Numero 296 del 1 Marzo 2017

Negli ultimi decenni il suono vitale delle zampogne ha ricevuto nuovo impulso. Gli antichi aerofoni a sacca animano le occasioni festive, sono parte dello strumentario di gruppi neo tradizionali e di giovani cultori, partecipano di un variegato movimento di rielaborazione dei repertori, lanciano chiari segnali di creatività sonora, sono al centro della pratica costruttiva di liutai e di studiosi, di nuove esplorazioni delle possibilità armoniche. Una realtà musicale che non deve essere ignorata, perché zampogna e cornamuse sono parte della storia e della pratica musicale in Italia.
Lungo questa direttrice agisce il trio ZampogneriA, che ha da poco pubblicato il disco d’esordio “Fiumerapido” (Finisterre): è il nostro BF-CHOICE di marzo. Di questo progetto, che mescola musica antica e contemporanea, sacra e profana, colta e popolare, abbiamo parlato con Marco Tomassi, Marco Iamele e Giorgio Pinai in occasione Festival “La Zampogna” di Maranola. Dalla vitalità dei nuovi zampognari alla corrosiva arte di Davide Giromini, che in “Apuane Conversioni” riscrive alcuni brani dal repertorio di Ivan Della Mea in dialetto carrarese. Il fronte world music ospita le esplorazioni sonore di Simone Mongelli, che fa parlare il suo corpo con “Bodyterranean”, album dedicato alla tradizione musicale greca riletta attraverso le body percussions. Ci spostiamo Oltremanica per presentare “Big Machine”, il pregevole nuovo disco di Eliza Carthy & The Wayward Band. La natura di Blogfoolk è anche quella di fornire ai propri lettori un punto di vista critico sulla ‘musica che gira intorno’, per dirla con Ivano Fossati, così questo numero 296 inaugura la rubrica “Questioni” con una riflessione sui radicali cambiamenti che stanno caratterizzando l’attività del Club Tenco. Torniamo, poi, a parlare di dischi con lo speciale sul Folk e la Roots music di casa nostra della rubrica Italian Sounds Good con le recensioni di Rusties, The Beards, Mimes Of Wine, Flame Parade, Giulia Millanta, Walter Gatti, Luca Burgalassi e Frank Cusumano e la rubrica Suoni Jazz di cui è protagonista “We Like It Hot” di Vanessa Tagliabue Yorke. Chiudono il numero, la recensione della raccolta “Outro Tempo: Electronic And Contemporary Music From Brazil 1978 – 1992” edita da Music From Memory e la bella istantanea di Yasmin Hamdan, firmata da Valerio Corzani per la rubrica Corzani Airlines.
Infine, ricordiamo Luigi Pestalozza, scomparso lo scorso  23 febbraio, partigiano e storico della musica. Chiudono il numero la recensione della raccolta 

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


BF-CHOICE
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
QUESTIONI
ITALIAN SOUNDS GOOD
SUONI JAZZ
CONTEMPORANEA
CORZANI AIRLINES


L'immagine di copertina è un'opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Posta un commento