Numero 201 del 30 Aprile 2015

Al giro di boa del numero 201, Blogfoolk apre le danze con una lunga intervista a Marco Beasley, personalità artistica di grande vitalità. Ripercorriamo la sua carriera, parlando della sua formazione, degli episodi di riferimento della sua discografia e, naturalmente, dei suoi più recenti progetti musicali. A corredo dell’intervista, vi presentiamo “Solve et Coagula”, firmato da Marco Beasley, Guido Morini e Accordone e il disco per voce sola del tenore napoletano, “Racconto di Mezzanotte”. La rubrica Cantieri Sonori riparte dalla Garfagnana con il contributo di Paolo Mercurio, intitolato “Musica e Natura, trombone e zufilo a Fabbriche di Vallico (LU)”. Per la nostra corposa pagina di World Music, presentiamo, anzitutto, il pregevole “Akö” di Blick Bassy, musicista, cantante e compositore camerunense di base a Parigi. Passiamo poi a due album che in un certo senso ci fanno attraversare le trame storiche del Mar Mediterraneo, ma testimoniano anche di inusitate confluenze contemporanee: da ovest a est, da nord a sud delle sponde del Piccolo Mare. Il primo è “Aman! Sefarad…”, lavoro della versatile cantante francese Françoise Atlan, realizzato in collaborazione con il gruppo greco En Chordais, che presenta un incontro tra il repertorio sefardita e i modi e i timbri della cultura musicale dell’impero ottomano. Il secondo è “Barbara Fairouz” dell’apprezzata interprete tunisina Dorsaf Hamdani - Consigliato Blogfoolk della settimana – in cui confluiscono elegantemente i repertori della chanteuse parigina e della celebre diva libanese. Torniamo in Italia, restando a sud, in Sicilia, per proporvi “Tu prenditi l’amore che vuoi e non chiederlo più”, il nuovo CD di Cesare Basile. Dai dischi passiamo al palco, per raccontare del concerto che il Ta-Ma Trio, ovvero Nando Citarella, Mauro Palmas e Pietro Cernuto, hanno tenuto al Baobab di Roma, a conclusione della prima parte del Festival Popolare Italiano, rassegna dedicata alla musica tradizionale italiana, tra le più interessanti del momento nella Penisola. La lettura consigliata della settimana è l’emissione primaverile de La Piva del Carnér, che offre un numero monografico dal titolo “Cantar Bisogna” curato da Antonio Canovi dedicato al canto sociale e alle canzoni partigiane a Reggio Emilia. Chiude il numero, il Taglio Basso di Rigo, che ci porta alla scoperta di “Second Hand Heart”, muova proposta discografica di Dwight Yoakam.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


CONTEMPORANEA
CANTIERI SONORI
WORLD MUSIC
VIAGGIO IN ITALIA
I LUOGHI DELLA MUSICA
LETTURE
TAGLIO BASSO


L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)