Numero 278 del 28 Ottobre 2016

All’interno di “Blogfoolk” numero 278, trovate approfondimenti, rassegne sulla produzione folk, trad e world, reportage dai luoghi della musica. La copertina è dedicata a “Una Vita a Bottoni”, il volume biografico, curato da Neri Pollastri, che presenta l’avvincente percorso artistico di Riccardo Tesi. L’organettista pistoiese ci accompagna nella lettura del volume, che è corredato da un’antologia di brani del suo repertorio. Per la rubrica Memoria, Paolo Mercurio propone una retrospettiva su Sandra Mantovani, figura di rilievo di ricercatrice e cantante del primo folk revival, recentemente scomparsa. Restiamo sui sentieri della musica tradizionale italiana per parlarvi di “CantöRiöndö” il nuovo album del Gruppo Spontaneo Trallalero. Nel nostro consueto spazio dedicato alle musiche del mondo, analizziamo il pregevole “Shine a Light: Field Recordings from the Great American Railroad”, nato dalla collaborazione tra Billy Bragg e il cantautore americano Joe Henry, e le esplorazioni nei territori della musica klezmer di “Shtetl! Yidele’s recollections” prodotto dall’ensemble italiano Mishkalè. Ricco il cartellone sulla musica dal vivo: si parte dal report dal Womex 2016 da Santiago de Compostela, con il punto di vista e la curiosità del produttore discografico Davide Mastropaolo. Da Marsiglia, Flavia Gervasi ci racconta Fiesta Des Suds. Infine, Alessia Pistolini cura la cronaca delle serate del Premio Tenco. Chiudiamo con “Resolution” del compositore e pianista turco-americano Mehmet Ali Sanlikol.
Fin da ora vi invitiamo al “Festival Delle Ciaramelle per Amatrice”, che si terrà a Perugia il prossimo 12 novembre 2016. Il ricchissimo programma coprirà l’intera giornata e si aprirà alle 10.30 all’Aula Magna dell’Università di Perugia con l’incontro-concerto dal titolo “Le tradizioni musicali e poetiche di Amatrice e dell’Alta Sabina”, a cura di Piero G. Arcangeli e Giancarlo Palombini. L’evento sarà introdotto dal Magnifico Rettore dell’Università prof. Franco Moriconi e vedrà la partecipazione del ciaramellaro Andrea Delle Monache, del tamburellista Franco Moriconi, dei poeti a braccio Paolo Santini e Pietro De Acutis, della cantante Susanna Buffa, che proporranno esempi musicali dal vivo.
Alle 16.00, nel Complesso monumentale di San Pietro, i poeti a braccio e i ciaramellari apriranno “Manufatto in situ 10: Laboratorio-residenza per una cartografia artistica”, in programma tra le iniziative di “Umbria Libri”, la rassegna letteraria organizzata dalla Regione Umbria. Gli eventi del pomeriggio continueranno nei luoghi più centrali della città, come Corso Vannucci, dove alle 16.30 inizierà la performance della Percussion Street Band #assaltoritmico, diretta da Stefano Baroni e Gianni Maestrucci e si terrà la roda di Capoeira del gruppo Coquinho Baiano. A Piazza IV Novembre ci sarà, alle ore 17, l’evento “Il saltarello incontra la pizzica”. In questo caso si tratta di una serie di performance a cura dell’associazione culturale “Tarantarci” e di Alessandro Calabrese, con suonatori di ciaramelle amatriciane, organettisti, tamburellasti e ballerini di saltarello di Amatrice e di pizzica salentina. Dalle 17.30, all’Auditorium di Santa Cecilia, si esibiranno tre gruppi corali: “Nota so e le Unisone” (dir. M° Marta Alunni Pini), “Calicante" (dir. M° Barbara Valentino) e “Colle del Sole” (dir. M° Paolo Ciacci. A seguire, il quartetto composto da Carlo Bava (ciaramelle), Ilario Garbani Marcantini (zampogna), Andrea Passoni (corno delle Alpi) e Maria Cristina Pasquali (narrazione), con lo spettacolo “Confini, conflitti e confetti”. Il concerto finale si svolgerà, a partire dalle 20.30, alla Sala dei Notari. Sarà aperto dai suonatori e poeti amatriciani e vedrà la partecipazione di artisti di spicco del panorama musicale nazionale e internazionale. Nell’ordine si esibiranno Susanna Buffa e Nora Tigges, l’ensemble Sonidumbra (gruppo per lo studio, la ricerca, la riproposta della musica di tradizione umbra), il trio composto da Goffredo Degli Esposti, Raffaello Simeoni e Gabriele Russo (con Massimo Giuntini), il trio Giuseppe “Spedino” Moffa, Alessandro D’Alessandro e Massimo Giuntini, il duo Gabriele Mirabassi e Riccardo Tesi, e infine l’ensemble abruzzese Il Passagallo. Dopo il concerto, chi vorrà, potrà unirsi alla cena “Amatriciana solidale”, che si svolgerà alle 23.30 alla Sala “G. Miliocchi” in Corso Garibaldi 136, organizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso fra gli artisti e gli artigiani di Perugia. Prenotazione obbligatoria al n. 3402831959.

Ciro De Rosa
Direttore Editoriale di www.blogfoolk.com


COVER STORY
MEMORIA
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
I LUOGHI DELLA MUSICA
SUONI JAZZ

L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Posta un commento