Concerti Classica

I principali concerti di musica classica e contemporanea

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano 8 – Roma
Stagione artistica 2017/2018
Il programma musicale


Un teatro dai diversi colori, come quelli del suo design, e dalle poliedriche proposte culturali: prende avvio il prossimo 3 ottobre la stagione 2017/2018 del Teatro Palladium, con un nome celeberrimo dello spettacolo di tradizione orale, Mimmo Cuticchio, che in A singolar tenzone! Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando percorrerà, insieme al figlio Giacomo, un viaggio sulle gesta del valoroso paladino, in un tempo senza tempo, a tratti semplice e armonioso, a tratti spericolato e acrobatico. Il gioiello degli anni Venti, di proprietà dell’Università degli Studi Roma Tre e gestito dalla neonata Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, istituita dallo stesso ateneo romano, ospiterà anche quest’anno un cartellone multiforme e ricco di eventi, che riflette la volontà di fare di questo spazio non solo una sede di spettacoli di qualità nel campo del teatro, della musica, del cinema e della danza, ma anche un laboratorio di ricerca e un luogo di dibattito artistico e letterario, in cui tradizione e sperimentazione convivano al servizio della formazione culturale. Il programma, risultato del lavoro dei docenti di Roma Tre che fanno parte del Consiglio di amministrazione della Fondazione, presieduto da Giuseppe Leonelli, si articola in sei sezioni: Teatro d’autore, Voci dal mondo, Musica universitaria, Cinem@, Contemporanea, Laboratori in scena. Distribuiti tra diverse sezioni del programma, sono i numerosi eventi musicali del Palladium, curati da Luca Aversano: di rilievo la collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma che ospiterà le cantanti protagoniste della stagione dello storico Teatro Costanzi con una rassegna, intitolata alle “Prime Donne”: si alterneranno sul palco, in serate specifiche a loro dedicate, Veronica Simeoni (18 dicembre), Roberta Mantegna (29 gennaio), Maria Grazia Schiavo (19 febbraio), Martina Belli (19 marzo) e Carmela Remigio (16 aprile). Ancora il Teatro dell’Opera, presente al Palladium il giorno della Memoria, 27 gennaio, con un’opera per bambini in due atti: Brundibár, su libretto di Adolf Hoffmeister e musica di Hans Kràsa. Il palcoscenico della Garbatella ospiterà anche il teatro musicale contemporaneo, con due prime assolute: Novatrix, azione scenica su 14 frammenti delle Metamorfosi ovidiane scritta da Daniele Lombardi e diretta da Marcello Panni su scene di Mimmo Palladino (9 marzo) e Non è un paese per Veggy, opera-panettone in un atto composta da Domenico Turi su libretto di Federico Capitoni  (2-3 dicembre), in collaborazione con Nuova Consonanza, così come i Combattimenti di Claudio Monteverdi e Claudio Ambrosini su testi di Torquato Tasso (in scena l’11 novembre). Cospicua sarà la stagione concertistica della Roma Tre Orchestra, presente in cartellone con ben nove date – tra queste si segnala il progetto Il paese degli uomini integri di Sandro Cappelletto (17 aprile). Confermata inoltre la partecipazione di festival quali Nuova Consonanza, giunto alla sua 54esima edizione e Flautissimo, al suo diciannovesimo anno, in programma in due serate il 25 e 26 novembre. Da ricordare anche la rassegna Prime esecuzioni, in ricordo di Bruna Liguori Valenti (24 novembre), la performance didattica Quanti sono gli strumenti sul palco? di Selene Framarin (3 febbraio) e la serata dedicata al Coro di Roma Tre, accompagnato dall’orchestra sinfonica diretta da Isabella Ambrosini (19 maggio). Anche l’impegno delle donne nella musica sarà protagonista, con una serata dedicata alle compositrici di ieri e di oggi (26 aprile), a cura di Orietta Caianiello e Milena Gammaitoni. Infine il jazz, presente con la rassegna concepita da Mario Corvini per la New Talents Jazz Orchestra che ha già riscosso forti consensi lo scorso anno e che quest’anno dedicherà, in cinque appuntamenti, speciali omaggi al musical, a Henry Mancini, ai cartoons e ai compositori di Hollywood. Formazione più ristretta ma di eguale livello artistico sarà invece quella guidata da Daniele Pozzovio insieme ad Ares Tavolazzi e Alessandro D’Andrea con il progetto Resurrection (21 aprile). Di particolare interesse, nella sezione Contemporanea, sarà lo spettacolo Milite ignoto – quindicidiciotto di Mario Perrotta, in programma il 9 e 10 aprile. Alla stessa sezione fa capo la rassegna Aprile in danza, a cura di Luca Aversano, giunta ormai alla sua terza edizione. Quest’anno saranno presentati i lavori di Paola Campagna (Non val acqua al mio gran foco, 6 aprile, con musica dal vivo eseguita dal ContrArco Consort diretto da Gianfranco Russo), Meret Schlegel e Kilian Haselbeck (Komplizen Reloaded, 13 aprile), Adriana Borriello (Col corpo capisco #2, 22 aprile) e il gruppo di lavoro Jim May, Sandra Fuciarelli, Giovanna Summo, con uno speciale approfondimento sulla “necessità dell’arte” di Anna Sokolow (24 aprile). Si delinea insomma un ricco ventaglio di proposte, all’interno di una densa stagione che si chiuderà a metà giugno, con molte occasioni per riflettere sulle direzioni delle singole arti, in rapporto con gli altri mezzi di comunicazione e con i nuovi modelli di fruizione imposti dalla tecnologia e dalla società contemporanee.
________________________________________________________________________________

“Musica ai Ss. Apostoli 2017 – 2018” 
VIII Stagione Concertistica

DOMENICA 22 APRILE 2018 ORE 19:00 
“Trio... all’Opera”
Musiche di E. Cavallini, P. A. Genin, A. Fahrbah
Simona Altini, flauto Vincenzo Isaia, clarinetto Francesco Del Fra, pianoforte
Le trascrizioni, poutporris, variazioni, parafrasi e fantasie basate su motivi tratti dalle opere sono state generi musicali molto in voga nell’ottocento, sia perché permettevano di diffondere tale musica più agevolmente, con organici piccoli e in sale ove l’opera non si sarebbe potuta rappresentare, sia perché con esse i compositori normalmente non dediti all’opera potevano cimentarsi in reinterpretazioni virtuosistiche di passi celebri creati dai grandi operisti, come Verdi e Bellini. In questo contesto emergono Liszt per le parafrasi pianistiche e Cavallini per quelle dedicate al clarinetto. In questo concerto il trio Isaia-Altini-Del Fra propone fantasie per il raro ed accattivante organico di clarinetto, flauto e pianoforte, unite a brani in duo e solistici, in un ideale dialogo fra l’opera italiana di Verdi e Bellini e l’opera dei cugini francesi di Bizet e Gounod.

DOMENICA 6 MAGGIO 2018 ORE 19:00 
“L’evoluzione della musica per piano trio” 
Musiche di F. Mendelssohn e J. Tourina “Trio Musikanten”
Raffaello Galibardi, violino; Roberto Vecchio, violoncello;Guido Carpentiere, pianoforte

DOMENICA 20 MAGGIO 2018 ORE 19:00
 “Quei soavi non so che”
Musiche anodine, riens, peccati di vecchiaia di Rossini e commensali
In occasione del 150mo anniversario della morte di Gioachino Rossini
Musiche di G. Rossini, C. V. Alkan, J. Offenbach, D. Auber, F. Liszt, G. Verdi
Marcella Orsatti Talamanca, soprano; Il Gioco delle Parti, ensemble vocale; Alessandro d’Agostini, direzione e pianoforte

DOMENICA 10 GIUGNO 2018 ORE 19:00 
“Sudamerica”
Musiche di H. Villa-Lobos, A. Barrios, L. Brouwer, J. Cardoso, A. Lauro
Luigi Picardi, chitarra

DOMENICA 18 GIUGNO 2018 ORE 19:00 
“Rossini dal Sacro al Profano”
Tiziana Guaglianone, soprano; Paola Cacciatori, mezzosoprano; Allan Rizzetti, baritono Marco Scolastra, pianoforte

Evento speciale per i più piccoli

DATA DA DEFINIRE
“Esopo tra Favola e Musica... e la storia continua”
Musiche di S. Schembari
Millenium Ensemble
Voce recitante: Roberta Grenci
Flauto e ottavino: Fabio Angelo Colajanni Oboe: Massimo Lamarra
Clarinetto: Salvatore Schembari
Corno: Paolo De Gasperis
_________________________________________________________________________________

Posta un commento