NY

March 24
Berklee Performance Center, Boston, MA
_________________________________________________________________________________

IDAN RAICHEL 
PIANO – SONGS TOUR 2018    

2/17/18    Knight Concert Hall    Miami
2/18/18    Athenaeum Theatre    Chicago
2/21/18    Beacon Theatre    New York
2/22/18    Music Center At Strathmore    North Bethesda
2/23/18    Troy Savings Bank Music Hall    Troy
2/24/18    Norman Rothstein Theatre   Toronto
2/25/18    Chan Centre For The Performing Arts    Vancouver
2/26/18    The Triple Door    Seattle
2/28/18    Regency Ballroom    San Francisco
3/1/18    The Theatre at Ace Hotel    Los Angeles
________________________________________________________________________________

Mattia Salvadori & Diego Ruschena
Tour 

Il trombettista Mattia Salvadori e il chitarrista Diego Ruschena hanno dato vita ad un progetto che affonda le radici nella black american music. Il repertorio spazia dal jazz blues tipico dell’area di New Orleans (Bessie Smith, Louis Armstrong) alle storiche ballad della soul music (Ray Charles, Sam Cooke), fino al funk degli anni ’60-’70 (Maceo Parker, Herbie Hancock). A partire da lunedì 6 Novembre sarà online sul canale YouTube mmmBop Promo la loro interpretazione del celebre brano Georgia on my mind. Il videoclip è stato girato nella splendida cornice del Giardino Scotto di Pisa, città natale dei due musicisti. Regia, riprese e montaggio di Daniele Milano, missaggio audio a cura di Alessandro Sportelli. Il brano di Hoagy Carmichael, inno all’integrazione reso celebre in tutto il mondo dall’interpretazione di Ray Charles, è eseguito in una versione totalmente acustica dove la complicità dei due musicisti tiene sempre alta l’intensità emotiva. Mattia Salvadori (tromba, flicorno soprano) ha avuto modo di studiare con Fabrizio Bosso, Antonio Sanchez, Tom Harrell, Adam Cruz, Danny Grissett, Ugonna Okegwo, Sax Gordon, Steve Herrman, Fabio Morgera, Tony Cattano e molti altri. Suona dal 2010 nella Borrkia Big Band e dal 2015 nei Fuochi di Paglia avendo l’opportunità di suonare in molti live club, festival e piazze sia in Italia che all’estero. Collaborando con diverse formazioni e produttori ha suonato molti generi come rhythm’n’blues, soul, rock’n’roll, blues, swing, folk, cantautorato, pop, jazz, surf, funk, house, edm, elettronica, hip hop. (www.mattiasalvadori.com). Diego Ruschena (chitarre, loop station, percussioni) è diplomato in chitarra classica e si è perfezionato con Paolo Pegoraro, Adriano Del Sal, Flavio Cucchi, Antigoni Goni, Margarita Escarpa. Ha approfondito la chitarra moderna e l’improvvisazione con Gabrio Baldacci, Tony Vaiana e molti altri. Oltre all’attività da solista segue progetti che spaziano dalla canzone folk rioplatense al cantautorato italiano, dal choro brasiliano alla black music. Ha pubblicato due album con la band alternative rock Miriam Mellerin, con la quale si è esibito in più di 100 concerti in Italia e Europa. Insegna educazione musicale, chitarra e basso nelle accademie musicali e istituti statali. (www.facebook.com/diegoruschena)

Tour Dates

11.2 MixArt // Pisa
2.3 Black Lodge // Firenze
9.3 Mani'omio // Pisa
_________________________________________________________________________________

Simone Graziano in tour
presenta “Snailspace”

Parte giovedì 1 febbraio dal Dermast di Brescia il tour di presentazione dell’album “Snailspace” di Simone Graziano, in trio con il contrabbassista Francesco Ponticelli e il batterista Enrico Morello. Dopo la data Brescia, il tour continua sabato 3 febbraio ai Cantieri del Signorino di Viterbo, lunedì 5 al Teatro Metastasio di Prato, giovedì 8 al Jazz Club Tiravino di Fano e venerdì 9 alla Cantina Bentivoglio di Bologna. Parallelamente al tour di “Snailspace”, Simone Graziano sarà in concerto domenica 25 febbraio con il progetto “Frontal” al Teatro Sant’Andrea di Pisa, venerdì 23 marzo in duo insieme alla violoncellista e cantante Naomi Berilli alla Sala Vanni di Firenze e mercoledì 18 aprile in piano solo all’Hotel Londra di Venezia. “Snailspace” è apologia della lentezza, intesa come forma di ribellione. La quarta fatica discografica di Simone Graziano, uscita il 22 settembre 2017 per l’etichetta Auand, deve il titolo a un racconto di Luis Sepúlveda, Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza, in cui una lumaca di nome Ribelle, dopo essere stata cacciata dal suo gruppo, viaggia alla ricerca del significato della lentezza. In questo modo, scopre che proprio grazie al suo muoversi a un tempo diverso da tutti gli altri animali, riesce a vedere un mondo nascosto, più ricco e denso, solitario e silenzioso. Scrittura iniziata nel 2015, “Snailspace” è un album dalla lunga gestazione. La lentezza - afferma Simone Graziano - non è riferita alla velocità dei brani, bensì al tempo necessario per crearli. La lumaca aderisce alla terra e, grazie alla lentezza dei suoi movimenti, ne scopre ogni dettaglio. Allo stesso modo, la lentezza creativa fa sì che la musica aderisca a noi stessi, svelandoci una parte che prima non conoscevamo. Quella di Simone Graziano, è una scrittura ricca, capace di alternare il minimalismo alla complessità. Tutte le tracce di “Snailspace” godono di una struttura compositiva in continua evoluzione: tanto i cambiamenti progressivi, che richiamano la musica elettronica, quanto quelli più bruschi e senza preavviso, permettono di attraversare un ampio spettro di emozioni. Se il tour di “Snailspace” vede Simone Graziano in trio con i connazionali Ponticelli e Morello, il percorso discografico è stato frutto, invece, del lavoro di una formazione internazionale con la partecipazione del batterista Tommy Crane, giovane rising star, a fianco di Simone Graziano e dello stesso Ponticelli.
  
Simone Graziano “Frontal”
25/02 Pisa, Teatro Sant’Andrea

Duo Graziano/Berilli
23/03 Firenze, Sala Vanni

Simone Graziano Piano solo
18/04 Venezia, Hotel Londra
_________________________________________________________________________________


SPIRIT DE MILAN
Il programma di FEBBRAIO del locale meneghino dal sapore vintage
  
Continuano gli appuntamenti allo SPIRIT DE MILAN, la cattedrale in cui si incontrano la cultura swing e la passione per la bellezza e la tradizione, alla riscoperta del fascino di Milano e della “milanesità”. Lo Spirit De Milan nasce nella gloriosa struttura delle Cristallerie Fratelli Livellara (via Bovisasca, 59, Milano) e conta più di 1500 mq con aree adibite al ballo, alla ristorazione, ai concerti, tutto custodito in una magica atmosfera vintage. I primi appuntamenti confermati del mese di febbraio della “cattedrale” dove ballare, bere, mangiare e ridere:

oggi, venerdì 2 febbraio in concerto The Beat Barons, gruppo musicale che ripercorre i brani dei gruppi più famosi: the Beatles, the Searchers, Gerry & The Pacemakers e the Swinging Blue Jeans. Un’autentica macchina del tempo per nostalgici, ma anche per chi vuole divertirsi al suono del Beat anni Sessanta;
sabato 3 febbraio si comincia con Alfredo Ferrario Swing Quartet per poi finire a ballare tutta la notte con il dj set di Fabio Rutigliano;
domenica 4 febbraio Spirit in Blues con Max Lugli e Monkey Flyers feat Umberto Porcaro che presentano in anteprima il nuovo lavoro discografico "El Camino Stomp". Dodici brani di cui cinque originali e sette cover completamente riarrangiate in stile Monkey Flyers. A seguire il dj set di Fabio Rutigliano;
martedì 6 febbraio Tacchi Dadi e Datteri, spettacolo di arte varie semiseria;
mercoledì 7 febbraio serata Cristal/Milonga Al Aire Libr
giovedì 8 febbraio in concerto i Ciapa No, un repertorio che spazia dalla tradizione popolare d’osteria alla canzone d’autore milanese
venerdì 9 febbraio appuntamento con lo “swing da trattoria” de Gli Imbroglioni e i brani da Conte a Buscaglione, da Jannacci a Capossela, il meglio del peggio della musica swing all’italiana;
sabato 10 febbraio la formazione milanese Swing Faces capeggiata dal trombettista Giancarlo Mariani che farà ballare al ritmo dei migliori successi dello Swing Jazz!
domenica 11 febbraio Spirit in Blues con The Hipshakers che pescano a piene mani nel mare di cover poco note del periodo d’oro del Blues e del Rhythm and Blues, dal ’40 ai primi anni ’60;
martedì 13 febbraio
mercoledì 14 febbraio Rock Files live! di LifeGate
giovedì 15 febbraio i Teka P alternano canzoni di loro produzione e brani classici di artisti quali Enzo Jannacci, Cochi e Renato, Giorgio Gaber, Walter Valdi, Dario Fo;
venerdì 16 febbraio le Dance Angels, trio al femminile con un repertorio interamente improntato sulla Dance che ha contaminato il mondo musicale degli anni ‘70 e ’80;
sabato 17 febbraio sul palco gli Swing Leekers con i capolavori dello scenario Swing degli anni ’30 e ’40;
venerdì 23 febbraio gli amici dell'Associazione JAM BURRASCA riuniscono tanti artisti e grandi protagonisti del panorama della musica italiana anni ‘70 e ‘80, per una serata di divertimento che sarà al tempo stesso occasione per una raccolta fondi a sostegno delle cure per i bambini del Centro TOG;
sabato 24 febbraio sul palco la band The Indians;
mercoledì 28 febbraio Rock Files live! di LifeGate.

Oltre all’ottima musica dal vivo, alle risate e al ballo, allo SPIRIT DE MILAN vengono accontentati anche gli amanti della buona tavola: dall’orario dell’aperitivo a notte fonda, è possibile gustare il meglio dei piatti della cucina milanese “della nonna” circondati dall’atmosfera sincera da “vecchia Milano”. Dal martedì alla domenica, infatti, allo SPIRIT DE MILAN si alternano 6 serate tutte all’insegna della buona musica - sempre rigorosamente dal vivo - e del divertimento, mentre tanti ospiti raccontano i segreti della Milano nascosta e dimenticata: si comincia il martedì con il cabaret della serata “TACCHI, DADI E DATTERI”; mercoledì è dedicato agli amanti del tango con la serata “CRISTAL/MILONGA AL AIRE LIBRE”; il giovedì è la volta dell’appuntamento milanese “BARBERA & CHAMPAGNE”, alla riscoperta della Milano in bianco e nero fissate nelle istantanee; venerdì spazio al meglio della musica anni 60/70/80, italiana e non solo con la serata “BANDIERA GIALLA”; sabato l’atmosfera cambia con la “HOLY SWING NIGHT”, che conferma lo Spirit de Milan come punto di riferimento in Italia della comunità swing internazionale; domenica, infine, via libera al jazz, al blues e all’improvvisazione con “SPIRIT IN BLUES” o “JAZZ ‘N’ SPIRIT”. Oltre all’ottima musica dal vivo, alle risate e al ballo, allo SPIRIT DE MILAN vengono accontentati anche gli amanti della buona tavola: dall’orario dell’aperitivo a notte fonda, è possibile gustare il meglio dei piatti della cucina milanese “della nonna” circondati dall’atmosfera sincera da “vecchia Milano”. Allo scoccare del secondo anno di attività Spirit de Milan apre le porte a partner che vogliano contribuire attivamente al progetto, consentendo una crescita della qualità nei prodotti e nella realizzazione degli eventi. Il Birrificio Angelo Poretti è stato il primo con cui Spirit de Milan abbia stipulato un accordo annuale: due brand che dialogano nella condivisione di valori, concetti chiave e sogni. Spirit de Milan è un’associazione di promozione sociale; la tessera annuale non obbligatoria (valida fino al 31 dicembre) prevede un contributo di 15 euro e consente di avere riduzioni sulle serate a pagamento, oltre a dare la possibilità di partecipare ad eventi organizzati ad hoc per i soci. Le porte aprono alle 19.30, i concerti iniziano intorno alle 22.00, se non specificate eccezioni. Tutti i sabati l’ingresso per i tesserati è di 5€ entro le 21.30/10€ consumazione compresa; per i non tesserati è di 7€ entro le 21.30/15€ consumazione compresa. Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e già ideatrice del festival SWING’N’MILAN. Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°. 

Per info e dettagli sugli eventi http://spiritdemilan.com/