Numero 92 del 22 Marzo 2013

“Non esisterà futuro senza specializzazione e conoscenza profonda”, così scriveva in un editoriale su Il Popolo Del Blues il mio amico e maestro Ernesto De Pascale, e mai come in questo momento sento come quelle parole sia state un insegnamento importante, perchè ci hanno aiutato ad uscire dalle logiche e delle facilonerie di un certo giornalismo italiano, e parlo anche di quello di settore. Ben lungi dal volerci arrogare di essere un punto di riferimento per la scena world e trad in Italia (sarebbe un eresia non da poco, anche solo a volerlo pensare), abbiamo cercato di offrire uno spazio di approfondimento nel quale potessero confluire quella che è l’informazione musicale altra, quella che non si trova nei magazine in edicola, né sui tanti siti specializzati online. Dico questo perché, tanto la partecipazione al programma “Archivio Sonoro Della Canzone Napoletana” condotto su Radio1 da Federico Vacalebre, nel corso del quale abbiamo parlato con Gianni Principe e Ciro Schettino di Trase, il nuovo disco dei Sancto Ianne, quanto la media-partnership con il Meeting Internazionale del Tamburello, rappresentano bene come Blogfoolk esca dall’alveo dell’informazione giornalistica tout court per diventare una vera e propria piattaforma culturale di approfondimento e di incontro per addetti ai lavori come per gli appassionati. Lasciando dunque l’ambito titolo di punto di riferimento ad altri, passiamo alla presentazione del terzo numero di marzo, che si apre con ben due speciali curati da Ciro De Rosa, ovvero “Kathryn Tickell: Voci Della Memoria Dal Nord-Est Inglese” e la lunga intervista con Marco Lutzu, curatore dell’Enciclopedia della Musica Sarda. Per la rubrica Letture, Simona Frasca ha curato un approfodimento su The Art of Making Do in Naples, interessantissimo libro dell’antropologo americano Jason Pine, dedicato alla musica neomelodica napoletana. Ampio spazio riservato poi alle recensioni con la bella antologia curata da Felmay dedicata a Ali Mohammed Birra, Oltre Noi dei Kabìla, di cui ce ne parla Patrizia De Rossi, e i dischi di Claudia Mastrolilli, Roy Paci e Marco Chiavistrelli. Chiude il numero l’imprescindibile Taglio Basso di Antonio “Rigo” Righetti. 

GLI SPECIALI DI BLOGFOOLK
I PERSONAGGI DEL FOLK
LETTURE
WORLD MUSIC
CONTEMPORANEA
SUONI JAZZ
STORIE DI CANTAUTORI
TAGLIO BASSO