Numero 171 del 30 Settembre 2014

Che Blogfoolk sia una rivista a tutti gli effetti, non la narcisistica, autoreferenziale impresa di singoli di cui pullula la Rete, lo sapete da tempo. Diversamente, non saremmo stati onorati dall’attenzione riversata su questa testata da migliaia di lettori. Siamo un settimanale che fa approfondimento su folk, musiche di tradizione orale, world music, ma non solo. E potrebbe essere diversamente nella contemporaneità, quando gli steccati musicali e le ricette prescrittive di ingredienti sonori appaiono datati? Blogfoolk non pretende di essere voce unica, e ci mancherebbe (sarebbe una buffonata, viziata da un autoritarismo, perfino antidemocratico!), ma piuttosto aspira a diventare sempre più autorevole. Nei numeri scorsi vi avevamo annunciato delle novità. Ebbene, questo numero 171 è anche un po’ la prima emissione di “Blogfoolk”,  come testata registrata. Lo scorso 23 settembre, infatti, il presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso il decreto con il quale ha iscritto la nostra testata nel registro della Stampa. Un altro passaggio che abbiamo voluto fare con ponderatezza, per capire quanto questa rivista fosse credibile nell’ambiente: e lo siamo, senza millantare, guardarci l’ombelico e magari riempire le pagine di comunicati stampa. Allora, se pensate che Blogfoolk sia una sorta di bene comune del folk, potete pensare di contribuirvi, entrando nella nostra comunità di collaboratori. Parlando del menu di questo numero di fine settembre, apriamo con uno speciale di Cantieri Sonori, curato da Paolo Mercurio, dedicato a Cesare Carta, costruttore sardo di aerofoni popolari. Ancora dalla Sardegna, Gianluca Dessì, già chitarrista di Elva Lutza, cui diamo il benvenuto tra i nostri collaboratori, intervista Riccardo Lay, contrabbassista sassarese, ritornato alla musica attiva dopo una pausa di qualche anno, con un bel disco live di contrabbasso solo (“Percorsi-live”). Attraversiamo il Tirreno, raggiungendo Napoli. Qui Alessio Arena ci racconta il suo disco di debutto “Bestiari(o) Familar(e)”, che è il disco Consigliato Blogfoolk di questo numero. Si prosegue verso le sonorità world dell’Estonian Folk Ensemble (“Imemaa/Wonderland”). Poi andiamo alla scoperta del Balkan Sound della Baro Drom Orkestar (“Genau!”). Il nuovo album di Max Manfredi è protagonista di Storie di Cantautori, mentre per la rubrica Suoni Jazz abbiamo incontrato Fabrizio Salvatore, che ci ha condotto alla scoperta dell'etichetta Alfa Music. Per le letture, recensiamo l’ultimo volume di Maurizio Disoteo, “Musica ed Intercultura”.  Per finire, il consueto Taglio Basso di Rigo, che ci racconta il ritorno unplugged di Richard Thompson, che in “Acoustic Classics” rilegge il suo storico e magnifico repertorio. 

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


CANTIERI SONORI
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
STORIE DI CANTAUTORI
SUONI JAZZ
LETTURE  
TAGLIO BASSO


Blogfool
presenta
il videoclip di "Corno D'Africa" tratto da "Maggio" di Riccardo Tesi e Banditaliana

A coronamento di un numero così ricco, ed importante per il nostro percorso, vi presentiamo in anteprima il videoclip di "Corno D'Africa", estratto da "Maggio", il recente album di Riccardo Tesi e Banditaliana, pubblicato da Visage Music e distribuito da Materiali Sonori. Realizzatro da Pierfrancesco Bigazzi, Lorenzo Donnini e Blanket, il video, attraverso l'intercalarsi di suggestivi scorci africani ed immagini riprese dal vivo del gruppo, evoca in modo intenso e poetico tutto il fascino racchiuso nel brano firmato da Gigi Biolcati, Maurizio Geri e Riccardo Tesi, rimandando a quel beat ipnotico e caldo che li contraddistingue da sempre.  L’album “Maggio” è un racconto senza tempo di viaggi, di orizzonti lontani e distanti. E’ un’avventura, una speranza cantata con la maestria dei grandi cantautori; gli arrangiamenti sono difficilmente descrivibili: il folk si unisce alla musica balcanica, sfociando nella grande tradizione toscana in un viaggio, che incontra il Salento della pizzica e della taranta. 




L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)