Concerti Canzone D'Autore

I concerti della scena cantautorale italiana...

IL PREMIO D’APONTE VA IN TOUR
A MILANO, ROMA E NAPOLI TRE SERATE-VETRINA DELL’UNICO CONCORSO ITALIANO PER CANTAUTRICI

La canzone d’autore al femminile targata Bianca d’Aponte continua a superare i confini di Aversa e, quest’anno, se ne va in giro per l’Italia. Sarà il “Premio Bianca d’Aponte in tour” e toccherà le tre principali città italiane - Milano (il 7 marzo), Roma (il 20 marzo) e Napoli (il 9 aprile) - con l’obbiettivo di portare su altri palchi le eccellenze del contest, giunto alla 14esima edizione, e presentarne il nuovo bando e le finalità artistiche. Si parte con Milano dove l’appuntamento sarà il 7 marzo alla Salumeria della musica, storico locale meneghino. Fra i primi artisti confermati, i Favonio (che saranno i padroni di casa), Charlotte Ferradini e Irene Ghiotto (vincitrici rispettivamente nel 2012 e 2015), Patrizia Cirulli (già finalista del Premio) e tre artisti da sempre amici del d’Aponte, Mauro Ermanno Giovanardi, Kaballà e Bruno Marro. Altri ospiti sono in via di definizione. Ingresso 10,00 €, info e prenotazioni: 02.56807350, salumeriadellamusica@gmail.com. A Roma la serata è in programma all’Asino che vola il 20 marzo. Il cast sarà annunciato prossimamente. A Napoli la cornice sarà particolarmente prestigiosa, si tratta infatti del Piccolo Bellini. L’evento è realizzato da BeQuiet, un progetto nato nel 2012 da un'idea dell'artista Giovanni Block, che ha intercettato l'esigenza di creare attorno alla canzone d’autore partenopea un vero e proprio circuito, fatto non solo di pubblico ma anche di addetti ai lavori e appassionati. Il 9 aprile si esibiranno, fra gli altri, Momo e Federica Morrone (vincitrici del d’Aponte nel 2009 e nel 2017), Fede ‘N’ Marlen (Premio della critica ‘Fausto Mesolella’ 2017), Katres e Alfina Scorza (entrambe premiate negli anni scorsi per la miglior composizione). Salirà sul palco anche una delle madrine del Premio, Brunella Selo. Altri artisti presenti saranno comunicati prossimamente. Ingresso 12€ (intero), 10€ (ridotto), per info e prenotazioni: 081.5499688, botteghino@teatrobellini.it. Il Premio Bianca d'Aponte - Città di Aversa è l'unico concorso italiano dedicato esclusivamente alle cantautrici. Le finali sono in programma ad Aversa (CE) il 26 e il 27 ottobre 2018. La partecipazione è gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 28 aprile 2018. Le dieci finaliste saranno selezionate dal Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole rilievo nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice del premio assoluto sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della critica “Fausto Mesolella” la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. Nei due giorni del Premio le esibizioni delle finaliste si alterneranno a quelle di alcuni dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Il bando completo e la scheda di partecipazione al concorso sono disponibili su: www.premiobiancadaponte.itPer ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it 
_________________________________________________________________________________

L'8° 'PREMIO GIORGIO LO CASCIO' IL 24 FEBBRAIO A LUCA GEMMA
IN CONCERTO AL TEATRO DELLA VILLA DELLA FRATERNITÀ, SANT’ANDREA IONIO (CATANZARO)

È tutto pronto per la cerimonia di premiazione della ottava edizione del "Premio Giorgio Lo Cascio", il riconoscimento riservato a cantautori di particolare valore, che una prestigiosa giuria di giornalisti ha assegnato quest’anno a Luca Gemma. L’evento finale, con un concerto di Gemma, è in programma il 24 febbraio al teatro della Villa della Fraternità di Sant’Andrea Apostolo dello Ionio (Catanzaro) alle ore 18. Ingresso gratuito. La manifestazione, nata nel 2005 e che torna dopo qualche anno di pausa, intende ricordare Giorgio Lo Cascio, storico cantautore romano scomparso nel 2001. Con lui Francesco De Gregori all'inizio della carriera aveva formato il duo “Francesco e Giorgio” e successivamente, anche con Antonello Venditti e Ernesto Bassignano, “I giovani del Folk” (i “quattro ragazzi con la chitarra e un pianoforte sulle spalle” di “Notte prima degli esami” di Venditti). Il Premio Lo Cascio è organizzato dall'Associazione Primavera Andreolese con il patrocinio della Regione Calabria e dell'amministrazione comunale di Sant’Andrea Apostolo dello Ionio. La direzione artistica è di Enrico Deregibus, autore fra l'altro della biografia di Francesco De Gregori “Mi puoi leggere fino a tardi”. Il premio è stato realizzato dai maestri orafi Giuseppe Stillo e Luca Sgrò e sarà consegnato dal Presidente della Giunta Regionale della Calabria, on. Mario Oliverio. Luca Gemma è nato ad Ivrea. Nel 1990 ha fondato, insieme a Pacifico, i Rossomaltese, nota band folk rock della scena indipendente. Dal 2004 al 2015 ha pubblicato cinque dischi come solista, suonando fra l’altro in Australia, Francia e Inghilterra. Nel settembre del 2017 esce il suo sesto lavoro in studio “La felicità di tutti”. Prodotto e arrangiato da Paolo Iafelice e dallo stesso Gemma, “La felicità di tutti” contiene nove inediti scritti dal cantautore più “Cajuina”, celebre brano di Caetano Veloso, rivisitato con un testo in lingua italiana di Gemma. L’album si caratterizza per una sonorità che rivela un naturale mix di generi fra canzone d’autore, folk, rock, soul e R&B. Gemma è anche autore di brani per altri cantanti, sia pop che indipendenti (Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Bobo Rondelli, Patrizia Laquidara, Cesare Malfatti, Marian Trapassi, Paola Donzella), per la tv (Fabio Volo per La7 e Mtv, Edmondo Berselli per Rai2), per la radio (Istituto Barlumen per Radio3Rai e Radio 24), per il cinema (Roberta Torre, Sud Side Stori) e per il teatro. Negli anni precedenti il riconoscimento era andato a Max Manfredi (2005), Pino Marino (2006), Rudy Marra (2007), Sulutumana (2008), Carlo Fava (2009), Susanna Parigi (2010), Marco Ongaro (2011). Il Premio è stato assegnato da una ampia e prestigiosa giuria coordinata da Deregibus e comprendente: Roberta Balzotti (Tgr Rai), Marcello Barillà (Obiettivo Calabria), Stefano Bartolotta (Indie-roccia.it), Alberto Bazzurro (Musica jazz), Maurizio Becker (Classic rock), Mario Bonanno (Mescalina), Andrea Caponeri (Radio Orvieto web), Roberto Caselli (Jam-TV), Massimiliano Castellani (Avvenire), Stefano Crippa (Manifesto), Enrico de Angelis (storico della canzone), Paola De Simone (Radio in Blu), Salvatore Esposito (Blogfoolk), Claudio Fabretti (Ondarock), Leonardo Follieri (Jam-TV), Ambrosia J. S. Imbornone (Rockerilla), Annino La Posta (saggista), Elisabetta Malantrucco (Rai), Giuseppe Marasco (Videocalabria), Carla Monaco (Tgr Calabria), Giommaria Monti (Cartabianca), Michele Neri (Vinile), Bruno Palermo (CrotoneNews.com), Francesco Paracchini (L’isola che non c’era), Fausto Pellegrini (Rainews), Andrea Podestà (Nuova scuola genovese), Giordano Sangiorgi (Mei), Paolo Talanca (Fatto quotidiano), Francesco Tragni (Radio popolare), Gianluca Veltri (Mucchio selvaggio), Gianni Zuretti (Buscadero).
Per info: primavera.andreolese@libero.it
_________________________________________________________________________________

Al via la stagione 2018 di Cose di Amilcare



Dedicato alla memoria di Manuel Vázquez Montalbán, il festival Barnasants quest'anno si svolgerà su 110 concerti, come da tradizione in programma dal 26 gennaio al 14 aprile. Tra gli artisti invitati Giovanna Marini, Paco Ibañez, gli Zebda, il basco Ruper Ordorika, la colombiana Marta Gómez, i catalani Maria del Mar Bonet, Pi de la Serra, Joan Isaac, Marina Rossell, Roger Mas, Rusó Sala, Enric Hernàez. Dieci sono gli appuntamenti che vedono anche il coinvolgimento di Cose di Amilcare:

3 marzo
Bobo Rondelli
CAT

9 marzo
Shomano International, omaggio a Fausto Mesolella
Tinta Roja

10 marzo
Matteo Fiorino
Absenta del Raval

24 marzo
Piero Pesce & Questioni Meridionali Folk
Absenta del Raval

6 aprile
Rocco Papìa
Tinta Roja

7 aprile
'68 Flash Back con 
Joan Isaac, Sílvia Comes, Alessio Lega 
e la partecipazione di 
Jordi Batiste, Marta Gómez, Luiz Murá, Iannis Papaioannou, Miquel Pujadó, Corentin Sauvetre, Wayne Scott
Teatre Joventut

8 aprile
Alessio Lega
Tinta Roja
_________________________________________________________________________________

BAUSTELLE
L'amore e la violenza vol. 2 Tour
DODICI NUOVI PEZZI FACILI
il nuovo album dal 23 marzo 2018 dal 7 aprile in tour

Finalmente è ufficiale: il prossimo 23 marzo, a poco più di un anno dall'uscita de “L’amore e la violenza”, i Baustelle pubblicheranno un nuovo album di inediti, intitolato “L’amore e la violenza vol.2” e accompagnato dal sottotitolo: "dodici nuovi pezzi facili” (Warner Music). È stata proprio la band ad annunciare poco fa la notizia con un video-teaser diffuso sui propri canali web (visibile al link https://youtu.be/hOJLexWKpXA), video-teaser che segue quello pubblicato la scorsa settimana con il quale erano state annunciate le nove date del tour che il prossimo aprile vedrà i Baustelle esibirsi nei principali club italiani. Mai, nella loro ventennale carriera, i Baustelle avevano pubblicato due album ad una distanza così ravvicinata tra loro. “L’amore e la violenza vol.2” si muove nel solco musicale e tematico del volume uno, che tante soddisfazioni ha regalato alla band di Francesco Bianconi, Claudio Brasini e Rachele Bastreghi nel corso del 2017, concretizzatesi in un disco d’oro e in un tour di cinquanta concerti quasi interamente sold-out. Dal disco erano stati estratti tre singoli e altrettanti videoclip: “Amanda Lear”, “Il vangelo di Giovanni” e “Betty”. “L’amore violenza vol.2” è prodotto artisticamente da Francesco Bianconi e mixato da Pino “Pinaxa” Pischetola. Alla pubblicazione dell’album farà seguito un tour, organizzato da Ponderosa Music & Arts. Sul palco, oltre a Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre) e Andrea Faccioli (chitarre).

7 aprile - SENIGALLIA - Mamamia
12 aprile - BOLOGNA - Estragon
13 aprile - FONTANETO D’AGOGNA (Novara) - Phenomenon      
15 aprile - MILANO - Alcatraz
16 aprile - FIRENZE - Obi Hall
19 aprile - ROMA - Atlantico
20 aprile - NAPOLI - Casa della Musica
22 aprile - TORINO - OGR
27 aprile - PADOVA - Gran Teatro Geox

info e biglietti da lunedì 5 febbraio su www.baustelle.it
_________________________________________________________________________________

FLO
ANNUNCIATI NUOVI CONCERTI IN TUTTA ITALIA
IL 1 GENNAIO A COLONIA CON STEFANO BOLLANI “NAPOLI TRIP” ED ENRICO RAVA

FLO, una delle personalità più eclettiche e versatili tra le nuove leve del panorama musicale italiano, torna in Germania per un concerto eccezionale: il 1 gennaio si esibirà a Colonia assieme a Stefano Bollani “Napoli Trip” ed Enrico Rava. Annunciate, inoltre, nuove date in tutta Italia. Flo porterà dal vivo le canzoni contenute ne “IL MESE DEL ROSARIO”, il fortunato secondo album che ha conquistato la critica ed il pubblico, ricevendo due candidature alle Targhe Tenco 2016 come miglior “Album in assoluto dell’anno” e come “Canzone singola”. 

2 marzo – Napoli – Teatro Nuovo
8 marzo – Bari – Teatro Showville
9 marzo – Pomigliano D’Arco - Frequency
25/4 Kassel (Germania)

Formazione dei concerti in quartetto: Flo (Voce), Marcello Giannini (Chitarre), Marco Di Paolo (violoncello), Michele Maione (percussioni).
________________________________________________________________________________

PFM
RIPARTE IL 2 MARZO DA MILANO (DATA SOLD OUT)
“Emotional Tattoos Tour” che porterà la band in tutto il mondo
IL TOUR SEGUE L’USCITA DEL NUOVO ALBUM DI INEDITI
“Emotional Tattoos”
Pubblicato in due versioni diverse tra loro (italiana e inglese)

Riparte il 2 marzo da Milano (data sold out) l’”Emotional Tattoos Tour” di PFM - Premiata Forneria Marconi, per proseguire a Brescia (9 marzo), Assisi (11 marzo), Roma (12 marzo), Napoli (13 marzo), Taranto (15 marzo), La Spezia (23 marzo), Montecatini (24 marzo) e poi prendere il volo verso il Sud, Centro e Nord America, un tour intenso che oltre a ripercorrere i più grandi successi del loro vastissimo repertorio, presenterà al pubblico anche alcuni brani tratti dal nuovo album “Emotional Tattoos” (uscito il 27 ottobre, per InsideOutMusic/SonyMusic). Queste le prossime tappe dell’”Emotional Tattoos Tour” (organizzato da D&D concerti): 2 Marzo a MILANO (Teatro Dal Verme); 3 Marzo  ROTTERDAM-HULL (HMSPROG); 9 Marzo a BRESCIA (PalaBrescia); 11 Marzo a ASSISI-Santa Maria degli Angeli (Teatro Lyrick); 12 Marzo a ROMA (Teatro Olimpico); 13 Marzo a NAPOLI (Teatro Augusteo); 15 Marzo a TARANTO (Teatro Orfeo); 23 Marzo LA SPEZIA (Teatro Civico); 24 Marzo a MONTECATINI (Nuovo Teatro Verdi). Poi sarà la volta del Brasile: 19 Aprile a SAN PAOLO (Espaco das Amaericas); 20 Aprile a PORTO ALEGRE (Auditório Araújo Vianna); 21 Aprile a RIO DE JANEIRO (Vivo Rio); 22 Aprile a BELO HORIZONTE (Cine Brasil); 25 Aprile in Chile CONCEPCION (Teatro de la Universidad de Concepcion); 26 Aprile in Chile SANTIAGO DEL CHILE (Teatro Oriente); 28 Aprile in Argentina a BUENOS AIRES (Teatro Ópera Orbis Seguros); 30 Aprile in Perù a LIMA (Teatro Municipal de Lima); 3 Maggio in Messico a CITTÀ DEL MESSICO (BlackBerry Hall); per poi trasferirsi negli Usa: 6 Maggio a GETTYSBURG – (Majestic Theater); 7 maggio a NEW YORK CITY (Highlineballroom); 8 maggio a CHICAGO (Reggies Rock Club); 12 Maggio a LEGNANO - Teatro Galleria; 16 Maggio SOUTHAMPTON-UK (The 1865); 17 Maggio a LONDRA (02 Academy Islington); 21 Maggio a PESCARA – Pe (Teatro Massimo); 22 Maggio a CASANOVA DI CARINOLA – Ce; tour sempre in aggiornamento!

Per i biglietti e le prevendite info su
_______________________________________________________________________________

DENTE E GUIDO CATALANO
"Contemporaneamente insieme" Tour

E’ iniziato con un sold out, al Teatro Magda Oliviero di Saluzzo (CN), il primo tour nazionale di Dente e Guido Catalano, dal titolo “Contemporaneamente insieme”: sold out in prevendita anche le date di Savignano sul Rubiconde (FC), Abano Terme (PD), le due date di Milano e Torino.  Rime semiacustiche, metafore in quattro quarti danzano, dando vita a uno spettacolo inedito ed estremamente originale con la regia di Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale. Non un reading, non un concerto, non una commedia dialettale e nemmeno uno spettacolo circense, non un balletto, un workshop, uno spogliarello burlesco e neppure una dimostrazione di prodotti di bellezza o aspirapolveri: il cantautore emiliano e il poeta torinese incrociano chitarra e penna, per parlare d’amore a modo loro. Guido Catalano è un poeta e uno scrittore che pubblica per Rizzoli e collabora con Il Corriere della Sera Torino e Smemoranda. La sua scrittura è ciò che più si avvicina al mondo della musica. Dente è un nome di punta della musica italiana, un cantautore dal linguaggio raffinato, dotato di grande originalità e di un indiscutibile talento. La sua musica è ciò che più si avvicina al mondo della poesia.

22/02 Bologna - Teatro Duse   
23/02 Siena - Teatro dei Rinnovati
01/03 Torino - Hiroshima mon Amour
02/03 Torino - Hiroshima mon Amour  [sold out]
03/03 Milano - Base [sold out]
04/03 Milano - Base  [sold out]
05/03 Milano - Base
09/03 Lecce - Officine Cantelmo
10/03 Conversano (BA) - Casa delle Arti
14/03 Trento - Teatro SanbàPolis 
16/03 Castelfidardo (AN) – Teatro Astra
17/03 Firenze - Teatro Puccini        
18/03 Santa Maria a Vico (CE) - Smav
20/03 Roma - Auditorium Parco della Musica  
_________________________________________________________________________________

MALDESTRO
TOUR ACUSTICO CHITARRA E VOCE

Mer 7/3 Napoli – Piccolo Bellini
Ven 16/3 Salerno – Modo 
Sab 17/3 Bari – Officina degli Esordi
Dom 18/03 Potenza – Teatro Francesco Stabile
Mer 21/3 Firenze – Arci Progresso
Gio 22/3 Milano - Serraglio
Ven 23/3 Parma - Wopa 
Sab 24/3 Asparetto (VR) – Teatro Aperto 
Dom 25/3 Roma – Na Cosetta 
Mer 4/4 Bologna – Bravo Caffè 
Gio 5/4 Pavia – Spazio Musica 
Ven 6/4 Torino – Officine Ferroviarie

_________________________________________________________________________________

LUCIO LEONI
“IL LUPO CATTIVO TOUR”

Continua il tour di Lucio Leoni per la presentazione di “Il Lupo Cattivo”, il nuovo disco di inediti pubblicato da Lapidarie Incisioni/iCompany, distribuzione Sony, che gli ha permesso di vincere a dicembre la prima edizione del Premio Freak, il premio dedicato alla figura di Freak Antoni lanciato dal MEI, COOP Alleanza 3.0 e dal’Associazione We Love Freak, con il sostegno della Regione Emilia Romagna. “Il Lupo Cattivo” è il terzo album per uno dei pochi artisti, in Italia, capaci portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana.

23 febbraio – Tivoli (RM) – Dissesto Musicale
23 marzo – Asti – Diavolo Rosso
05 aprile – Roma – Auditorium Parco della Musica
_________________________________________________________________________________

THE ZEN CIRCUS
ESCE IL 2 MARZO “IL FUOCO IN UNA STANZA”, IL NUOVO DISCO DI INEDITI. ANNUNCIATE LE PRIME DATE DEL TOUR

I Zen Circus sono un punto di riferimento della scena indipendente italiana: in 18 anni si sono costruiti una credibilità condivisibile da pochissimi altri artisti nostrani, grazie all’attività live più urgente e di qualità che si possa immaginare (oltre 1.000 concerti) e al successo di tutti i dischi pubblicati (9 album e un ep).  Il loro talento è stato riconosciuto anche da importanti artisti internazionali, che hanno scelto di collaborare con loro, come i Violent Femmes, i Pixies e i Talking Heads. Con l’ultimo album, “La Terza Guerra Mondiale”, i The Zen Circus hanno superato tutti i loro record, entrando direttamente al 6°posto della Classifica FIMI/Gfk dei dischi più venduti in Italia, aumentando la loro già ampissima fanbase e incantando la critica, che li aveva sempre premiati. Dopo 66 date in tutta Italia in 10 mesi, per oltre 98.000 presenze, i The Zen Circus annunciano l’uscita del loro nuovo disco di inediti, “Il fuoco in una stanza”, il 2 marzo 2018, per Woodworm Label e La Tempesta Dischi, distribuzione Artist First. Pubblicate anche le prime date di presentazione. Il disco, la cui lavorazione ha visto la band impegnata per oltre un anno, arriva dopo il successo dell’ultimo album, “La Terza Guerra Mondiale” (2016), e 66 date in tutta Italia in 10 mesi, per oltre 98.000 presenze.  Il disco è stato anticipato dal singolo e dal video di “Catene”: https://www.youtube.com/watch?v=Vv3R3VcvLSA uscito il 25 gennaio 2018 Annunciate le presentazioni instore del disco, che si aggiungono del tour già annunciate. Disponibile da oggi il preorder del disco, sul sito www.thezencircus.it e su iTunes al link bit.ly/IlFuocoInUnaStanza_iTunes.

13-apr Bologna - Estragon
19-apr Milano - Alcatraz
20-apr Venaria Reale (TO) - Teatro della Concordia
21-apr Genova - Supernova Festival
27-apr Firenze - Obihall
28-apr Mestre (VE) - Centro Sociale Rivolta
04-mag Roma - Atlantico

PRESENTAZIONI INSTORE

Genova 02/03 alle 18.30 @ Feltrinelli via Ceccardi 
Torino 03/03 alle 17.00 @ Feltrinelli Stazione Porta Nuova 
Milano 04/03 alle 17.00 @ Feltrinelli piazza Piemonte 
Padova 05/03 alle 18.00 @ Feltrinelli via San Francesco, 7 
Bologna 06/03 alle 18.00 @ Feltrinelli piazza Ravegnana
Firenze 07/03 alle 18.00 @ Feltrinelli RED piazza della Repubblica
Roma 08/03 orario 17.30 @ Discoteca Laziale
Napoli 09/03 alle 18.00 @ Feltrinelli piazza dei Martiri
Pescara 10/03  alle 17.00 @ Feltrinelli via Trento angolo Milano 
Bari 11/03 alle 17.00 @ Feltrinelli Bari via Melo
Pisa 12/03 alle 18.00 @ Feltrinelli Corso Italia, 50
Catania 13/03 alle 18.00 @ Feltrinelli via Etnea
Palermo 14/03 alle 18.00 @ Palermo via Cavour
________________________________________________________________________________

ANDREA POGGIO

E' iniziato il 18 gennaio da Bologna il tour di Andrea Poggio, frontman e autore del gruppo folk rock Green Like July, per la presentazione di “CONTROLUCE”, il primo disco solista e in italiano pubblicato da La Tempesta Dischi. Il gruppo che accompagnerà Andrea Poggio dal vivo sarà composto da Gak Sato (noto produttore e sound artist) alle tastiere e al theremin, da Yoko Morimyo (Esecutori di Metallo su Carta) al violino e da Caterina Sforza (già corista nella band di KT Tunstall) alla voce. "Controluce" è una raccolta di nove canzoni che spaziano dal pop elettronico alla tradizione italiana, dall’art rock, all’avanguardia ed alla musica sperimentale. Registrato tra Milano e New York da Eli Crews (tUnE-yArDs e Yoko Ono), gli arrangiamenti sono stati curati da Enrico Gabrielli (Calibro 35, PJ Harvey, The Winstons, 19'40'') insieme ad Andrea Poggio. Il mastering è a cura di Greg Calbi (John Lennon, Bob Dylan e David Bowie).

11-05-2018 VIGEVANO (PV) - Laroom
_______________________________________________________________________________

Produzioni Fuorivia e Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale
presentano

GIUSEPPE CEDERNA
in
Da questa parte del mare
da GIANMARIA TESTA
regia di Giorgio Gallione
elementi scenografici: Lorenza Gioberti
luci di Andrea Violato


  "Bisogna avere occhi, cervello e coraggio da spendere"

Dopo il successo della prima parte di tournée, che ha toccato tanti teatri italiani con un'accoglienza calorosissima da parte del pubblico e della critica, Da questa parte del mare - da Gianmaria Testa, per la regia di Giorgio Gallione ricomincia il suo viaggio a partire da febbraio 2018. "Da Questa Parte del Mare" è il libro della vita di Gianmaria Testa, arrivato in libreria purtroppo postumo il 19 aprile 2016, per Giulio Einaudi Editori con prefazione di Erri De Luca. É il racconto dei pensieri, delle storie, delle situazioni che hanno contribuito a dar vita ad ognuna delle canzoni dell'album omonimo, ed è un po', anche, inevitabilmente, il racconto di Gianmaria stesso e delle sue radici. É la storia dei grandi movimenti di popolo di questi anni, delle radici e della loro importanza. Radici che non sono catene, ma sguardi lunghi. É il libro con cui Gianmaria si è congedato in pace, dopo una vita onesta e dritta. È un patrimonio di riflessioni umanissime, senza presunzioni di assolutezza. Un distillato di parole preziose che riesce a restituirci ancora e per sempre la voce di Gianmaria. È uno sguardo lucido, durato più di 20 anni, sull’oggi. Una lingua poetica, affilata, tagliente, insieme burbera ed emozionata. Bellissima. Proprio da qui si è partiti per dar vita ad un vero e proprio spettacolo teatrale, con un linguaggio drammaturgico che potesse reggere alle tavole del palcoscenico e rendere possibile un viaggio a due voci, quella di Giuseppe Cederna, solo in scena alle prese con diversi personaggi da questa e dall’altra parte del mare, e quella di Gianmaria Testa, presente con la sua voce e le sue canzoni profetiche e umanissime. Giorgio Gallione ha curato non solo la regia, ma anche il passaggio di parole pensate per la pagina scritta al teatro. Lo ha fatto mescolando le parole di Gianmaria a quelle delle cronaca quotidiana e a quelle di due osservatori attenti del fenomeno migratorio contemporaneo: Marco Revelli e Alessandra Ballerini. “Da questa parte del mare” è un viaggio lirico e ruvido, per storie e canzoni, sulle migrazioni umane, ma anche sulle radici e sul senso dell’“umano”. In scena alcuni sassi e un cerchio di terra che abbraccia un simbolico mare nostrum da attraversare e da difendere, sul palco un attore che da voce, attraverso le parole di Gianmaria Testa, a quelli che non hanno voce per essere ascoltati. Lo spettacolo è un continuo alternarsi di voci e personalità distinte, trovate e ritrovate su un mare che abbraccia e divide, culla e annega. Giuseppe Cederna si incarna nelle loro storie raccontate attraverso una recitazione impeccabile, affettuosa e graffiante, lacerante e tenerissima. Proprio come le canzoni e le parole di Gianmaria Testa.

LE DATE

22 febbraio 2018
Monterotondo Marittimo (GR), Teatro del Ciliegio
23 febbraio 2018
Montemurlo (PO), Sala Banti
24 febbraio 2018
Ferrazzano (CB), Teatro del Loto
25 febbraio 2018
Panicale (PG), Teatro Caporali
1 marzo 2018
Russi (RA), Teatro Comunale
2 marzo 2018
Fidenza (PR), Teatro Girolamo Magnani
3 marzo 2018
Sogliano Al Rubicone (FC), Teatro Elisabetta Turroni
4 marzo 2018
Asolo (TV), Teatro E. Duse
8 marzo 2018
Carbonia (CI), Teatro Centrale
9 marzo 2018
Nuoro, Teatro San Giuseppe
10 marzo 2018
Meana Sardo (NU), Teatro San Bartolomeo
18 aprile 2018
Nave (BS), Teatro San Costanzo - Rassegna PROPOSTA '18, Progetto teatrale per la Valle Trompia, trentacinquesima edizione
Per info: kontakthof@treatro.it - 030.8901195
20 aprile 2018
Porto Sant'Elpidio (FM), Teatro delle Api
e  altre date in via di definizione che saranno annunciate prossimamente...
________________________________________________________________________________

GIANCANE
Ansia e Disagio Tour

Dopo il SOLD OUT al Monk Circolo Arci di Roma, continuerà da Parma il tour nazionale di Giancane per la presentazione di “Ansia e disagio”, il nuovo disco pubblicato il 24 novembre per Woodworm Label. L’album, composto da undici canzoni, racchiude osservazioni pungenti, ironia e una profonda curiosità nei confronti degli stati ansiosi, propri o altrui. Componente del celebre gruppo romano “Il Muro del Canto”, Giancane è un cantautore dal grande senso dell’umorismo e dalla chiara vocazione country.

17 febbraio Capanno Black Out Prato
22 febbraio Circolo Ohibò Milano
24 febbraio Arci La Freccia - Ex Mattatoio Aprilia (LT)
09 marzo Laboratorio Culturale I'M Padova
10 marzo Bradipop Club Rimini
16 marzo Officine Utopia Ceccano (FR)
24 marzo Associazione Culturale Ossigeno Velletri (RM)
01 aprile Karemaski Multi Art Lab Arezzo
06 aprile Covo Club Bologna
_________________________________________________________________________________

PALETTI
Super Tour

Avrà inizio il 7 febbraio dalla Latteria Molloy di Brescia il tour di Paletti per la presentazione di “SUPER”, il nuovo disco inediti pubblicato il 26 gennaio da Woodworm Label. Cresciuto musicalmente a Soho, Londra, Paletti lavora al fianco di personalità come Ridley Scott, Paolo Sorrentino, Gary Oldman, Goran Bregovic, Iggy Pop e Groove Armada, nella Post Production House “Zound“ e, a Roma, con la Fox International in qualità di compositore. Paletti è anche l’autore della canzone “Ma che ci faccio qui”, cantata da Mina e Celentano, e contenuta nell’album “Le migliori” del 2016. “SUPER” è il suo terzo disco di inediti (due album e un ep) e racconta, con undici canzoni dal sapore inaspettato, le molteplici sfaccettature della sua anima incoerente, parla della condizione umana e delle sue contraddizioni. Un’esperienza musicale che va ben oltre il cantautorato e il synth pop e mette le basi per un electro pop raffinato, che affonda le sue radici nella musica d’autore, per un risultato più che mai attuale.

Calendario dei concerti

23-feb Modena - Off
02-mar Sant'Egidio alla vibrata (TE) - Dejavu
03-mar Frattamaggiore (NA) - Soundmusic club
09-mar Perugia - Urban
16-mar  Milano - Locusta New Generation c/o Serraglio con Lucio Leoni
24-mar  Rimini - Bradipop
01-apr Fucecchio (FI) - Limonaia
05-apr Pisa – Lumiere
06-apr Torino - Spazio 211
07-apr Bologna - Locomotiv
_________________________________________________________________________________

IOSONOUNCANE e Paolo Angeli
in tour a Marzo 2018 
13/03 Teatro Duse - Bologna
14/03 Auditorium Parco Della Musica - Roma
16/03 Auditorium San Romano - Lucca
17/03 Auditorium del Conservatorio - Cagliari 

Dopo l’anteprima di Novembre avvenuta al festival Linecheck di Milano, IOSONOUNCANE e Paolo Angeli porteranno in tour la loro musica per una serie di date a marzo 2018. Si inizierà il 13 Marzo con il Teatro Duse di Bologna, città dove è Paolo Angeli ha vissuto la sua formazione come musicista di riferimento e dove IOSONOUNCANE risiede tutt’ora, per spostarsi a Roma il 14 Marzo per una data al prestigioso Auditorium Parco Della Musica. Finale sabato 17 Marzo a Cagliari all’Auditorium del Conservatorio. IOSONOUNCANE e Paolo Angeli sono due voci autorevoli della Sardegna contemporanea. Nella loro musica, carica di elementi ancestrali e di evocazioni difficilmente catalogabili in un genere musicale, si respira l’isola con tutte le sue sfaccettature stilistiche. È un’espressione creativa che dipinge paesaggi sonori d’avanguardia e, allo stesso tempo, riporta al solco dell’aratro e alle variazioni minimali riportate in un arazzo realizzato al telaio. Innovatori con radici, Angeli e Iosonouncane costituiscono un esempio importante del come la tradizione debba trovare, nella società attuale, un’evoluzione dei suoi linguaggi arcaici, collocandosi nel difficile confronto con il presente, senza cadere nella tentazione dell’oleografia. La loro è una musica viva dove rumore e silenzio vanno a braccetto, dove la forza di una mareggiata di maestrale porta con se una risacca in grado di insabbiare i porti. Una voce consumata dal vento ci dice che i mari non sono tutti uguali. L’ultima volta che si sono incontrati questa distesa azzurra era avvolta dalla quiete della bonaccia, da quella sensazione struggente che ti ricorda che devi partire dalla tua terra per il gusto dell’avventura. Il chitarrista di Palau e il cantautore di Buggerru si sono conosciuti quattro anni fa ed hanno collaborato in "Buio", un brano tratto da DIE, capolavoro di IOSONOUNCANE uscito nel 2015, accolto dalla critica come uno dei dischi italiani più importanti degli ultimi anni. Dal vivo questi due musicisti straordinari condivideranno il palco suonando brani dai repertori personali e rileggeranno alcuni brani della tradizione musicale sarda.

Venerdì 16 marzo in concerto all' Auditorium San Romano di Lucca
L'evento sarà la preview del WØM FEST dal 24 al 26 maggio a Villa Bottini (Lucca)

Venerdì 16 marzo, presso il prestigioso e storico Auditorium San Romano di Lucca, avrà luogo, in esclusiva toscana, lo show di IOSONOUNCANE con il chitarrista Paolo Angeli. Si tratta di uno spettacolo molto particolare e unico in cui i due musicisti sardi eseguiranno brani dei loro repertori, rielaborandoli e contaminandoli con una componente d’improvvisazione. Nella loro musica, carica di elementi ancestrali e di evocazioni difficilmente catalogabili in un genere musicale, si respira l’Isola con tutte le sue sfaccettature stilistiche. È un’espressione creativa che dipinge paesaggi sonori d’avanguardia e, allo stesso tempo, riporta al solco dell’aratro e alle variazioni minimali riportate in un arazzo realizzato al telaio. Innovatori con radici, Angeli e Iosonouncane costituiscono un esempio importante del come la tradizione debba trovare, nella società attuale, un’evoluzione dei suoi linguaggi arcaici, collocandosi nel difficile confronto con il presente, senza cadere nella tentazione dell’oleografia. L’evento organizzato dall’Associazione culturale WOM, anticiperà la seconda edizione di WØM FEST, festival di musica indie italiana che si terrà nei giorni 24, 25, 26 maggio presso Villa Bottini, nel centro storico di Lucca.

_________________________________________________________________________________

BONAVERI
ANTEPRIMA TOUR 2018
MERCOLEDÌ 21 FEBBRAIO IN CONCERTO AL TEATRO LEONARDO DI MILANO
per presentare il nuovo disco “RELOADED”
Una rivisitazione di alcuni classici del cantautore bolognese in 14 anni di musica

Mercoledì 21 febbraio, il cantautore bolognese BONAVERI sarà in concerto al TEATRO LEONARDO di MILANO (Via Andrea Maria Ampère, 1 – ore 21.15, ingresso gratuito su prenotazione sino a esaurimento posti. Biglietteria: 02/86454545) per presentare il nuovo disco “RELOADED”, prodotto da Maurizio Biancani per Fonoprint. L’Anteprima Tour 2018, che anticipa la normale attività concertistica nella stagione primaverile ed estiva, è la rappresentazione di un importante lavoro teatrale prodotto da Fonoprint Bologna per la regia di Daniele Sala, i monologhi di Monica Faggiani e il light designer di Davide Tagliaferri. Suoneranno: Stefano Gentilini – Tastiere, Pietro Posani – Chitarra, Luca De Risio – Basso, Gabriele Palazzi – Batteria e Percussioni, Elena Champion – Voce e Fisarmonica. L’album “RELOADED” rappresenta la pausa del cammino, quella in cui reinterpreti le esperienze vissute, le riordini e ti rendi finalmente conto che hanno costituito l’essenza del tuo peregrinare. Un disco di brani rivisitati che sono il punto di arrivo in 14 anni di musica e un trampolino per proseguire questo unico, lungo, concept che raccoglie tutti i pensieri dell’artista durante la sua quotidianità. A questo proposito Bonaveri dichiara: «Prima di occuparci delle grandi questioni che riguardano l’umanità, impariamo umilmente a cantare e celebrare le vite che incontriamo ogni singolo giorno, ché quelle hanno un volto, un nome, e sempre più spesso un collare o uno stupido vestitino con sopra scritto Fuffi».
_________________________________________________________________________________

FABRIZIO POGGI
concerti

22 FEBBRAIO
Fabrizio Poggi 
TBA
IVREA

27 MARZO
Fabrizio Poggi & Chicken Mambo 
BUBANO IN BLUES
Via Lume 1889, BUBANO (BO)
_________________________________________________________________________________

Art & Lab Lu Mbroia
Laboratorio Urbano Giovanile Agorà, Via Mazzini, 44 Corigliano D’Otranto
presenta


Sabato 24 Febbraio 2018 - Ore 20:30
Emanuele Licci racconta Matteo Salvatore
Emanuele Licci: chitarra e voce

Quarto appuntamento della rassegna “Racconti d’Autore”,  in cui ogni musicista invitato parlerà di un suo punto di riferimento artistico, particolarmente importante nella propria formazione. L’ultimo appuntamento di febbraio vedrà protagonista il cantante e musicista calimerese Emanuele Licci che racconterà, attraverso scritti, canzoni e aneddoti, la vita di Matteo Salvatore. «Le parole di Matteo Salvatore noi le dobbiamo ancora inventare.» diceva Italo Calvino parlando del cantante e musicista di Apricena. Salvatore è stato un grande interprete della tradizione popolare pugliese, in particolare del Gargano, nonché autore di una pagina cantautoriale molto fervida e ricca. Emanuele Licci, tra i più noti musicisti e cantanti della tradizione popolare salentina (Canzoniere Grecanico Salentino, Ghetonìa, Notte della Taranta), stasera omaggerà il musicista foggiano alternando brani, aneddoti e racconti.

Per informazioni: 3381200398/3383651843 lumbroia@massimodonno.it Start cena ore 20:30, Start live ore 21:00 Cena e live: 10 Euro - Solo live: 5 Euro
_________________________________________________________________________________


È ancora tempo di musica allo Spazio Teatro 89: a metà ottobre, infatti, parte ufficialmente la nuova stagione di concerti che, come da tradizione, nei prossimi otto mesi abbracceranno una pluralità di generi (dalla classica al blues, dall’acustica al folk, senza dimenticare la lirica). 

RASSEGNA 
“MILANO BLUES 89”
Il calendario

Nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 scatta la nuova stagione della collaudata rassegna “Milano Blues 89”, 13 appuntamenti dal 21 ottobre al 17 marzo con il meglio del Blues italiano e non.

Anno dopo anno, lo Spazio Teatro 89 di Milano consolida il suo ruolo di punto di riferimento per i più importanti bluesmen italiani e per tutti gli appassionati della “musica del diavolo”. Merito degli organizzatori della rassegna “Milano Blues 89”, che sul palco dell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 continuano a invitare alcuni dei più illustri musicisti della scena (non solo) nazionale. La nuova stagione all’insegna del blues - 13 appuntamenti in cartellone distribuiti nell’arco dei prossimi cinque mesi – vedrà sul palco meneghino, ormai noto a musicisti ed appassionati per l’egregia qualità acustica, i maggiori esponenti italiani del blues, con qualche incursione da oltreoceano. 


Sabato 24 febbraio 2018
Serata dedicata a Maurizio Bestetti
con Gigi Cifarelli, Lillo Rogati, i fratelli Limido e molti altri 

Sabato 24 febbraio nell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89 è in programma un evento speciale per ricordare il bluesman Maurizio Bestetti, scomparso prematuramente. All’’omaggio parteciperanno molti dei musicisti che hanno suonato e collaborato con “il Best”

Nell’ambito della rassegna Milano Blues 89 era previsto il ritorno nella “sua” Milano di Maurizio Bestetti con i Blues Power: purtroppo, a inizio gennaio, l’artista meneghino è prematuramente scomparso all’età di 66 anni. La sua musica, tuttavia, non se n’è andata con lui e, per ricordarlo, la rivista Il Blues, in collaborazione con Spazio Teatro 89, Blues Made In Italy e A-Z Blues, si è attivata per coinvolgere in una serata-tributo molti degli artisti che hanno avuto il piacere di suonare e conoscere “il Best”, con l’obiettivo di rendergli un doveroso omaggio. Così, sabato 24 febbraio (ore 21.30; ingresso 10-13 euro) l’auditorium polifunzionale di via Fratelli Zoia 89 ospiterà un concerto che, nelle intenzioni degli organizzatori, sarà l’occasione per dirgli addio gioiosamente, in quella Milano che lo stava aspettando e in cui non vedeva l’ora di suonare, la città che lo vide nascere musicalmente tanti anni fa con la Tre Castelli Blues Band, in seguito con i RockGoredo, poi con Cooper Terry e, infine, con i Blues Power. La musica, e il blues in particolare, sarà la colonna sonora ideale per l’ultimo saluto al “Best” che, nonostante il suo carattere schivo e “brontolone”, aveva una sensibilità particolare, condita sapientemente dall’irriverenza meneghina che lo ha sempre accompagnato. Il concerto-omaggio è stato organizzato rispettando le volontà della moglie Raffaella Ferrari e l’intero incasso della serata sarà devoluto alla famiglia del “Best”. Molti artisti del panorama nazionale hanno già confermato la loro partecipazione: i fratelli Marco e Franco Limido, Gigi Cifarelli, Lillo Rogati, Michael Loesh, Enrico Tommasini, Carlo Fassini, Ubi Molinari e Dan Martinazzi, ma altri musicisti potrebbero aggiungersi nelle prossime ore. Milanese di nascita, Maurizio Bestetti era entrato nel 1970 a far parte del leggendario gruppo di Cooper Terry (esperienza durata ben 5 anni), per passare poi ad una serie di esperimenti nei tre successivi anni di pausa dal blues, al quale tornò insieme a Gigi Cifarelli e Michele Bozza nel progetto Tre Castelli Blues Band, la celebre house band del Capolinea, noto tempio del jazz milanese. Nel frattempo Maurizio affiancò di nuovo l’amico Cooper Terry nella Blue Phantom Band e, successivamente, maturò diverse e sempre più stimolanti collaborazioni con artisti del calibro di Louisiana Red, Tony Scott, Louis Hayes e Aida Cooper. Nel 1994, grazie all’incontro con il bassista Gigi Bonomelli e con il percussionista Riccardo Orsi, Maurizio abbandonò ogni forma di rock blues e rhythm’n’blues per concentrarsi sul suono tradizionale del Downhome Blues con il trio semi-acustico Blues Power, con il quale fece un interessante excursus nella musica del Delta del Mississippi e del primo periodo del Chicago Blues, riportando in vita vere leggende come Blind Willie Johnson, Robert Johnson e Tampa Red, messi in ombra in quel periodo dal blues di matrice più rock. Con la Blues Power band Bestetti ha accompagnato artisti di fama internazionale, tra cui Carl Wyatt, Louisiana Red, Chicago Bob Nelson, Lincoln Beau Beauchamps, Blue Lou Marini, John Tropea, Rusty Nube, Eric Udel, Lee Winkelstein, Larry Farrell e Bob Margolin.

Sabato 10 marzo 2018
Amanda e la banda
La formazione fondata dalla vocalist Amanda Tosoni omaggerà le grandi interpreti americane tra ballad, gospel e spirituals nell’ambito della rassegna “Milano Blues 89” organizzata dall’auditorium di via Fratelli Zoia 89. Il concerto sarà, inoltre, l’occasione per presentare i brani originali di “Grand Hotel”, il nuovo album del gruppo milanese 

Per il penultimo appuntamento della rassegna “Milano Blues 89”, lo Spazio Teatro 89 di Milano ospiterà sabato 10 marzo (inizio live ore 21.30; ingresso 10-13 euro) la formazione Amanda e la Banda, che porterà in scena la storia del blues “al femminile”, raccontata cioè attraverso la rilettura di brani storici interpretati dalle grandi Signore del Blues e del Soul. In scaletta ballad, gospel e spirituals, il Classic Blues degli anni Venti, i successi delle dive degli anni ’40 e ’50 e le intramontabili hit delle “soul women” degli anni ’60. Il concerto in programma nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 sarà, inoltre, l’occasione per presentare i brani originali di “Grand Hotel”, il nuovo album della formazione milanese in uscita proprio in questi giorni. Si tratta del secondo lavoro discografico della band: un viaggio attraverso sonorità roots Blues, Gospel, Boogie Woogie, ragtime, Soul e Latin che racconta storie di vita contemporanee e autobiografiche, in bilico tra sorrisi, lacrime e amori. Il primo cd, intitolato “The First and The Last”, è uscito nel 2011, riscuotendo il plauso della critica. Fondata dalla vocalist Amanda Tosoni nel 2002, la formazione è completata da Andrea Caggiari (bassista e arrangiatore), Marco Confalonieri (piano, hammond, arrangiamenti) e Alex Canella (batteria). Da circa 15 anni il gruppo calca i palchi delle principali manifestazioni italiane di blues e jazz, ma si è esibito anche all’estero, in particolare in Zimbabwe, dove ha partecipato ad alcuni festival, e ad Haiti, nel 2012, portando la propria musica in un tour di solidarietà nei villaggi intorno alla capitale. Non solo: la band milanese ha aperto i concerti di musicisti del calibro di Earth Wind and Fire Experience e Nine Below Zero e ha condiviso il palco con importanti artisti africani quali Oliver Mtukudzi, Kunle Ayo e Dudu Manhenga, oltre che con Fabio Treves (che di loro ha detto: «Sono bravi, punto e basta, Se volete divertirvi e sentirvi colpiti dalla loro musica, andate a vederli e ad ascoltarli dal vivo»), Eugenio Finardi, Banda Osiris e molti altri artisti europei e statunitensi, tra cui Sandra Hall e Peaches Staten.

Sabato 17 marzo 2018
Bill Toms Band

Spazio Teatro 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano
Biglietti: 13 euro intero; 10 euro ridotto (under 25, over 65, convenzioni Arci, Feltrinelli, Socio Coop, Touring Club, IBS, Coop Degradi).
_______________________________________________________________________________

iCompany … PLAYS IN AUDITORIUM 
gennaio - maggio 2018
Auditorium Parco della Musica - ROMA

02.03.2018 | ARTURO ANNECCHINO | Teatro Studio
21.03.2018 | WRONGONYOU | Teatro Studio
29.03.2018 | ORNELLA VANONI | Sala Sinopoli
05.04.2018 | LUCIO LEONI | Teatro Studio
21.05.2018 | ALLA BUA | Teatro Studio
27.05.2018 | TAMMORRARI DEL VESUVIO | Teatro Studio

iCompany presenta all’ Auditorium Parco della Musica di Roma una serie di concerti che spaziano dalla grande musica italiana agli artisti del panorama indipendente, toccando anche la musica classica e quella delle radici. iCompany accoglie e raccoglie, nel tempio romano progettato da Renzo Piano, “la musica che gira intorno”, la musica che ci ha formati e la musica che nasce e si muove con noi in questi anni. Ornella Vanoni porterà sul palco della Sala Sinopoli i suoi più grandi successi, mentre il Teatro Studio ospiterà il cantautorato contemporaneo di Lucio Leoni e Flavio Giurato, il neo folk di Wrongonyou, il piano solo del compositore Arturo Annecchino e i suoni del sud di Mimmo Cavallaro, Alla Bua e Tammorrari del Vesuvio di Simone Carotenuto.

Ornella Vanoni
29 Marzo – Sala Sinopoli
Una carriere lunga 60 anni e una voce tra le più belle e inconfondibili del panorama italiano. Ornella Vanoni torna a Roma con un nuovo spettacolo intitolato "La mia storia", un racconto attraverso la musica della sua carriera artistica in cui presenterà i brani storici della mala, di Brecht ed i successi che l'hanno fatta amare dal grande pubblico italiano. Ornella Vanoni nasce a Milano il 22 settembre 1934. Si iscrive alla scuola del Piccolo Teatro e incontra Giorgio Strehler che diventa, oltre che il maestro, il suo compagno. Debutta nel 1957 ne "I Giacobini” di Federico Zardi. Strehler decide di inventare per lei un genere totalmente nuovo che prenderà il titolo di “canzoni della mala”, in buona parte scritte da lui con la collaborazione di Fiorenzo Carpi, Gino Negri e Dario Fo e altri. Con questo repertorio Ornella arriva al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1959. L'incontro nel 1960 con Gino Paoli la avvicina alla canzone d’autore e porta a una collaborazione autore-interprete di brani memorabili. L’anno successivo verrà chiamata da Garinei Giovannini per portare "Rugantino" anche a New York. Da questo momento ci sono solo musica, dischi, tv e festival. Vince il primo premio insieme a Modugno al Festival di Napoli con “Tu sì na cosa grande” e vince anche il secondo cantando con Nunzio Gallo la canzone “Ammore mio”. Con Sergio Bardotti Ornella si avvicina al fantastico mondo del Brasile di Vinicius de Moraes e Toquinho. La collaborazione con Bardotti si conclude con l’album “Ornella e....”, inciso con i maggiori jazzisti del mondo: George Benson, Herbie Hanckock, Steve Gadd, Gil Evans, Michael Brecker, Ron Carter. Negli anni ’90 ha inizio la collaborazione con il produttore artistico Mario Lavezzi. Torna  a teatro con Giorgio Albertazzi e si susseguono successi discografici epocali e relative tournée. È stata insignita delle onorificenze di Commendatore e di Grande Ufficiale. Il 2008 è l’anno di importanti riconoscimenti: “Premio Milano donna – le donne che hanno fatto grande Milano”, “Premio Marisa Bellisario Speciale alla Carriera”, “Premio Lunezia”. A maggio 2010 riceve al Campidoglio di Roma il prestigioso “Premio Simpatia 2010”. A settembre 2013 pubblica il nuovo album di inediti “Meticci” (Io mi fermo qui). Nel 2015 intraprende un tour teatrale dal titolo “Un filo di trucco un filo di tacco”. Il concerto per il 01/02/2018 è stato spostato per sopraggiunti impegni televisivi al 29/03/2018, sempre alle ore 21:00. I biglietti della data di febbraio rimangono validi per la nuova data di marzo, con le stesse modalità di fruizione. E’ possibile ottenere il rimborso entro e non oltre il 31/ 12/ 2017 presso il punto vendita di acquisto. Ticketone invierà una comunicazione a tutti gli acquirenti online con indicazione della procedura di rimborso. Info: info@musicaperroma.it

Arturo Annecchino
2 marzo 2018 – Teatro Studio
Dopo le atmosfere soffuse del pianoforte notturno, Arturo Annecchino ripropone la sua inesauribile vena creativa, in un concerto emozionante, gentile e ricco di sorprese, di pari passo con le grandi performance compositive che continua a regalare a cinema e teatro. Un concerto sussurrato che racconta storie. Quelle storie lievi che colui che ascolta poi scrive....Note che galleggiano nell’ aria e che evocano suoni. La formula rimane quella dello straniamento dallo spazio e dal tempo che conduce con sapienza e dolcezza l’ascoltatore nei dedali delle sue più segrete e profonde emozioni. Un concerto per condurre lo spettatore al profondo delle sue più dolci emozioni. Un appuntamento con le memorie sonore che più profumano la nostra mente e il nostro cuore. In un linguaggio che sa combinare con sapienza solarità e introspezione.

Wrongonyou
21 marzo 2018 – Teatro Studio
Dopo aver recentemente aperto alcuni concerti di Levante, WRONGONYOU si è esibito allo Spring Attitude Fest di Roma con artisti come Romare, Clap Clap e Yussef Kamaal e poi a Milano per uno speciale show case in occasione della giornata di chiusura del Wired Next FestNumerosi poi gli show importanti durante l’estate 2017 che lo hanno visto in tour in Italia e in Europa, passando anche per il prestigioso palco del Primavera Pro di Barcellona e facendo da opener agli americani The Lumineers a luglio, per finire all’Home Festival di Treviso. WRONGONYOU è Marco Zitelli, cantautore romano classe 1990 che riesce a fondere folk, elettronica ed una voce unica per intensità in un progetto dal grande respiro internazionale. Il talento cristallino di WRONGONYOU - che a fine 2016 ha pubblicato il primo ep per Carosello Records, "THE MOUNTAIN MAN" - lo ha già portato ad esibirsi ovunque, anche come supporter di Niccolò Fabi, arrivando a superare i confini italiani con la partecipazione a svariati festival europei e facendo entrare il brano 'The Lake' nella colonna sonora della serie 'Terrace House: Aloha State' su NETFLIX Japan, in attesa del primo album di inediti, prodotto da Michele Canova.
_________________________________________________________________________________

ANTONIO "RIGO" RIGHETTI
concerti

23 febbraio 2018 
Rigo's Cash Machine Trio Live@Contestaccio Roma 
12 maggio 2018 
Rigo's Cash Machine Trio Live@Il Pasteggio a Livello San Felice s/p
________________________________________________________________________________


Canzoni e racconti: al via il 9 febbraio a Villasanta (MB) 
la rassegna “Parole al vento” 
con Nada, Teresa De Sio, Cristina Donà e Patrizia Laquidara 

Scatterà venerdì 9 febbraio, al Cineteatro Astrolabio della cittadina brianzola, la seconda edizione della manifestazione costruita secondo la formula delle conversazioni-concerto: in programma quattro appuntamenti, fino al 18 maggio, nel corso dei quali quattro grandi artiste della scena italiana racconteranno il loro vissuto e i loro angoli segreti, fatti di musica e immaginario, tra aneddoti e curiosità Dopo il successo della prima edizione, torna PAROLE AL VENTO, ovvero canzoni fatte a mano raccontate dagli artisti, rassegna ideata da Antonio Ribatti (prodotta da AH-UM e CONTROLUCE con il supporto del Comune di Villasanta e il contributo di Fondazione Cariplo) e animata dal giornalista e scrittore Jonathan Giustini.  Si tratta di un ciclo di appuntamenti nato per ripercorre alcune tappe fondamentali di personaggi che hanno saputo mescolare quotidianità e poesia, musica e sentimenti, con l’ambizione di mantenere fede a quella che è sempre stata la vera missione di ogni cantautore: raccontare la realtà. Si proseguirà sulla strada tracciata dalla prima edizione (che ha visto protagonisti Mauro Ermanno Giovanardi, Marco Massa, Francesco Tricarico e David Riondino), ma questa volta con un cast tutto al femminile: Nada, Teresa De Sio, Cristina Donà e Patrizia Laquidara. Conversazioni-concerto nel corso delle quali le artiste in scena, sollecitate da Giustini, racconteranno il loro vissuto e i loro angoli segreti, fatti di musica e immaginario, tra aneddoti e curiosità. Si partirà venerdì 9 febbraio (ore 21.30; ingresso 11-13 euro) con Nada e il progetto “Nadainpiena”: per l’artista toscana, la musica è un moto di cambiamento perpetuo, un divenire continuo alla ricerca di limiti da valicare. A soli quindici anni, nel 1969, debutta al Festival di Sanremo con il brano “Ma che freddo fa”, un successo folgorante che la porterà ad affermarsi come una delle maggiori interpreti della canzone italiana di sempre. Collabora con grandissimi poeti della musica come Piero Ciampi e Paolo Conte, partecipando a progetti con Adriano Celentano, Mauro Pagani, Têtes de Bois, Cristina Donà, Fausto Mesolella, Ferruccio Spinetti e molti altri. Ma la vulcanica Nada ha sempre seguito anche percorsi creativi diversi, come la recitazione (televisione e teatro, ad esempio, a fianco di Giulio Bosetti e Dario Fo) e la scrittura, con quattro libri pubblicati (“Le mie madri”, “Il mio cuore umano”, “La grande casa” e il recente “Leonida”). Insomma, una carriera longeva, articolata e ricca di successi, che avremo modo di ripercorrere dalla viva voce della sua protagonista. Il mese successivo, venerdì 9 marzo, toccherà a Teresa De Sio con “Brigantessa”. Nata a Napoli, Teresa De Sio (stato mentale spericolato, stile musicale folk muscolare) è un’artista indipendente, un’innovatrice e una sperimentatrice. Il suo primo album solista, “Sulla terra sulla luna” (1980), ha segnato l’avvio di una carriera straordinaria, riassunta in numerosi album di successo (due milioni e mezzo di copie vendute), dei quali ha curato tutte le fasi: dalla composizione all’interpretazione, dalla scrittura alla produzione. Da sempre vive la musica come un prolungamento della propria esistenza e ama presentarsi come una cantante folk, perché «la musica folk è il rock del popolo. Con il folk si impara a rispettare gli uomini e le donne del nostro mondo, a riconoscerne il passato e grazie a quello guardare al futuro». Il terzo appuntamento è in programma venerdì 6 aprile, quando sarà la volta della cantautrice Cristina Donà in “Vent’anni di Tregua”. Per la rocker lombarda il 2017 ha segnato i vent’anni di un luminoso percorso artistico, avviato con il folgorante album d’esordio “Tregua”, che ha influenzato molti musicisti delle nuove generazioni. Indubbiamente tra le voci più originali della scena italiana, Cristina Donà ha contribuito a definire una nuova stagione del rock italiano, ottenendo notevole considerazione anche a livello internazionale. Premiata con la Targa Tenco in diverse occasioni (miglior album di debutto, miglior artista emergente, miglior canzone), ha all’attivo quindici album a suo nome e vanta collaborazioni live e come autrice con artisti del calibro di Francesco De Gregori, Afterhours, Irene Grandi, Marco Paolini, Arisa e molti altri. Infine, per l’ultima data della rassegna, venerdì 18 maggio spazio a Patrizia Laquidara e al suo progetto intitolato “Funambola e altre storie”. Siciliana di nascita e veneta d’adozione, Patrizia Laquidara è una tra le figure più inafferrabili, poliedriche e brillanti della nuova musica d’autore. Cantautrice ed occasionalmente attrice e scrittrice, esordisce nella 13ª edizione del Premio Musicultura. “Funambola” (prodotto da Arto Lindsay e Patrick Dillett) è il suo secondo album, indicato dal comitato del Premio Tenco come uno dei cinque dischi più belli della stagione 2007, che la porta a suonare in tutta Europa, Brasile, Marocco, Giappone e Stati Uniti. Con “Il Canto dell’Anguana” si dedica ad un album-indagine sulle tradizioni musicali dell’Alto Vicentino. Grazie all’accoglienza entusiastica della critica conquista la Targa Tenco per il miglior album dialettale. 

“Parole al vento”: i racconti in musica di Teresa De Sio, tra folk e rock, venerdì 9 marzo a Villasanta (Mb) 
Al Cineteatro Astrolabio della cittadina brianzola è in programma il secondo appuntamento della manifestazione costruita secondo la formula delle conversazioni-concerto: Teresa De Sio ripercorrerà le tappe della propria carriera artistica, tra aneddoti e curiosità, musica e racconti

Dopo l’incontro-concerto inaugurale con Nada, entra nel vivo la seconda edizione della rassegna “Parole al vento”, ovvero canzoni fatte a mano raccontate dagli artisti, manifestazione ideata da Antonio Ribatti (prodotta da AH-UM e CONTROLUCE con il supporto del Comune di Villasanta e il contributo di Fondazione Cariplo), animata dal giornalista e scrittore Jonathan Giustini e in programma fino al prossimo 18 maggio al Cineteatro Astrolabio di Villasanta (Mb): si tratta di un ciclo di appuntamenti nato per ripercorre alcune tappe fondamentali di personaggi che hanno saputo mescolare quotidianità e poesia, musica e sentimenti, con l’ambizione di mantenere fede a quella che è sempre stata la vera missione di ogni cantautore, ovvero raccontare la realtà.  La seconda data della rassegna, tra parole e musica, è fissata per venerdì 9 marzo (ore 21.30; ingresso 11-13 euro), quando sul palco del Cineteatro Astrolabio salirà Teresa De Sio con il progetto “Brigantessa”. Fortemente legata alla sua città d’origine (Napoli), Teresa De Sio è un’artista indipendente, ma anche un’instancabile innovatrice e sperimentatrice. Il suo primo album solista, “Sulla terra sulla luna” (1980), ha segnato l’avvio di una carriera straordinaria, riassunta in numerosi album di successo (due milioni e mezzo di copie vendute), dei quali ha curato tutte le fasi: dalla composizione all’interpretazione, dalla scrittura alla produzione. «Nel mio lungo percorso musicale ho fatto un tragitto girovago - afferma Teresa - sono partita dal folk e sono arrivata a fare dischi molto legati al pop, uscendo quindi dall’ambito specifico da cui ero partita, la musica popolare, per arrivare ad abbracciare panorami che riguardano addirittura la musica elettronica». Da sempre, l’artista napoletana vive la musica come un prolungamento della propria esistenza e ama presentarsi come una cantante folk-rock, perché «la musica folk è il rock del popolo. Con il folk si impara a rispettare gli uomini e le donne del nostro mondo, a riconoscerne il passato e grazie a quello guardare al futuro».  Il terzo appuntamento di “Parole al vento” è in programma venerdì 6 aprile, quando sarà la volta della cantautrice Cristina Donà in “Vent’anni di Tregua”. Per la rocker lombarda il 2017 ha segnato i vent’anni di un luminoso percorso artistico, avviato con il folgorante album d’esordio “Tregua”, che ha influenzato molti musicisti delle nuove generazioni. Indubbiamente tra le voci più originali della scena italiana, Cristina Donà ha contribuito a definire una nuova stagione del rock italiano, ottenendo notevole considerazione anche a livello internazionale. Premiata con la Targa Tenco in diverse occasioni (miglior album di debutto, miglior artista emergente, miglior canzone), ha all’attivo quindici album a suo nome e vanta collaborazioni live e come autrice con artisti del calibro di Francesco De Gregori, Afterhours, Irene Grandi, Marco Paolini, Arisa e molti altri. Infine, per l’ultima data della rassegna, venerdì 18 maggio spazio a Patrizia Laquidara e al suo progetto intitolato “Funambola e altre storie”. Siciliana di nascita e veneta d’adozione, Patrizia Laquidara è una tra le figure più inafferrabili, poliedriche e brillanti della nuova musica d’autore. Cantautrice ed occasionalmente attrice e scrittrice, esordisce nella 13ª edizione del Premio Musicultura. “Funambola” (prodotto da Arto Lindsay e Patrick Dillett) è il suo secondo album, indicato dal comitato del Premio Tenco come uno dei cinque dischi più belli della stagione 2007, che la porta a suonare in tutta Europa, Brasile, Marocco, Giappone e Stati Uniti. Con “Il Canto dell’Anguana” si dedica ad un album-indagine sulle tradizioni musicali dell’Alto Vicentino. Grazie all’accoglienza entusiastica della critica conquista la Targa Tenco per il miglior album dialettale. 

PAROLE AL VENTO - SECONDA EDIZIONE
Cineteatro Astrolabio, via G. Mameli 8, 20852 Villasanta (MB). INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0362.325341; mail: info@controluce.com
INIZIO CONCERTI: ore 21.30 INGRESSO: intero 13 euro; ridotto 11 euro (residenti, studenti, over 65, titolari dell’AH-UM Card, gratuita all’indirizzo: http://www.ah-um.it/profiles-add/)
ABBONAMENTI: due concerti 18 euro, 4 concerti 32 euro. DIREZIONE ARTISTICA: Antonio Ribatti
_________________________________________________________________________________


RASSEGNA “MERCOLEDI’ LIVE”
NASCE UNA NUOVA COLLABORAZIONE TRA A-Z BLUES E
LA BIRRERIA ITER DI VERONA TRA AMERICAN MUSIC E BIRRE SELEZIONATE

Con l’inizio del 2018 parte una nuova collaborazione tra la Birreria Iter di Veronain via Sturzo, 7 e A-Z Blues. La birreria, conosciuta per l’attenta selezione delle proposte di bevande in bottiglia e alla spina, presenta la rassegna “Mercoledì Live“, una serie di appuntamenti di alta qualità dedicati all’American Music, Traditional Blues & Folk, che si terrà ogni secondo mercoledì del mese a partire dal prossimo mercoledì 10 gennaio quando sul palco dell’Iter si esibiranno i Bayou Moonshiners, una delle migliori formazioni di blues italiano, composta da Stephanie Ghizzoni (voce, rullante con spazzole, washboard e kazoo) e Max Lazzarin (voce e piano), due artisti band leader con denominatore comune l’amore per la città di New Orleans. Racconti e canzoni celebrando la Città “dove tutto sembra possibile”, un luogo con una tradizione unica e ricchissima di contaminazioni, decisi e sempre più determinati nel voler creare un ponte culturale tra Italia e Louisiana. L’appuntamento a seguire è previsto per mercoledì 14 febbraio, in occasione della Festa di San Valentino, dove si esibirà la The Old Peppers Jass Band con una proposta saldamente legata al Jazz delle origini, dove – grazie al loro repertorio – ci si potrà calare nelle atmosfere più dense e scure del blues e del primitive Jazz del Mississippi, da Nick La Rocca a Louis Armstrong, e da Jelly Roll Morton a Fats Waller e Bix Beiderbecke, fino alle più divertenti e rassicuranti, tipiche delle marchin’ band e dei medicine show, rifacendosi, dunque, ai giganti degli albori del ventesimo Secolo. Altro imperdibile appuntamento sarà alla volta di mercoledì 07 marzo, in occasione della Festa della Donna, dove ad infiammare la scena saranno Mora & Bronski con il loro affascinante itinerario nel tempo e nello spazio attraverso brani iconici e cantautorato che spaziano dal Blues al Country e dal Folk al Rock’n’Roll con un’impronta istintiva ed intenzioni messe a nudo, senza fronzoli, con l’unico obiettivo di arrivare dritti al cuore. Mercoledì 11 aprile sarà poi la volta di Ciosi One Man Band, cantante e chitarrista acustico con un viscerale amore per la musica Folk, Blues e Bluegrass. Tecnica flat-picking, anima compositiva intensa e spiccato senso della melodia sono le caratteristiche che rendono la sua espressione musicale un’esperienza sognante e profonda, capace di svelare nascoste isole di pensiero ed emozioni segrete. Infine, l’ultimo appuntamento della rassegna è previsto per il giorno mercoledì 09 maggio, dove i The Fireplaces porteranno sul palco dell’Iter uno spettacolo che attinge principalmente dal folk, roots e rock americano con chiare influenze blues, tra tradizione popolare d’oltre oceano e british invasion, proponendo brani propri ma anche traditional folk americani. La Birreria Iter è dunque pronta a ricevere un pubblico appassionato proponendo – oltre alla musica di grande spessore – degustazioni abbinate all’ottima selezione di birre, con oltre 10 marchi di birre alla spine e oltre 20 differenti tipologie in bottiglia. Un’ampia area dedicata ai Live Set dove poter ascoltare grande musica sorseggiando birre o aperitivi. Una rassegna organizzata per chi ama la musica delle radici con tutte le sue sfumature e vuole continuare a viverla come si faceva una volta. “Mercoledì Live” è un nuovo progetto creato in cooperazione con A-Z Blues, una società organizzatrice di tanti eventi in tutta Italia e che presenterà sul palco dell’Iter artisti di fama nazionale e non solo.

Inizio concerti: ore 21:30
Info e prenotazioni: info@iterbar.it
Tel. 045 565224
Via Don Luigi Sturzo, 7 – Verona (VR)
_________________________________________________________________________________


INIZIA LA RASSEGNA
“MUSICISTI PER CASA”
ALL’ENJOY DI CEREA TRA BLUES, FOLK, JAZZ E TRADIZIONE POPOLARE

Giusto sullo scoccare del 2018, inizia la nuova interessantissima rassegna “Musicisti Per Casa“, in collaborazione tra Enjoy Club di Cerea, A-Z Blues e B-Katch. Enjoy Club, conosciuto per l’attenta selezione delle proposte di bevande in bottiglia e alla spina e per i ricchi menù, presenta una serie di appuntamenti di alta qualità dedicati al Blues, Folk, Jazz e tradizione popolare, che si terranno ogni giovedì sera a partire dal 21 dicembre. La presentazione ed inaugurazione della rassegna, prevista come “data zero fuori cartellone”, sarà giovedì 14 dicembre, occasione di ritrovo in jam per tanti musicisti ed amici che d’ora in poi sapranno dove trovare ottima musica, una validissima alternativa, dunque, per passare i giovedì sera cenando in buona compagnia ascoltando buona musica. La rassegna prevede i seguenti appuntamenti: Filippo Guidoboni & Hillary Katch(giovedì 21 dicembre), Soul Katch Trio (giovedì 28 dicembre), Leo & Vito degli House Of All (giovedì 4 gennaio), One Man Bluez (giovedì 11 gennaio), Sydyan(giovedì 18 gennaio), Random Acoustic Duo (giovedì 25 gennaio), Lorenz Zadro & Valter Consalvi feat. Ciosi (sabato 27 gennaio per una serata “special blues all night long”), Gabriele Dusi (giovedì 01 febbraio), Matteo Sansonetto (giovedì 08 febbraio), Hillary Katch & Fabrizio Scrivano (giovedì 15 febbraio), Otello Perazzoli (giovedì 22 febbraio), Davide Lipari plays Muddy Waters (giovedì 01 marzo), Mora & Bronski (giovedì 08 marzo per una serata dedicata alla Festa della Donna), Ciosi (giovedì 15 marzo), Simone Laurino (giovedì 22 marzo) e Roberto Menabò (giovedì 29 marzo). Ancora una volta grazie ad un lavoro attento e strategico, frutto di anni di esperienza nel settore del booking musicale e di divulgazione culturale, A-Z Bluessi pone come punto di incontro e di raccordo tra gli artisti e il live club, ospitando amici ed eccellenti musicisti a Cerea – paese della bassa veronese – dove la musica è sempre più di casa! Ingresso libero con possibilità di cena con ricco menù ogni giovedì sera a partire dalle ore 20:00.

Cena e concerti: dalle ore 20:00
Info e prenotazioni: Tel. 348.7357108
Enjo Club c/o via Italia, 18 – Cerea (VR)
_________________________________________________________________________________

L'associazione culturale Club 33 Giri lancia il format 'Music&Drink'
Il blues di Pedar incontra il Primitivo di Manduria DOC

Sabato 24 febbraio 2018, alle ore 21.30, l'Associazione Culturale Club 33 Giri è felice di invitarvi alla prima serata di un nuovo format ‘Music&Drink’. La buona musica sarà abbinata al bere di qualità. Un live, un genere musicale, l'atmosfera che ne consegue. Tutto innaffiato da un drink speciale. Il primo concerto del format vedrà salire sul palco Pedar, promessa del cantautorato blues partenopeo, che ha da poco pubblicato il suo primo Ep "Ammescafrancesca", prodotto artisticamente da Massimo De Vita (Blindur). Il live sarà abbinato al Primitivo di Manduria DOC. Pietro "Pedar" Annibale nasce a Napoli il 15 marzo 1990 sotto il segno dei Pesci. A 10 anni compra la sua prima chitarra. S'indirizza dapprima agli studi classici, ma si redime, poco dopo un anno, per darsi alla sua vera passione: il Blues. Laureato in Lettere Moderne alla Federico II di Napoli, tuttora specializzando in Filologia. E' tra i banchi che conosce Luca Gallotti, col quale nasce una stretta collaborazione artistica e una grande amicizia. Da ormai quattro anni porta avanti il suo progetto cantautoriale (intriso di influenze blues, funky e folk, nonché dei suoni partenopei), anni in cui ha avuto modo di suonare in giro per Napoli e provincia. Per il suo primo ep, “Ammescafrancesca”, ha lavorato con Massimo De Vita, voce e polistrumentista del duo Blindur.  Il live sarà accompagnato da una degustazione di Primitivo di Manduria DOC a prezzi speciali. Un vino intenso, potente, raffinato, ricco, caldo, profondo oggi "nobilitato" e amato in tutto il mondo: il primitivo è uno dei vitigni a bacca rossa più famosi della Puglia. La sua coltivazione è diffusa soprattutto nei territori a maggior vocazione storica di Manduria, Sava, Lizzano e più in generale nella provincia di Taranto e Brindisi. Per partecipare a tutte le attività dell'Associazione Culturale Club 33 Giri è necessario tesserarsi per entrare a far parte del collettivo. La tessera, che ha validità per l'intera durata della stagione associativa, si può sottoscrivere durante qualsiasi evento o incontro. Per maggiori informazioni sull'associazione o sull'evento è possibile visitare il sito a questo indirizzo: http://club33giri.it/
_________________________________________________________________________________

JOAN BAEZ 
TORNA CON UN NUOVO ALBUM DOPO 10 ANNI "WHISTLE DOWN THE WIND” DAL 2 MARZO e annuncia IL TOUR DI ADDIO ANCHE IN ITALIA

5 Agosto - Teatro Romano (Verona)
6 Agosto - Terme di Caracalla (Roma)
8 Agosto - Folkest/Castello (Udine)
9 Agosto - Cortile dell’Agenzia di Pollenzo, Bra (Cuneo)  

Primo album in studio della leggendaria cantante folk, compositrice, musicista e attivista americana dal 2008, prodotto da Joe Henry (vincitore di 3 Grammy Award che vanta collaborazioni con Lisa Hannigan, Allen Touissant, Elvis Costello, Solomon Burke, Ani DiFranco…) con interpretazioni di brani scritti da Tom Waits, Josh Ritter, Anohni, Joe Henry, Eliza Gilkyson, Mary Chapin Carpenter, Tim Eriksen. "Whistle Down The Wind", questo il titolo del suo nuovo imminente album (disponibile dal 2 marzo), registrato in soli dieci giorni a Los Angeles. A proposito della collaborazione con Joe Henry, la Baez commenta: "Era una volontà di entrambi poter creare un album insieme. Come previsto, è stato un gioco da ragazzi. Entrambi lavoriamo velocemente e musicalmente siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Mi trovo al meglio con musicisti che sono disposti quanto me a mettersi in gioco e lui ha radunato un gruppo che ha fatto proprio questo. Significa creare ogni canzone da zero." Guarda il video promo dell’album: youtu.be/foZStvBy8ec. Poco dopo la sua entrata nella Rock & Roll Hall Of Fame nell'aprile 2017, Joan Baez ha annunciato che il 2018 sarebbe stato il suo ultimo anno di tournée ufficiali. "Non vedo l'ora di essere in tour con un bellissimo nuovo album di cui sono davvero orgogliosa. Accolgo con piacere l'opportunità di condividere questa nuova emozione con i miei fan storici ed il pubblico di tutto il mondo”. Joan sta infatti per intraprendere una lunga serie di date in Europa (Fare Thee Well) in un tour d’addio alle scene che toccherà anche l’Italia, queste le date confermate: Biglietti disponibili sul circuito Ticketone (http://www.ticketone.it/). Per la data di Verona i biglietti saranno disponibili anche su: www.boxofficelive.it - www.geticket.it. La carriera di Joan Baez ha attraversato oltre 50 anni durante i quali ha marciato in prima linea nel movimento per i diritti civili, ha introdotto Bob Dylan nel mondo musicale e non nel 1963 ed ha ispirato Vaclav Havel a combattere per la Repubblica Ceca. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Lifetime Achievement Award della Recording Academy e il premio Ambassador of Conscience di Amnesty International. Joan Baez rimane una forza musicale di influenza incalcolabile. Ha marciato in prima linea nel movimento per i diritti civili con Martin Luther King, ha illuminato i riflettori sul movimento della parola libera, è scesa in campo con Cesar Chavez, ha organizzato la resistenza alla guerra del Vietnam, ha sostenuto le Dixie Chicks per il loro coraggio di protestare contro la guerra in Iraq, è salita sul palco con il vecchio amico Nelson Mandela all'Hyde Park di Londra mentre il mondo festeggiava il suo 90esimo compleanno e, più recentemente, ha protestato per la costruzione in Dakota dell’oleodotto nella riserva Sioux di Standing Rock. Ad oggi, continua a sostenere con passione le cause che abbraccia.
_________________________________________________________________________________

GRAHAM NASH
An Intimate Evening of Songs and Stories
LA LEGGENDA DEL ROCK TORNA IN ITALIA PER UNA SERIE DI CONCERTI

Pochi possono vantare una carriera straordinaria in campo artistico come Graham Nash; è’ infatti immensa la quantità di successi raggiunti da questo artista nei suoi settantacinque anni di vita, tantissime le sue canzoni passate alla storia come colonna sonora dell'ultimo mezzo secolo, prima con gli Hollies e poi con Crosby, Stills e Young, fino a “This Path Tonight”(2016) la sua ultima fatica discografica. Queste le serate per l’indimenticabile voce (accompagnato per l’occasione da Shane Fontayne alla chitarra e voci e da Todd Caldwell alle tastiere e voci) che ha segnato un’epoca, in quella che sarà una serie di intimi appuntamenti in cui verranno proposte canzoni e storie:

30 GIUGNO - VAL DI FASSA  (TN) - I SUONI DELLE DOLOMITI
01 LUGLIO  - RECANATI (MC) - PIAZZA LEOPARDI
02 LUGLIO - ROMA - CASA DEL JAZZ / SUMMER TIME 2018 I CONCERTI NEL PARCO
04 LUGLIO - PISTOIA - PISTOIA BLUES
05 LUGLIO - MILANO - VILLA ARCONATI

Graham Nash è stata una voce sempre a sostegno della giustizia sociale e ambientale, basta ricordare gli indimenticabili concerti di No Nukes contro l’energia nucleare di tutto il mondo, oltre a quelli a favore dei soccorsi umanitari in Giappone nel 2011 fino a quelli di Occupy Wall Street nel Lower Manhattan. Nel settembre 2013, Nash ha pubblicato la sua tanto attesa autobiografia “Wild Tales”, che offre uno sguardo avvincente e senza esclusione di colpi, sulla sua straordinaria carriera e la sua musica che ha definito più di una generazione.
_________________________________________________________________________________

UOMO A VAPORE
Sabato 03 Marzo 2018 ore 21.00
Teatro Socjale, via Piangipane, 153 - 48020 Piangipane (Ravenna)
info@teatrosocjale.it tel. 3276719681

Dopo l'emozionante debutto al Teatro Petrella di Longiano, lo spettacolo "Uomo a vapore" torna in scena nel suggestivo e prestigioso Teatro Socjale di Piangipane.
_________________________________________________________________________________

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION
VIVI SUONA BLUES RIPETI TOUR

Dopo quattro anni d’attesa, tornano i BUD SPENCER BLUES EXPLOSION, il duo formato da Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio, con un nuovo disco di inediti registrato completamente in analogico: ““VIVI MUORI BLUES RIPETI”, in uscita il 23 marzo per La Tempesta Dischi. I Bud Spencer Blues Explosion annunciano anche le prime date del “VIVI SUONA BLUES RIPETI TOUR”, curate da DNA concerti, dodici occasioni per apprezzare dal vivo la loro straordinaria potenza musicale. Il calendario è in continuo aggiornamento.
31/03/2018  Roma Monk
01/04/2018  Cesena Vidia
02/04/2018  Molfetta (BA) Eremo
05/04/2018  Milano Santeria
06/04/2018  Brescia Latteria Molloy
07/04/2018  Torino sPAZIO211
13/04/2018  Napoli Galleria19
14/04/2018  Firenze Auditorium Flog
19/04/2018  Bologna Locomotiv Club
20/04/2018  Treviso New Age
27/04/2018  Fermo Heartz
28/04/2018  Perugia Urban
_________________________________________________________________________________

POKEY LAFARGE
L’attesissimo ritorno in Italia con due date per l’erede del blues e del folk americanoche recupera le radici della musica contemporanea


24 FEBBRAIO – LOCOMOTIV CLUB, BOLOGNA
25 FEBBRAIO – SERRAGLIO, MILANO

BPM Concerti presenta POKEY LAFARGE. La voce del country americano di nuova generazione torna in Italia con due date da non perdere: il 24 febbraio presso il LOCOMOTIV CLUB di BOLOGNA e il 25 febbraio presso il SERRAGLIO di MILANO. POKEY LAFARGE nasce a Bloomington, a 150 miglia da Chicago: culla del blues negli anni ’50s, fulcro del jazz dopo la sua esplosione a New Orleans, punto focale del folk tra i ‘60s e i ‘70s. Sono anche queste le sorgenti della sua musica, che unisce i vari percorsi sonori del Novecento pre-Woodstock statunitense: perché, come piace dire a lui, “it’s not retro music. It’s American music that never died.” Dopo il debut album del 2006, "Marmalade", e "Beat, Move and Shake", uscito nel 2008, gli anni ’10s sono costellati da uscite discografiche dell’artista statunitense, che lo hanno portato a vincere due Independent Music Awards per “Best American Album”. La critica oltreoceano esalta la sua capacità di portare le fondamenta della musica moderna alle orecchie e alle menti di pubblici contemporanei, come quello del tour di Jack White nel 2012 e quello del David Letterman Show nel 2013. Presto la sua musica, inevitabilmente legata al suolo di origine, si diffonde: i concerti toccano mete sempre più distanti, arrivando in India, Australia e Nuova Zelanda. L’ultimo disco, uscito nel 2017 per Rounder, è "Manic Revelations", in cui LAFARGE ha allargato le sue influenze anche al soul ‘60s.  “Here again, that image of the wandering minstrel remains unshaken. Pokey LaFarge’s message is simple. Honest, effusive expression is as basic to the American musical vocabulary as poetic narratives and late night hoedowns.” (Paste Magazine) “The gleeful insouciance of LaFarge’s music is darn near impossible to resist. The rail-thin roots rocker from Bloomington, Ill., writes classic-sounding songs that he sings in a voice that’s part Buddy Holly, part Nathaniel Rateliff on helium. […] LaFarge backs it up with the joyful noise he and his bandmates bring to all 10 tracks.” (LA Times)

Prevendite per BOLOGNA e MILANO sul circuito ticketone.it, a questo link: bit.ly/2Dt2uU0
_________________________________________________________________________________

CALEXICO
TRE NUOVE DATE IN ITALIA 

13/03/2018 
Roma - Auditorium Parco della Musica
Special guests Mexican Institute of Sound
14/03/2018 
Milano - Alcatraz
Special guests Mexican Institute of Sound
16/03/2018 
Bologna - Estragon

Ponderosa Music & Art presenta il nuovo tour dei CALEXICO, il celebrato collettivo di Tucson che arriverà Italia per tre date live a marzo 2018 in occasione dell'uscita del nono album in studio The Thread That Keeps Us, un puntuale spaccato della band, nonché un ritratto di famiglia che cattura tutta la loro imprevedibilità e varietà stilistica, pur riservando il consueto spazio per la loro illimitata creatività. Nel dare vita all'album, il cantante / chitarrista Joey Burns e il batterista John Convertino, hanno trovato la loro dimensione spirituale in un ambiente insolito, non in Arizona, ma bensì sulla costa settentrionale della California, in una casa trasformata in studio, chiamata House Panoramic. Costruita con detriti e legname recuperato da un cantiere navale – soprannominata dalla band "la nave fantasma" - la sfarzosa casa, con il suo ambiente all'avanguardia, non ha tardato a dare il suo contributo al suono dei nuovi brani. I CALEXICO sono: Joey Burns, John Convertino, Martin Wenk, Jacob Valenzuela, Sergio Mendoza, Jairo Zavala Ruiz, and Scott Colberg