Concerti Classica

I principali concerti di musica classica e contemporanea

LUDOVICO EINAUDI 
Teatro Dal Verme, Milano
8-17 Dicembre 2017 ore 20

10 notti di concerti esauriti con ospiti internazionali sempre diversi e “after show” dei musicisti invitati

 “Amo Milano e voglio restituire qualcosa a una città che mi ha dato tanto e nella quale mi spiace non essere abbastanza presente. L’anno scorso abbiamo provato con sei concerti, quest’anno ho pensato a una sorta di festival di 10 concerti,  ho creduto si potesse osare di più, connotando anche il teatro visivamente con una serie di installazioni di luce all’esterno e all’interno. Ogni sera poi avrò un ospite sul palco con cui  improvviserò alcuni brani, l’idea è di cercare delle nuove strade, lasciarsi trasportare  in direzioni sconosciute mentre il giorno seguente lo stesso artista si esibirà in solo, dopo il mio concerto, in una sala più piccola, sempre all’interno del teatro Dal Verme, allestita come un club. Ho in mente una situazione più sperimentale che prevede delle jam session che nascono interagendo con gruppi e generi musicali molto diversi, da due componenti dei Blonde Redhead al liuto di Jozef van Wissem, dall’elettronica alla cora di Ballake Sissoko per spingersi anche al di fuori della musica con il performer Tomoko Savage e l’attore Jonathan Moore. Le collaborazioni si improvviseranno quasi sul palco, ci sarà solo un rapido scambio di idee prima,  una prova nel pomeriggio prima dell’esibizione. Mi piace l’idea di prova aperta, di esperienza vissuta sul palco”.
(Ludovico Einaudi, Milano, Dicembre 2017)

I dieci concerti che Ludovico Einaudi terrà in dicembre al Teatro Dal Verme di Milano saranno seguiti da AFTER SHOW nella Sala Piccola del teatro, ogni sera alle 23, denominata sala  Experience per l’occasione, con artisti a sorpresa, uno diverso ogni sera, scelti personalmente dal Maestro.
 Dieci concerti “clandestini”, nell’intimità del dopo-teatro, con musicisti provenienti dai quattro  angoli del mondo e alcuni storici compagni di strada. Musiche che segretamente gravitano sul mondo musicale di Einaudi, che l’influenzano e  l’attraggono come pianeti, e musiche che sono incroci possibili, occasioni d’esperienza.
 L’accesso agli After Show è limitato a 200 spettatori. Il biglietto costa €15, ad esaurimento posti. I biglietti sono già in vendita nel circuito Ticketone (www.ticketone.it) e saranno disponibili la sera stessa presso il Teatro Dal Verme. Tra i protagonisti ci saranno Robert Lippok, artista audiovisivo, stage designer e sperimentatore, Ronald Lippok, batterista virtuoso, Ballaké Sissoko, virtuoso della kora ed  erede della millenariacultura mandinga, Kazu Makino e Amedeo Pace, rispettivamente la  cantante e il chitarrista fondatori dei newyorkesi Blonde Redhead. E ancora il compositore  avant-garde e liutista Josef Van Wissen, il clavicembalista, pianista e autore di musiche da  film Jean Rondeau, l’artista sonoro e performer Tomoko Sauvage, l’attore shakespeariano e  regista Jonathan Moore, l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali. Questo il programma della Sala Experience (Piano interrato del Teatro) ogni sera alle 23:

8 dicembre 
Robert Lippok
9 Dicembre 
Ballake Sissoko
10 Dicembre 
Kazu Makino
11 Dicembre 
Ronald Lippok
12 Dicembre 
Jean Rondeau
13 Dicembre 
Jozef Van Wissem
14 Dicembre 
Amedeo Pace
15 Dicembre 
Tomoko Savage
16 Dicembre 
Jonathan Moore

La formazione dei concerti prevede:Ludovico Einaudi - piano;Federico Mecozzi - violino; Redi Hasa - Violoncello; Alberto Fabris - basso elettrico, live electronics; Francesco Arcuri - chitarra, percussioni; Riccardo Laganà – percussioni



Il calendario completo con le prossime date di Einaudi a questo link:
_______________________________________________________________________________

REMO ANZOVINO
Pianista, compositore e avvocato, fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea, entrato nella famiglia degli Yamaha Artist
Lunedì 20 novembre al via il TOUR nei teatri d’Italia per presentare il nuovo album “NOCTURNE” (Sony Music) 
Uno spettacolo multisensoriale, il racconto di una notte che cambia la vita

Da lunedì 20 novembre il pianista e compositore REMO ANZOVINO, considerato fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea e recentemente entrato nella grande famiglia degli Yamaha Artist, sarà in tour in tutta Italia con uno show unico: uno spettacolo multisensoriale che rappresenta il racconto di una notte che cambia la vita. L’artista porterà sul palco il suo ultimo album “Nocturne” (Sony Music) insieme a brani di repertorio che rimandano per suoni e emozioni al tema della notte. Gli 88 tasti del pianoforte di Remo Anzovino daranno vita a suoni delicati e violenti, impreziositi dai rumori della notte e da una scenografia composta da fasci di luce e da forme colorate creata ad hoc, per permettere allo spettatore di addentrarsi in un mondo parallelo denso di emozioni, nella storia, appunto, di una notte. Queste le date del tour (prodotto e organizzato da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU): il 20 novembre all’Auditorium Parco della Musica (Teatro Studio) di ROMA, il 22 novembre al Teatro Camploy di VERONA, il 27 novembre al Teatro Menotti di MILANO e il 24 gennaio al Teatro Puccini di FIRENZE. Le prevendite sono disponibili sul circuito Ticketone e nei punti vendita abituali. «Voglio che lo spettatore si senta al cinema, ma che veda il film dentro di sé. La prima ragione di questo viaggio musicale è portare gli altri al centro della musica, pretendendo da me stesso il massimo, per offrire loro qualcosa di cui hanno bisogno. Una musica quasi “medicale”, terapeutica, non consolatoria, uno strumento per avvicinare all’ineffabile bellezza dell’imperfezione che è di fatto la vita» racconta Remo Anzovino. “Nocturne” è il quinto album di Remo Anzovino, arrivato a distanza di 5 anni dal precedente disco in studio. Indaga attraverso una narrazione emozionale la solitudine umana e contemporaneamente il racconto della bellezza della vita e le contraddizioni della realtà di oggi. “Nocturne” è stato registrato tra Tokyo (JVC Victor Studio), Londra (Abbey Road), Parigi (Les Studios Saint Germain) e New York (Brooklyn Recording), è moderno e incisivo. È stato prodotto, registrato e mixato da Taketo Gohara, con gli arrangiamenti orchestrali di Stefano Nanni che ha anche diretto la London Session Orchestra. Tra i musicisti internazionali di grande livello che hanno prestato la loro sensibilità al progetto ci sono, tra gli altri, al violino cinese Masatsugu Shinozaki, primo violino dell’Orchestra Sinfonica di Tokyo, l’armeno Vardan Grygorian, considerato tra i migliori interpreti mondiali di duduk, la francese Nadia Ratsimandresy, tra le maggiori virtuose al mondo di ondes martenot e Gianfranco Grisi, inventore del suo cristallarmonio ed insuperabile nell'arte di suonare il vetro. Qui il video del primo brano estratto “Galilei”, girato in tre continenti, nelle città Tokyo, Londra, Parigi e New York: https://youtu.be/5Q43z8jGR9g. Il disco è uscito il 29 settembre in digital download, sulle principali piattaforme streaming e nei negozi tradizionali. È disponibile anche la versione in vinile, su doppio LP. Remo Anzovino si divide tuttora tra lo studio di registrazione e lo studio legale, dove esercita la professione di avvocato penalista. È nato nel 1976 a Pordenone da genitori napoletani. Si è laureato a 24 anni con lode nell’antica università di Bologna, ha intrapreso la carriera forense entrando nello studio milanese di uno dei massimi penalisti italiani e successivamente patrocinando centinaia di difese, attività che tuttora svolge. Ha composto le musiche per i maggiori capolavori del cinema muto (più di trenta pellicole) collaborando, con le più prestigiose cineteche e partecipando con colonne sonore di sua composizione ai principali Festival e rassegne internazionali. ll programma di Rai 3 Ballarò ha utilizzato spesso le sue melodie come commento musicale, e lo stesso ha fatto Otto e Mezzo su La7. Il suo primo album di inediti in piano solo è “Dispari” nel 2006, segue “Tabù” nel 2008, “Igloo” nel 2010 e l’ultimo “Viaggiatore Immobile” nel 2012. Ha all’attivo anche un disco live e i progetti speciali “L'Alba dei Tram - Dedicato a Pasolini” (2015) e “Fight for Freedom: Tribute to Muhammad Ali” con Roy Paci (2017). Ha curato la colonna sonora del docufilm “Canto alla Durata – omaggio a Peter Handke” uscito a settembre 2017.
_______________________________________________________________________________

MUSEO NOVECENTO
presenta

OMAGGIO AD AZIO CORGHI
Intelligenza e ironia
17 ottobre 2017 - 16 gennaio 2018
Per festeggiare gli 80 anni del maestro

MARTEDI 12 DICEMBRE 2017 - ore 17:00
Museo del Novecento - Sala Arte Povera
via Marconi 1, Milano
ingresso libero fino a esaurimento posti 
Graziella Seminara (Università di Catania): Il teatro musicale di Azio Corghi tra ricerca e provocazione.
Sarà presente Azio Corghi.

Segue concerto su musiche di Corghi a cura del Laboratorio di musica contemporanea
del Conservatorio G. Verdi di Milano LMC diretto da Mauro Bonifacio
________________________________________________________________________________

ARTURO STALTERI
16 Dicembre 2017 - h:17.00
Cappella Dei Mercanti
Via Garibaldi 25 Torino 
______________________________________________________________________________

La cantante compositrice pianista violinista e direttore d’orchestra
mariaFausta
IL 10 DICEMBRE AL THÉÂTRE DE NESLE DI PARIGI 
PRESENTA LIVE I BRANI DEL NUOVO ALBUM “MILLION FACES”

Il 10 dicembre la cantante compositrice pianista violinista e direttore d’orchestra Maria Fausta Rizzo, alias mariaFausta si esibirà live al Théâtre de Nesle di Parigi (8, rue de Nesle, 75 006 Paris – alle ore 21.30  – per info: 01 46 34 61 04). Durante la serata presenterà i brani del suo nuovo album solista “Million Faces” che esce proprio in questi giorni, in contemporanea con il primo singolo “Look Over” (Video su youtube: http://bit.ly/2jlBpFv). Il disco della cantante e compositrice siciliana, è scritto, prodotto e arrangiato interamente da lei, giovane artista poliedrica che sta riscuotendo notevoli consensi all’estero, soprattutto in Francia, dove da tempo si esibisce e collabora con musicisti di fama. Nel concerto al prestigioso Théâtre de Nesle di Parigi, mariaFausta eseguirà sia brani tratti dall'album, sia inediti in versione unplugged violino e voce, con la partecipazione del famoso violinista francese Didier Lockwood. Million Faces, un disco atteso e coltivato, rappresenta il debutto dell’artista come solista e riflette la volontà di essere accessibile a tutti, pur non rinunciando alla propria natura e alle diverse qualità degli stili che ama. L’amore per l’orchestra, dalle sonorità più classiche a quelle più moderne, l’amore per il rock, l’elettronica, il progressive, il blues, il jazz e la musica pop. Al disco hanno collaborato anche musicisti di fama internazionale – tra gli altri il violinista classico italiano Franco Mezzena, l’armonicista jazz francese Olivier Ker Ourio e il bassista di flamenco francese Didier Del Aguila. L’album è disponibile in formato Cd, digital download e su tutte le piattaforme di streaming (Itunes: http://apple.co/2A6uWbv) La Tracklist di Million Faces: 01. Look Over 02. The Last Train 03.  Legend 04.  Rare Woman 05.  Loneliness 06.  Baby Shine 07. Love Song 08. Rememberin’ Me 09. Inside Rememberin’ Me 10.  The First Day 11.  In The Room. mariaFausta comincia lo studio della musica a 14 anni. Si diploma in violino al Conservatorio Corelli di Messina, in jazz al CMDL in Francia e in direzione d ìorchestra all'European Conducting Academy di Vicenza. Coltiva fin da bambina la passione per il canto, lontana da ogni tipo di “standardizzazione” della tecnica vocale, esplora la propria dimensione espressiva in tutte le sue forme. Collabora con formazioni di tutti i generi dal barocco alla musica pop, l´elettronica, il rock classico e progressive, il blues e il jazz. E´ leader dello Spell trio per 12 anni.  A 17 anni, esce l’album “The spell trio. An album of progressive and jazz” nel quale, oltre agli arrangiamenti in comune e l’interpretazione di “The captain of her heart” di Kurt Maloo dei Double (con cui mariaFausta collabora come violinista nel disco “Summer Better Times”), sono inseriti due suoi brani originali: “The Battle of black and white”, interamente composto, suonato, cantato, arrangiato e registrato da lei sotto forma di assolo e la ballad “Land of Heaven”. Negli ultimi tre anni scrive colonne sonore per le librerie televisive di R.T.I. Mediaset e si dedica al suo progetto personale “Million Faces”. Attiva in live e concerti in diversi Paesi tra i quali Italia, Francia, Cina, Spagna e Svizzera. Recente la sua partecipazione a diversi concerti in Svizzera con l´orchestra fiati di Wangen. In Francia, dove ha vissuto per diversi anni, suona anche al prestigioso Festival di Samois su Seine. Non ha mai abbandonato l´ amore per la musica classica che continua a scoprire sia come didatta che come professore d´orchestra. Da poco rientrata da una tournée orchestrale in Cina nelle città di Tianjin e Harbin, ha iniziato una nuova esperienza come compositore di musiche per la scena teatrale.

mariaFausta online:
________________________________________________________________________________

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano 8 – Roma
Stagione artistica 2017/2018
Il programma musicale


Un teatro dai diversi colori, come quelli del suo design, e dalle poliedriche proposte culturali: prende avvio il prossimo 3 ottobre la stagione 2017/2018 del Teatro Palladium, con un nome celeberrimo dello spettacolo di tradizione orale, Mimmo Cuticchio, che in A singolar tenzone! Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando percorrerà, insieme al figlio Giacomo, un viaggio sulle gesta del valoroso paladino, in un tempo senza tempo, a tratti semplice e armonioso, a tratti spericolato e acrobatico. Il gioiello degli anni Venti, di proprietà dell’Università degli Studi Roma Tre e gestito dalla neonata Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, istituita dallo stesso ateneo romano, ospiterà anche quest’anno un cartellone multiforme e ricco di eventi, che riflette la volontà di fare di questo spazio non solo una sede di spettacoli di qualità nel campo del teatro, della musica, del cinema e della danza, ma anche un laboratorio di ricerca e un luogo di dibattito artistico e letterario, in cui tradizione e sperimentazione convivano al servizio della formazione culturale. Il programma, risultato del lavoro dei docenti di Roma Tre che fanno parte del Consiglio di amministrazione della Fondazione, presieduto da Giuseppe Leonelli, si articola in sei sezioni: Teatro d’autore, Voci dal mondo, Musica universitaria, Cinem@, Contemporanea, Laboratori in scena. Distribuiti tra diverse sezioni del programma, sono i numerosi eventi musicali del Palladium, curati da Luca Aversano: di rilievo la collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma che ospiterà le cantanti protagoniste della stagione dello storico Teatro Costanzi con una rassegna, intitolata alle “Prime Donne”: si alterneranno sul palco, in serate specifiche a loro dedicate, Veronica Simeoni (18 dicembre), Roberta Mantegna (29 gennaio), Maria Grazia Schiavo (19 febbraio), Martina Belli (19 marzo) e Carmela Remigio (16 aprile). Ancora il Teatro dell’Opera, presente al Palladium il giorno della Memoria, 27 gennaio, con un’opera per bambini in due atti: Brundibár, su libretto di Adolf Hoffmeister e musica di Hans Kràsa. Il palcoscenico della Garbatella ospiterà anche il teatro musicale contemporaneo, con due prime assolute: Novatrix, azione scenica su 14 frammenti delle Metamorfosi ovidiane scritta da Daniele Lombardi e diretta da Marcello Panni su scene di Mimmo Palladino (9 marzo) e Non è un paese per Veggy, opera-panettone in un atto composta da Domenico Turi su libretto di Federico Capitoni  (2-3 dicembre), in collaborazione con Nuova Consonanza, così come i Combattimenti di Claudio Monteverdi e Claudio Ambrosini su testi di Torquato Tasso (in scena l’11 novembre). Cospicua sarà la stagione concertistica della Roma Tre Orchestra, presente in cartellone con ben nove date – tra queste si segnala il progetto Il paese degli uomini integri di Sandro Cappelletto (17 aprile). Confermata inoltre la partecipazione di festival quali Nuova Consonanza, giunto alla sua 54esima edizione e Flautissimo, al suo diciannovesimo anno, in programma in due serate il 25 e 26 novembre. Da ricordare anche la rassegna Prime esecuzioni, in ricordo di Bruna Liguori Valenti (24 novembre), la performance didattica Quanti sono gli strumenti sul palco? di Selene Framarin (3 febbraio) e la serata dedicata al Coro di Roma Tre, accompagnato dall’orchestra sinfonica diretta da Isabella Ambrosini (19 maggio). Anche l’impegno delle donne nella musica sarà protagonista, con una serata dedicata alle compositrici di ieri e di oggi (26 aprile), a cura di Orietta Caianiello e Milena Gammaitoni. Infine il jazz, presente con la rassegna concepita da Mario Corvini per la New Talents Jazz Orchestra che ha già riscosso forti consensi lo scorso anno e che quest’anno dedicherà, in cinque appuntamenti, speciali omaggi al musical, a Henry Mancini, ai cartoons e ai compositori di Hollywood. Formazione più ristretta ma di eguale livello artistico sarà invece quella guidata da Daniele Pozzovio insieme ad Ares Tavolazzi e Alessandro D’Andrea con il progetto Resurrection (21 aprile). Di particolare interesse, nella sezione Contemporanea, sarà lo spettacolo Milite ignoto – quindicidiciotto di Mario Perrotta, in programma il 9 e 10 aprile. Alla stessa sezione fa capo la rassegna Aprile in danza, a cura di Luca Aversano, giunta ormai alla sua terza edizione. Quest’anno saranno presentati i lavori di Paola Campagna (Non val acqua al mio gran foco, 6 aprile, con musica dal vivo eseguita dal ContrArco Consort diretto da Gianfranco Russo), Meret Schlegel e Kilian Haselbeck (Komplizen Reloaded, 13 aprile), Adriana Borriello (Col corpo capisco #2, 22 aprile) e il gruppo di lavoro Jim May, Sandra Fuciarelli, Giovanna Summo, con uno speciale approfondimento sulla “necessità dell’arte” di Anna Sokolow (24 aprile). Si delinea insomma un ricco ventaglio di proposte, all’interno di una densa stagione che si chiuderà a metà giugno, con molte occasioni per riflettere sulle direzioni delle singole arti, in rapporto con gli altri mezzi di comunicazione e con i nuovi modelli di fruizione imposti dalla tecnologia e dalla società contemporanee.
_______________________________________________________________________________

In collaborazione con Teatro Sala Umberto,
l'Associazione Suono e Immagine Onlus 
presenta

DOMENICA CLASSICA
Al Teatro Sala Umberto
cinque appuntamenti con la musica classica la domenica mattina
Dal 26 novembre 2017 al 15 aprile 2018, ore 11.00

Parte il 26 novembre 2017 il ciclo di appuntamenti Domenica Classica al Teatro Sala Umberto di Roma, con un programma diversificato di cinque matinée domenicali di musica classica e cameristica. La rassegna, che si concluderà il 15 aprile 2018, spazia dal Barocco alla Scuola Romana, da Mozart ai grandi innovatori dell'Opera, dal tardo periodo dei lieder fino all'opera pianistica del ‘900. Con la direzione artistica di Lorenzo Porta Del Lungo, Domenica Classica si propone di animare la domenica mattina romana di concerti, di diffondere la cultura musicale a un pubblico eterogeneo e di stimolare l'approfondimento della conoscenza della storia della musica. Domenica 26 novembre alle 11.00, primo appuntamento di Domenica Classica con il concerto “D'ombra e di luce”. Il giovane ensemble tutto al femminile “Giardino di Delizie”, composto da Lucia Adelaide Di Nicola (clavicembalo), Katarzyna Solecka (violino), Ewa Anna Augustynowicz (violino) e Cristina Vidoni (violoncello), accompagna il pubblico in un viaggio alla scoperta della Roma di fine Seicento. Forma espressiva che attinge al virtuosismo strumentale Barocco, la Triosonata rivive nel concerto del quartetto italo-polacco, che fa della dialettica tra radici culturali la sua forza creativa. La musica di Mozart è la protagonista assoluta del concerto di domenica 21 gennaio 2018, ore 11:00, dal titolo “Mozart in concerto e in quartetto”. Marco Barbaresi (pianoforte) con Alauda Quartet, formato da Elena Cappelletti (violoncello), Mari Adachi (viola), Cristina Prats Costa e Milan Berginc (violino), rivisitano il concerto n°12, tema dedicato al figlio Johann Christian Bach, e il quartetto 17, ultimo dei sei quartetti del compositore austriaco dedicati a Joseph Haydn. L'11 febbraio 2018 è la volta di “La nascita del canto europeo”, che ripercorre la vita e le opere dei più grandi musicisti di fine ‘700: Haendel, Glugk, Bellini e Rossini, che hanno lasciato un'impronta imprescindibile nella cultura euopea. “Lieder e Tablet” di domenica 11 marzo 2018 è un'opera che indaga il rapporto dei giovani con la storia della musica e con la storia tout court. Un soprano, un tenore e un pianoforte mettono in scena una coppia di adolescenti e la loro scoperta della composizione musicale attraverso i lieder. Domenica 15 aprile 2018 ultimo appuntamento di Domenica Classica con le musiche di Debussy e Ravel. “Il suono del mare” esplora le opere dei compositori francesi per evocare e disegnare l'immagine del mare, vista come rappresentazione della realtà interiore dell'artista. La rassegna è organizzata dall'Associazione Suono e Immagine, costituita come Onlus nel 2009, nasce a seguito delle ricerche artistiche del suo Presidente Lorenzo Porta Del Lungo, che riconosce il ruolo fondamentale dell'arte come strumento per lo sviluppo e la crescita dell'essere umano. Da qui è nata l'esigenza per il collettivo di costituire un'associazione di solidarietà sociale, per promuovere la divulgazione della musica e della cultura, attraverso iniziative artistico-culturali, di formazione pedagogica, prevenzione psicologica e di recupero ecologico e ambientale.
Biglietti (con prevendita) Platea: 20,50 € (intero) – 16 € (ridotto) Galleria: 13,50 € (intero) – 9,50 €(ridotto) Scuola: 5 € (ogni 10 studenti uno gratis) CARD per la classica: 5 concerti 50 € Ridotto BIBLIOCARD – CRAL dopo lavoro – Over 65 Abbonati Sala Umberto sconto 30% Platea: 14 € Galleria: 10 € Info e prenotazioni Tel: 06 6794753 Mail: prenotazioni@salaumberto.com
_______________________________________________________________________________

“Musica ai Ss. Apostoli 2017 – 2018” 
VIII Stagione Concertistica

SABATO 16 DICEMBRE 2017 ORE 18:30
Concerto straordinario
in occasione del centenario della I incisione storica di Jazz “Il Bianco e il Nero”
... dal Ragtime di Joplin alle prime incisioni di Jass
Alexander's Ragtime Band
Fabio Angelo Colajanni, flauto e ottavino; Ennio d'Alessandro, clarinetto; Francesco Catania, tromba;
Antonio Dionisi, trombone; Pierluigi Ausili, tuba; Andy Bartolucci, batteria e percussioni; Alessandro Panatteri, direzione e pianoforte

DOMENICA 14 GENNAIO 2018 ORE 18:30 
“...Vissi d’Arte... magia di un mito”
Fantasia su musiche di Giacomo Puccini Monaldo Braconi, pianoforte

DOMENICA 28 GENNAIO 2018 ORE 18:30
“Il Senso dell’Arco”
Musiche di C. Debussy, O. Respighi, J. Brahms, M. Ravel Fabrizio Falasca, violino
Dario Cusano, pianoforte

DOMENICA 11 FEBBRAIO 2018 ORE 18:30 
“Strutture musicali per Oboe e Piano”
Musiche di B. Britten, P. Hindemith, F. Poulenc, C. Saint-Saëns
“DuoLeonardo”
Ida Gianolla, oboe; Claudio Martelli, pianoforte

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018 ORE 18:30
“I bemolli sono blu”
Omaggio a Claude Debussy nel cntenario della morte Musiche di C. Debussy e J. Brahms
Pianoforti: Daniele Adornetto - Stefano Giardino

DOMENICA 11 MARZO 2018 ORE 18:30 
“Scomodi scrigni di muse ribelli”
Musiche di C. Schumann, F. Hensel, P. Viandot, M. Labori, A. Mahler
“Duo Toutes les Nuances”
Alessandra Càpici, soprano;Cristina Ratti, pianoforte

DOMENICA 25 MARZO 2018 ORE 18:30 
“Stabant Matres”
La devozione della Passione nella cultura barocca Antonello Dorigo, controtenore
Ensemble “L’Architasto”
Paolo Perrone, violino I; Gabriele Politi, violino II; Laura Corolla, viola; Giovanna Barbati, violoncello/ viola da gamba; Ricardo Sousa, violone; Chiara Tiboni, cembalo e organo

DOMENICA 8 APRILE 2018 ORE 19:00 
“Rosy D’Altavilla” l’amore oltre il tempo con Carmen Di Marzo
Testo e Regia di Paolo Vanacore
Musiche originali di Alessandro Panatteri 
Fabio Angelo Colajanni, flauto; Alessandro Panatteri, pianoforte e direzione musicale

DOMENICA 22 APRILE 2018 ORE 19:00 
“Trio... all’Opera”
Musiche di E. Cavallini, P. A. Genin, A. Fahrbah
Simona Altini, flauto Vincenzo Isaia, clarinetto Francesco Del Fra, pianoforte

DOMENICA 6 MAGGIO 2018 ORE 19:00 
“L’evoluzione della musica per piano trio” 
Musiche di F. Mendelssohn e J. Tourina “Trio Musikanten”
Raffaello Galibardi, violino; Roberto Vecchio, violoncello;Guido Carpentiere, pianoforte

DOMENICA 20 MAGGIO 2018 ORE 19:00
 “Quei soavi non so che”
Musiche anodine, riens, peccati di vecchiaia di Rossini e commensali
In occasione del 150mo anniversario della morte di Gioachino Rossini
Musiche di G. Rossini, C. V. Alkan, J. Offenbach, D. Auber, F. Liszt, G. Verdi
Marcella Orsatti Talamanca, soprano; Il Gioco delle Parti, ensemble vocale; Alessandro d’Agostini, direzione e pianoforte

DOMENICA 10 GIUGNO 2018 ORE 19:00 
“Sudamerica”
Musiche di H. Villa-Lobos, A. Barrios, L. Brouwer, J. Cardoso, A. Lauro
Luigi Picardi, chitarra

DOMENICA 18 GIUGNO 2018 ORE 19:00 
“Rossini dal Sacro al Profano”
Tiziana Guaglianone, soprano; Paola Cacciatori, mezzosoprano; Allan Rizzetti, baritono Marco Scolastra, pianoforte

Evento speciale per i più piccoli

DATA DA DEFINIRE
“Esopo tra Favola e Musica... e la storia continua”
Musiche di S. Schembari
Millenium Ensemble
Voce recitante: Roberta Grenci
Flauto e ottavino: Fabio Angelo Colajanni Oboe: Massimo Lamarra
Clarinetto: Salvatore Schembari
Corno: Paolo De Gasperis
Posta un commento