Concerti Classica

I principali concerti di musica classica e contemporanea

REMO ANZOVINO
Pianista, compositore e avvocato, fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea, entrato nella famiglia degli Yamaha Artist

DAL 20 NOVEMBRE IN TOUR NELLE PRINCIPALI CITTÀ ITALIANE
Disponibili i biglietti in prevendita

Presenta il nuovo album
“NOCTURNE”
Uno straordinario viaggio musicale dentro di noi

Il pianista e compositore REMO ANZOVINO si divide tuttora tra lo studio di registrazione e lo studio legale, dove esercita la professione di avvocato penalista. È considerato fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea ed è recentemente entrato nella grande famiglia degli Yamaha Artist. Con questo album cosmopolita indaga attraverso una narrazione emozionale la solitudine umana e contemporaneamente il racconto della bellezza della vita e le contraddizioni della realtà di oggi. Dal 20 novembre sarà in tour nelle principali città italiane per presentare “Nocturne” (Sony Music), il suo quinto album, arrivato a distanza di 5 anni dal precedente disco in studio. Queste le prime date confermate del tour (prodotto e organizzato da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU): il 20 novembre all’Auditorium Parco della Musica (Teatro Studio) di ROMA, il 22 novembre al Teatro Camploy di VERONA, il 27 novembre al Teatro Menotti di MILANO e il 24 gennaio al Teatro Puccini di FIRENZE. Le prevendite sono acquistabili sul circuito Ticketone e nei punti vendita abituali.  “Nocturne” è disponibile in digital download, sulle principali piattaforme streaming e nei negozi tradizionali. L’artista sta presentando l’album con un’instore tour, la prossima tappa sarà il 19 ottobre a La Feltrinelli di Napoli. “Nocturne” è stato registrato tra Tokyo (JVC Victor Studio), Londra (Abbey Road), Parigi (Les Studios Saint Germain) e New York (Brooklyn Recording), è moderno e incisivo. È stato prodotto, registrato e mixato da Taketo Gohara, con gli arrangiamenti orchestrali di Stefano Nanni che ha anche diretto la London Session Orchestra. Tra i musicisti internazionali di grande livello che hanno prestato la loro sensibilità al progetto ci sono, tra gli altri, al violino cinese Masatsugu Shinozaki, primo violino dell’Orchestra Sinfonica di Tokyo, l’armeno Vardan Grygorian, considerato tra i migliori interpreti mondiali di duduk, la francese Nadia Ratsimandresy, tra le maggiori virtuose al mondo di ondes martenot e Gianfranco Grisi, inventore del suo cristallarmonio ed insuperabile nell'arte di suonare il vetro Qui il video del primo brano estratto “Galilei”, girato in tre continenti, nelle città Tokyo, Londra, Parigi e New York: https://youtu.be/5Q43z8jGR9g.  La versione in vinile, su doppio LP, sarà disponibile invece dal 20 ottobre. Remo Anzovino nasce nel 1976 a Pordenone da genitori napoletani. È compositore, pianista e avvocato penalista. Si è laureato a 24 anni con lode nell’antica università di Bologna, ha intrapreso la carriera forense entrando nello studio milanese di uno dei massimi penalisti italiani e successivamente patrocinando centinaia di difese, attività che tuttora svolge. Ha composto le musiche per i maggiori capolavori del cinema muto (più di trenta pellicole) collaborando, con le più prestigiose cineteche e partecipando con colonne sonore di sua composizione ai principali Festival e rassegne internazionali. ll programma di Rai 3 Ballarò ha utilizzato spesso le sue melodie come commento musicale, e lo stesso ha fatto Otto e Mezzo su La7. Il suo primo album di inediti in piano solo è “Dispari” nel 2006, segue “Tabù” nel 2008, “Igloo” nel 2010 e l’ultimo “Viaggiatore Immobile” nel 2012. Ha all’attivo anche un disco live e i progetti speciali “L'Alba dei Tram - Dedicato a Pasolini” (2015) e “Fight for Freedom: Tribute to Muhammad Ali” con Roy Paci (2017). Ha curato la colonna sonora del docufilm “Canto alla Durata – omaggio a Peter Handke” uscito a settembre 2017.
_______________________________________________________________________________

ELEGANTE E DIVERTENTE, COINVOLGENTE E ISTRIONICO: ARRIVA A MILANO  E A ROMA IL PIANISTA PIU' ECLETTICO DELLA SCENA CONTEMPORANEA

venerdì 10 novembre 2017 ore 21
Conservatorio di Milano – Sala Verdi – MILANO
nell'ambito del festival JazzMI

sabato 11 novembre 2017 ore 21
Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli - ROMA

CHILLY GONZALES
and Kaiser Quartett

Musicista abbagliante in un modo unico, Chilly Gonzales riesce a comprendere e spiegare perfettamente i misteri del pianoforte. (The Guardian). L'approccio al pianoforte elegante e cinematografico di Gonzales si fonde con una profonda comprensione della melodia pop. (Pitchfork). Chilly Gonzales ha un tocco di Gershwin, del suo fare del blues in modo urbano e contemplativo che a volte si trasforma in pungente sorriso. Ha anche un accenno di Satie, di quel suono riservato e infestato. Ma ha anche un tocco completamente personale, che lo rende capace di fare il miglior album esistente di solo piano inciso da un rapper e uno dei migliori album pianistici non eseguiti da performer classici o jazz. Un disco di una bellezza disarmante. Un geniale entertainer. Ma non solo. Un abile pianista, un affascinante compositore, un coraggioso produttore. Un rapper spregiudicato e un saggista brillante, tutto nella stessa persona. Dopo il trionfale concerto d'apertura a Piano City Milano 2017, torna in Italia Jason Beck, alias Chilly Gonzales, in due date imperdibili: venerdì 10 novembre al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, nell'ambito del Festival JazzMI, e sabato 11 novembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma. In entrambi gli appuntamenti, l'artista al pianoforte riproporrà, insieme al Kaiser Quartett, brani estratti da tutto il suo repertorio nel suo stile unico e originale. Canadese di nascita ma residente del mondo, Chilly Gonzales ha fatto del pianoforte la sua unica casa, dove il pubblico è invitato a entrare e ad assistere alle sue performance sopra le righe e coinvolgenti, rigorosamente in vestaglia di seta e pantofole su misura. Eclettico, ironico, istrionico: "Gonzo", come spesso viene chiamato, ama Satie e Scarlatti, Eminem e Vado, vince Grammy con i Daft Punk, ascolta gli Smiths e il jazz più complesso, Lionel Richie e i Bee Gees. Milano e Roma si preparano dunque ad accogliere il guru della "musica totale": una musica che non conosce vincoli nè limiti creativi, che lo porta a spaziare tra i generi più disparati, partendo dal rap fino ad arrivare alla musica classica. Un approccio globale ma minimalista nell'essenza, un Mark Rothko del pentagramma, un romantico ridotto, come si definisce lui stesso. Un portavoce della necessità di “riduzione musicale", perché la musica sta sempre di più spingendo verso l'essenzialità. I nostri "inni pop" contemporanei sono la prova che il segreto è tutto nel suono. Un concetto di riduzione che non limita certo la sua produttività, anzi: Chilly Gonzales è ovunque. Il suo nome appare dappertutto, dai dischi dei Daft Punk (con il brano Give Life Back to Music dell'album Random Access Memory che gli è valso un Grammy Award nel 2013) a quelli di Drake, passando per collaborazioni con Peaches, Feist, Jane Birkin, Charles Asznavour. Dopo il suo secondo lavoro pianistico in solitaria Solo Piano II (2012), il musicista ha scritto un libro best seller di pezzi facili per pianoforte, Re-Introduction Etudes (2014), dedicato a chi ha appeso la musica a un chiodo speso e volto a trasmettere, in modo mai banale e noioso, la passione per la musica e il suo studio. Ha poi coprodotto e pubblicato Octave Minds (2014), l'album con Boys Noize dove il piano incontra l'elettronica, per poi concentrarsi nel trovare un risvolto moderno per la musica da camera, come dimostra il suo album con Kaiser Quartett "Chambers" (2015). E tra concerti pirotecnici, dischi spiazzanti, libri, film ed esilaranti piano lesson, Gonzo ha trovato anche il tempo per stabilire il Guinness di performance solista più lunga di sempre: 27 ore, 3 minuti e 44 secondi per un totale di circa 300 brani eseguiti. Il 2017 è un anno denso di concerti e fruttuose collaborazioni: Jarvis Cocker (nel disco Room 29), Kaiser Quartett, Stella Lepage, Joe Flory, Ibeyi, Francesco Tristano, Daniel Hope, Toddla T, Leonard Cohen Tribute, Bugzy Malone e molti altri. Un anno che finisce con il botto: l'apertura di una sua propria scuola di musica, il Gonzervatory, un workshop di musica che dalla primavera 2018 accoglierà sei studenti selezionati: una settimana spesata di masterclass, prove, lezioni di psicologia dello spettatore e umanesimo musicale per comprendere cosa significhi oggi essere un concertista, vivendo insieme un'esperienza di totale immersione nella musica che culminerà in un grande concerto pubblico. Chilly Gonzales è un musicista unico nel suo non-genere, nella sua volontà di arrivare a tutti piuttosto che a pochi esperti, nel suo desiderio di essere pop, di coinvolgere lo spettatore e avvicinarlo alla passione che ha travolto la sua vita, quella per la musica. Un artista capace di mettersi continuamente in gioco, di essere sempre aperto alle novità e sempre alla ricerca dell'originalità creativa, perchè – afferma - oggi il mio competitor principale è solo uno: me stesso. Il modo migliore per affrontare la competizione è spingersi oltre. Una estrosa e travolgente follia creativa che si dispiega al meglio nei live e che vuole portare avanti la sua più grande sfida: essere un uomo del suo tempo, vivere e far vivere la musica come momento di gioiosa bellezza e di spensierata profondità emotiva.

________________________________________________________________________________


WIM MERTENS
with
THE FILARMONICA ARTURO TOSCANINI
Sabato 18 novembre ore 20.30
PARMA, Teatro Regio, Barezzi Festival 

Un concerto esclusivo, per la prima volta in Italia Wim Mertens, eccezionale compositore e pianista fiammingo, suonerà il suo repertorio con una grande orchestra: i trenta componenti della Filarmonica Arturo Toscanini, una delle più importanti orchestre sinfoniche italiane, diretta da Carlo Guaitoli. Una performance presentata con le più rilevanti orchestre del mondo che finalmente trova l’occasione più prestigiosa grazie al Barezzi Festival,  nello storico scenario del Teatro Regio di Parma. Biglietti
_________________________________________________________________________________

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano 8 – Roma
Stagione artistica 2017/2018
Il programma musicale


Un teatro dai diversi colori, come quelli del suo design, e dalle poliedriche proposte culturali: prende avvio il prossimo 3 ottobre la stagione 2017/2018 del Teatro Palladium, con un nome celeberrimo dello spettacolo di tradizione orale, Mimmo Cuticchio, che in A singolar tenzone! Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando percorrerà, insieme al figlio Giacomo, un viaggio sulle gesta del valoroso paladino, in un tempo senza tempo, a tratti semplice e armonioso, a tratti spericolato e acrobatico. Il gioiello degli anni Venti, di proprietà dell’Università degli Studi Roma Tre e gestito dalla neonata Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, istituita dallo stesso ateneo romano, ospiterà anche quest’anno un cartellone multiforme e ricco di eventi, che riflette la volontà di fare di questo spazio non solo una sede di spettacoli di qualità nel campo del teatro, della musica, del cinema e della danza, ma anche un laboratorio di ricerca e un luogo di dibattito artistico e letterario, in cui tradizione e sperimentazione convivano al servizio della formazione culturale. Il programma, risultato del lavoro dei docenti di Roma Tre che fanno parte del Consiglio di amministrazione della Fondazione, presieduto da Giuseppe Leonelli, si articola in sei sezioni: Teatro d’autore, Voci dal mondo, Musica universitaria, Cinem@, Contemporanea, Laboratori in scena. Distribuiti tra diverse sezioni del programma, sono i numerosi eventi musicali del Palladium, curati da Luca Aversano: di rilievo la collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma che ospiterà le cantanti protagoniste della stagione dello storico Teatro Costanzi con una rassegna, intitolata alle “Prime Donne”: si alterneranno sul palco, in serate specifiche a loro dedicate, Veronica Simeoni (18 dicembre), Roberta Mantegna (29 gennaio), Maria Grazia Schiavo (19 febbraio), Martina Belli (19 marzo) e Carmela Remigio (16 aprile). Ancora il Teatro dell’Opera, presente al Palladium il giorno della Memoria, 27 gennaio, con un’opera per bambini in due atti: Brundibár, su libretto di Adolf Hoffmeister e musica di Hans Kràsa.
Il palcoscenico della Garbatella ospiterà anche il teatro musicale contemporaneo, con due prime assolute: Novatrix, azione scenica su 14 frammenti delle Metamorfosi ovidiane scritta da Daniele Lombardi e diretta da Marcello Panni su scene di Mimmo Palladino (9 marzo) e Non è un paese per Veggy, opera-panettone in un atto composta da Domenico Turi su libretto di Federico Capitoni  (2-3 dicembre), in collaborazione con Nuova Consonanza, così come i Combattimenti di Claudio Monteverdi e Claudio Ambrosini su testi di Torquato Tasso (in scena l’11 novembre). Cospicua sarà la stagione concertistica della Roma Tre Orchestra, presente in cartellone con ben nove date – tra queste si segnala il progetto Il paese degli uomini integri di Sandro Cappelletto (17 aprile). Confermata inoltre la partecipazione di festival quali Nuova Consonanza, giunto alla sua 54esima edizione e Flautissimo, al suo diciannovesimo anno, in programma in due serate il 25 e 26 novembre. Da ricordare anche la rassegna Prime esecuzioni, in ricordo di Bruna Liguori Valenti (24 novembre), la performance didattica Quanti sono gli strumenti sul palco? di Selene Framarin (3 febbraio) e la serata dedicata al Coro di Roma Tre, accompagnato dall’orchestra sinfonica diretta da Isabella Ambrosini (19 maggio). Anche l’impegno delle donne nella musica sarà protagonista, con una serata dedicata alle compositrici di ieri e di oggi (26 aprile), a cura di Orietta Caianiello e Milena Gammaitoni. Infine il jazz, presente con la rassegna concepita da Mario Corvini per la New Talents Jazz Orchestra che ha già riscosso forti consensi lo scorso anno e che quest’anno dedicherà, in cinque appuntamenti, speciali omaggi al musical, a Henry Mancini, ai cartoons e ai compositori di Hollywood. Formazione più ristretta ma di eguale livello artistico sarà invece quella guidata da Daniele Pozzovio insieme ad Ares Tavolazzi e Alessandro D’Andrea con il progetto Resurrection (21 aprile). Di particolare interesse, nella sezione Contemporanea, sarà lo spettacolo Milite ignoto – quindicidiciotto di Mario Perrotta, in programma il 9 e 10 aprile. Alla stessa sezione fa capo la rassegna Aprile in danza, a cura di Luca Aversano, giunta ormai alla sua terza edizione. Quest’anno saranno presentati i lavori di Paola Campagna (Non val acqua al mio gran foco, 6 aprile, con musica dal vivo eseguita dal ContrArco Consort diretto da Gianfranco Russo), Meret Schlegel e Kilian Haselbeck (Komplizen Reloaded, 13 aprile), Adriana Borriello (Col corpo capisco #2, 22 aprile) e il gruppo di lavoro Jim May, Sandra Fuciarelli, Giovanna Summo, con uno speciale approfondimento sulla “necessità dell’arte” di Anna Sokolow (24 aprile). Si delinea insomma un ricco ventaglio di proposte, all’interno di una densa stagione che si chiuderà a metà giugno, con molte occasioni per riflettere sulle direzioni delle singole arti, in rapporto con gli altri mezzi di comunicazione e con i nuovi modelli di fruizione imposti dalla tecnologia e dalla società contemporanee.
_______________________________________________________________________________

ARTURO ANNECCHINO & SINPHÒNIA BAND
in
MISSALAIKALIVE
19 ottobre 2017 ore 22:00
Monk Club – Via Giuseppe Mirri, 35 – Roma
ingresso con tessera Arci + 7 euro di Contributo all’Attività

Dal compositore della colonna sonora di Fortunata di Castellitto, arriva il 20 ottobre 2017 in tutti gli store fisici e e digitali Missalaikalive. Il pianista Arturo Annecchino insieme alla Sinphonia Band ha dato vita a un’opera-concerto, quasi rock, in cui la musica è legata dal un sottile filo rosso che va dal progressive alla classica contemporanea,  un viaggio onirico senza confini. È un incontro stravagante tra un pianista afferrato dal moto perpetuo, una rock band traballante e alcune voci incantatrici.  Il 19 ottobre il visionario progetto musicale di Arturo Annecchino sarà presentato in via del tutto eccezionale al Monk Club di Roma. Missalaika è un caleidoscopio di stili, atmosfere, sonorità narranti, che in una lingua immaginaria, catturano attimi di un lungo viaggio: quello tra i mondi del cinema e del teatro, attraverso le musiche composte da Arturo Annecchino per questi stessi mondi, lasciando al pubblico la propria interpretazione. La musica di Missalaika sfugge a semplici definizioni.  Dai suoni rock di brani come Nouei , ai ritmi avvolgenti e sussurrati di Tatatango,  a nenie sognanti come Dan Din Den Don, la sua è certamente una musica che porta in superficie le emozioni viscerali quando è suonata nel corale delle sue voci e della sua band, ma che si eleva alle più alte sfere di empatia e sensibilità espressiva quando Arturo Annecchino è solo con il suo pianoforte, che è il mezzo espressivo della sua anima intima. Una musica che spinge in mille direzioni opposte e si scontra nei vortici musicali attraverso ritmi, dissonanze e melodie che risuonano. In scena lo stesso Arturo Annecchino al pianoforte acustico, la cantante croata Ivanka Mazurkievic e i musicisti della Sinphònia band: Martina Sciucchino (voce); Costanza Cutaia (voce); Simone Stopponi (chitarra); Alberto Porcacchia (chitarra); Filippo Barracco (tastiera); Luca Costantini (batteria) ; Emanuele Ranieri (basso).
_________________________________________________________________________________

“Musica ai Ss. Apostoli 2017 – 2018” 
VIII Stagione Concertistica


DOMENICA 15 OTTOBRE 2017 ORE 18:30
“Russian Cello Jazz”
Concerto di presentazione del CD “Complete Kapustin” 
Musiche di F. Chopin, N. Kapustin, G. Gershwin
“Duo Perfetto”
Robert Witt, violoncello; Clorinda Perfetto, pianoforte

Una serata dedicata alla musica da camera romantica ottocentesca, a quella russa con precise influenze classiche e jazz, fino a quella brillante afro-americana novecentesca. In prtogramma la Sonata in sol minore per violoncello e pianoforte op. 65 e Introduzione e polacca brillante in Do maggiore op. 3 di Fryderyk Chopin; Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte op. 63 di Nikolai Kapustin; Porgy and Bess Suite (trascrizione di Jascha Heifetz) di George Gershwin. Il Duo Perfetto di recente ha vinto il primo premio assoluto al Concorso Tim, il torneo internazionale di musica, che si è svolto a Torino: la partecipazione era legata al superamento di una serie di preselezioni che la commissione ha svolto in tutta Europa nei due anni precedenti, da Firenze a San Pietroburgo, da Lisbona a Londra. Numerosi i concerti e le rassegne in tutta Italia e all'estero nonché le partecipazioni a trasmissioni radiofoniche e televisive, tra le quali si ricorda la trasmissione “Radio3 Suite” del 23 maggio scorso su RadioRai condotta dal compositore Francesco Antonioni. Ingresso / Ticket  € 15,00 - ridotto € 8,00 ( riservato agli over 65 e ai ragazzi dai 12 ai 18 anni e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto) servizio gratuito di prenotazione

DOMENICA 29 OTTOBRE 2017 ORE 18:30 
“Tra Sogno e Realtà”
Musiche di R. Wagner, F. P. Tosti,
F. Mompou, M. Ravel
Elvira Maria Iannuzzi, soprano; Alessandro d’Agostini, pianoforte

DOMENICA 12 NOVEMBRE 2017 ORE 18:30
 F. Schubert “Die Winterreise Op. 98 D 911” 
Blagoj Nacosky, tenore; Alessandro d’Agostini, pianoforte

DOMENICA 15 NOVEMBRE 2017 ORE 18:30 
“Romantico”
Musiche di R. Schumann, F. Chopin, F. Liszt,
F. Mendelssohn-Bartholdy
Salvatore Giannella, pianoforte

VENERDÌ 8 DICEMBRE 2017 ORE 20:30 
“Natale... tra ciliegi in fiore”
Un incontro di tradizioni
Musiche di M. Uccellini, V. de Montserrat, S. D. Langa, T. Merula, L. Refice, B. Bettinelli, J. Pachelbel, A. Adam, J. Pierbont
Ensemble “La ‘Ntrecciata” - “A&A Music Bells” Rita Alloggia - Ayumi Fujii - Yuka matsubara, soprani Maurizio Scavone, tenore; Giuliano Bonelli, basso/ percussioni; Benedetta Sette, chitarra;
Luigi Polsini, contrabbasso; Chiara Tiboni, cembalo e pianoforte

SABATO 16 DICEMBRE 2017 ORE 18:30
Concerto straordinario
in occasione del centenario della I incisione storica di Jazz “Il Bianco e il Nero”
... dal Ragtime di Joplin alle prime incisioni di Jass
Alexander's Ragtime Band
Fabio Angelo Colajanni, flauto e ottavino; Ennio d'Alessandro, clarinetto; Francesco Catania, tromba;
Antonio Dionisi, trombone; Pierluigi Ausili, tuba; Andy Bartolucci, batteria e percussioni; Alessandro Panatteri, direzione e pianoforte

DOMENICA 14 GENNAIO 2018 ORE 18:30 
“...Vissi d’Arte... magia di un mito”
Fantasia su musiche di Giacomo Puccini Monaldo Braconi, pianoforte

DOMENICA 28 GENNAIO 2018 ORE 18:30
“Il Senso dell’Arco”
Musiche di C. Debussy, O. Respighi, J. Brahms, M. Ravel Fabrizio Falasca, violino
Dario Cusano, pianoforte

DOMENICA 11 FEBBRAIO 2018 ORE 18:30 
“Strutture musicali per Oboe e Piano”
Musiche di B. Britten, P. Hindemith, F. Poulenc, C. Saint-Saëns
“DuoLeonardo”
Ida Gianolla, oboe; Claudio Martelli, pianoforte

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018 ORE 18:30
“I bemolli sono blu”
Omaggio a Claude Debussy nel cntenario della morte Musiche di C. Debussy e J. Brahms
Pianoforti: Daniele Adornetto - Stefano Giardino

DOMENICA 11 MARZO 2018 ORE 18:30 
“Scomodi scrigni di muse ribelli”
Musiche di C. Schumann, F. Hensel, P. Viandot, M. Labori, A. Mahler
“Duo Toutes les Nuances”
Alessandra Càpici, soprano;Cristina Ratti, pianoforte

DOMENICA 25 MARZO 2018 ORE 18:30 
“Stabant Matres”
La devozione della Passione nella cultura barocca Antonello Dorigo, controtenore
Ensemble “L’Architasto”
Paolo Perrone, violino I; Gabriele Politi, violino II; Laura Corolla, viola; Giovanna Barbati, violoncello/ viola da gamba; Ricardo Sousa, violone; Chiara Tiboni, cembalo e organo

DOMENICA 8 APRILE 2018 ORE 19:00 
“Rosy D’Altavilla” l’amore oltre il tempo con Carmen Di Marzo
Testo e Regia di Paolo Vanacore
Musiche originali di Alessandro Panatteri 
Fabio Angelo Colajanni, flauto; Alessandro Panatteri, pianoforte e direzione musicale

DOMENICA 22 APRILE 2018 ORE 19:00 
“Trio... all’Opera”
Musiche di E. Cavallini, P. A. Genin, A. Fahrbah
Simona Altini, flauto Vincenzo Isaia, clarinetto Francesco Del Fra, pianoforte

DOMENICA 6 MAGGIO 2018 ORE 19:00 
“L’evoluzione della musica per piano trio” 
Musiche di F. Mendelssohn e J. Tourina “Trio Musikanten”
Raffaello Galibardi, violino; Roberto Vecchio, violoncello;Guido Carpentiere, pianoforte

DOMENICA 20 MAGGIO 2018 ORE 19:00
 “Quei soavi non so che”
Musiche anodine, riens, peccati di vecchiaia di Rossini e commensali
In occasione del 150mo anniversario della morte di Gioachino Rossini
Musiche di G. Rossini, C. V. Alkan, J. Offenbach, D. Auber, F. Liszt, G. Verdi
Marcella Orsatti Talamanca, soprano; Il Gioco delle Parti, ensemble vocale; Alessandro d’Agostini, direzione e pianoforte

DOMENICA 10 GIUGNO 2018 ORE 19:00 
“Sudamerica”
Musiche di H. Villa-Lobos, A. Barrios, L. Brouwer, J. Cardoso, A. Lauro
Luigi Picardi, chitarra

DOMENICA 18 GIUGNO 2018 ORE 19:00 
“Rossini dal Sacro al Profano”
Tiziana Guaglianone, soprano; Paola Cacciatori, mezzosoprano; Allan Rizzetti, baritono Marco Scolastra, pianoforte

Evento speciale per i più piccoli

DATA DA DEFINIRE
“Esopo tra Favola e Musica... e la storia continua”
Musiche di S. Schembari
Millenium Ensemble
Voce recitante: Roberta Grenci
Flauto e ottavino: Fabio Angelo Colajanni Oboe: Massimo Lamarra
Clarinetto: Salvatore Schembari
Corno: Paolo De Gasperis
Posta un commento