Numero 188 del 28 Gennaio 2015

Con consolidata cadenza settimanale, “Blogfoolk” si sta avvicinando pian piano verso un altro importante traguardo, che sarà il numero 200. Anche per questa occasione, come è accaduto per il numero 100, non ci sarà spazio per vuote autocelebrazioni, ma certamente la nostra redazione rilancerà con decisione la propria proposta culturale con alcune sorprese che abbiamo riservato per i nostri lettori. In questa prospettiva, si inserisce il tavolo di lavoro “Scrivere La Tradizione. Lo stato dell’arte sulla ricerca nella musica tradizionale italiana”, organizzato da “Blogfoolk” all’interno delle attività degli Stati Generali Della Musica, che si terrà il giorno 8 febbraio alle ore 15,30 presso La Pelanda Factory a Roma. Sarà una bella opportunità di dibattito, nel corso della quale il mondo della critica musicale, quello accademico e alcuni operatori culturali si confronteranno sugli sviluppi degli studi sulla musica popolare italiana. Al fianco della redazione di “Blogfoolk”, interverranno Vincenzo Santoro, Domenico Ferraro, Giancarlo Palombini e Maurizio Agamennone. A margine della tavola rotonda sarà consegnato a Riccardo Tesi il premio “Blogfoolk Choice – Disco dell’anno World Music” in collaborazione con MEI per l’album “Maggio”. Inoltre, nei giorni 7 e 8 febbraio sarà allestito un piccolo stand promozionale di “Blogfoolk”, dove sarà possibile incontrarci di persona. Dopo questa piccola anticipazione, veniamo più direttamente al nuovo numero, che prende le mosse dalla Puglia, da dove riprendiamo il nostro viaggio in Italia, per presentare il secondo volume di “Tarantelle e Canti Tradizionali delle Puglie” dei Malicanti, il nostro disco Consigliato Blogfoolk della settimana. Tocca a Enrico Noviello, voce e anima del quintetto, dare conto del senso di questo nuovo progetto discografico con il quale la band pugliese prosegue il proprio percorso di ricerca e rielaborazione della tradizione musicale della propria terra. Ci dirigiamo poi in Sicilia con le Malmaritate, gruppo al femminile nato in seno alla Narciso Records di Carmen Consoli, delle quali recensiamo “Ognunu Havi ’n Sigretu”. Sotto l’etichetta di world music, parliamo del genere popolare urbano portoghese per eccellenza con “Coimbra - Fado” del Ricardo Dias Ensemble, e del pop rock colorato di Irish folk proposto dai Sweet Little Lies, al loro debutto omonimo. Non ci facciamo mancare ancora una volta uno sguardo verso la chitarra fingerstyle con “A Window To Somewhere” di Matteo Gobbato, così come irrinunciabile è l’appuntamento con la rubrica Letture, dove si analizza l’aggiornatissimo “Dizionario Del Pop-Rock 2015” (Zanichelli), curato da Enzo Gentile e Alberto Tonti. Sul versante della canzone d’autore, ecco il disco del ritorno di Stelio Gicca Palli, “Corpi Estraniei Vol.1”, nel quale l’autore riprende una bella versione pianistica della storica “Lella”. Per la rubrica Suoni Jazz, diamo spazio a “Solo” del fisarmonicista Carmine Ioanna. Conclude il numero il Taglio Basso, in cui Rigo ci porta alla scoperta di “Boxers” di Matthew Ryan, con l’aggiunta di qualche interessante riflessione sulla percezione della musica roots rock in Italia.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
STRINGS
LETTURE
STORIE DI CANTAUTORI
SUONI JAZZ
TAGLIO BASSO


L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)