giovedì 18 agosto 2016

Numero 269 del 18 Agosto 2016

Blogfoolk vi porta musiche anche a metà agosto. Il nostro numero 269 offre in apertura un approfondimento-intervista con Giorgio Gobbo, frontman della Bottega Baltazar, band veneta che ha pubblicato “Sulla Testa dell’Elefante”. Spostandoci a  Sud, invece, eccoci a parlare di “Nun Tardare Sole”, il nuovo lavoro della cantante Fiorenza Calogero, nato dalla collaborazione con Enzo Avitabile. Il fronte world accoglie una sorta di focus sul flamenco nelle sue declinazioni più aperte, con il nostro disco consigliato della settimana, che è “Al Viento”, inciso dal chitarrista Pedro Soler con suo figlio, il violoncellista Gaspar Claus, e con l’altrettanto notevole “Logos”, in cui si incontrano la chitarra flamenco di Gerardo Nuñez e quella acustica di Ulf Wakenius. Ancora corde in primo piano per “Japanistan” di Kengo Saito, nel quale il musicista nipponico dà libero corso alle corde del suo liuto rubâb, muovendosi tra atmosfere dell’Asia centrale e dell’Estremo Oriente. Torniamo in Italia,  parlando dell’ennesima band salentina, i Vudz, con il loro electro-swing-gipsy di “Balkan Trip”. Per la musica dal vivo, facciamo tappa a Bordeaux, tra sole e buon vino, con la cronaca di Grazia Rita di Florio dal Reggae Sun Ska Festival. La lettura della settimana è “Ribelle e Mai domata. Canti e racconti di antifascismo e resistenza”, il libro con 2 CD allegati, edito da Squilibri. realizzato da Alessandro Portelli con Antonio Parisella. In conclusione, si parla ancora di sei corde, poiché la rubrica Strings odpita la recensione di “Distanze”, CD del chitarrista pugliese Vito Ottolino.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com

COVER STORY
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
I LUOGHI DELLA MUSICA
LIBRO
STRINGS

L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

0 commenti: