Numero 341 del 17 Gennaio 2018

Musiche folk e world a 360 gradi, nelle espressioni, negli stili e nei luoghi: questo propone ogni settimana Blogfoolk. La copertina del n.341 se la prende “Short Stories” di Beppe Gambetta, grande maestro della chitarra flatpicking della scena internazionale, che è il nostro disco consigliato. La conversazione con il musicista genovese – a margine del concerto al Folk Club di Torino dello scorso 15 dicembre, di cui vi abbiamo raccontato nel n.337 – è un ritratto dell’artista da adulto, una finestra sullo stato dell’arte della musica folk e per chitarra. Il viaggio nei suoni delle tante Italie prosegue con l’incontro tra musica da camera e tradizione orale espresso dai baresi L’Escargot in “La Giostra degli Specchi”. Procediamo oltre facendo tappa in Galles, una terra fertile di musica che non sempre riceve il giusto riconoscimento, perfino dagli appassionati “celtici”. Occhio, dunque alla bella raccolta in 2 CD edita da ARC, intitolata “The Ultimate Guide to Welsh Folk”, curata da Cerys Matthews e al poetico “Tro”, firmato dalla cantautrice Gwyneth Glyn. Rimettiamo al centro le sei corde nel presentarvi uno dei dischi più apprezzati dell’anno appena trascorso: “Dounia Tabolo” del maliano Boubacar Traoré, disco registrato in Louisiana con la partecipazione di Cedric Watson, Corey Harris e Leyla McCalla. Passando agli appuntamenti dal vivo, ci occupiamo del Festival Spello Splendens, andato in scena nella città umbra dal 4 al 6 gennaio 2018, del concerto all’Auditorium Parco della Musica della coppia Canio Loguercio e Alessandro D'Alessandro, il cui album "Canti, Ballate e Ipocondrie d'Ammore" è il nostro BF-Choice del 2017. Infine, focus sulla prima del docu-film “La canzone d'autore secondo Enrico De Angelis” di Michelangelo Ricci, tenutasi a Verona lo scorso 10 gennaio. Per la rubrica Letture, c’è il volume di Vincenzo Santoro “Odino nelle terre del rimorso. Eugenio Barba e l’Odin Teatret in Salento e Sardegna (1973-1975)”, edito da Squi[libri]. Di nuovo musica con “For Mandela. Live in Ruvo and Munster” della MinAfrìc Orchestra.  In conclusione, il fermo immagine di Corzani Airlines per Enrico Pieranunzi, uno dei grandi della scena jazz italiana. Buona Lettura e Buon Ascolto!

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


COVER STORY
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
I LUOGHI DELLA MUSICA
LETTURE
SUONI JAZZ
CORZANI AIRLINES



L'immagine di copertina è un'opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Posta un commento