Numero 170 del 24 Settembre 2014

Per questo numero 170 di Blogfoolk, vi mettiamo sul piatto i nomi per una bella scorpacciata, a cominciare da Janos Hasur, celebre violinista e… gourmet ungherese, che Paolo Mercurio ha incontrato nel corso del festival MITO 2014. Si prosegue alla scoperta delle sperimentazioni sonore sulla ghironda con l’intervista al polistrumentista Pierpaolo Caputo. Lo spazio riservato alle recensioni parte con “Homo Erraticus” di Ian Anderson, di cui ci parla Massimo Giuntini. Dopo qualche mese, ritorniamo nell’Istria transculturale con un focus su due folk band da conoscere: Veja e Šćike. Poi facciamo rotta verso  l’Africa subsahariana parlandovi di “Mali Overdrive” di Anansy Cissè. Non manca una tappa del nostro Viaggio in Italia, nel quale presentiamo “Scilla” dei Cantsilèna, mentre sul versante della canzone d’autore, proponiamo l’ascolto di “Serena Più Che Mai”, album di debutto della friulana Serena Finatti, tra le finaliste del prossimo Premio Parodi, in programma a Cagliari dal 9 al 11 ottobre. Si parla di cucina e musica nel volume di ricette cajun di Ann Savoy (“The Savoy Kitchen”), rampolla della dinastia di eccelsi musicisti della Louisiana. In chiusura, puntuale, arriva il Taglio Basso di Rigo, che ha intervistato Ettore Grenci, musicista e produttore, ed attuale proprietario dello Studio B dei Sunset Sound a Los Angeles.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


PERSONAGGI FOLK
CANTIERI SONORI
WORLD MUSIC
VIAGGIO IN ITALIA
STORIE DI CANTAUTORI
LETTURE
TAGLIO BASSO


L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)