Concerti Classica

I principali concerti di musica classica e contemporanea


Domenica  18 Giugno 2017 ore 19:00
“Quartetti rari”
Musiche di J. N. Hummel/L. van Beethoven, W. Kempff
Quartetto Raro
Ginevra Petrucci, flauto; Lorenzo Fabiani, violino; Francesco Sorrentino, violoncello; Giovanni Auletta, pianoforte

Due compositori tedeschi che vivono momenti storici distanti ma entrambi legati da un forte interesse per la musica strumentale e per il pianoforte. Il primo, Johann Nepomuk Hummel,come virtuoso e trascrittore per uno strumento che sarà protagonista di una fortuna senza precedenti; il secondo, Wilhelm Kempff, invece universalmente riconosciuto come uno dei più grandi pianisti/interpreti del Novecento, si sa ben poco della sua attività compositiva, eppure questa non fu assolutamente marginale nella sua vita, vista la quantità di lavori che ci ha lasciato e che ci sembra doveroso presentare ai 25 anni dalla sua scomparsa. In Programma: Hummel / Beethoven; Settimino op. 20 in Mi bemolle Maggiore per archi e fiati; Wilhelm Kempff; Quartetto in Sol Maggiore. Ingresso / Ticket  € 15,00 - ridotto € 8,00 ( riservato agli over 65 e ai ragazzi dai 12 ai 18 anni e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto)

servizio gratuito di prenotazione
_______________________________________________________________________________

Mercoledì 21 giugno 2017, ore 20.30
Teatro Ipogeo “Bacile” di Spongano (Le)

“TITO - Il cantante piccoletto”
per l’Anteprima di 
CLASSICHE FORME

Il Festival Internazionale di Musica da Camera diretto da Beatrice Rana celebra la Festa Europea della Musica con lo spettacolo originale dei fratelli Spedicato dedicato a Tito Schipa

Dopo aver incantato oltre 16mila bambini e ragazzi nei teatri del Salento, la magia di “TITO - Il cantante piccoletto” rivive in una speciale messa in scena realizzata per CLASSICHE FORME nel piccolo e suggestivo Ipogeo di Spongano.


CLASSICHE FORME, il Festival Internazionale di Musica da Camera diretto da Beatrice Rana, in programma dal 7 al 9 luglio prossimi a Spongano (Le), nel cuore del Salento, regala al pubblico uno speciale concerto in occasione della Festa Europea della Musica. Per l’Anteprima di Classiche Forme, la pianista 24enne salentina, da poco nominata dal Presidente Sergio Mattarella, Cavaliere della Repubblica Italiana, attualmente impegnata in un tour internazionale in cui presenta le Variazioni Goldberg di Bach, ha scelto il progetto originale di Francesco e Matteo Spedicato, scritto per bambini e ragazzi e dedicato alla figura del grande tenore leccese Tito Schipa. Il 21 giugno alle ore 20.30 l’Ipogeo “Bacile” di Spongano (Le) accoglierà, dunque, il “Children’s Corner” del Festival Internazionale di Musica da Camera diretto da Beatrice Rana. I riflettori si accenderanno su una speciale messa in scena dello spettacolo “Tito – Il cantante piccoletto” realizzata ad hoc per CLASSICHE FORME e adattata al il piccolo e suggestivo teatro sotterraneo che la ospiterà. “Tito – Il cantante piccoletto” racconta con fantasia e brio la vita e i successi dell’Usignolo leccese, con testi e musica interamente scritti dai maestri Matteo e Francesco Spedicato, con arrangiamenti e orchestrazioni del M° Eliseo Castrignanò.  A Spongano si rivivrà la magia dello spettacolo andato in scena nei teatri lo scorso aprile, per la regia di Giovanni Guarino, questa volta attraverso un live show “special edition” che vedrà direttamente sul palco Francesco e Matteo Spedicato. Accanto a loro Claudia Presicci, 16enne di Galatina (Le), interprete di grande talento e carisma, e Luigi Giungato, speciale animatore del “Toto Show”, partecipassimo momento dello spettacolo. Narratore sarà come sempre l’attore Fausto Romano. Anche in questa occasione protagonista sarà l’Orpheo Ensemble, formazione giovanile (venti elementi) interamente composta da talenti del territorio salentino selezionati tramite bando e audizioni. Per l’Anteprima di CLASSICHE FORME si esibirà in uno specialissimo quartetto, con la partecipazione di Alessandro Gazza alla fisarmonica e Arianna Picci al flauto. La direzione è affidata al M° Eliseo Castrignanò. Non mancheranno le scenografie animate dello spettacolo firmate dai visual artist Piero Schirinzi e Andrea Raho.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.
_______________________________________________________________________________

Schocker, Gérard, Manco e Sunghyun
Quattro stelle internazionali del flauto per Cremona Musica

Le due leggende da Usa e Francia, il primo flauto della Scala e il talento sudcoreano
protagonisti di concerti e masterclass dal 29 settembre al 1° ottobre 2017

Quattro stelle internazionali del flauto per Cremona Musica: lo statunitense Gary Schocker, il francese Jean-Claude Gérard, l'italiano Andrea Manco e il sudcoreano Cho Sunghyun saranno protagonisti con concerti e masterclass alla trentesima edizione della manifestazione dedicata alla grande musica, in scena a CremonaFiere dal 29 settembre al 1° ottobre prossimi. I celebri flautisti si esibiranno nell'ambito di Cremona Winds, la sezione che Cremona Musica riserva agli strumenti a fiato che ha debuttato nel 2016, affiancandosi alle aree tematiche Mondomusica (strumenti ad arco), Piano Experience (strumenti a tastiera) ed Acoustic Guitar Village (chitarre acustiche). Schocker, Gérard, Manco e Sunghyun sono solo alcuni dei 'big' del flauto che si esibiranno a Cremona Musica grazie alla collaborazione stretta con l'Associazione Flautisti Italiani presieduta da Salvatore Lombardi. L'IDENTIKIT DELLE STAR DEL FLAUTO. Gary Schocker è il compositore di musica per flauto più prolifico tra quelli in attività, con oltre 200 composizioni pubblicate. In una carriera che lo ha portato ad esibirsi in mezzo mondo, ha suonato con New York Philharmonic (quand'era solo 15enne), Philadelphia Orchestra, New Jersey Symphony, Dallas Symphony, West German Sinfonia e I Solisti Italiani. Da tempo è tra gli endorser di punta della popolarissima Powell Flutes. Jean-Claude Gérard, allievo di Marcel Moyse presso il Conservatorio Superiore di Parigi, ha vinto numerosi concorsi internazionali d’esecuzione musicale. Primo flauto dell’Orchestra dei Concert Lamoureux, ha in seguito svolto parte della sua attività professionale in Germania presso l’Orchestra Filarmonica di Amburgo e il Bach-Collegium di Stoccarda. Dal 1989 è stato professore presso la Musikhochschule di Stoccarda. È stato inoltre docente presso l’Accademia Internazionale Bach di Stoccarda del Schleswig-Holstein Music Festival e il Mainz Villa Musica. Oltre ai suoi impegni didattici, Jean- Claude Gérard è membro della Deutsche Blasersolisten, dell’Ensemble Villa Musica e del Bach-Collegium Stuttgart. Andrea Manco dal 2014 ricopre il ruolo di primo flauto presso l’orchestra del Teatro alla Scala e dell’omonima filarmonica. Considerato uno dei più brillanti flautisti della sua generazione, ha ottenuto premi nei maggiori concorsi flautistici internazionali. Nel 2002 è stato scelto da Riccardo Muti come primo flauto dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, da lui creata. Nel 2003, a soli 20 anni, ha ottenuto il posto di primo flauto nell’Orchestra del Teatro Regio di Torino diretta da Gianandrea Noseda. E’ stato invitato, in qualità di primo flauto ospite, dalle orchestre Teatro alla Scala di Milano, Maggio Musicale Fiorentino, Opera di Roma, Stuttgart Philharmoniker, Hungarian National Philharmonic, Noord Nederlands Orkest, Symphonica Toscanini diretta da Lorin Maazel, effettuando tournée in Europa, U.S.A., Giappone, Cina e Israele. Cho Sunghyun a soli 25 anni è considerato uno degli artisti più rappresentativi della propria generazione. Particolarmente apprezzato per la sua eccezionale musicalità e per la sua profondità espressiva, il giovane sudcoreano è attualmente primo flauto della Koin Philharmonic, dopo aver fatto parte della prestigiosa Berlin Philharmonic Academy. Di formazione tedesca – non a caso oggi vive a Berlino – ha vinto il concorso internazionale Severino Gazzelloni; nella stessa competizione ha ottenuto il premio speciale per la miglior interpretazione della Sequenza di Luciano Berio. CREMONA WINDS: CONCERTI, LEZIONI E SPLENDIDI STRUMENTI IN VETRINA. Il programma artistico di Cremona Winds è destinato ad arricchirsi prossimamente di ulteriori proposte di grande interesse per gli appassionati di flauto e di strumenti a fiato in generale. Oltre ai concerti di solisti ed ensemble, saranno – come è accaduto lo scorso anno – numerosi i momenti formativi dedicati agli studenti e ai giovani concertisti, che avranno l'opportunità di confrontarsi direttamente con docenti blasonati e artisti di fama mondiale. Cremona Winds, inoltre, comprende una sezione merceologica per chi vorrà toccare con mano, provare e acquistare i migliori strumenti a fiato prodotti da alcuni dei marchi più celebri e apprezzati al mondo. 

0 commenti: