Concerti Canzone D'Autore

I concerti della scena cantautorale italiana...

VINICIO CAPOSSELA
È ONLINE IL VIDEO DI “IL TRENO” brano che chiude l’album “CANZONI DELLA CUPA”
Segna l’avvicinarsi della conclusione del suggestivo tour
“OMBRA. CANZONI DELLA CUPA E ALTRI SPAVENTI” e l’inizio di un nuovo viaggio in Germania, Austria e Svizzera


È online il video clip di “Il treno”, brano che chiude l’ultimo album di VINICIO CAPOSSELA “Canzoni della Cupa”, che in Italia è entrato direttamente al primo posto della classifica FIMI ed è stato certificato Oro e che la celebre rivista inglese Mojo ha definito «la più grande opera» del cantautore. Link al video: https://youtu.be/L16A3qFS8AQ. Il video è stato girato da Chico De Luigi e Dario Cioni, con la preziosa collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato, nel corso dell’ultimo Sponz Fest 2016 in occasione della prima corsa della tratta Avellino – Rocchetta, recuperata ad uso turistico. Il treno viene letteralmente preso d’assalto, tanto dai viaggiatori quanto da un drappello di banditi a cavallo (briganti della Basilicata e cow boy della vallata) in un grande momento di emozione collettiva. Le immagini ci restituiscono il senso di meraviglia e speranza che l’arrivo del treno ha portato con sé. Un treno che non arriva, come l’uccello della canzone, a inghiottirsi nel petto le persone, ma a riportarle a casa, e viene accolto con festa e viva emozione, come una persona cara di cui si sentiva la mancanza. “Il treno” rappresenta lo spartiacque tra la conclusione del suggestivo tour di Vinicio Capossela nei teatri italiani “Ombra. Canzoni della Cupa e altri spaventi” e l’inizio di un nuovo viaggio nel resto d’Europa. Infatti, a grande richiesta, il 28 aprile “Canzoni della Cupa” uscirà ufficialmente in Germania, Austria e Svizzera e a seguire, Vinicio Capossela sarà in tour in Germania e Svizzera. Di seguito le ultime date del tour “Ombra. Canzoni della Cupa e altri spaventi” (prodotto e organizzato da F&P Group): oggi 5 aprile al Teatro delle Muse di Ancona e il 10 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma. I biglietti per le date sono disponibili su TicketOne e in tutti i punti di prevendita abituali (per info: www.fepgroup.it). Radio 1 è la radio media partner ufficiale del tour. È partner del tour Svezia Volvo Car. Questi i concerti all’estero: l’11 maggio a Stoccarda, il 12 maggio a Monaco di Baviera, il 14 maggio a Zurigo, il 15 maggio a Francoforte, il 16 maggio a Amburgo, il 18 maggio a Berlino, il 28 luglio a Magonza e il 29 luglio al Burg Herzberg Festival. Il tour è organizzato dall’agenzia di uno dei più affermati promoter tedeschi, Berthold Seliger (bseliger.de). Le prevendite sono disponibili sul sito ufficiale di Vinicio Capossela: http://www.viniciocapossela.it/live/. 

LA FORZA DEL DESTINO – ODISSEA MUSICALE DI VINICIO CAPOSSELA
IL 3 GIUGNO AL TEATRO ROMANO DI VERONA
in occasione del Festival della Bellezza
DA DOMANI APERTE LE PREVENDITE

Il 3 giugno al Teatro Romano di Verona VINICIO CAPOSSELA presenta lo spettacolo “LA FORZA DEL DESTINO – Odissea musicale di Vinicio Capossela”, omaggio a Giuseppe Verdi, che intreccia canzoni originali con arie verdiane risalendo alle radici popolari del grande compositore. Da domani, martedì 7 marzo, saranno aperte le prevendite per il concerto sui circuiti Ticketone e UniCredit. La visionarietà poetica di Vinicio Capossela incontra così, ancora una volta, i capolavori di uno dei compositori più eseguiti al mondo, fondendo sonorità fragorose, ritmi mediterranei, pantomime circensi e atmosfere crepuscolari con le melodie immortali del Maestro e le storie senza tempo dei protagonisti delle sue opere. Il concerto si inserisce all’interno del Festival della Bellezza. «”La Forza”, come viene usualmente abbreviata, mi è simpatica a pelle, primo perché dicono porti sfortuna, ma soprattutto perché obbedisce a uno dei miei principi: ottenere il massimo del risultato con il massimo dello sforzo – racconta Vinicio Capossela – La sua esecuzione richiede un coro e sei cantanti di eccezionale bravura, difficoltà di allestimento per via della trama e insomma tutte cose che la rendono molto costosa da allestire, e, sebbene sia un titolo piuttosto popolare, ha avuto pochissima discografia… e non perché sia difficile, anzi, alterna momenti sublimi a pagine che i critici definiscono quasi improvvisate. Inoltre va spesso soggetta a tagli, perché c’è dell’Inutile. E qui un altro tema che mi è caro: la conquista dell’Inutile. Così è anche questo mio modesto tentativo di dare corso alla possibilità di avvicinarsi in qualche modo all’opera del grande Maestro, al monumento nazionale della musica italiana, Giuseppe Verdi. Un nome che fa quasi tremare i polsi e cercarsi in tasca a chi da bambino era abituato a vederlo stampato sulla banconota più diffusa… le mille lire…».

_____________________________________________________________________________

NICCOLO FABI
DIVENTI INVENTI 1997-2017
SI AGGIUNGONO 4 NUOVE DATE AL TOUR PER FESTEGGIARE I 20 ANNI DI CARRIERA
Da giugno a settembre sui migliori palchi estivi italiani e…
Il 26 NOVEMBRE al PALALOTTOMATICA di ROMA PER UN CONCERTO UNICO E SPECIALE

Si aggiungono nuovi appuntamenti al tour per festeggiare i 20 anni di carriera di NICCOLÒ FABI, che da giugno a settembre sarà live sui migliori palchi estivi italiani per raccontare dal vivo il suo percorso artistico e musicale! A grande richiesta, infatti, il cantautore romano aggiunge, ai precedenti concerti annunciati, appuntamenti live anche in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Liguria. I festeggiamenti del ventennale di NICCOLÒ FABI culmineranno nel concerto unico e speciale del 26 NOVEMBRE, in cui per la prima volta il cantautore affronterà da protagonista il palco del PALALOTTOMATICA di ROMA. Queste le date confermate del tour prodotto da Barley Arts e Ovest: 28 GIUGNO nella piazza dei Martiri di CARPI (MO) all’interno del CARPI SUMMER FEST, 30 GIUGNO a CASTEL SANT’ELMO di NAPOLI, 6 LUGLIO al CARROPONTE di Sesto San Giovanni - MILANO, 7 LUGLIO al CASTELLO SCALIGERO di VILLAFRANCA (VR), 8 LUGLIO nella PIAZZETTA REALE di TORINO per il FESTIVAL D’ESTATE, 13 LUGLIO in PIAZZA DUOMO a PISTOIA per la V edizione della Notte Rossa (manifestazione organizzata da Pistoia Blues ed Avis Pistoia), 14 LUGLIO per SULLASABBIA a BELLARIA IGEA MARINA (RN) (NUOVA DATA), 21 LUGLIO per ONDE MEDITERRANEE a CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) (NUOVA DATA), 22 LUGLIO all’ANFITEATRO DEL VITTORIALE di GARDONE RIVIERA (BS) per il Festival TENER-A-MENTE, 3 AGOSTO ai GIARDINI DI CASTEL TRAUTTMANSDORFF di MERANO (BZ) in occasione del WORLD MUSIC FESTIVAL, 5 AGOSTO al POLLINO SUMMER FESTIVAL di SAN SEVERINO LUCANO (PZ) (NUOVA DATA), 6 AGOSTO all’ANFITEATRO FALCONE BORSELLINO di ZAFFERANA ETNEA (CT), 12 AGOSTO al LOCUS FESTIVAL di LOCOROTONDO (BA), 17 AGOSTO all’ARENA GIARDINO DEL PRINCIPE di LOANO (SV) (NUOVA DATA), 26 AGOSTO allo SFERISTERIO di MACERATA, 26 NOVEMBRE al PALALOTTOMATICA di ROMA. I biglietti per le date di Carpi, Napoli, Milano, Villafranca, Pistoia, Gardone Riviera, Merano e Zafferana Etnea sono disponibili in prevendita sul circuito TicketOne (online su www.ticketone.it e nei punti vendita). Sono invece disponibili su Bookingshow i biglietti per la data di LOCOROTONDO (http://www.bookingshow.it) e nei circuiti VivaTicket i biglietti per la data di MACERATA (http://www.vivaticket.it). Verranno aperte prossimamente le prevendite per la date di Torino, Bellaria Igea Marina, Cervignano del Friuli, San Severino Lucano e Loano. Più di 80 canzoni, 8 dischi di inediti, 1 raccolta ufficiale, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè, 2 Targhe Tenco per “Miglior Disco in Assoluto” (vinte per i suoi ultimi due album) e dopo 20 anni di musica Niccolò Fabi è oggi considerato uno dei più importanti cantautori italiani. Tanta musica nel percorso del cantautore, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente alla musica d'oltreoceano. È un percorso artistico incentrato sulla ricerca della libertà espressiva quello che in questi anni ha inseguito il cantautore romano e ne è dimostrazione il più recente “Una somma di piccole cose”, che da lui stesso è stato definito il disco che avrebbe sempre voluto scrivere. Cantautore, produttore e polistrumentista Niccolò Fabi negli anni ha continuato a lavorare sul rapporto tra parole e musica sia in termini performativi con appuntamenti all’interno di rassegne culturali che in chiave formativa, è attualmente docente all’interno della scuola Officina delle arti Pierpaolo Pasolini. Impegnato nel sociale, il cantautore continua attivamente la collaborazione con l’ONG Medici con l’Africa – Cuamm e recentemente ha scritto insieme al geologo Mario Tozzi lo spettacolo “Musica Sostenibile”, indirizzato alla comprensione e alla divulgazione di tematiche ambientali, spesso dimenticate.
_____________________________________________________________________________

FOJA
'O treno che va
TOUR NAZIONALE 2017

I FOJA, una delle più belle realtà di Napoli, è in tour per presentare il nuovo bellissimo disco dal titolo “'O treno che va”. Qui di seguito il calendario con i prossimi appuntamenti live. Dal disco sono stati estratti due singoli: "Cagnasse tutto" https://www.youtube.com/watch?v=R11lRYrlZao, pubblicato in anteprima da L’Espresso che li ha anche ampiamente citati in un articolo dedicato alla nuova musica italiana. “Nunn’è cosa”, che fa parte della colonna sonora del film “La Parrucchiera” di Stefano Incerti.

Giovedì, 20 aprile
Roma, Lanificio 159
Ospiti speciali ROBERTO ANGELINI, LUCA CAROCCI, FRANCESCO FORNI, ILARIA GRAZIANI, ALESSANDRO PIERAVANTI e GIANCARLO BARBATI (de IL MURO DEL CANTO)
Venerdì 28 Aprile 
Andria (BT), Officine San Domenico
Sabato 29 Aprile
San Severo (FG), Teatro Cantina Foyer 97
Sabato 6 maggio
Ceccano (FR), Officine Utopia
Sabato 10 giugno
Nocera Inferiore (Sa), Ecofestival
______________________________________________________________________________

MALDESTRO
Tour/Showcase/Appuntamenti

G 20/04 Milano - Salumeria della Musica
V 21/04 San Luca (RC) - Partita Nazionale Cantanti H 14,00 
M 26/04 Napoli - Teatro Bellini
V 05/05 Recanati – Teatro Persiani
S 27/05 Vicenza - Festival 
L 29/05 Napoli - Digital Music Forum (Conferenza) 
M 30/05 Torino - Partita Nazionale Cantanti H 21,00
S 25/06 Montesano sulla Marcellina (SA) - P.za F. Gagliardi
G 29/06 Salina - Salina Doc Fest
S 15/07 Odolo (BS) - Festival D-Skarika
V 28/07 Santt’Anna di Centobuchi (AP) - Piazza
_______________________________________________________________________________

AreaLive
presenta

ALMAMEGRETTA
SABATO 29/04/17 @ Milano - Apollo Club
MARTEDI' 16/05/17 @ Roma - Monk
GIOVEDI' 18/05/17 @ Napoli - Duel Beat
SABATO 10/06/17 @ Nocera Inferiore (SA) - Ecofestival
DOMENICA 25/06/17 @ Capodarco (FM) - L'Altro Festival

ENZO GRAGNANIELLO
GIOVEDI' 27/04/17 @ Avellino - Teatro Gesualdo (ospite)
VENERDI' 05/05/17 @ Somma Vesuviana (NA) - Summarte

FRANCESCO DI BELLA (24 GRANA)
SABATO 29/04/17 @ Napoli - Lanificio

JAMES SENESE & NAPOLI CENTRALE
SABATO 22/07/17 @ Palestrina (RM) - I Vicoli del Jazz 2017
SABATO 29/07/17 @ Treviso - Suoni di Marca
LUNEDI' 31/07/17 @Carpi (MO) - Mundus Festival

PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET
SABATO 22/04/17 @ Napoli - Museo Archeologico

TOMMASO PRIMO
MARTEDI' 25/04/17 @ Portici (NA) - Gold Hotel
SABATO 06/05/17 @ Carano di Sessa Aurunca (CE) - Piazza Falco
SABATO 27/05/17 @ Napoli - Lanificio
VENERDI' 09/06/17 @ Cesa (CE) - Asprinium Festival
_____________________________________________________________________________

TERESA DE SIO
“TERESA CANTA PINO” IN TOUR!
Queste le prime date confermate:
Sabato 22 aprile al Teatro Caniglia di SULMONA (AQ)
Giovedì 27 aprile al Teatro Orfeo di TARANTO 
Tra i protagonisti del Concerto del Primo Maggio a ROMA

Da domani, sabato 22 aprile, TERESA DE SIO sarà in tour per presentare il suo ultimo album “TERESA CANTA PINO” (prodotto da Luisa Pistoia e Carlo Gavaudan per Sosia&Pistoia e da Teresa De Sio/distribuito da Universal Music), il personale “atto di devozione” della cantautrice a Pino Daniele. Sabato 22 aprile ci sarà l’anteprima nazionale del tour “TERESA CANTA PINO” al Teatro Caniglia di SULMONA (AQ), mentre giovedì 27 aprile Teresa De Sio sarà protagonista al Teatro Orfeo di TARANTO. L’artista sarà inoltre anche tra i protagonisti del Concerto del Primo Maggio a ROMA, in Piazza San Giovanni in Laterano. Gli appuntamenti live saranno l’occasione per portare sul palco il nuovo album, che unisce il mondo musicale di Teresa De Sio con quello del cantautore napoletano, dando nuova vita ad alcuni storici brani di Pino Daniele, senza stravolgerli ma immergendoli nelle sonorità tipicamente folk-rock di Teresa. «Per me questo è un progetto devozionale – racconta Teresa De Sio – Pino sta sulle facce della gente, sulla facciata dei palazzi, per le strade. Non possiamo salutarlo che con la musica». “Teresa canta Pino”, con la produzione artistica di Sasà Flauto, contiene 15 brani di Pino Daniele, riletti in chiave personale da Teresa De Sio, e 1 brano inedito, “’O jammone”, ossia “il capo”, scritto dalla stessa Teresa in ricordo dell’amico e collega scomparso, da sempre visto come il più grande artista napoletano. Al disco, hanno preso parte anche Niccolò Fabi, voce nel brano “Un angolo di cielo”, e il coro dei ragazzi dell’Istituto Melissa Bassi di Scampia, protagonista in “Napule è”. “Teresa canta Pino” è il primo progetto strettamente discografico al quale la CMC – Campania Music Commission – ha deciso di collaborare. La CMC è un’associazione ideata e presieduta dall’avv. Ferdinando Tozzi, esperto di diritti d’autore, sviluppatasi grazie all’impegno ed al supporto di professionisti ed associazioni del settore musicale, della discografia nazionale nonché di istituzioni private attente ai bisogni del territorio. L’associazione nasce con lo scopo di valorizzare e rilanciare il territorio campano, i suoi beni culturali e le sue professionalità attraverso la musica in tutte le sue declinazioni: con “Teresa canta Pino” ciò è stato concretamente realizzato.

22 Aprile - Sulmona (AQ) - Anteprima Nazionale - Teatro Caniglia
27 Aprile – Taranto - Teatro Orfeo
01 Maggio – Terracina - Arena del Molo
22 Maggio - Roma - Auditorium Parco Della Musica
27 Maggio - Fiorano Modenese (MO) – Piazza Ciro Menotti
21 Giugno – Ravello (SA)  - Festa della Musica Auditorium
28 Giugno – Prato - Festival
07 Luglio – Pesaro – Piazza del Popolo
21 Luglio – Capodistria - Folkest
29 Luglio - Treviso - Suoni di Marca
_______________________________________________________________________________


GIUSEPPE CEDERNA 
in
DA QUESTA PARTE DEL MARE
NUOVA PRODUZIONE
da Gianmaria Testa
regia Giorgio Gallione
elementi scenografici di Lorenza Giordano
luci di Andrea Violato
in coproduzione con Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale
in collaborazione con Teatro dell'Archivolto
Un ringraziamento a Alessandra Ballerini e Marco Revelli per il loro contributo nella stesura del testo
 
27 aprile 2017, ore 21.00 PRIMA NAZIONALE
e in replica il 28 aprile, ore 21.00
GENOVA, Teatro dell'Archivolto, Sala Mercato

"Da Questa Parte del Mare" è il libro della vita di Gianmaria Testa, è arrivato in libreria, purtroppo postumo, il 19 aprile, per Giulio Einaudi Editori con prefazione di Erri De Luca. E’ il racconto dei pensieri, delle storie, delle situazioni che hanno contribuito a dar vita ad ognuna delle canzoni dell'album omonimo, ed è un po', anche, inevitabilmente, il racconto di Gianmaria stesso e delle sue radici. E’ il racconto dei grandi movimenti di popolo di questi anni, ma è anche il racconto delle radici e della loro importanza. Radici che non sono catene, ma sguardi lunghi. E’ il libro con cui Gianmaria si è congedato in pace, dopo una vita onesta e dritta. È un patrimonio di riflessioni umanissime, senza presunzioni di assolutezza. Un distillato di parole preziose che riesce a restituirci ancora e per sempre la voce di Gianmaria. E’ uno sguardo lucido, durato più di 20 anni, sull’oggi. Una lingua poetica, affilata, tagliente, insieme burbera ed emozionata. Bellissima. Adesso questo libro diventa uno spettacolo teatrale vero e proprio e a portarlo in scena sarà Giuseppe Cederna che più volte ha condiviso il palcoscenico con Gianmaria e che con lui condivide ancora, soprattutto, una commossa visione del mondo. Giorgio Gallione, altro amico di Gianmaria, curerà la regia, provando a tradurre in linguaggio, immagini e forma teatrali, parole pensate per la pagina scritta, ma dense di sonorità e musica. “Da questa parte del mare” è un viaggio struggente, per storie e canzoni, sulle migrazioni umane, ma anche sulle radici e sul senso dell’“umano”. Un piccolo e intensissimo libro più potente di mille chiacchiere. Babasunde, che ha perso il suo nome. Rrock Jakaj, violinista di Scutari. E poi quella ragazza intirizzita che cammina verso la stazione. E Tinochika, che si è aggrappato con tutto se stesso allo sguardo di una donna. Gianmaria Testa è ritornato – questa volta nelle vesti non di cantautore ma di scrittore – sul tema delle migrazioni contemporanee. E lo ha fatto senza retorica e con il solo sguardo sensato: raccontando storie di uomini e donne.

ROCK BAZAR
di e con Massimo Cotto – voce narrante
e con Cristina Donà – voce e chitarra
Marco Carusino - chitarre
Uno spettacolo che è affabulazione e canto, un viaggio alla scoperta della storia del rock e dei miti che lo hanno popolato
 Virgin Radio è partner dello spettacolo

21 aprile 2017, ore 21.00
BERGAMO, Auditorium di Piazza Libertà
Alle ore 18.00, presso la Cascina Elav (Via Muraschi 2)
INCONTRI ROCKAMBOLESCHI. STORIE E LEGGENDE DA MICK JAGGER A LEONARD COHEN
Massimo Cotto incontra il pubblico, dialogando con Marco Offredi de L'eco di Bergamo, per presentare i due volumi di Rock Bazar, e l’ultimo uscito - I famosi impermeabili blu – tutti editi da Vololibero Edizioni - introducendo i presenti nelle atmosfere di mito e leggenda che pervadono tutta la storia del rock e che Massimo Cotto magistralmente racconta nei suoi libri, in radio e a teatro. 
L'ingresso all'incontro è libero. E' consigliabile prenotarsi via mail scrivendo a info@suono1981.com

Per GIANMARIA
23 aprile 2017, ore 17.30
BADALUCCO (IM), Art Gallery - "Badabook - Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore a Badalucco"
Presentazione del libro "Da questa parte del mare" di Gianmaria Testa
Partecipano Paola Farinetti e Omar Pedrini
Ingresso Gratuito
____________________________________________________________________________

PALAZZO GRASSI
CARTE BLANCHE A TEHO TEARDO

Dopo gli appuntamenti dedicati ai musicisti di fama internazionale Arto Lindsay nel 2014 e Michele Portal nel 2015, è Teho Teardo l’artista scelto da Palazzo Grassi-Punta della Dogana per la III edizione di Carte Blanche, il format in collaborazione con Enrico Bettinello con il quale il prestigioso museo veneziano di arte contemporanea apre le porte agli artisti più significativi della scena musicale o teatrale con concerti, performance o spettacoli ideati specificamente per gli spazi della Pinault Collection a Venezia. Artista che si è affermato in questi ultimi anni come uno dei più originali ed eclettici nel panorama musicale europeo, sia come autore di colonne sonore che come protagonista di progetti al fianco di nomi quali Blixa Bargeld o Elio Germano, Teardo è un esploratore sonoro curioso e sempre attento agli stimoli che vengono da altre forme artistiche. Per “Carte Blanche” il musicista e compositore presenta due lavori molto diversi fra loro, a ulteriore conferma della sua poliedricità artistica: dal 21 al 23 aprile dalle 10 alle 19, nel foyer del Teatrino di Palazzo Grassi, “Sea Change”, installazione sonora site specific che rende omaggio a Venezia e alla mostra di Damien Hirst “Treasures from the Wreck of the Unbelievable”, e il 22 aprile, alle 20 e alle 21.30, “Phantasmagorica”, performance multimediale in collaborazione con l’artista visiva MP5 e la partecipazione straordinaria di un ospite d’eccezione come il regista Abel Ferrara, versione speciale del suo più recente e onirico progetto presentato in anteprima al Teatro Nazionale Bruxelles lo scorso 23 marzo. Il 21 aprile alle ore 17 nel Teatrino di Palazzo Grassi Teho Teardo incontrerà il pubblico veneziano, in dialogo con Enrico Bettinello, per presentare l’installazione e il percorso proposto con questi tre giorni di iniziative. “Sea Change” sarà una sorta di fondale sonoro in perenne mutazione. Prenderà vita da registrazioni realizzate attraverso microfoni fiondati nel buio fangoso della laguna fin dove non si vede più nulla, ma anche dai detriti di suono generati nell’atrio stesso e da altre risonanze dell’ambiente circostante. In una sorta di partenogenesi accidentale, compariranno nuove incrostazioni sonore viventi, in perpetuo cambiamento come coralli, alghe, spugne e parassiti. Un fondale dove tutto si muoverà al buio e dal quale milioni di creature e spiriti, ripetendo lo stesso millenario rituale, emergeranno sgomenti dalla laguna per morire subito dopo davanti a noi. “Phantasmagorica” è, invece, un omaggio a quel teatro che non esiste più, la fantasmagoria, antica forma di intrattenimento teatrale che impiegava una versione modificata della lanterna magica per provocare stupore attraverso fenomeni illusionistici. Questo “cinema prima del cinema” rivive nell’incontro fra le animazioni di MP5 e la musica di Teho Teardo. I due artisti, sospesi insieme nel buio più profondo, tracciano una messa in scena fatta di oscurità ed apparizioni improvvise, elementi ipnotici in luoghi popolati da fantasmi. Mentre MP5 irradia figure nel nero assoluto, le fa morire e rinascere, Teardo manipola dal vivo suono e musica, disegnando per ogni rappresentazione una partitura sempre nuova dai contorni magici e inquietanti. Maestro di cerimonie, unico corpo e voce nello spettacolo, il regista Abel Ferrara, illusionista per eccellenza, che accompagnerà lo spettatore nella dimensione enigmatica della performance, perché nessuno meglio di un regista può creare immagini, soprattutto nell'inconscio. Una dimensione che confonde sempre chi prova a darne una lettura univoca, poiché gioca di continuo a cambiare faccia: la messa in scena di uno spettacolo di trucchi d’illusionismo o la rappresentazione di quello spazio interiore che si manifesta unicamente durante il tempo del sogno. Dopo Palazzo Grassi, “Phantasmagorica” verrà presentato il 26 aprile al Trafò Festival di Budapest e il 9 giugno a Lille, in Francia, per Latitudes Contemporaines. Ma l’incessante attività artistica di Teho Teardo non si ferma qui: l’esplorazione dell’universo teatrale si arricchisce con le composizioni per un nuovo progetto che unisce musica, teatro e poesia. Debutta infatti il 2 maggio al Teatro dell’Elfo di Milano “Una serie di stravaganti vicende”, un omaggio a Edgar Allan Poe interpretato da Ferdinando Bruni e diretto da Francesco Frongia. Il 7 maggio Teardo debutterà invece a New York, al St. Anne Theatre, con le musiche realizzate per la pièce teatrale “Arlington”, firmata da Enda Walsh, uno dei più luminosi sceneggiatori del teatro contemporaneo. Dopo “Ballyturk”, grazie al quale Teardo vinse nel 2015 l'Irish Theatre Awards per la colonna sonora, si rinnova infatti la collaborazione con il dramaturg irlandese, co-autore di David Bowie in “Lazarus”. Il 28 aprile le musiche di “Arlington” saranno disponibili in download per l’etichetta Specula, mentre nel cast dello spettacolo compaiono Charlie Murphy, Hugh O'Conor e Oona Doherty. Sempre sul fronte teatrale, il 13 maggio ad Anghiari, ritorna il “Viaggio al termine della notte”, lo spettacolo con Elio Germano tratto dal capolavoro di Céline che, dal suo debutto nel 2010, non smette mai di rinnovarsi e di stupire i pubblici di tutta Europa. Infine, sempre a maggio, doppia data – il 18 a Bologna e il 19 a Trieste – per presentare al pubblico “Fall”, il nuovo Ep realizzato insieme a Blixa Bargeld, 4° capitolo del sodalizio con la storica voce degli Einsturzende Neubauten.

PROGRAMMA CARTE BLANCHE
da venerdì 21 a domenica 23 aprile, ore 10-19
Foyer del Teatrino di Palazzo Grassi

TEHO TEARDO
“SEA CHANGE”
installazione sonora site specific
voce di Hugh O’Conor
ingresso libero
venerdì 21 aprile ore 17
Teatrino di Palazzo Grassi
presentazione opera e incontro con Teho Teardo ed Enrico Bettinello
ingresso libero sino ad esaurimento posti

sabato 22 aprile ore 20 e ore 21.30
Teatrino di Palazzo Grassi
TEHO TEARDO | MP5
“Phantasmagorica”
con la partecipazione straordinaria di Abel Ferrara

Teho Teardo, chitarra | elettronica
MP5, disegni e animazioni
Jacopo Gonzales, assistente alla regia
Simone Palma, video staging
Una produzione Short Theatre
______________________________________________________________________________

BAUSTELLE
ROMA, BOLOGNA, TORINO E MILANO SOLD OUT
SI AGGIUNGONO NUOVE DATE LIVE PER IL TOUR “L’AMORE E LA VIOLENZA”

Dopo quello della data zero all'Auditorium S. Domenico di Foligno il 26 febbraio, sold out anche i live del 13 marzo all'Auditorium di Roma, del 14 marzo all'Europauditorium di Bologna, del 20 marzo al Teatro Arcimboldi di Milano e del 7 aprile al Teatro Colosseo di Torino. A grande richiesta sono state aggiunte altre tre nuove date: 4 aprile al Teatro Arcimboldi di Milano, 8 aprile al Lime Theatre di Reggio Emilia, 30 aprile all'Auditorium di Roma. Il disco “L’AMORE E LA VIOLENZA” dei BAUSTELLE è entrato direttamente al numero 2 delle classifiche di vendita, trainato dal grande successo radiofonico del singolo "Amanda Lear". Questo il tour completo:
mercoledì 19/4: PESCARA – Teatro Massimo
venerdì 21/4: NAPOLI – Teatro Augusteo
domenica 30/4: ROMA – Auditorium

L’ESTATE, L’AMORE E LA VIOLENZA
dal 16 giugno il tour estivo dei BAUSTELLE

Mentre il tour teatrale di presentazione dell’album L’AMORE E LA VIOLENZA è ormai arrivato al giro di boa, facendo registrare ovunque il tutto esaurito, i BAUSTELLE annunciano oggi le prime date del tour estivo, che partirà ufficialmente il 16 giugno dal Ravenna Festival, dopo una speciale “anteprima” al MiAmi Festival di Milano (il 26 maggio). Il nuovo tour, intitolato L’ESTATE, L’AMORE E LA VIOLENZA, farà tappa in diverse regioni, come ad esempio la Sicilia, che non erano state raggiunte dal tour teatrale. La band di Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni) sarà affiancata sul palco da Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano De Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere) e Andrea Faccioli (chitarre). Queste le prime date confermate del tour estivo, in aggiornamento:

Venerdì 16/06: RUSSI (RA) - Palazzo San Giacomo / Ravenna Festival
Domenica 02/07: GARDONE RIVIERA (BS) - Anfiteatro del Vittoriale / Tener-A-Mente Festival
Sabato 08/07: PADOVA – Parcheggio Nord Stadio Euganeo / Sherwood Festival
Venerdì 21/07: COLLEGNO (TO) – Parco della Certosa / Flowers Festival
Giovedì 10/08: PALERMO - Teatro di Verdura
Venerdì 11/08: ZAFFERANA ETNEA (CT) - Anfiteatro Falcone & Borsellino
Domenica 13/08: MELPIGNANO (LE) - Piazza Convento Agostiniani / So What Festival
Venerdì 25/08: ASOLO (TV) – Asolo City Park / Ama Music Festival
Sabato 26/08: MANTOVA - Piazza Castello / Mantova Arte & Musica Festival
Lunedì 03/09: PRATO - Piazza Duomo/Settembre Rassegna "Prato è Spettacolo”
+
Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito ufficiale www.baustelle.it e sulla pagina facebook ufficiale www.facebook.com/baustelleofficial.

Il tour è a cura di Ponderosa Music & Art. Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito ufficiale www.baustelle.it e sulla pagina facebook ufficiale www.facebook.com/baustelleofficial.
_______________________________________________________________________________

PAOLO BENVEGNU'
“H3+” TOUR

Continua il tour nazionale di PAOLO BENVEGNU' per la presentazione del nuovo straordinario disco di inediti dal titolo "H3+" (Woodworm Label). Il 19, 20, 22 e 25 aprile Paolo Benvegnù sarà presente al Festival Mann "Muse al museo", al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, per una serie di appuntamenti straordinari, in qualità di artista residente.  In più, domenica 23 aprile, dalla Fiera dell'Editoria "TEMPO DI LIBRI" di Milano, in diretta su Rai Radio 3, Benvegnù suonerà dal vivo, in qualità di ospite musicale esclusivo, all’interno dei programmi "L'idealista" e "Fahrenheit", dalle 14.30 alle 18.00. Con Paolo Benvegnù, chitarra e voce, Marco Lazzeri alle tastiere.

EVENTI SPECIALI
19–apr Napoli – MANN Paolo Benvegnù incontra Riccardo Sinigallia. Inizio ore 16.00
20-apr Napoli – MANN Schowcase di presentazione di H3+ acustico. Inizio ore 18.00
22-apr Napoli – MANN Paolo Benvegnù incontra Niccolò Fabi. Inizio ore 16.00
25-apr Napoli – MANN apertura al concerto di Cristiano De Andrè

TOUR DI PRESENTAZIONE DEL NUOVO DISCO “H3+”
21-apr Milano – Serraglio / doppio set con Angela Baraldi
28-apr Bologna - Locomotiv
29-apr Torino - Officine Corsare
5-mag  Firenze – Tender
12-mag Salerno - Modo
________________________________________________________________________________

LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA
"TERRA TOUR"

Da oggi anche il brano "CHAKRA" disponibile su YouTube al link https://youtu.be/aPM5dCTBq4Q.

Dopo la "data zero" all'Astro Club di Pordenone, prende il via ufficialmente questa sera dal Vidia Club di Cesena il tour de LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA, che segue la pubblicazione dell'album TERRA, uscito lo scorso 3 marzo ed entrato direttamente al quarto posto nella classifica FIMI/Gfk dei dischi più venduti della settimana.  “Mi piaceva l’idea di non essere in dieci su un palco o di avere delle basi ma di essere in pochi e molto esposti, suonando tutto in quel momento. - scrive Vasco Brondi a proposito del tour. Una band come una tribù noi con i nostri strumenti, le nostre voci, le nostre mani. Farci guidare e proteggere da questo limite. Essere lì tutti insieme al centro del palco come in una sorta di rito liberatorio, fatto per noi e per chi verrà ad ascoltarci. E’ questo lo spirito con cui porteremo in giro le canzoni di “Terra”: un invito a ritrovarci tutti insieme nello stesso posto nello stesso momento, per esprimerci, per liberarci insieme di qualcosa che attraverso questo disco abbiamo provato a raccontare. Niente separazioni niente distanze: un concerto diretto, quasi come un corpo a corpo, un rito collettivo da celebrare insieme ogni sera”.   Vasco Brondi sarà accompagnato sul palco da una band di quattro elementi: Marco Ulcigrai (chitarra), Matteo Bennici (basso), Giusto Correnti (batteria) e Angelo Trabace (tastiere). Questo il calendario completo del tour:



21/04 - BOLOGNA - ESTRAGON
23/04 - GENOVA - SUPERNOVA
27/04 - TRENTO - SANBAPOLIS
28/04 - FIRENZE - OBIHALL

tutte le informazioni su www.leluci.org e sulla pagina facebook ufficiale www.facebook.com/LELUCIDELLACENTRALEELETTRICA
________________________________________________________________________________

CESARE BASILE
Solo Tour



Prosegue il  tour di presentazione dell'album "U Fujutu su nesci chi fa ?"-  CD LP Digital Pubblicato da Urtovox lo scorso 24 Febbraio. Dopo le prime esaltanti date con i Caminanti  Cesare Basile prosegue il tour con una manciata di date in solo. Si abbassa, forse, solo un po' il volume…"Voce e chitarra per canzoni d'amore e tempesta".
Tour a cura di Modernista booking agency

20/04 Teatro Bloser Genova
21/04 ROOTS Colle Val D'Elsa Siena
22/04 Moog Ravenna
23/04 Osteria del Fico Cremona
______________________________________________________________________________

ZEN CIRCUS
“LA TERZA GUERRA MONDIALE" TOUR - NUOVE DATE

Dopo trenta sold out in tutta Italia, per un totale di oltre 20.000 biglietti venduti, continua il fortunato tour di The Zen Circus per la presentazione del suo ultimo disco "La Terza Guerra Mondiale" (La Tempesta Dischi).

21 apr - Parma - Campus Industry Music
22 apr - Arezzo – Karemaski
29 apr - Cesena - VIDIA
30 apr – Bari – Arena della pace (Japigia) Premio Maggio
25 mag – Segrate (MI) - MiAmi
_______________________________________________________________________________

ANGELA BARALDI
"TORNANO SEMPRE" TOUR

Partirà il 9 marzo, dal Druso di Bergamo, il tour di Angela Baraldi per la presentazione del nuovo disco di inediti, dal titolo "Tornano Sempre" (Woodworm Label). Il calendario, curato da Locusta Booking, è in continuo aggiornamento.

20-apr Roma - Monk
21-apr Milano – Serraglio
___________________________________________________________________________

SICK TAMBURO
UN GIORNO NUOVO - TOUR DI PRESENTAZIONE

Avrà inizio il 21 aprile, dal Deposito Pontecorvo di San Giuliano Terme (PISA), il tour dei SICK TAMBURO per la presentazione del nuovo disco di inediti, “Un Giorno Nuovo”, uscito per La Tempesta Dischi (distr. Master Music) il 13 aprile scorso. Nati dall'esperienza Prozac +, i Sick Tamburo sono uno dei gruppi alternative rock più interessanti del panorama italiano: testi concisi, ritmi incalzanti e un'affascinante attitudine punk.

21-04 San Giuliano Terme (PI) - Deposito Pontecorvo
22-04 Modena - Off
28-04 Sant'Egidio alla Vibrata (TE) - Paladejavu
29-04 Rimini - Bradipop
30-04 Frattamaggiore (NA) - Sound Music Club
05-05 Milano - Serraglio
06-05 Genova - Zapata
____________________________________________________________________________

SPARTITI
“SERVIZIO D’ORDINE” - TOUR

Dopo il successo di pubblico e critica della prima parte del tour, SPARTITI, il duo formato da Jukka Reverberi (Giardini di Mirò) e Max Collini (OfflagaDiscoPax), si prepara ad affrontare i concerti in Veneto, allo Spazio Aereo di Marghera, e in Liguria, all’Altrove/Teatro della Maddalena di Genova, la presentazione di “SERVIZIO D’ORDINE”, il nuovo EP, uscito lo scorso 23 gennaio. “Servizio d’ordine”, disponibile sia in formato cd sia in download digitale per l'etichetta Woodworm (distribuzione Audioglobe), contiene 4 brani e una traccia bonus registrata dal vivo, per oltre mezz’ora di musica. L'EP "Servizio d'ordine" rappresenta il completamento del percorso intrapreso dal duo reggiano con l'album "Austerità", che da marzo a settembre scorsi li ha portati in tour in tutta Italia e all’estero e che ritroviamo presente in molte playlist dedicate ai migliori dischi italiani indipendenti del 2016. Qui di seguito le prossime date del tour, a cura di Antenna Music Factory.

Venerdì 21 Aprile - CARPI (MO) - Kalinka
Lunedì 24 Aprile - CAMPI BISENZIO (FI) - Piazza
____________________________________________________________________________

TOMMASO NOVI

Esce venerdì 28 aprile “SE MI COPRI ROLLO AL VOLO” il primo disco da solista di TOMMASO NOVI, compositore, musicista e musicoterapista pisano, fondatore con Francesco Bottai del duo I Gatti Mezzi. Fedele alla linea perseguita con i Gatti Mezzi, grazie alla quale hanno vinto riconoscimenti come il Premio Ciampi e svolto oltre 700 concerti in tutto il mondo, Tommaso Novi propone uno stile compositivo autentico, colto, impertinente e profondamente autoironico. Annunciato il minitour di anticipazione del disco, in Toscana, e le date di Roma e Livorno. Il calendario è in continuo aggiornamento.

ANTEPRIMA “SE MI COPRI ROLLO AL VOLO”
IN TOSCANA
21/04 Teatro delle Sfide, Bientina (PI)

CONCERTI DI PRESENTAZIONE
12/05 Na Cosetta, Roma
29/04 The Cage, Livorno
_____________________________________________________________________________

FINALMENTE DAL VIVO IL GRANDE OMAGGIO
ALLA EDITH PIAF MESSICANA
PARTE IL 4 APRILE DA PALERMO IL TOUR TEATRALE DI 
ANTONIO DI MARTINO E FABRIZIO CAMMARATA
“UN MONDO RARO – VITA E INCANTO DI CHAVELA VARGAS”
DISPONIBILE IN CD E VINILE DAL 31 MARZO


Parte il 4 aprile dalla loro Palermo il tour nei teatri di Antonio Di Martino e Fabrizio Cammarata che presenta finalmente dal vivo il doppio progetto “Un Mondo Raro – Vita e incanto di Chavela Vargas”: un album, pubblicato in digitale nei primi mesi del 2017 per Picicca Dischi/Believe, e un romanzo biografico edito da La Nave di Teseo. Uno spettacolo fatto di musica, narrazione e performance, un dialogo continuo fra Città del Messico e Palermo attraverso il quale i 2 cantautori siciliani rendono omaggio alla “Edith Piaf messicana”. Chavela Vargas (1919-2012) è stata una delle voci più importanti e inconfondibili dell’America Latina, amante di Frida Kahlo, musa di Almodòvar e icona omosessuale che ha infranto gli schemi di un intero secolo. Una vita consumata fra tequila, canzoni d’amore, passioni impossibili e magia, fino a raggiungere la fama mondiale, alla tenera età degli ottant’anni. Dopo la prima data il 4 aprile al Teatro Santa Cecilia di Palermo, il tour prosegue il 19 aprile a Roma (Teatro Quirinetta), il 22 a Firenze (Sala Vanni), il 23 a Napoli (Teatro Piccolo Bellini) e il 9 maggio a Terni (Anteprima Encuentro). Nello spettacolo Chavela, Frida e La Llorona diventano pupi siciliani e il 2 novembre, commemorazione dei defunti che ricorre tanto nelle memorie della Vargas quanto in quelle dei due artisti, si trasforma nel filo transoceanico che collega quei due posti in cui la Morte ha una sua “festa”. E dal 31 marzo nei migliori negozi di dischi sarà possibile acquistare il cd e il vinile di “Un mondo raro” che verranno presentati lo stesso giorno alla libreria Feltrinelli di Palermo.

19.04 Roma - Teatro Quirinetta
22.04 Firenze - Sala Vanni
23.04 Napoli - Teatro Piccolo Bellini
09.05 Terni - Anteprima Encuentro
_______________________________________________________________________________

AGNESE VALLE
IN TOUR

Ha ricevuto il PREMIO DELLA CRITICA al PREMIO BIANCA D'APONTE, l'unico in Italia riservato alla canzone d'autore al femminile, con il brano “Cambia il vento” (in un arrangiamento molto suggestivo per chitarra e clarinetto), mentre il suo ultimo album ALLENAMENTO AL BUONUMORE è stato candidato alla Targa Tenco come miglior album in assoluto del 2016. Lei è AGNESE VALLE, cantautrice e clarinettista romana. 

VENERDì 5 MAGGIO @ NA COSETTA - Roma  (in band)
SABATO 13 MAGGIO - "Mo'l'estate Spirit Festival XXIV edizione" - Apricena
DOMENICA 14 MAGGIO - "Mo'l'estate Spirit Festival XXIV edizione" - San Giovanni Rotondo

L’ALBUM: ALLENAMENTO AL BUONUMORE
La raffinatezza del rock femminile in “un attestato di ottimismo, un inno al sorriso, una danza ad un giorno di sole”. Così la cantautrice e clarinettista romana Agnese Valle ha voluto definire “Allenamento al buonumore”, il suo secondo album. Un disco schietto, fresco, asciutto. Senza orpelli. Figlio dell'esperienza live maturata in questi ultimi tre anni. Un’opera corale, costruito in sala prove, in cui la band è al centro di tutto e lavora insieme nelle varie fasi di produzione: dall'arrangiamento all'esecuzione. Perché l’intento è quello di “scattare una fotografia al live” eliminando lo scarto che spesso si ha tra la "musica registrata" e quella "suonata". “Allenamento al buonumore” è composto da dieci brani. Tra questi, una cover che va a pescare nel repertorio di Ivan Graziani: Maledette malelingue. La scelta non è casuale ma guarda sempre all’esperienza live della Valle, che la scorsa stagione ha portato in tour uno spettacolo su Graziani dal titolo “Agnese canta Agnese”.

AGNESE VALLE, classe 1986, inizia la sua formazione musicale alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio e prosegue il suo percorso al Conservatorio di Musica di Santa Cecilia in Roma presso il quale si diploma in clarinetto nel 2009. Parallelamente si dedica allo studio del canto sotto la guida di Raffaella Misiti (Acustimantico ) e consegue numerosi masterclass e stage di perfezionamento musicali, canori (con Andrea Rodini, Claudio Fabro, Mary Satrakian, Susanna Stivali ) e teatrali in Italia e all'estero. Diverse le collaborazioni in studio di registrazione e sul palco, come solista e orchestrale fra musica, teatro e musical. Dal 2009 è voce solista e 1°clarinetto nell'Orchestra del 41°Parallelo. Nel 2014 realizza il suo primo album “ Anche oggi piove forte...”, inserito tra i 30 dischi candidati alla Targa Tenco “Opera prima” 2014; nel 2015 è selezionata per le audizioni live di Musicultura ed è semifinalista al Premio Fabrizio De Andrè. Dal 2014 è docente presso la Casa Circondariale Femminile di Rebibbia per CO2, un progetto di educazione all'ascolto nelle carceri ideato da Franco Mussida della PFM. A Rebibbia nel luglio 2015 organizza un concerto per le detenute. Dal 2016 è cantante e clarinettista della Med Free Orkestra. Il suo clarinetto lo troviamo anche nella colonna sonora del film di Edoardo Leo “Buongiorno Papà”; nel video “Se non ora quando” a cura di L.Savino e C.Comencini; in “Cancao do mar” con Francesco Di Giacomo e nell'album “ Il fischio del vapore “ di Francesco De Gregori e Giovanna Marini.
______________________________________________________________________________

CRISTINA DONA’
TOUR

Avrà inizio martedì 6 giugno, al Biografilm Festival di Bologna, “TREGUA 1997-2017 STELLE BUONE”, il tour speciale di CRISTINA DONA’ dedicato al suo primo album, “Tregua”, per festeggiare 20 anni di splendida carriera.Venti anni fa, infatti, Cristina Donà emerse dal trasversale e ricco mondo della nuova musica milanese dei primi anni ‘90 portandosi nella voce una visione senza confini, solo orizzonti. Prima da sola, chitarra e voce, poi con altri artisti e quindi con Manuel Agnelli in casa a registrare provini: è così che arrivò “Tregua”, da lui magistralmente prodotto, che deflagrò nella scena musicale di quel periodo come una novità assoluta.  Un esordio sorprendente destinato a diventare un punto di riferimento, e non solo al femminile, per il rock di matrice mediterranea, che fece sobbalzare pubblico, critica, colleghi, ottenendo i più prestigiosi riconoscimenti esistenti in Italia. Otto album, centinaia di concerti in Italia e in Europa, sono il lascito di Cristina Donà alla musica in tante diverse versioni di se stessa, trasformista nella continuità: raramente si può applicare a un'artista questa idea come con lei, anche grazie alle indimenticabili performance dal vivo. E’ così che Cristina ha dato vita ad un lungo e felice percorso artistico di cantautrice, che la distingue nel panorama musicale contemporaneo. Il repertorio del live legato a "Tregua" sarà completato dai brani simbolo della sua carriera ma, altro motivo d’interesse, da alcune cover di grandi artisti italiani e internazionali. E naturalmente sul palco ci saranno parte dei musicisti che accompagnarono Cristina in quel periodo, come Cristiano Calcagnile alla batteria (al quale sono affidati anche gli arrangiamenti di questo live) e Lorenzo Corti alla chitarra, coadiuvati da Danilo Gallo al basso e Gabriele Mitelli alla tromba.
Prime date confermate:

06 giugno - Bologna - Biografilm Festival
13 giugno - Bergamo - Lazzaretto
29 giugno - Molfetta (BA) - Eremo Club
12 luglio - Casalgrande (RE) - Villa Spalletti
13 luglio - Valdagno (VI) - Festival Femminile Singolare
______________________________________________________________________________

Quirinetta riapre
in arrivo Giorgio Poi, Mecna, Cold Cave, Peter Hook, Davin Degraw

Dopo quasi 70 giorni di #QuirinettaOnTour (con Marlene Kuntz, Temper Trap, Diodato, Dillon), il Quirinetta riapre e lo fa portando sul palco di Via Marco Minghetti una programmazione ricca di appuntamenti tra musica ed eventi, a partire dal concerto di Giorgio Poi il 24 marzo, per proseguire con tre grandissimi nomi della scena internazionale, Cold Cave il 4 aprile, Peter Hook il 7 aprile e David Degraw il 3 maggio... mettendosi ancora una volta al servizio del fermento culturale romano.
"Abbiamo impollinato la città di musica per quasi 70 giorni, portando il suono del Quirinetta in tanti angoli di Roma” dichiara la direzione artistica di Viteculture "oggi siamo felici di tornare a casa, che da quasi due anni come Viteculture abbiamo fatto crescere e visto affermarsi sul podio dei migliori locali italiani. Oggi torniamo #difformi nella proposta culturale (come vi avevamo promesso), e lo facciamo innanzitutto aprendo le porte ad alcuni dei concerti più attesi della stagione... per continuare a portare cultura, musica, teatro ed eventi nel cuore di Roma, per restituire il centro storico della città ai romani". Ora dissequestrato, il Quirinetta torna palcoscenico della vita culturale romana, nazionale e internazionale, con Giorgio Poi, Mecna, Cold Cave, Peter Hook, David Degraw e altre sorprese. Giorgio Poi, Quirinetta 24 marzo. Dopo Calcutta, Giorgio Poi sarà il prossimo tormentone di Bomba Dischi? Nell’attesa di scoprirlo, il cantautore sarà sul palco del Quirinetta il 24 marzo per il release party del suo primo album, Fa Niente. “Ho trascorso in Italia tutta la prima  parte  della  mia  vita, fino ai vent’anni – racconta Giorgio Poi – e non m’è mai interessato capirla. Vista dall’interno somigliava tanto a un ricettacolo di cose ovvie, a un contenitore  per la  normalità, una nebulosa di noia  al di fuori della quale sorgevano le misteriose meraviglie estere. Così sono andato a vivere a Londra, dove proporzionalmente a un grande entusiasmo per quel che scoprivo lì, sentivo avanzare una specie di nostalgia, che nel tempo si trasformò in  ammirazione idealizzata e totale per il mio paese. Ascoltavo Vasco Rossi, Paolo  Conte, Lucio Dalla, Piero Ciampi, cose che avevo sentito da bambino, ma a cui non ero mai tornato attivamente. Dopo alcuni anni quel  sentimento  non  accennava  a  smorzarsi, ma anzi si  acuiva, spingendomi verso quel modo che  un  po’ mi apparteneva  per  diritto  di  nascita. Così ho iniziato a scrivere alcune canzoni in Italiano, una dopo l’altra, ed è uscito questo disco.” Mecna, Quirinetta 31 marzo. Lungomare Paranoia è uscito quasi all'improvviso, ma ha impiegato pochissimo tempo ad arrivare a tutti i fan di Mecna. Il concerto al Quirinetta sarà il seguito di quello dell'anno scorso... presentando l’artista foggiano live per BASE, la serata di Viteculture che esplora i suoni più avvincenti. Il palco liberty di Via Marco Minghetti ospita così la data romana del Lungomare Paranoia Tour, l’ultimo lavoro di Mecna, sicuramente una delle voci più  introspettive e di profilo, in grado di cavalcare i confini tra hip hop di qualità ed elettronica. Cold Cave, Quirinetta 4 aprile. In un live denso di dark-wave e synth-pop tagliente in un retro futuro sonoro che corre dagli anni ’80 fino ai Nine Inch Nails, Cold Cave sarà uno dei grandi protagonisti della primavera romana. Il cantante Wesley Eisold (AKA Cold Cave), in un articolo di Pitchfork, è stato paragonato a Ian Curtis dei Joy Division per impostazione baritonale e a Matt Berninger dei National per l’intonazione confidenziale. Molto attento e sempre in controllo del suo progetto, Cold Cave si muove fra dark wave, noise e una vena di pop che i fan più intransigenti hanno accolto con dubbio. Privo dalla nascita della mano sinistra, Eisold in A Little Death to Laugh, mormora “Ho perso un ramo sul sentiero della mano sinistra / E non l’ho mai avuto indietro”, con una fusione fra la sua storia personale e l’estetica dark di Cold Cave che spiega perfettamente l’origine della carica emotiva della sua musica. Peter Hook, Quirinetta 7 aprile. Arriva Peter Hook a Roma, per suonare dal vivo due album con lo stesso titolo, ma che sono nella discografia di due gruppi diversi: parliamo di Joy Division e di New Order. Gli album si intitolano Substance e in entrambi c’è il basso di Peter Hook. Per gli amanti di Joy Division e New Order non serve aggiungere molto. Parliamo di due gruppi che sono citati in qualsiasi compendio della musica rock, pop e perfino dance. Joy Division nel post punk più scuro, malinconico e tragico e New Order nella New Wave che sconfinava nella prima elettronica. Gavin DeGraw, Quirinetta 3 maggio. Gavin DeGraw, l’apprezzatissimo autore di “Chariot” e molte altre hit, mercoledì 3 maggio sarà protagonista al Quirinetta di Roma con An Acoustic Evening with Gavin DeGraw: un set dalle atmosfere intime darà ai fan l’opportunità di vedere il cantautore impegnato in versioni essenziali e rigorosamente unplugged di alcuni dei suoi più grandi successi, insieme a rari outtakes mai eseguiti dal vivo, prima di riprendere il tour del suo ultimo album “Something Worth Saving”, uscito lo scorso settembre e trascinato dalla hit “She Sets The City On Fire”. E poi ancora: 19 aprile Di Martino e Cammarata “In un mondo raro”, 20 aprile Renzo Rubino “Il gelato dopo il tour”.

Parte dal Quirinetta il nuovo tour di
EUGENIO IN VIA DI GIOIA 
“TUTTI SU PER TERRA”
22 aprile 2017, ore 22.00 
Quirinetta, Via Marco Minghetti 5 (Roma)

Parte dal Quirinetta di Roma il 22 aprile il nuovo tour degli Eugenio In Via di Gioia, giovane quartetto torinese che nell’ultimo anno e mezzo si è affermato come una delle più interessanti realtà a livello nazionale con il disco d’esordio “Lorenzo Federici” (Libellula). La band presenterà il nuovo disco “Tutti su per Terra”, uscito il 14 aprile 2017. Anticipato a fine febbraio dal singolo “Giovani Illuminati”, entrato stabilmente a far parte della classifica “Viral Top 50 Italia” di Spotify, il disco è prodotto da Fabio Rizzo (Dimartino, Niccolò Carnesi) e Marco Libanore. Nove brani tra cantautorato e nu-folk che danno vita ad un immaginario artistico profondamente personale e a tratti stralunato. Un nuovo lavoro che racconta una relazione, quella tra l’uomo e il Mondo, del tutto rivoluzionata, capovolta, a testa in giù. “Tutti su per Terra” è il resoconto di secoli di evoluzione: l’album racconta i rapporti tra cervello e tecnologia, tra informazione e formazione, tra coscienza
personale e opinione collettiva, tra umanità e natura. Una relazione, quella tra l’uomo e il Mondo, del tutto rivoluzionata, capovolta, a testa in giù. Così nella copertina Atlante, che un tempo sosteneva sulle proprie spalle la volta celeste, diventa una figura tragicomica, schiacciata dal peso dei propri stessi muscoli e raccolto da una Terra nuda e inerte. Nove brani che partendo dalla tradizione cantautorale italiana la contaminano con il nu-folk inglese e americano di questi ultimi anni, segnando un importante passo avanti rispetto al precedente “Lorenzo Federici” grazie anche al contributo di Fabio Rizzo alla produzione. Il folk di strada da cui proviene la band è così arricchito da batteria, molte percussioni e diverse incursioni di fiati, mentre la fisarmonica abbandona il mondo della tradizione popolare per avvicinarsi ad atmosfere più introspettive, fino ad assumere il ruolo di “pad”. I testi giocano con le parole sia a livello lessicale che fonetico, dando vita ad un immaginario artistico profondamente personale e a tratti stralunato, che se da un lato sembra ancora discendere in linea diretta dall’ironia di Gaber e Jannacci (Sette Camicie, La punta dell’iceberg), dall’altro si apre a momenti più riflessivi (Giovani Illuminati, Chiodo fisso) e pungenti (Selezione naturale, con il feat. del rapper Willie Peyote). Il disco darà inoltre vita ad un progetto crossmediale tra musica e scienza, grazie all’intervento di “opinion leader” dal mondo della scienza, tecnologia, informazione e sostenibilità che forniranno un “quote” scientifico per ogni canzone. Il tutto in collaborazione con il divulgatore e giornalista scientifico Andrea Vico. Il loro disco d’esordio “Lorenzo Federici” (Libellula) è uscito a dicembre 2014 ed i giovani torinesi Eugenio In Via Di Gioia, già vincitori delpremio della critica al Premio Buscaglione 2013, hanno fatto parlare parlare moltissimo di sé. Il primo video “Argh!” presentato in anteprima sul sito de La Stampa e uno showcase nella redazione del quotidiano, le due pagine di intervista su Rockerilla, l’approfondimento su Il Manifesto, fino ad arrivare agli showcase live a Music Club su Radio 1e a MiniSonica su Radio Popolare Network, alla partecipazione alla compilation "Sotto il Cielo di Fred" in compagnia di Brunori Sas, Dente, Perturbazione e molti altri e all'invito a partecipare come ospiti alPremio Leo Ferrè a giugno 2015. A luglio 2015 inoltre tre loro canzoni si collocano al primo, secondo e terzo posto come brani più ascoltati a Torino su Spotify ed esce il loro nuovo video “Non Ancora”, selezionato da MTV New Generation e presentato in anteprima su Vevo. A settembre 2016 la band decide di lanciare il nuovo singolo "Pam" non con un videoclip, bensì con un videogame, intitolato "Pam-Man", disponibile per dispositivi Ios e Android. Si tratta di una prima assoluta per il nostro Paese, che viene ripresa da Ansa nazionale, Wired e da molti contenitori specializzati. Ma è sul palco che la giovane band torinese è travolgente e dà il meglio di sè, dimostrazione evidente il primo posto come rivelazione live 2014-2015 nella classifica KeepOn, il loro pubblico che continua a crescere ed il tour d’esordio che si è prolungato per due anni con oltre 100 date in tutta la Penisola e molti sold out. Ad aprile 2016 la band intraprende inoltre il proprio primo tour europeo, frutto della vittoria del Premio KeepOn dell'anno precedente, che tocca Francia, Belgio, Olanda e Germania. Un disco ed un live che partono dalla strada - gli Eugenio In Via Di Gioia nascono come buskers - e dalla tradizione delle balere, dello swing e del folk italiano fino ad arrivare al nu-folk inglese di questi ultimi anni, reinterpretando la tradizione e rivestendola di un realismo che legge con amara allegria i nostri tempi. Chiunque li abbia visti dal vivo almeno una volta ne è rimasto colpito, provare per credere.

An Acoustic Evening with
Gavin DeGraw
3 maggio 2017, ore 22.00 Quirinetta, Via Marco Minghetti 5 (Roma)

Il 3 maggio è in arrivo al Quirinetta Gavin DeGraw, l’apprezzatissimo autore di “Chariot” e molte altre hit, con il suo speciale tour An Acoustic Evening with Gavin DeGraw. Le canzoni di Gavin DeGraw ascoltate in versione acustica lasciano uscire tutte le emozioni, raccontate in modo semplice. An Acoustic Evening with Gavin DeGraw è un set dalle atmosfere intime, che darà ai fan l’opportunità di vedere il cantautore impegnato in versioni essenziali e rigorosamente unplugged di alcuni dei suoi più grandi successi, insieme a rari outtakes mai eseguiti dal vivo, prima di riprendere il tour del suo ultimo album “Something Worth Saving”, uscito lo scorso settembre e trascinato dalla hit “She Sets The City On Fire”. Gavin DeGraw esordisce nel 2003 con “Chariot” (J Records), che nel giro di poco tempo lo proietta in testa alle classifiche grazie all’omonimo singolo e a “I Don’t Want To Be”, che diventa la sigla della fortunata serie TV One Tree Hill. Ognuno dei suoi cinque album seguenti, da “Gavin DeGraw” (J Records, 2008) a “Something Worth Saving” (RCA, 2016) ottiene importanti riconoscimenti a livello mondiale con dischi d’oro e platino, oltre alla nomination ai Grammy Awards 2014 per “We Both Know”, canzone scritta a quattro mani insieme a Colbie Calliat per la colonna sonora del film di Lasse Hallström “Vicino a te non ho paura”. Prevendite: booking.viteculture.com. Biglietti 22 euro
_________________________________________________________________________________

MANNARINO
Apriti Cielo Tour a Molfetta
Molfetta (BA), Banchina San Domenico
Sabato 1 luglio 2017


Sull’onda del travolgente successo per le prime date annunciate (già 8 sold-out in pochi mesi) l’Apriti Cielo Tour di Mannarino arriva a Molfetta, per un grande evento promosso Bass Culture e Cool Club nella rassegna “Luci e Suoni a Levante” curata della Fondazione Musicale V.M. Valente. Il concerto si terrà sulla Banchina San Domenico, ed i biglietti sono già disponibili in prevendita sul circuito TicketOne. “Apriti cielo” (Universal) è il titolo del quarto album di MANNARINO, uscito il 13 gennaio e anticipato dai singoli Apriti Cielo e Arca di Noè. Il disco ha debuttato al 1° posto della classifica Fimi dei dischi più venduti, su Spotify ha già superato i 3 milioni di streaming e su YouTube i videoclip di Apriti Cielo e Arca di Noè hanno già oltre 1 milione di view. Un disco intenso e controcorrente nella sua genuina verità. È merce rara essere nazionalpopolare facendo una ricerca artistica rigorosa, probabilmente questo è il più grande pregio di Mannarino che, con questo quarto album, riesce ancora una volta nell’intento. Il progetto di questo spettacolo nasce da un’idea di Alessandro Mannarino, sviluppata e disegnata da CROMANTICA, Fabiana Zanardi ed Edoardo Patanè con il supporto di LEMONANDPEPPER. Il progetto illuminotecnico è curato da Nicola Tallino, gli impianti audio, luci e proiezioni saranno forniti da AGORA. Apriti cielo tour è una produzione Vivo Concerti. L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Biglietti: € 25 + diritti prevendita
Prevendita disponibile online e nei punti vendita del circuito TicketOne.it
In attivazione sui punti vendita Bookingshow.it
Link x acquisto online: http://bit.ly/2mieiwR
Info email biglietteria@bassculture.it - 393 9639865

Umbria Eventi d'Autore 
La genuina verità di Alessandro Mannarino ai piedi dell’acropoli perugina  all’Arena Santa Giuliana arriva Apriti Cielo Tour 


Sarà l'Arena Santa Giuliana di Perugia ad ospitare il prossimo 21 luglio la tappa umbra di Apriti Cielo Tour di Alessandro Mannarino, live promosso dall'associazione Umbra della Canzone e della Musica d'Autore nell'ambito della seconda parte della stagione Umbria Eventi d'Autore. L'artista romano approderà sul palco perugino per presentare il suo quarto album Apriti cielo, uscito lo scorso 13 gennaio per Universal e anticipato dai singoli Apriti cielo e Arca di Noè. Il disco ha debuttato al primo posto della classifica Fimi dei dischi più venduti, su Spotify ha già superato i 3 milioni di streaming e su YouTube i videoclip di Apriti Cielo e Arca di Noè hanno già oltre 1 milione di view. Apriti cielo - Un disco intenso e controcorrente nella sua genuina verità. È merce rara essere nazionalpopolare facendo una ricerca artistica rigorosa, probabilmente questo è il più grande pregio di Mannarino che, con questo quarto album, riesce ancora una volta nell’intento. Il progetto di questo spettacolo nasce da un’idea di Alessandro Mannarino, sviluppata e disegnata da CROMANTICA, Fabiana Zanardi ed Edoardo Patanè con il supporto di LEMONANDPEPPER. Il progetto illuminotecnico è curato da Nicola Tallino, gli impianti audio, luci e proiezioni saranno forniti da AGORA. Apriti cielo tour è una produzione Vivo Concerti. 

Prevendite su circuiti TicketItalia e TicketOne. 
______________________________________________________________________________

PAOLO CATTANEO
al via il 18 febbraio da Brescia il nuovo Tour con i brani di "Una Piccola Tregua"

Il musicista e songwriter bresciano terrà sei concerti caratterizzati da un suono sintetico e raccolto in luoghi selezionati che favoriscono l'attenzione. A Brescia e Milano “Ritmo Condiviso” e “Wunderkammer”, due particolari esperienze d'ascolto intenso. E a breve il nuovo video “Due età un tempo”


04.03.17 > TEATRO FONDERIA APERTA - VERONA
26.03.17 > BELLEVILLE - PARATICO (BS)
13.05.17 > CASA BASE - MILANO

Può esistere un suono “elettronico da camera” che al contempo sappia creare un'atmosfera sintetica e raccolta? E' ancora possibile creare situazioni di ascolto intense e memorabili nell'era della musica liquida che non favorisce l'attenzione? A queste due domande sembra voler rispondere Paolo Cattaneo con il suo nuovo tour, che prenderà il via il 18 febbraio dal Teatro Centro Lucia di Botticino (BS) per concludersi il 13 maggio al casa BASE di Milano. Il giro di concerti del musicista e songwriter bresciano segue la pubblicazione di “Una Piccola Tregua”, accolto dalla critica con pareri entusiasti come uno dei dischi italiani più belli del 2016 – “colpisce allo stomaco con le carezze” (Rockit); “verso strade nuove, misteriose, eccitanti” (Il Mucchio); “vallate sonore in cui perdersi” (Sentireascoltare). Saranno sei gli appuntamenti nei quali Cattaneo (voce, celesta) proporrà le sue nuove canzoni e alcuni brani dai lavori precedenti con un sound “elettronico da camera”, accompagnato da una band formata da Fidel Fogaroli (rhodes, piano, synth), Andrea Ponzoni (elettronica), Nicola Panteghini (chitarra) e Andrea Lombardini (basso). La definizione “elettronico da camera” riassume l'approccio che darà vita ad un live dall’atmosfera affascinante, nel quale la voce avvolgente e piena di traiettorie incontrerà vesti sonore capaci di fondere influenze etniche e orchestrali con strumenti sintetici e volutamente digitali, fra canzone d'autore, synth pop, classica e jazz. Il tutto creerà un’esibizione intensa, caratterizzata dalle tracce dell'ultimo lavoro, la cui ricchezza poetica sarà donata agli ascoltatori, lasciati liberi di catturare le sensazioni che lieviteranno dalle canzoni, dalle loro storie differenti, profonde, colorate. Proprio l'ascolto, oltre che la particolare amalgama sonora, sarà al centro dei prossimi live di Paolo Cattaneo. In particolare nelle due date che aprono e chiudono il tour, con esibizioni pensate appositamente per essere performance ed esperienze focalizzate, in un modo tutt'altro che concettoso, anzi emotivamente denso, sul rapporto fra musicista e ascoltatore. Nel concerto del 18 febbraio al Teatro Centro Lucia di Botticino (BS) Paolo Cattaneo proporrà il live “Ritmo Condiviso”. Uno spettacolo in cui, grazie a un gioco scenografico, la platea sparirà e il palco sarà invaso, diventando un salotto artistico illuminato da candele e luci soffuse. Al centro ci saranno il musicista e la sua band, tutto attorno gli spettatori: chi seduto su una vecchia sedia, chi su un divano, chi a gambe incrociate sopra un tappeto; ciascuno in uno stato di attenzione e vicinanza che diverrà un momento di forte condivisione e suggestione. Diverso, ma ancora incentrato sulla buona fruizione della musica, il live del 13 maggio alla casa BASE di Milano, una serata nata in collaborazione con Musicraiser e BASE. “Wunderkammer” sarà un concerto dove le canzoni verranno eseguite dai musicisti dislocati in diverse stanze, tutte collegate da un corridoio, e sarà l'ascoltatore a decidere come sentire i brani spostandosi negli spazi di casa BASE e scegliendo in questo modo se fruire la traccia sonora nel complesso o solo in alcune sue linee di sviluppo. In questo modo il pubblico presente avrà la possibilità di entrare dentro le canzoni: fisicamente scegliendo dove stare negli spazi del BASE e di conseguenza anche a livello acustico. Ad anticipare il tour sarà inoltre disponibile fra qualche giorno “Due età un tempo”, il nuovo video di Paolo Cattaneo realizzato come un'atipica live session che sintetizzerà tutte le suggestioni e gli sviluppi dei prossimi concerti.
_______________________________________________________________________________


Folkest presenta: 40 anni di musica ribelle

Ritorna dopo 7 anni a Tolmezzo (20/11/2010) EUGENIO FINARDI in Concerto al teatro "L. Candoni" il 29 Aprile 2017..... con 40 anni di Musica Ribelle dopo aver esordito addirittura in Cina nell’estate 2016. Eugenio Finardi in un concerto molto apprezzato dal folto pubblico ha riproposto i brani del suo storico album “Sugo” del 1976, unitamente a tanti altri suoi pezzi usciti negli anni successivi. Dopo i 40 anni di Rimmel di De Gregori, sul palco in questa stagione sono comparsi quindi anche i 40 anni di Musica Ribelle di Finardi.

Prevendite:
Infoline:info@folkest.com - 0427 51230 Biglietto posto unico € 25
prevendite autorizzate: www.folkest.com Angolo della Musica , via Aquileia 89 - Udine 0432 505745
La corte del libro, via Ermacora, 12 - Tolmezzo (UD) 0433 4467067 Punto Verde, via Matteotti, 4/b - Tolmezzo (UD) 0433 40114 Ufficio IAT Gemona, via Bini, 9 - Gemona (UD) 0432 981441
______________________________________________________________________________

PAN DEL DIAVOLO
SUPEREROI TOUR

Dopo aver suonato in apertura ai Litfiba il 29 marzo scorso alla Kioene Arena di Padova, IL PAN DEL DIAVOLO aprirà nuovamente la famosa rock band capitanata da Piero Pelù (co-produttore del loro ultimo disco) mercoledì 5 aprile, al Palalottomatica di Roma. Continua il tour de IL PAN DEL DIAVOLO per presentazione del nuovo disco, “SUPEREROI”, pubblicato il 17 febbraio da La Tempesta Dischi. 

05 apr Roma - Palalottomatica, in apertura ai Litfiba
07-apr Pisa - Deposito Pontecorvo
08-apr Brescia – Latteria Molloy
14-apr Arezzo – Karemaski
22-apr Rivergaro (PC) - Grill Contest
28-apr Roncade (TV) - New Age
29-apr Modena - Off
05-mag Molfetta (BA) - Eremo
06-mag Roma - Monk
12-mag Palermo - Candelai
13-mag Messina – Retronoveau
_____________________________________________________________________________

EDDA
"GRAZIOSA UTOPIA TOUR"

Continua il tour di EDDA per la presentazione del suo nuovo disco “GRAZIOSA UTOPIA”, uscito il 24 febbraio per Woodworm Label. Dopo sei album con i Ritmo Tribale e quattro da solista (tre originali e un EP live), EDDA è tornato con un disco maturo, forte e disperato, denso di suggestioni, spiritualità, provocazioni e amore incondizionato. 

20-apr Roma - Monk
, doppio set con Angela Baraldi
21-apr Pescara - Scumm
22-apr Santa Maria a Vico (CE) – Smav
23-apr Foggia – Groove Live
24-apr Cosenza – Teatro dell’Acquario
25- apr Avola (SR) - Piazza Esedra
19-mag Molfetta (BA) - Eremo
27-mag Segrate (MI) - MiAmi
_______________________________________________________________________________

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS
“FORSE NON E’ LA FELICITA’” TOUR

E' iniziato con una serie di SOLD OUT, ad Arezzo, Santa Maria a Vico (CE), Milano, Roma, Torino, Bologna, Roncade e Firenze, l’esplosivo tour dei Fast Animals and Slow Kids, per la presentazione del nuovo disco di inediti “Forse non è la felicità”, uscito il 3 febbraio per Woodworm Label. I prossimi appuntamenti in Veneto, Umbria, Emilia-Romagna e Liguria.

21-apr Sommacampagna (VR) - Emporio Malkovich

22-apr Perugia - Urban

24-apr Parma - Cortile della Pilotta
25-apr Genova - Supernova

28-apr Bari - Demodé
______________________________________________________________________________

LE CAPRE A SONAGLI
“CANNIBALE” TOUR - CONCERTI DI PRESENTAZIONE

Continua il tour nazionale de Le Capre a Sonagli per la presentazione del nuovo disco, “CANNIBALE”, uscito il 10 marzo per Woodworm Label e prodotto da Tommaso Colliva (Muse, Franz Ferdinand, Damon Albarn, Afterhours, Calibro35, Ministri). 

07/4 Bergamo Druso
08/4 Correggio (RE) Vizi del Pellicano
12/4 Roma Le Mura
13/4 Firenze Combo
15/4 Busto Arsizio (VA) Circolo Gagarin
20/4 Milano Serraglio
21/4 Sommacampagna (VR) Malkovich (in apertura a Fast Animals and Slow Kids)
22/4 Arezzo Karemaski (in apertura a The Zen Circus)
________________________________________________________________________________

NOBRAINO
3460608524 TOUR

Prosegue il tour dei NOBRAINO per la presentazione al pubblico del loro nuovo disco "3460608524". Il prossimo appuntamento live è previsto per lunedì di Pasqua, 17 aprile, presso la sede dell'Associazione Culturale Detomalaluna di Cerignola (FG).

17.04 DETOMALALUNA - PASQUETTA 2017
Torre Quarto Cantine, Contrada Quarto 5, Cerignola
NOBRAINO e MUDIMBI LIVE
Inizio evento ore 12.00. Ingresso in prevendita 10 euro, al botteghino 13 euro.

21.04 SANT’EGIDIO DELLA VIBRATA (TE) – PALADEJAVU
30.04 ROMA - MONK
05.05 CASTIGLIONE DEL LAGO (PG) – DARSENA
06.05 PUTIGNANO (BA) – ARTI IN PROGRESS
_________________________________________________________________________________

ANTONIO MAGGIO
L’ODORE DELLE PAROLE

Antonio Maggio parte dal suo sud con un nuovo tour e una nuova esperienza fatta di concerti che si creano attorno al suono di una chitarra e di un pianoforte; che si impreziosiscono grazie ad una voce dalle mille sfumature e che rimarranno nella memoria per merito dell’odore, quello delle parole.“Sento l'odore delle tue parole, sanno di arance e di mare del sud” così canta in Amore Pop, il brano che anticipa il suo prossimo album; e non è un caso che il tour parta proprio da Caserta, dove i profumi (o gli odori) delle parole si confondono con quelli delle emozioni che la musica di Antonio Maggio sa regalare. “Ho voglia di vivere un’esperienza nuova; alla soglia del mio terzo album, sento l’esigenza di intraprendere un viaggio attraverso la nostra bella Italia (e non solo) per tornare anche alle origini, alla genesi delle mie canzoni, a quell’intimità unplugged che rende tutti più vicini, sopra e sotto il palco. Io, un pianoforte e una chitarra”. www.facebook.com/antoniomaggioofficial. Di seguito le prime tappe del Tour di Antonio Maggio (work in progress)

23-04-2017  CASTIGLIONE COSENTINO (CS) – Teatro Il Piccolo
24-04-2017 SAN NICOLA ARCELLA (CS) - Palazzo del Principe Lanza
28-04-2017 BORGOMANERO (NO) - Big Bamboo
29-04-2017 AVELLINO – Black House Blues
04-05-2017 MORROVALLE (MC) – Arci Club Geleò
05-05-2017 CORENO AUSONIO (FR) – Freedom Club
09-05-2017 BOLOGNA - Bravo Caffè
10-05-2017 RAVENNA – Mariani Lifestyle
11-05-2017 LECCE – Officine Cantelmo
13-05-2017 BISCEGLIE (BA) – Partecipazione Premio Giovanni Paolo II

Vuoi rivedere il video di AMORE POP? Clicca qui: www.youtube.com/watch?v=cJGNGZwda40
_______________________________________________________________________________

ALESSIO LEGA
Appuntamenti e concerti

20 Aprile
Parma, Oltrevino in Borgo Cocconi, con Rocco Rossignoli
22 Aprile
Arcore MB, Circolo ARCI BLOB - Tango, splendore morte e resurrezione di un Dio che balla - Tango Canciòn e danza.
25 Aprile
Fosdinovo fossato del castello, Archivi della Resistenza.
1 Maggio
Sesto Fiorentino (FI), Primo Maggio all'Istituto de Martino
2 Maggio
BELLA CIAO al Teatro di Ferrara.
5 Maggio
Torino, Folk Club, Via Perrone - VINILI V APPUNTAMENTO, IVAN GRAZIANI-EDOARDO BENNATO
9 Maggio
Milano, Associazione Italia-Russia via Cadore 16, h 18
___________________________________________________________________________

FLAME PARADE
A NEW HOME SUMMER TOUR! 
continua il tour per presentare il nuovo disco “A New Home” !
con Marco Zampoli (voce, chitarra),  Mattia Calosci (chitarra, basso, voce),  Letizia Bonchi (violino, tastiera, voce),  Niccolò Failli (batteria).  Special guest Alberto Mariotti - King Of The Opera (chitarra)


FLAME PARADE, LA RIVELAZIONE...
“L’album di debutto dei toscani Flame Parade è uno scrigno di gioielli chamber folk da gustare uno dopo l’altro”. Fabio Guastalla – Mucchio. “L’atmosfera che permea il disco è simile a quella che si prova al termine di un viaggio: c’è la malinconia della fine di qualcosa e l’entusiasmo per l’inizio di qualcos’altro. ‘A New Home’ è un album dolceamaro, ma quanto mai intriso di un ottimismo raggiante. I suoi brani non sembrano voler cambiare niente delle storie di cui raccontano, limitandosi a raccoglierne soltanto l’essenza e ad accettare lo stato delle cose. La perfetta sinossi di quest’album sarebbe ‘Così è la vita (ed è meravigliosa)’ “. Giovanni Flamini - Rockit. “Se nel mondo impazzano suoni digitali e ritmi sintetici, in piccole oasi sparse qua e là a macchia di leopardo resistono ad oltranza le timbriche di strumenti forgiati ancora con legno, pelli e avorio... Una dolce parentesi acustica tra le robotiche cacofonie della contemporaneità”. Elio Bussolini - Rockerilla. “È un disco davvero bello, delicato nei toni, che usa le mezze tinte per dipingere spazi immensi, pescando a piene mani dalla canzone folk americana, spingendosi fino al country, grazie a un bel violino sempre dosato”. Chiara Longo - Rockit. “Il primo pregio dell’album è proprio quello di attrarre sfruttando l’arma della sensualità, far “danzare” la mente e coltivare sogni che pensavamo svaniti, con una ruralità espressiva ricca di elementi vintage, arpeggi deliziosi, percussioni ridondanti e ritornelli che si fissano facilmente alla materia cerebrale”. Lorenzo Becciani - Suffissocore. “Rivelazione, i Flame Parade con A New Home: spiazzanti, saltano con disinvoltura dal folk colto alle melodie rurali e alle chitarre rock”. Bruno Casini - La Repubblica. “Ispirato dalle atmosfere vintage ‘60/’70, dalle sonorità new folk e cantato in inglese, l’album si articola in dieci riuscite composizioni dove gli intrecci di chitarra e quelli delle voci sono assolutamente in evidenza”. Tonino Merolli - Raro Più “L’esordio di Flame Parade propone atmosfere Sixties bucoliche e stacchi folk corali, con un tocco baroque pop che ricorda Arcade Fire e Edward Sharpe and the Magnetic Zeroes”. Lorenzo Becciani - Classic Rock Italia. “Un esperimento che riteniamo riuscito per vari motivi: innanzitutto per la bravura strumentale, poi per la pronuncia inglese appropriata per un progetto del genere, infine per una livello di creatività che è molto buono con possibilità di miglioramento a partire dalla traccia titolo iniziale”. 
Michele Manzotti - Il Popolo del Blues. “Il quartetto valdarnese sforna dieci ballate indie folk cantate in inglese che profumano d’oltreoceano e che scorrono lievemente”. Barbara Santi - Rumore. “La scena new folk è degnamente rappresentata anche dalle nostre parti. Se vi siete stancati di aspettare un nuovo album dei Fleet Foxes o siete nostalgici dei migliori Beirut, ascoltatevi gli aretini Flame Parade. Il disco d’esordio “A New Home”, uscito per Materiali Sonori sul finire del 2016, è ottima prova di cantautorato acustico che racchiude il cuore impetuoso dei Waterboys e la raffinatezza strumentale di Andrew Bird. Perfetto per scaldarvi in questo gelido inverno”. Matteo Maioli - Kalporz “Questo disco merita di essere apprezzato perché gusto, eleganza e freschezza non gli mancano, e questi sono sempre punti di forza graditi […] i Flame Parade meritano attenzione perché sanno cosa vogliono e anche come ottenerlo”. Stefano Bartolotta - OndaRock. “A New Home (Materiali Sonori) pare scritto con lo sguardo del viandante: leggero, ma che sa entrare nella profondità delle cose; lucido, ma che della realtà sa cogliere anche l’incanto, la meraviglia. E per questo orgogliosamente ingenuo, di un’ingenuità che lambisce i segreti senza mai svelarli. […] Tra il canto di un violino, i suoni traslucidi delle chitarre, ritmi che odorano di terra e libertà, i quattro musicisti valdarnesi accolgono l’ascoltatore in ballate calde come un abbraccio, come uno “stare insieme” che è pura comunicativa”. Fulvio Paloscia - La Repubblica
_____________________________________________________________________________

Musica, parole e impegno
Lorenzo Monguzzi in concerto lunedì 24 aprile allo Spazio Teatro 89 di Milano

Lorenzo Monguzzi, anima e voce dei Mercanti di Liquore, si esibirà lunedì 24 aprile (ingresso libero fino a esaurimento posti) nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89, proponendo il repertorio più noto della formazione lombarda e alcune composizioni da solista. Il concerto è organizzato dall’ANPI Milano sezione Attilio Clerici, dal Municipio 7 e dallo Spazio Teatro 89 alla vigilia della Festa della Liberazione

Un concerto alla vigilia della Festa della Liberazione, organizzato dall’ANPI Milano (sezione Attilio Clerici di zona 7), dal Municipio 7 e dallo Spazio Teatro 89: lunedì 24 aprile, nella sala polifunzionale di via Fratelli Zoia 89 è in programma il live di Lorenzo Monguzzi (ore 21.30, ingresso libero fino a esaurimento posti). Il chitarrista, cantante e compositore brianzolo, che intorno alla metà degli anni Novanta ha dato vita ai Mercanti di Liquore, si presenterà sul palco insieme al violinista Angapiemage Galiano Persico, in arte “Anga”, e al chitarrista Andrea Marinaro. In scaletta i brani di “Portavèrta”, il suo ultimo lavoro discografico (il primo da solista, uscito nel 2013), e quelli più noti del repertorio dei Mercanti di Liquore. Non mancheranno neppure alcune anticipazioni delle canzoni che faranno parte del nuovo album (in dialetto) a cui sta lavorando. Con il trio acustico Mercanti di Liquore, Monguzzi ha inciso sei dischi (“Mai paura”; “La Musica dei Poveri”; “Sputi”; “Che cosa te ne fai di un titolo”; “Live in Dada” e “Miserabili”), esibendosi in centinaia di concerti in tutta Italia. Inizialmente, il repertorio del trio era costituito da brani rivisitati di alcuni grandi cantautori italiani, primo fra tutti Fabrizio de André, ma presto la formazione ha proposto anche composizioni originali. Nel 2003 Monguzzi ha iniziato una lunga e proficua collaborazione con l’attore Marco Paolini, con il quale ha dato vita a numerosi spettacoli teatrali, tra cui “Song n.32 Concerto variabile”, “Miserabili”, “Album d’Aprile”, “La macchina del capo” e “Ballata di uomini e cani, dedicata a Jack London”. Da ricordare, infine, nel 2006 la collaborazione con il violoncellista Mario Brunello, che ha invitato Lorenzo e i Mercanti a partecipare allo spettacolo “Mozart genio?...Da vicino nessuno è normale”: in quell’occasione, i Mercanti hanno affiancato la prestigiosa Orchestra d’Archi Italiana (diretta dal Maestro Brunello), interpretando alcune composizioni di Fabrizio De André.

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, Milano
Inizio concerto: ore 21.30; ingresso libero fino a esaurimento posti.
______________________________________________________________________________

TIZIO BONOCINI
concerti

sabato 29 aprile, ore 16.30 
showcase per "Tieni il Palco" c/o Shopville Gran Reno (secondo piano)
- Via Marilyn Monroe 2, Casalecchio di Reno BO
____________________________________________________________________________

FOLK CLUB BUTTRIO
presenta

ILLOGICA ALLEGRIA
Teatro-canzone di GABER e Luporini interpretato da Marco Andreani
SABATO 22 APRILE - UDINE ore 20.30
Auditorium "Menossi", Via San Pietro (S. Osvaldo)

"Illogica allegria", il teatro-canzone di Gaber e Luporini interpretato da Marco Andreoni (voce, chitarra) e Carlo Feruglio (tastiera), con la partecipazione straordinaria di Maria Deganutti (voce narrante). canzoni e monologhi che divertono ma, soprattutto, fanno pensare ai mali del mondo ed alla crisi dell'individuo, che Gaber avere immaginato con tanto anticipo. L'iniziativa vuol dare una mano nella sua preziosa attività all'associazione "la Casa di Joy", una onlus dedicata a bambini con malattia oncologica o svantaggio psicofisico, con lo scopo di regalare loro un sorriso ed esaudire desideri e piccoli sogni, "perché essere ammalati non significa non sognare". Organizza  feste gratuite e personalizzate per bambini/e “speciali”, giochi in giardino ecc. per aiutare ragazzi in terapia a socializzare e a passare un giorno in allegria, ma anche brevi soggiorni al mare/montagna o in un parco a tema per i piccoli e le loro famiglie. Patrocinio del Comune di Udine e collaborazione del Folk Club Buttrio. Ingresso libero. Verranno raccolte offerte per l'attività benemerita della "Casa di Joy".
___________________________________________________________________________

TAGLIAPIETRA + RADIUS + CONTE
Sabato 13 Maggio 2017 ore 21,00
Teatro ASTRA di Schio

I leggendari Aldo Tagliapietra fondatore de Le Orme e Alberto Radius leader della Formula 3 e chitarrista principe di Lucio Battisti insieme alla splendida voce di Bruno Conte in primavera 2017 il live che mescola gemme e classici del grande Lucio, della storica progressive band veneziana e dello stesso Radius. Per la prima volta sullo stesso palco tutti insieme questi tre grandi artisti si esibiranno in una serata all’insegna della grande musica italiana d’autore. Insieme a loro un eccezionale team di musicisti di altissimo livello: al basso Nico CERON, voce e cori Barbara BELLONI, alla chitarra elettrica Alcide RONZANI, tastiere Andrea DE NARDI e alla batteria Manuel SMANIOTTO. I musicisti si alterneranno sul palcoscenico per offrire al pubblico il meglio della loro storia con i loro brani più belli ed indimenticabili. Più di due ore di buona musica per una serata speciale dove Alberto Radius e Bruno Conte proporranno le melodie entusiasmanti e senza tempo di Lucio Battisti e Aldo Tagliapietra de le Orme. Un palco condiviso per gli amanti della musica italiana d’autore potremmo ascoltare i cavalli di battaglia di Lucio Battisti, dello stesso Alberto Radius e delle Orme. Il concerto è organizzato in collaborazione con il Comune di Schio. Biglietti platea e galleria numerata euro 20, ridotti euro 15 ragazzi sotto 15 anni - in prevendita presso: punti vendita circuito Vivaticket. e online sui siti Schiolife.com e Vivaticket.it
______________________________________________________________________________

BIG MAMA
PROGRAMMA 


SERENA CAPORALE & Band – Il Tempo e le Storie
GIOVEDÌ 20 APRILE 2017
Ingresso libero
Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

E’ stato appena pubblicato l’album “IL TEMPO E LE STORIE” di Serena Caporale, edito dalla nuova etichetta “ARIANUOVA” di Marco Rinalduzzi e P. De Simone. Meravigliose canzoni tratte dal repertorio napoletano, completamente riarrangiate ed interpretate magistralmente da Serena Caporale. Di se stessa dice: “Sono nata a Salerno e abito a Roma, mi sono diplomata in Canto Lirico  presso il Conservatorio Statale di Musica L. Canepa di Sassari, ho studiato jazz  con Maria Pia DeVito, di cui sono  stata assistente ai Seminari “Nuoro Jazz” diretti da Paolo Fresu. Ho partecipato al Festival di Sanremo nel 1994 con il gruppo vocale “Baraonna” (cd pubblicato dalla Sony Music), vincendo il premio della Critica, il premio per la migliore Nuova Proposta, il premio per il migliore arrangiamento (M° Peppe Vessicchio);   ci sono ritornata come solista nelle nuove proposte nel 1998 (cd pubblicato dalla BMG), prodotta da Marco Rinalduzzi e Massimo Calabrese, con un brano di Alex Baroni. Ho partecipato come vocalist a cd e concerti di: Giorgia, Ornella Vanoni, Renato Zero, Renzo Arbore, Mango, Bertas, Riccardo Cocciante, Mario Lavezzi, Gigi D’Alessio (cd, trasmissioni Rai, Radio City Hall di New York dir. M° Maurizio Pica), Anna Tatangelo e tantissimi altri, ho avuto la splendida occasione di accompagnare, come vocalist dell’orchestra televisiva, musicisti come i Manhattan Transfer, Anastasia, Liza Minnelli, Pino Daniele, Lucio Dalla, Alex Britti, Massimo Ranieri e tantissimi altri. In tempi recentissimi (2012-2013) ho partecipato al tour mondiale di Andrea Bocelli,  esibendomi come soprano lirico in concerto a Praga, Mosca, Taiwan, San Paulo del Brasile, Belgio, Irlanda, Inghilterra, Lettonia, Cina,  Malesia. Sul Palco ci saranno Serena Caporale (voce), Marco Rinalduzzi (chitarra), Alessandro Filindeu (chitarra), Maurizio Galli (basso), Aidan Zammit (tastiere), Emanuele Smimmo (batteria). E’ prevista la presenza di prestigiosi ospiti.

FULVIO TOMAINO BAND
VENERDÌ 21 APRILE 2017
Ingresso libero
Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Cantante dalla voce potente e raffinata, possiede una tecnica vocale di rara efficacia che lo ha portato a fondare – dopo anni di insegnamento del canto moderno – la ’Accademia La Voce” con sedi in numerose città italiane, dove il canto viene insegnato grazie al metodo innovativo da lui elaborato in anni di studio e ricerca. La rivista americana “Living Blues” per due anni consecutivi nel 2003 e 2004 lo ha decretato miglior cantante europeo. Nella sua carriera ha collaborato con una lunga schiera di musicisti, tra cui Bobby Kimball (Toto), Hiram Bullock, Frank McComb, Mario Biondi, Fabio Concato, Ron, José Feliciano. Nel gennaio 2008 viene scelto per duettare con Bobby Kimball, leggendario cantante dei Toto, e registrano insieme un il brano “IVTOTO” canzone tributo alla storica band Usa. Al suo fianco stasera c’è una super orchestra formata da musicisti di grande esperienza, con un sound robusto e capace di coinvolgere qualunque pubblico. Il repertorio attinge dal mondo della Black Music e del Pop & Rock americano, con brani di Steve Wonder, Huey Lewis, Michael McDonald, John Hiatt, Neville Brothers, Tower of Power, Bill Whiters, Dobbie Brothers, Hall & Oates e tanti altri. FULVIO TOMAINO (voce) – LUCA CASAGRANDE  (chitarra) – FRANCESCO PUGLISI (basso) – CARLO MICHELI (sax) – AIDAN ZAMMIT (tastiere, cori) – LUCA TROLLI (batteria) – SIMONA FARRIS (hacking vocal) – FRANCES ALINA ASCIONE (hacking vocal) – NICOLA GARGAGLIA (hacking vocal)

RIDING SIXTIES – BEATLES VS STONES
SABATO 22 APRILE 2017
Ingresso libero
Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Veri e propri alfieri del suono “Beat”, gli anni ’60 e ’70 non hanno segreti per loro: sono i RIDING SIXTIES, con una performance che fonde il meglio della produzione degli Stones e Beatles, in una “gara” in cui viene coinvolto il pubblico che poi decreta il brano vincitore della serata. La band – in attività da oltre 20 anni – nata per un concerto di fine anno in una scuola, si è distinta nel tempo per la sua ricerca musicale e il sound. Il repertorio enciclopedico dei Riding spazia dai Rolling Stones, di cui sono la prima coverband italiana, ai Beatles. La loro performance si chiama appunto “Beatles VS Rolling Stones”. Sono stati il primo gruppo (o “complesso” come preferiscono definirsi con un termine ironicamente vintage) a fare delle sonorità e del mondo Beat un genere della musica live di oggi in Italia. Il loro menù include i grandi protagonisti della British Invasion: Kinks, Who,Animals, Them,Troggs e gli artisti di quel movimento anglo-italiano che è il Beat nostrano: Equipe 84, Rokes, Corvi, Primitives, Caselli. Infine Dylan, il Maestro americano, a cui possono dedicare un’intera serata (Mr Tambourine Band). Il loro ultimo CD “Coverband” esprime il loro orgoglio nell’essere stati tra i primi in Italia a promuovere il fenomeno attuale delle cover. Su questo punto intendono essere chiari: “Si parla di Cover e Tribute band a seconda che la band presenti una sua versione dei brani o punti pedissequamente a riprodurre sound e aspetto scenico degli artisti originali, imitandone gesti, posture, costumi fino ad arrivare all’uso delle parrucche. Ora, alcuni sono talmente bravi che riescono veramente nell’illusione scenica, che però nella maggior parte dei casi accentua drammaticamente le differenze tra “copia” e originale. Per noi il Rock dei 60, partendo da Beatles, Rolling Stones, Bob Dylan fa parte del repertorio della musica classica in senso stretto. Sui manifesti alla Scala in occasione dei concerti del maestro Muti non c’è scritto “Cover Beethoven”. E il maestro non si mette la parrucca alla Mozart o alla Bach a seconda del repertorio che esegue. La musica è un’arte interpretativa. Prende vita nel momento in cui qualcuno la suona. Si può eseguire ed interpretare in modo più o meno corretto, convincente e personale. E gli ascoltatori devono giustamente giudicare le differenze tra chi suona, e trarne le conseguenze”. Il pubblico ha dimostrato negli anni un affetto ed una stima sempre maggiori perle esibizioni dei Riding Sixties, nteressanti come una lezione-concerto e divertenti come una festa liceale. Diverse le personalità tra i componenti del gruppo: i due “vecchi” testimoni dell’epoca, Pietro Maria Tirabassi, voce e chitarra, e Enzo Civitareale, batteria e voce, che ha suonato con i mitici Corvi nel 1970. I “giovani” aggiungono un tocco di attualità al sound del gruppo: Marco Bertogna (monsieur Bertognaque), basso e voce, Simone Rauso (il Rauso), voce e chitarra, e “il maestro” Alberto Bolli al piano e voce. Il “complesso” dei Riding Sixties, oggi imitatissimo, ha raccolto anche il consenso e, a volte, la collaborazione di artisti come Francesco De Gregori, Shel Shapiro, Luigi Grechi, Roberto Ciotti, Lello Panico, Fulvio Tomaino.

CLAUDIA ARVATI BAND
LUNEDÌ 24 APRILE 2017
Ingresso libero
Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Claudia Arvati ha iniziato la sua carriera artistica con i “Pandemonium” agli inizi degli anni ’80. In seguito ha affiancato come corista cantanti del calibro di Mal, Fiorella Mannoia, Donatella Rettore, Alex Britti, Massimo di Cataldo, Andrea Bocelli, Gianluca Grignani, Paola Turci, Luca Barbarossa, Giorgia, Claudio Baglioni e molti altri ancora. Ha partecipato a cinque “Festival di Sanremo” e a quattro edizioni di “Fantastico”, lo show televisivo del sabato sera su Raiuno. Sempre in tv ha lavorato accanto a  showmen di grande fama quali Renato Rascel, Corrado, Gino Bramieri. In questo suo nuovo progetto musicale ha deciso di mettere in luce la sua vena spiccatamente rock, offrendo uno show pieno di energia, accanto a musicisti di grande esperienza e bravura. Tra i tanti brani del repertorio ci sono anche God give me everything (M. Jagger – L. Kravitz), Fly away (L.Kravitz), Start me up (R.Stones),  Good foot (Paul Gilbert), You shook me all night long (AC/DC). Claudia Arvati (voce), Alfredo Bochicchio (chitarra), Mimmo Catanzariti (basso), Gianni Polimeni (batteria).
______________________________________________________________________________

Bonaventura Music Club
via B. Zumbini 6, tel 02-36556618;
www.bonaventura.mi.it; info@bonaventura.mi.it

IL CALENDARIO 
inizio live ore 22; ingresso libero

Aprile 2017
22/4 - Funky Town
Fabrizio Poggi & Chicken Mambo

Maggio 2017
6/5 - Wild Meg and The Mellow Cats
13/5 - Mike Painter 5tet feat. Viola Road
20/5 - The Ritmi Kings & The Felinettes
27/5 - Max Mayall Fine
_________________________________________________________________________

OPERA ROCK
Jerago con Orago (VA)
I CONCERTI DI APRILE 2017

Funk, jazz-rock, blues, metal e molto altro: i live all’Opera Rock di Jerago con Orago (Va) in programma nel mese di aprile 

Poco meno di un anno fa, a Jerago con Orago (Va), veniva inaugurato con una tre giorni di concerti no stop Opera Rock Café, il nuovo spazio consacrato alla musica dal vivo voluto da Claudio Conversi, che negli anni Ottanta diresse a Milano locali storici quali l’Odissea 2001 e il Rolling Stone. Nel corso di questi mesi, sul palco dell’Opera Rock Café si sono alternati band professioniste e gruppi emergenti, musicisti di talento e giovani promesse, proponendo musica di tutti i generi (dal blues al funk, dal pop allo ska, dal reggae al punk), ovviamente con un’attenzione particolare al rock, declinato in tutte le sue varianti. La stessa formula verrà riproposta anche nel mese di aprile. Ecco che cosa accadrà nelle prossime settimane nel music club di via Varesina 58. Inizio live ore 22; ingresso libero

Mercoledì 12, 19 e 26 aprile, ore 22
Jam session
Ogni mercoledì, all’Opera Rock si organizza una jam session: una riunione di musicisti che si ritrovano per una performance senza nulla di preordinato, di solito improvvisando su griglie di accordi e temi conosciuti. Lo scopo è provare nuovo materiale, mettendo alla prova l’abilità dei musicisti nell’improvvisare e nel creare sinergie con altri strumentisti. Oltre a favorire scambi di idee,  questi incontri possono trasformarsi in competizioni tra virtuosi e stimolare nuove collaborazioni.

Giovedì 13, 20 e 27 aprile, ore 22
Serata di musica latino-americana
Ogni giovedì è in programma l’appuntamento settimanale con la musica latino-americana.

Venerdì 14 aprile, ore 22
The Throttle Trio
Il gruppo, composto da Luca Stella (batteria), Alessio Mascheroni (basso e voce) e Stefano Andrigo (chitarra e voce), spazia dal rock al blues, con frequenti incursioni nel soul.

Sabato 15 aprile, ore 22
Quelli del Blasco
Tribute band che omaggia il primo Vasco Rossi, quello spericolato delle origini fino a “Gli spari sopra” (dal 1979 al 1993). Gli arrangiamenti proposti dal gruppo sono fedeli alle versioni di “Fronte del Palco” (1990), “Gli Spari Sopra” (1993) e, prima ancora, a tour indimenticabili come quello del 1983 (“Bollicine”) e del 1987 (“C'è chi dice no”).

Venerdì 21 aprile, ore 22
Il Moro
Concerto indie-pop con questa formazione nata nel 2013 dall’incontro tra Martino Iacchetti (voce e chitarra), Mattia Foglia (basso e cori) e Daniele Ferrazzi (chitarra), che si è poi allargata con l’ingresso del batterista Stefano Caniati.

Sabato 22 aprile, ore 22
Radio Lupo Rock Night
Un susseguirsi di emozioni da vivere sulla pelle targate Radio Lupo Solitario, storica emittente radiofonica lombarda nata in FM e ora, per scelta, unicamente on line, in compagnia di Oscar Scandroglio, Miki Squillante, Sem Pizzuto, Giorgio Fioretti e Paolo Manga. Tanto rock, ovviamente (dagli AC/DC ai Metallica), ma anche molto altro, tra cui punk, rap, metal, reggae e ska.

Venerdì 28 aprile, ore 22
Jolly Blu
I Jolly Blu si formano nel 2010, uniti dall’idea di omaggiare i più grandi successi degli 883 e di Max Pezzali. Nel 2014, con l’arrivo del nuovo frontman Gabriele e grazie alla sua straordinaria somiglianza vocale con Max Pezzali, la band cambia decisamente registro e la sua popolarità cresce un po’ in tutta Italia. Sul palco, la band sprigiona una grande energia, garantendo tanto divertimento e coinvolgimento. Persino in versione acustica il pubblico non può fare a meno di ballare e cantare a squarciagola gli inni generazionali con cui è cresciuto, riproposti in modo fedele e appassionato dai Jolly Blu.

Sabato 29 aprile, ore 22
Bobby Trap
Questa cover band, formata da Andrea “Mitzi” Dal Santo (voce), Tank Palamara (chitarra), Antonio “Perkins” Scavuzzo (tastiere), Marcello Suzzani (basso) e Fabrizio Uccellini (batteria), è specializzata in un repertorio in bilico tra rock, hard rock e metal.


OPERA ROCK CAFÉ, via Varesina 58, Jerago con Orago (Va), uscita Cavaria dall’autostrada A8; cell. 347-3128604; operarockvarese@gmail.com
Ingresso libero, consumazione obbligatoria; parcheggio gratuito e sorvegliato
___________________________________________________________________________

FABRIZIO POGGI

29 APRILE
Fabrizio Poggi & Chicken Mambo
BONAVENTURA 
Via Bonaventura Zumbini 6
MILANO

30 APRILE
Fabrizio Poggi “Il soffio della libertà”
TEATRO DEI CONCORDI 
Via Aldo Moro 1
CAMPIGLIA MARITTIMA (LI)

1 MAGGIO
Fabrizio Poggi 
GATTA ROSSA 
Calamoresca
PIOMBINO (LI)

6 MAGGIO
Fabrizio Poggi & Chicken Mambo
CRAZY DRIVER
Via Brescia 1
VAREDO (MB)

30 LUGLIO
Guy Davis & Fabrizio Poggi
Festival
“Sonny & Brownie’s Last Train”
GERMANIA

21 OTTOBRE
Fabrizio Poggi “Il soffio della libertà”
Auditorium Fagnana
Via Tiziano 7
BUCCINASCO (MI)
______________________________________________________________________________

ANI DIFRANCO 
NUOVO ALBUM E TOUR EUROPEO (ITALIA INCLUSA)
Tra gli ospiti Justin  Vernon (Bon Iver), Gail Ann Dorsey  e Tchad Blake 

Ani DiFranco annuncia il suo ventesimo album in studio "Binary" in uscita il 9 giugno sulla sua Righteous Babe Records. Con questo nuovo lavoro l'iconica cantante,  cantautrice, poeta, attivista e trendsetter  torna nei territori DIY che l'hanno resa famosa a livello mondiale più di venticinque anni fa. Ani, infatti, è stata una dei primi artisti a creare la propria etichetta nel 1990 ed è stata riconosciuta come simbolo femminista per la sua imprenditorialità, l'attivismo sociale e i testi espliciti e mirati. In un momento di caos globale e di confusione, la DiFranco va dritta al bersaglio con una serie di canzoni che offrono una vasta gamma di prospettive e di scenari musicali. Ani DiFranco tornerà anche a suonare in Europa, dove manca dal 2014, con prestigiose partecipazioni al festival di Glastonbury e a quello del London Palladium, comprese le seguenti due date in Italia:  
4 Luglio - Villa Ada (Roma)
5 Luglio  - Carroponte (Milano)

L'album sarà disponibile dalla data di uscita su tutte le piattaforme digitali, in versione streaming o download, e nel merchandising del tour europeo estivo. Grazie al portale PledgeMusic, i fan europei possono pre-ordinare l'album, nella versione CD o vinile. Come premio avranno immediatamente tre tracce in esclusiva e l'accesso a contenuti bonus dedicati. I fan potranno inoltre ordinare gadget speciali come libri con testi, T-shirt, poster serigrafati, borse, chitarre firmate e stampe esclusive. Scritte prima delle elezioni del 2016, le canzoni di "Binary" sono segni profetici della situazione della politica americana attuale. Ani affronta la sfida e la necessita di insegnare la non-violenza in “Pacifist’s Lament” e il bisogno di più empatia in “Terrifying Sight". “ Play God" è un grido di battaglia per i diritti riproduttivi e nella title track la DiFranco rivela il significato più ampio del disco: "questo principio binario fa eco in tutto il corpo" osserva Ani "con un orecchio noi sentiamo, ma solo con due orecchie possiamo percepire l'intero spettro di profondità e la posizione. Non riesco proprio a scrollarmi di dosso questo pensiero, che nulla può esistere veramente se non in relazione con qualcos'altro. Questa è l'origine di questa canzone e di questo album". La spina dorsale del suono di "Binary" è la sezione ritmica dei musicisti di lunga data di Ani, il bassista Todd Sickafoose e il batterista Terence Higgins, ma in gran parte dell'album questo rodato trio è arricchito da ospiti all-star come il virtuoso violista Jenny Sheinman e il mago delle tastiere Ivan Neville. Altri collaboratori sono il leggendario Maceo Parker, Jusint Vernon (Bon Iver) e Gail Anna Dorsey, bassista di lunga data di David Bowie. Il mix è stato affidato alle sapienti mani di Tchad Blake (The Black Keys, Pearl Jam tra gli altri) che ha portato con la sua impronta le canzoni ad altissimi livelli. "Binary" rappresenta il primo album di una joint venture europea tra Aveline Records e Righteous Babe Records. L'etichetta Aveline Records è stata fondata nel Regno Unito nel 2016 da Ian Blackaby, Lizzie Evans della Evans Above PR e Immy Doman, co-fondatore dello storico locale Green Note a Camden Town (Londra). Ani DiFranco ha trascorso gran parte del 2016 nel VOTE DAMMIT tour, collegato al voto per le elezioni amministrative, congressuali e presidenziali statunitensi. Nei giorni seguenti agli ormai noti risultati, i fan si sono rivolti a lei per rinnovare la loro carica, ansiosi di ascoltare la musica da sempre intrisa di saggezza dell'attivista di New Orleans.  Ani ha incoraggiato i fan a intraprendere azioni politiche, come ha fatto lei stessa suonando al party finale di beneficenza della marcia delle donne su Washington a marzo, con i The National e le Sleater Kinney. Ani sarà premiata con l'annuale Icon Award Independent presso la cerimonia Libera Awards dell'American Association of Independent Music nel mese di giugno.

______________________________________________________________________________


JETHRO TULL
Venerdì 23 giugno ore 20:00
ROMA, AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA - SALA SANTA CECILIA

Il leader della storica band JETHRO TULL, IAN ANDERSON, torna con in tour in Italia a giugno. I Jethro Tull saranno all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in sala Santa Cecilia, venerdi 23 giugno. Il concerto è organizzato da Helikonia, iCompany e Ventidieci. Il musicista che ha reso popolare il flauto nel mondo e che conta all’attivo più di 65 milioni di dischi venduti e più di 3.000 concerti in 40 paesi, prosegue la sua lunga stagione creativa, continuando ad attrarre le platee di tutto il mondo, accompagnandole sui sentieri del suo lungo passato e del repertorio storico della band. Un’ occasione imperdibile per riascoltare dal flauto e dalle note di Ian Anderson e della sua band il miglior repertorio dei Jethro Tull, Locomotive Breath, Aqualung, Living in the Past, Bourée e molti altri in un concerto-spettacolo unico dove il viaggio musicale è accompagnato dalla proiezione sullo sfondo di nuovi suggestivi video, ricreando quanto più fedelmente sia possibile le atmosfere che hanno segnato l’incredibile avventura dei Jethro Tull; un’ esperienza tanto affascinante quanto unica che coinvolge tutti i sensi dello spettatore. Sul palco Ian Anderson sarà affiancato dai musicisti che lo accompagnano da diverso tempo: John O'Hara alle tastiere, David Goodier al basso, Florian Opahle alla chitarra, Scott Hammond alla batteria.

Prevendite disponibili su: www.ticketone.it
____________________________________________________________________________

#BARLEYCORNINBLUES,
LA RASSEGNA BLUES ORGANIZZATA AL JOHN BARLEYCORN DI MILANO IN COLLABORAZIONE CON A-Z BLUES

La rassegna #BarleycornInBlues è organizzata da A-Z Blues in collaborazione con il John Barleycorn, il nuovo locale di Milano, zona Gorla, aperto da poco più di un anno, dove propone - accanto a succulenti hamburger e birre artigianali - anche musica ad alto tasso di Blues. Nell’ottica dell’aspetto qualitativo, il programma si sviluppa in un percorso legato alla tradizione afroamericana di ampio respiro, dalle sonorità tipicamente di New Orleans di Stephanie Ghizzoni e Max Lazzarin, al downhome blues di Max Prandi ed Angelo “Leadbelly” Rossi, passando per il rock-blues di Daniele Tenca, il country blues di Ale Ponti e il North Hill Mississippi blues dei Poor Boys, un universale linguaggio Blues anche per i più fini palati, che riserverà qualche sorpresa nel corso della rassegna. Il John Barleycorn è un luogo piacevole a Nord di Milano, di “chiacchiere e birra”, come viene definito dai gestori, per chi ama la semplicità, la birra artigianale e il cibo casereccio, l’unico pub sincronizzato con uno studio di registrazione posto al suo interno.  I musicisti possono infatti scegliere di fare ascoltare la propria musica agli avventori, oppure interagire con gli artisti che si stanno esibendo. Un posto con queste caratteristiche non poteva che sposare perfettamente la cultura afroamericana legata al Blues e a tutte le sue derivazioni, con un solo obiettivo: passare una piacevole serata in compagnia ascoltando musica live. 


MAX PRANDI E ANGELO LEADBELLY ROSSI al #BARLEYCORNINBLUES
LA RASSEGNA BLUES ORGANIZZATA AL JOHN BARLEYCORN DI MILANO IN COLLABORAZIONE CON A-Z BLUES

Il 20 Aprile giocherà in casa il Max Prandi e Angelo “Leadbelly” Rossi per la rassegna #BarleycornInBlues, organizzata da A-Z Blues in collaborazione con il John Barleycorn, il locale di Milano in zona Gorla. Aperto da poco più di un anno, il locale propone, accanto a succulenti hamburger e birre artigianali, anche musica di qualità. Il John Barleycorn è un luogo piacevole a nord di Milano, di “chiacchiere e birra”, come viene definito dai gestori, per chi ama la semplicità, la birra artigianale e il cibo casereccio, l’unico pub che è sincronizzato con uno studio di registrazione posto al suo interno. I musicisti possono infatti scegliere di fare ascoltare la propria musica agli avventori, oppure interagire con gli artisti che si stanno esibendo. Un locale del genere non poteva che sposarsi perfettamente con la cultura afroamericana legata al blues e a tutte le sue derivazioni, con un solo obiettivo: passare una piacevole serata in compagnia ascoltando musica live. La serata del 20 Aprile vedrà sul palco un duo atipico, composto da due musicisti storici del mondo del blues meneghino, Max Prandi, chitarrista cresciuto nella bassa padana, profondamente legato al North Mississippi sound ma con una voce marcatamente e profondamente soul, e Angelo “Leadbelly” Rossi, forse il più genuino interprete della musica del diavolo, sia in solo che con diversi progetti musicali, come il più recente Nerves & Muscles che lo ha visto collaborare tra gli altri proprio con Prandi. La rassegna proseguirà il 4 Maggio con Ale Ponti e si concluderà il 25 Maggio con gli emiliani Poor Boys. I giovedì sera si tingono di blues a Milano, non perdetevi nemmeno una nota!
_______________________________________________________________________________


FABIO TREVES INAUGURA IL DELTABLUES 
ANTEPRIMA DEL FESTIVAL
IL  2 e 3 GIUGNO 2017 - LOREO

Fabio Treves con il chitarrista Alex Gariazzo saranno i protagonisti della Blues Cruise come anteprima della trentesima edizione del Festival Deltablues. Treves, il più grande bluesmen italiano, torna al Deltablues di cui fu protagonista nella prima edizione nel 1988, e ci accompagnerà nella crociera-concerto nel Delta del Po, alla scoperta dei luoghi dove il grande fiume da inizio al suo Delta. La navigazione inizierà sul Po di Levante, tramite la chiusa di Volta Grimana che mette in comunicazione l’idrovia con il fiume Po, e si arriverà sul Po di Venezia risalendolo fino all’oasi del WWF di Panarella e all’isola del “Balutin”. Dopo una breve sosta la crociera poi proseguirà fino a S. Maria in Punta dove il fiume si biforca dando inizio al suo Delta e continuerà lungo il Po di Goro, lussureggiante di salici e pioppi, che segna il confine tra il Veneto e L’Emilia Romagna per poi tornare all’attracco di Loreo alle ore 21,30. Durante la crociera-concerto, in collaborazione con Slow Food, sarà offerta una cena a buffet con protagonisti d’obbligo i prodotti della pesca e orticoli del Delta del Po: sarde in saor, cozze della laguna di Caleri in “cassopipa”, bis di risotti con Riso Carnaroli del Delta alla marinara e al radicchio degli orti di Rosolina, seppie in umido con polenta di farina di mais biancoperla, torta di mele, acqua e vino. Il programma della due giorni di anteprima sarà completato con i seguenti concerti: sempre il 2 giugno dalle ore 21,30 del gruppo T.R.E.S. Radio Express Service del chitarrista Roberto Luti accompagnato al basso dal fratello Simone Luti e alla batteria da Roberto Cappanera e il 3 giugno sempre alle ore 21,30 dalla Riki Massini Bonus Track Band feat Clive Bunker, storico batterista fondatore dei Jethro Tull.

Prenotazioni per Blues Cruise
Fabio Treves & Alessandro Gariazzo Blues duo: info@deltablues.it - Informazioni: www.deltablues.it - tel. 346 6028609. Quota di partecipazione Euro 30,00 (che comprende: concerto, escursione in nave, visita all’oasi di Panarella, cena a buffet). Soci COOP Alleanza 3.0 riduz 20% - Soci Slow Food e Rovigo Jazz Club riduz 10% (riduzioni non cumulabili) Estremi bancari per la prenotazione:
Banca Prossima - Conto corrente n° 1000/1896 Intestato a Ente Rovigo Festival Via Einaudi 77/8 Rovigo - IBAN: IT60E0335901600100000001896

Fabio Teves & Alex Kid Gariazzo Blues Duo
Fabio Treves non ha bisogno di presentazioni; è considerato il padre fondatore del “Blues italiano”. Nel 1975 ha tenuto a battesimo la prima trasmissione di blues a Milano, e il suo primo disco (1975), intitolato “Treves Blues Band” è in assoluto il primo disco di Blues “Made in Italy”. Ha scritto due Guide al Blues, e con la sua band ha viaggiato in lungo e in largo per l’Italia e per il mondo tenendo alta la bandiera del BLUES nazionale. Treves ha al suo attivo un’infinità di collaborazioni con vere e proprie leggende del blues e non solo, con cui si è esibito nel corso di più di quarant’anni di carriera, da Sunnyland Slim, Johnny Shines, Homesick James, Billy Branch, Dave Kelly, Paul Jones, Alexis Korner, Bob Margolin, Sam Lay, David Bromberg, Eddie Boyd e Mike Bloomfield, Roy Rogers, Chuck Leavell, Willy DeVille, Linda Gail Lewis e tanti altri ancora, ed è anche l’unico artista italiano ad aver suonato sul palco con il grande genio Frank Zappa. Il “Puma” ha prestato la sua armonica anche a molti artisti italiani, suonando nei loro dischi. Ne citiamo alcuni: Branduardi, Mina, Bertoli, Graziani, Shapiro, Grignani, Finardi, Baccini, Giorgio Conte, Ferradini, Cocciante… Il 7 dicembre 2014 gli è stato conferito l’Ambrogino d’Oro, importante onorificenza del Comune di Milano, la sua citta che ha profondamente nel cuore da meritargli il soprannome con cui è conosciuto: Il Puma di Lambrate”. La sua foto è stata inserita dalla rivista “Rolling Stones” nel numero di febbraio 2015 intitolato “Le 100 facce della musica italiana”. Nel 2015 la Treves Blues Band ha fatto da supporter ai Deep Purple nel loro tour italiano e nel 2016 la band è stata eccezionale opening-act al concerto di Bruce Springsteen al Circo Massimo di Roma del 16 luglio. Lo stile di Treves è potente, aggressivo e personale, e ben si adatta sia ai brani elettrici stile Chicago che a quelli acustici, più arcaici e tradizionali. Ad accompagnarlo in duo è Alex “Kid” Gariazzo, talentuoso chitarrista, cantante e compositore dal 1995 nella Treves Blues Band, con la quale ha all’attivo 6 CD e centinaia di concerti in Italia e all’estero, oltre a svariate partecipazioni radiofoniche e televisive. Nel loro concerto Fabio Treves & Alex Kid Gariazzo ripercorrono in versione acustica le origini e la storia del Blues, dalle prime forme di blues rurale al Blues elettrico della Chicago anni cinquanta, fino alle più recenti composizioni proprie, tratte dalla produzione discografica della band.

T.R.E.S. Radio Express Service
Si scrive TRES Radio Express Service, si legge Roberto e Simone Luti (fratelli) e Rolando Cappanera (amico da sempre) o, più semplicemente TRES. Tre musicisti eccezionali (rispettivamente chitarra, basso e batteria) che non hanno certo bisogno di presentazioni e hanno iniziato a suonare assieme nel 1989, (quando ancora ragazzini, fondarono la First Experience in onore degli Experience di Hendrix). Nel Luglio del 1990 i First Experience aprirono la serata inaugurale del Pistoia Blues Festival, prima di John Hammond e B.B.King e poi per alcuni anni si esibirono in oltre 400 concerti in tutta Italia. Quando Roberto Luti ritorna nel 2008 da New Orleans, dove si era trasferito nel 1999 collaborando con molti grandi artisti e partecipando al progetto musicale mondiale ”Playng for Change” del produttore Mark Johnson, il gruppo rock/blues strumentale si riforma cresciuto grazie a importanti esperienze che i tre hanno accumulato. Dopo il primo CD “TRES”, ci hanno appena regalato 15 nuovi brani con “Queen of the Water”, album godibilissimo, curato, intenso, totalmente autoprodotto con l'aiuto di un crowdfounding a cui hanno partecipato centinaia di persone.

Riki Massini Bonus Track Band feat Clive Bunker
Non servono tante parole per presentare Clive Bunker, uno di quegli artisti che hanno contribuito a creare la storia della musica rock. Membro fondatore della band inglese Jethro Tull il batterista di Luton, nel Bedfordshire, è stato uno degli artefici dei lavori più importanti della band capitanata dal folletto Ian Anderson dal 1967 al 1971, lasciando il proprio marchio in album storici come This Was, Aqualung, Stand Up e Benefit e ha collaborato, dopo l’abbandono della band, con veri numeri uno del rock mondiale, come Mick Abrahams (suo compagno nei Jethro Tull e assieme nei Blodwyn Pig), Roger Daltrey (The WHO), Robin Trower (Procol Harum), Jack Bruce (Cream), Manfred Mann (Manfred Mann Earth Band), Uli Roth e Michael Shenker (Scorpions), Glenn Hughes (Deep Purple). Clive è un batterista molto ricercato anche come session man per la sua duttilità e per la sua simpatia ed ama esibirsi riproponendo il sound che lo ha reso celebre. Da alcuni anni ha stretto un grande rapporto col chitarrista italiano Riki Massini con il quale si è esibito in parecchi club e festival in Italia e Svizzera lasciando sempre il segno e con il quale ha il progetto di effettuare varie apparizioni nel nostro Paese. Che sia la National, suonata in fingerpicking, o l’adorata Stratocaster, con la quale incendiare le sue esibizioni, un concerto di Riki Massini è un’esperienza che lascia il segno. “One of Italy’s finest blues guitarists, and a fantastic and generous friend” così lo definisce Mick Abrahams che di chitarristi se ne intende, lui che la storia del rock mondiale l’ha fatta coi suoi Jethro Tull, la famosissima band inglese dalla quale proviene proprio il batterista Clive Bunker. Popolare in gran parte dell’Europa, nel giugno 2016 Riki è stato invitato come rappresentante italiano al Chicago Blues Festival dove ha potuto esibirsi in più episodi al Grant Park Jackson & Columbus in quello che, forse, è il più importante blues festival del mondo. Tutto questo a sancire una carriera sempre in crescendo con i giusti passi e la consapevolezza di quello che si vuol fare: una vita per la musica.
_______________________________________________________________________________

RUSTIES 
“Dove osano i rapaci”
28 aprile 
All’1e35circa di Cantù

A poche settimane dalla pubblicazione dell’ottavo album Dove osano i rapaci (Tube Jam Records/distr. I.R.D. e Believe Digital) i RUSTIES torneranno sul palco venerdi 28 aprile per presentare il nuovo lavoro con uno speciale concerto All’1e35circa di Cantù (CO) (info qui). L’album Dove osano i rapaci sta ottenendo significativi riscontri di pubblico e critica ed è stato supportato da un minitour promozionale che ha visto il quintetto guidato da Marco Grompi protagonista di alcune esclusive session e interviste radiofoniche, tra cui le performance a RAI Radio 1 Music Club (ascolta), Controradio Il Popolo del Blues (ascolta) e BluRadio Veneto Rockwave (ascolta). L’intero concerto/anteprima di “Dove osano i rapaci Live@Druso” è stato trasmesso da RAI Radio 7 Live ed è tutt’ora disponibile in streaming audio dal portale di 7Chance (a questo link anche una selezione di video tratti dallo stesso concerto). Oggi è stato pubblicato Spirituale, nuovissimo videoclip del brano tratto da Dove osano i rapaci, scritto e interpretato da Fulvio Monieri.
_____________________________________________________________________________

JACK SAVORETTI
DOPO I DUE SOLD OUT DI FEBBRAIO A MILANO E GENOVA
RITORNA DAL VIVO IN ESTATE
AGGIUNTA UNA NUOVA DATA IL 19 LUGLIO IN PIAZZA LEOPARDI A RECANATI (MC)

Dopo i due SOLD OUT di febbraio al Teatro Carlo Felice di Genova e al Fabrique di Milano Jack Savoretti ritorna dal vivo quest’estate. Oltre alle date già annunciate all’Anfiteatro del Vittoriale a Gardone Riviera (18 luglio – Tener-A-Mente Festival), a Villa Pisani a Stra (Ve) (21 luglio – Venezia Jazz Festival) e a Villa Bertelli a Forte dei Marmi (22 luglio – Festival della grande musica d’autore e del teatro) si aggiunge un nuovo appuntamento in Piazza Leopardi a Recanati (Mc) (19 luglio – Lunaria) dove interpreterà dal vivo i brani del suo nuovo disco “Sleep No More” (Bmg Rights Management/Warner) uscito il 28 ottobre scorso e già oltre le 60.000 copie vendute in Inghilterra.

18 luglio – Anfiteatro del Vittoriale – Gardone Riviera (Bs);
19 luglio – Piazza Leopardi – Recanati (Mc);
21 luglio – Villa Pisani – Stra (Ve);
22 luglio – Villa Bertelli – Forte dei Marmi (Lu);

info su www.concerto.net e prevendite su www.ticketone.it e www.geticket.it per Stra (Ve)  

Il successo genovese del cantautore italo-inglese arriva a coronamento di un percorso intrapreso cinque anni fa. Jack Savoretti è partito nel 2012 da piccoli club approdando in breve tempo al primo sold out al Blue Note e registrando in seguito il tutto-esaurito ad ogni data del Written in Scars tour 2015, confermando così i successi di vendita nel tour estivo 2016 fino a riempire quest’anno due location di prestigio come il Fabrique di Milano e il Teatro Carlo Felice di Genova. In Inghilterra, nella prima settimana, “Sleep No More” ha venduto il doppio di quanto aveva fatto con il precedente “Written in Scars” nello stesso periodo confermando Jack Savoretti come uno dei più importanti artisti inglesi di sesso maschile del momento. Jack Savoretti descrive questo disco come una sorta di “lettera d’amore dedicata a mia moglie” e afferma: «Tutto ruota intorno a quel genere di cose che non ti lasciano dormire tutta la notte» svelandoci l’origine del titolo. Come nel precedente disco, il cantautore italo-inglese si è avvalso di differenti produttori tra cui: Mark Ralph (Years and Years e Take That), Sam Dixon (Adele), Matty Benbrook (Paolo Nutini), Cam Blackwood (George Ezra) e Steve Robson (James Bay, John Newman e James Morrison). Dal 18 gennaio è partito per un tour che lo porterà ad esibirsi negli Usa e in tutta Europa accompagnato dalla sua band.
________________________________________________________________________________

Mismountainboys

25 Aprile La Cooperativa Agricola Castel Cerreto organizza una giornata alla Cascina Pelesa, in un ambiente rurale completamente incontaminato, dedicata alla conoscenza e alla conservazione delle tradizioni agricole per la coltivazione e degustazione dell'asparago! La sagra si aprira' alle h 11 e a partire dalle h 12 degustazioni con piatti della tradizione contadina a base di asparagi (risotto agli asparagi, uova ed asparagi etc)Mismountainboys animeranno musicalmente il pomeriggio a partire dalle h 14.30. Location Antica Cascina Pelesa, dove venne girato il film "L'Albero degli Zoccoli", in via Canonica 148 a Treviglio frazione Castel Cerreto. Al)

28, 29, 30 Aprile Mismountainboys ospiti della tradizionale fiera cavalli di Travagliato (link fiera) nella zona ristoro presso il ristorante maremmano TERRE DI MAREMMA di Domenico Eleuteri. Esibizioni dalle h 10 alle h 18. Tavagliato (BS)