Numero 299 del 22 Marzo 2017

Per questo numero 299 di “Blogfoolk”, ci muoviamo da subito sull’asse Napoli-Marsiglia. Partiamo con la cover story della settimana, dedicata a “Nozze d’argento”, il nuovo album delle Assurd, incontrate da Flavia Gervasi nella città focese a margine di un loro concerto. La parola passa al trio di artiste campane, che oltre a presentarci il loro nuovo lavoro, approfondiscono le loro interazioni con il mondo della danza. Entriamo, poi, nel cuore di Napoli, per parlare del pregevole “Ammore busciardo”, documento prezioso curato da Roberto De Simone, che ha portato in studio di registrazione Alfredo Napoletano, barbiere-cantante, epigono dell’arte vocale dei posteggiatori, accompagnato alla chitarra da Raffaello Converso e al mandolino da Antonello Paliotti. Sul versante dei suoni world, vi raccontiamo “Peace In The World”, affascinante album nato dalla collaborazione tra il maestro dell’erhu cinese Guo Gan e il suonatore di balafon Aly Keita. Lo spazio dedicato alla musica dal vivo ci porta di nuovo a Marsiglia, per la cronaca di Gianluca Dessì, corredata dagli scatti di Valerio Corzani, dalla fiera-festival Babel Med Music. Lo scaffale di “Blogfoolk” offre due volumi con DVD, recentemente pubblicati dalla casa editrice LIM, che ci trasportano nella regione culturale situata nel lembo nordorientale della Bosnia, a ridosso del tratto del fiume Sava che oggi demarca la linea di separazione con la Croazia. Si tratta di “La Posavina canta e piange. L´universo musicale dei profughi croati della Posavina bosniaca Vol. 1” di Guido Raschieri e “La Posavina canta e piange. Il movimento nella danza e nella performance strumentale”, a cura di Linda Cimardi, Vixia Maggini e Ilario Meandri. Torniamo in Italia per una carrellata sulla canzone d’autore al femminile, che mette a fuoco i dischi di Ilaria Pastore, Giorgia Del Mese, Cristina Meschia, Paola Petrosillo, Mireille Saifa, Pellegatta, Roberta Giallo e Silvia Oddi. La finestra jazz accoglie la recensione di “Something to do on Sunday” di Matteo Cona e l’ormai consueta incursione nei meandri della musica contemporanea con “GiùBOX” di YoSoNu, moniker dietro il quale si cela il batterista e architetto calabrese Giuseppe “Drumx” Costa. In chiusura di numero, l’istantanea di Corzani Airlines dedicata a Boubacar Traorè.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


COVER STORY
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
I LUOGHI DELLA MUSICA
LETTURE
STORIE DI CANTAUTORI
SUONI JAZZ
CONTEMPORANEA
CORZANI AIRLINES

L'immagine di copertina è un'opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Posta un commento